patrocinio comune

 

 


cosmave centro servizi

 

Ceccarelli: pronti a non aspettare la Corte e al dialogo, ma basta con tutti questi ricorsi

29 Aprile 2019 K2_ITEM_AUTHOR  La Redazione

«L'ho detto ben prima della sentenza del Tar, che peraltro ha confermato la giustezza dell'interpretazione data dopo il parere dell'Avvocatura, quando ho fatto un sopralluogo su alcune cave, e non è certo il rinvio alla Corte che ci induce a ragionare. Lo ribadisco: siamo assolutamente disponibili a rivedere l'articolo 23 della Legge regionale 35 del 2015, quello che il Tar ha deciso di mandare all'attenzione della Corte Costituzionale.

Al posto del termine perentorio dei mille metri cubi di sforamento dopo il quale scatta il fermo, ritenuto dai giudici amministrativi potenzialmente lesivo del principio di uguaglianza previsto dall'articolo 3 della nostra Carta Costituzionale, possiamo benissimo trovare una misura alternativa, una percentuale rispetto alla produzione, ad esempio. Con il dialogo, le soluzioni si trovano sempre. Ma per dialogare bisogna essere in due, e soprattutto, se si discute, si parla a un solo tavolo: non è che a Firenze si apre una riflessione, e poi, appena usciti dalla Regione, gli imprenditori passano dagli avvocati...».A parlare è l'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli che ha fra le sue deleghe le cave; parla a conclusione della settimana che ha visto la pubblicazione dell'ordinanza esplicativa del Tar su Lorano II, sulle motivazioni per le quali si rinvia alla Corte Costituzionale il contenuto dell'articolo 23 comma 1, lettera a) della 35 - 2015, e di altre tre sentenze non definitive su altrettante cave (Canalgrande, Ingra, Cave di Sponda) che erano state chiuse per sforamento del limite del limite dei mille metri cubi (chiusura totale ritenuta illegittima dal Tar, il Comune avrebbe dovuto imporre i sigilli solo all'area di cava in cui era avvenuto lo sforamento).

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree