Stampa questa pagina

Imm, la rabbia dei 27 lavoratori Approda in consiglio il malcontento La richiesta alla giunta: «Azzerare il management»

01 Agosto 2020 K2_ITEM_AUTHOR  La Nazione

La Nazione

Siamo stanchi di discorsi e fumo negli occhi. Dateci delle risposte». I lavoratori di Imm chiedono certezze sul loro futuro. Mentre il destino dell’azienda appare sempre più contornato da fosche nubi, tra un bilancio ancora tutto da vedere, nomine congelate e il rifinanziamento da parte della Regione stoppato dalla Corte dei Conti, i 27 dipendenti di CarraraFiere l’altra sera hanno manifestato pacificamente tutta la loro rabbia in consiglio comunale. Mentre una piccola folla seguiva la diretta streaming della seduta sui cellulari e sottolineava i vari passaggi con qualche tromba da stadio, due rappresentanti dei lavori hanno manifestato non solo tutta la propria preoccupazione all’amministrazione comunale, ma hanno avanzato anche richieste specifiche a partire dall’«azzeramento di tutto il management». «Da troppo tempo sentiamo parlare di grandi progetti e di un piano di risanamento che non conosciamo – ha spiegato Chiara Lodovici in rappresentanza di tutti i suoi colleghi –. Vogliamo sapere la proprietà cosa intende fare. Se ci volete metere in liquidazione, almeno abbiate la correttezza di farci sapere in che modo vorreste ricollocarci. Se, invece, si vuole risanare allora che venga presentato nero su bianco un piano dettagliato». Chi vive la realtà di Imm giorno dopo giorno da anni ha poi voluto sottolineare quelle che, a suo avviso, sono le tante falle della gestione dell’azienda. «Abbiamo appreso solo dai giornali che le perdite sono di 8,2 milioni, eppure abbiamo contratto anche un mutuo da 5. Che fine hanno fatto questi soldi? – tuona la rappresentante dei lavoratori –. In questi anni la proprietà ha mai chiesto e controllatoil bilancio delle singole iniziative? Anche in questo caso vogliamo vedere i numeri e lo stesso dicasi per i consulenti: quanti sono, come vengono scelti, che risultati portano».

La domanda
«Cosa ci fa Nannini negli uffici a colloquio con il direttore?»
Le visite a Marina del presidente in pectore di Imm, Luca Nannini, sono state stigmatizzate dai dipendenti. Il vicesindaco Martinelli però ha assicurato: «Niente di strano, la nostra decisione è nota da mesi».

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree