patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Canova a Napoli Inno alla bellezza

29 Marzo 2019 K2_ITEM_AUTHOR  La Redazione

NAPOLI «SOLO dallo studio dell’arte greca, impareremo a determinare il bello».

Le profetiche parole di Johannes Joachim Winckelmann, autore di un’opera fondamentale nella storia dell’estetica (Storia dell’arte nell’antichità) rappresentano la guida più accreditata per comprendere e ammirare la grande mostra Canova e l’antico, aperta da oggi e fino al 30 giugno al Museo Archeologico Nazionale (Mann) di Napoli. Centodieci opere esposte, dodici sculture avute in prestito dall’Ermitage di San Pietroburgo, tra cui spicca la celeberrima Le Tre Grazie (ben più perfetta della replica conservata al Victoria and Albert Museum di Londra), danno il senso di un allestimento straordinario dedicato allo scultore (e pittore) di Possagno (nel trevigiano), universalmente considerato il massimo esponente del neoclassicismo in scultura, tanto da essere salutato come il ‘nuovo Fidia’. Come Winckelmann, morto una manciata di anni dopo la sua nascita, Antonio Canova attribuisce all’arte greca un valore esemplare per tutti i tempi, purché la grandezza sia legata alla “semplicità aliena da qualsiasi impulso o conflitto interiore”. Canova, quindi, imita gli antichi (attenzione, non li copia!) e diventa egli stesso una ‘griffe’ inimitabile. Nel ricco percorso napoletano, distribuito tra il piano terra e il Salone della Meridiana, lo scultore trevigiano – che ha attraversato le corti di mezza Europa, dagli Asburgo al Papa, sino ad arrivare alla nobiltà veneta, romana, russa e ai Borbone di Napoli – appare, come dice il direttore del Mann, Paolo Giulierini, un «artista capace di parlare con la sua arte neoclassica alla cultura di tutt’Europa». Dal museo russo, che vanta la più ampia collezione canoviana al mondo, sono arrivate – oltre alla superstar – anche creazioni eccezionali come L’Amorino Alato, L’Ebe, La Danzatrice con le mani sui fianchi, Amore e Psiche stanti, la testa del Genio della Morte.

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree