patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

The Latest

Fatica e sudore, genialità e inventiva, competenza e nervi saldi. La vita nelle mani del collega, fiducia, stima. A volte morte e sangue. C'è tutto il sentimento umano, le aspirazioni, i dolori, le soddisfazioni e le amarezze di quanti svolgono, da secoli, un lavoro che richiede grande professionalità e tanto coraggio. La storia del trasporto a valle dei blocchi, dalle cave fino al piano. Ne parleremo il 21 Febbraio al MuSA di Pietrasanta alle 1000 con lo storico Francesco Battistini - che ci racconterà dei carri trainati dai buoi e delle tecniche della lizzatura - e con il driver di un tir da 420 cavalli adibito al trasporto del marmo, Antonio Giannini.

INSIEME PER LA CULTURA DELLA SICUREZZA

Adattare il lavoro alla persona è il principio alla base della tutela della salute e della sicurezza di ogni lavoratore. Dalla sicurezza, infatti, derivano benessere, prevenzione e collaborazione. Per diffondere comportamenti corretti e facilitare gestione e prevenzione di situazioni a rischio, il Coordinamento Multinazionali e Grandi Imprese di Confindustria LI MS ha costituito un apposito Gruppo di Lavoro, che nel corso dell’anno passato ha promosso un roadshow di contaminazione di buone pratiche, costituito da 8 tappe presso le aziende partecipanti.
Giovedì 20 febbraio alle ore 10,30 presso la Sala Marmoteca del Polo Fieristico CarraraFiere - INGRESSO 2 si terrà l’evento conclusivo dell’iniziativa “Insieme per la cultura della sicurezza”, durante il quale verranno illustrati gli strumenti operativi di prevenzione condivisi e le nuove modalità di approccio alla cultura della sicurezza.

Hanno partecipato al Gruppo di Lavoro 20 aziende di Confindustria LI MS per un totale di 5000 addetti complessivi: Amcor Flexibles, Baker Hughes, Elettromar, Eni Raffineria, Family Partner, Gi Group, Hallite Italia, Imerys Minerali, Ineos Manufacturing Italia, JSW Steel Italy, Liberty Magona, Omya, P.E.S., Piombino Logistics, Ram Oil & Gas, Rete Ferroviaria Italiana, Sime, Solvay Chimica Italia, Tenaris Dalmine e Termisol Termica.

(il programma)

La legge sui Beni Estimati è una falsa soluzione

di Erich Lucchetti, presidente degli industriali di Massa Carrara

Gentile Sindaco,

dato che in questi giorni è stata posta molta enfasi sull'opportunità che sia avviato al più presto l’iter legislativo per una legge che qualifichi i beni estimati come beni appartenenti al patrimonio indisponibile del Comune di Carrara, sulla base di una iniziativa legislativa promossa dal Consiglio Regionale della Toscana, e dato che anche Lei ha voluto sollecitare il Parlamento in tal senso con una propria lettera indirizzata a Deputati e Senatori, mi pare corretto per prima cosa ricordare che una eventuale legge statale, che riconduca i beni estimati al patrimonio indisponibile del Comune, porrà inevitabili e seri dubbi di costituzionalità.

I beni estimati infatti sono stati regolarmente acquistati con atti notarili e addirittura nell'ambito di procedure esecutive o fallimentari gestite dalla Magistratura. Ciò è riconosciuto nella stessa sentenza della Corte Costituzionale, dove si afferma che è un dato incontrovertibile che nel diritto vivente i beni estimati sono sempre stati trattati, anche dal Comune di Carrara, come beni privati. Inoltre, la Corte Costituzionale si è limitata ad affermare che la Regione non aveva competenza ad emanare una norma di interpretazione autentica in una materia, quale quella della proprietà, che appartiene all'ordinamento civile, ed è affidata quindi alla esclusiva competenza statale.

Quindi la Corte non ha mai detto o scritto di ritenere possibile e legittima una norma statale che, senza alcun indennizzo, espropri di fatto dei beni privati, cioè i beni cosiddetti estimati. Cioè s'è voluto scambiare una sentenza in cui la Corte Costituzionale afferma una incompetenza regionale per una implicita autorizzazione al legislatore statale a sottrarre i beni estimati a chi li ha regolarmente acquistati.

Del resto per il nostro Diritto e per la nostra Costituzione il compito di risolvere controversie, anche sul diritto di proprietà, è affidato alla Magistratura. In più non va mai dimenticato che anche a livello europeo la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha escluso la possibilità di sottrarre beni di fronte a prassi consolidate e addirittura in casi in cui non si trattava di proprietà, ma di altri diritti assimilabili. Ciò significa che una legge statale ad hoc sui Beni Estimati sarà una falsa soluzione del problema, e rischierà di creare confusione e incertezza finché non sarà travolta da una sentenza che ne dichiari l’evidente incostituzionalità.

Pagina 1 di 2

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree