Stampa questa pagina

«Così siamo diventati orfani della Biennale mancata la volontà di farla sopravvivere»

29 Giugno 2020 K2_ITEM_AUTHOR  Il Tirreno

Il Tirreno


Una riflessione alla galleria Votre sulla kermesse di scultura con i due ex assessori Giovanna Bernardini e Andrea Zanetti
La Biennale di scultura di Carrara, una lunga storia che si intreccia a doppio filo con quella della città. Nasce a Carrara nel 1957 e muore nel 1973. Nasce poi di nuovo nel 2000, prende una pausa di riflessione nel 2004, per tornare nel 2006 e morire nuovamente nel 2010. Ma quali sono le vere cause delle sue morti apparenti? E, soprattutto, è ancora possibile una sua rinascita? La Biennale Internazionale di scultura di Carrara è stata fin dalle sue origini, retaggio dell'arte contemporanea, ma quale è il patrimonio spirituale artistico di Carrara oggi? Il suo scomparire è un problema di visione o esclusivamente di risorse finanziarie? Gli ex assessori alla cultura Giovanna Bernardini e Andrea Zanetti, gli ultimi assessori a "vivere" le ultime edizioni della Biennale, intervistati da Federico Giannini direttore di Finestra sull'Arte, provano a rispondere in occasione della mostra fotografica di Valerio Brambilla fotografo della XIV edizione.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree