patrocinio comune

0

Paolo Carli (Henraux) «Ci critica solo chi non ci conosce»

Novembre 30th, 2019
Il numero uno della società di Querceta «Le nostre cave ammirate dal ...
0

Il libro sulle collezioni dell'artista scultore Ciulla

Novembre 29th, 2019
Bocca di Magra. Oggi alle 18,30, evento d'arte da non perdere. Verrà ...
0

«Marmo: si apre una nuova epoca» Concessioni, prima gara nel 2029

Novembre 29th, 2019
Nel piano degli agri marmiferi del distretto lapideo saranno previsti ...
0

Le sculture di Park a Viareggio

Novembre 28th, 2019
La bellissima piazza affacciata sui viali a mare è pronta per essere ...
0

Dietro l'Obiettivo. Viaggio in b/n nelle gipsoteche dei laboratori di Pietrasanta

Novembre 26th, 2019
Sabato 30 novembre 2019 ore 17.00 incontro Dietro l'Obiettivo. ...
0

Cosmave dà voce al settore apuo-versiliese Il numero di Ottobre fra pochi giorni in distribuzione in tutta Italia

Ottobre 25th, 2019
In distribuzione fra pochi giorni il nuovo numero del periodico del ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

«Marmo, serve chiarezza nei controlli»


Confartigianato difende le aziende del lapideo: «Non sempre sono dovute le autorizzazioni per le emissioni in atmosfera»
Non tutte le aziende che lavorano il marmo al piano, fra segherie e laboratori, producono ‘emissioni in atmosfera’ (gas, polveri o vapori) e per questo né possono essere multate né hanno bisogno di autorizzazioni specifiche, costose e complesse. E’, in estrema sintesi, la posizione di Confartigianato Massa Carrara che prova a fare chiarezza su alcuni recenti sviluppi che stanno mettendo in croce diverse imprese del lapideo nel distretto apuoversiliese, finite nel mirino della Capitaneria di Porto, i cui controlli hanno portato a pesanti sanzioni amministrative, persino a procedure penali e sequestri di macchinari.

Il Grig chiede alla giunta di chiarire quali bacini estrattivi vuole riattivare
«L’amministrazione comunale di Massa ha recentemente annunciato di voler riaprire ben sette cave di marmo, incurante di critiche e perplessità. Ma quali e dove? Certo non nelle Zone di protezione speciale (Zps)». E’, in sintesi, quanto espone il Grig (Gruppo di intervento giuridico) anche se in realtà l’annuncio della riapertura risale ad agosto, come annunciato dal sindaco Francesco Persiani e riportato in quel mese già da La Nazione. Da allora di atti e mesi ne sono passati e il Grig prova oggi a entrare nel merito anche se i nomi e i volumi esatti che si potranno estrarre dalle cave massesi nelle previsioni dei Piani attuativi dei bacini estrattivi elaborati dal Centro di GeoTecnologie di Siena sono già stati pubblicati da La Nazione.

Moschea fantasma, pronti nuovi ricorsi

 

L’imprenditore Paolo Dazzi e gli avvocati Carlo Lattanzi, Rinaldo Reboa e Laura Donatiello non si arrendono
Moschea fantasma: respinto il ricorso in Cassazione proposto dall’imprenditore Paolo Dazzi, e dai legali Carlo Giovanni Lattanzi, Rinaldo Reboa, Laura Donatiello. I ricorsi riguardano la sentenza della Suprema corte dello scorso giugno che riguardava la prescrizione in merito al capo di imputazione di abuso di ufficio, poi avvenuta. Si sta parlando della famosa vicenda della moschea per l’Iraq del lontano 1990, una vicenda che non ha ancora visto la sua conclusione. Ben 29 anni fa la ditta “Dazzi Pietro fu Enrico”, aveva ricevuto un’importante commessa dal paese arabo per mettere in piedi una moschea e un centro islamico tutto in marmo delle nostre montagne per 50milioni di dollari, ma la guerra e l’embargo fanno saltare l’affare.

Padre Pio, busto in marmo al Carmine

Domenica 8 dicembre per l’Immacolata Concezione nella chiesa della Madonna del Carmine si svolgerà dalle 17 in poi un evento di grande impatto cristiano. La famiglia di Franco Barattini dona alla chiesa un busto raffigurante il Santo Padre Pio, inoltre, al titolare degli studi d’Arte Michelangelo sarà consegnata una pergamena direttamente dal Vaticano per volere di Papa Francesco. Due eventi a cui saranno presenti sacerdoti e molti fedeli.

Il più grande monumento per il Sol Levante

E’ stata realizzata a San Martino dalla scultrice Minako Yoshino la statua in marmo dei record per il Giappone. «Un sogno per ogni artista»
Realizzato a San Martino il più grande monumento pubblico in marmo del Giappone. Si intitola Lovers, un abbraccio di candida pietra, che l’artista Minako Yoshino ha creato grazie al supporto della Cooperativa Gioia e della Cooperativa degli Scultori di Carrara. L’opera partirà il 17 dicembre e, dopo un viaggio per mare lungo due mesi, arriverà nella città di Toyama, in Giappone. La scultrice: «Il marmo delle Apuane è un sogno per ogni artista. La mia passione è scattata studiando Michelangelo». Si tratta di una scultura alta 3,40 metri e destinata alla piazza antistante la stazione di Toyama, città d’origine della stessa Yoshino. Il monumento, che rappresenta un morbido e avvolgente abbraccio fra due persone verrà esposto a partire da marzo 2020, ma intanto, dentro al laboratorio della Cooperativa degli scultori di Carrara, fervono i preparativi. Entro il 10 dicembre comincerà la complessa operazione di imballaggio, mentre il 17 l’opera prenderà la via del mare dal porto di Marina per arrivare, due mesi dopo, in Giappone. Una analoga scultura di Yoshino è esposta a Riverside Park, a New York, in memoria delle vittime dell’attentato dell’11 settembre 2001. Ma a differenza di quella destinata al Giappone, l’opera americana è stata realizzata con un composto di resine e polvere di marmo.

Lusso e tradizione per immergersi nella magica atmosfera del Natale
Un pezzo di Carrara nella via del lusso di Milano. Sagevan marmi fino a sabato sarà presente con una propria installazione alla Christmas Shopping Experience organizzata da MonteNapoleone District. Per l’occasione l’azienda carrarese presenta #Whitedream, una installazione che unisce lusso e tradizione e che immerge il visitatore nella magica atmosfera del Natale. Una grande teca in vetro (250x600), posta lungo la via milanese più famosa della moda, racchiude un mondo incantato in cui elementi di arredo come il letto, la libreria, i tavolini e la lampada si uniscono al bellissimo albero di Natale, ai curiosi pacchi dono e al tenero orsetto.

Pagina 1 di 598

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree