patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

Economia: cala l’export e vola la nautica Metalmeccanica e lapideo in flessione

05 Aprile 2017 K2_ITEM_AUTHOR  La Nazione Massa Carrara

Stand by. Il marmo e le esportazioni di grandi turbine del Pignone hanno subito una fase d’arresto dopo l’impennata degli altri anni.


L’analisi. La nautica diventa il settore trainante della nostra economia con un boom nel fatturato da 4 a 9 milioni In stallo l'esportazione del marmo
ECONOMIA: la nautica ingrana la quarta, male export e importazioni. Emergono luci ed ombre dall’analisi dell’Istituto studi e ricerche della Camera di commercio dei dati Istat riguardo lo stato di salute dell’economia del nostro territorio. A fronte di un settore, quello della nautica che ha quasi decuplicato il suo fatturato passando da 9 a 40milioni di euro in un anno, i numeri mettono in evidenza una decisa flessione delle esportazioni (-10,1%), ma non solo. Ecco dunque che, dopo aver toccato la quota record di 2miliardi di euro, l’export provinciale fa segnare una prima battuta d’arresto e ad incidere, questa volta in maniera negativa, sono ancora il Nuovo Pignone, determinante in passato, e le esportazioni di marmo, granito e materiale grezzo. I valori di esportazioni, pari a 1.853milioni di euro, hanno subito un calo di 207 milioni di euro.
UN DATO in controtendenza sia a livello regionale (+0,6%), sia nazionale (+1,2%). «La lettura conferma purtroppo le preoccupazioni che avevamo manifestato a fine 2015 – dice Vincenzo Tongiani, presidente Isr –. L’ulteriore diminuzione dei volumi economici è sicuramente stata determinata da due dei comparti a più forte propensione verso l’export come la metalmeccanica ed il lapideo che insieme rappresentano l’83% dei prodotti che le nostre aziende vendono all’estero. Per il futuro siamo però ottimisti perché stiamo parlando di due macrosettori ad altissima penetrabilità internazionale”. Per Dino Sodini, Presidente della Camera di Commercio si tratta di una «fase di assestamento prevedibile dopo anni incredibili di crescita esponenziale. Finalmente si intravedono segnali incoraggianti dalla diportistica che negli ultimi anni ha sofferto tantissimo. E’ un settore strategico per il nostro territorio dove sono insediati 159 cantieri specializzati nella costruzioni di imbarcazioni. Il fatturato della cantieristica dipende per il 90% dall’export: la riattivazione di queste fette di mercato è importante per tutto il nostro territorio». Se la Nuova Pignone frena, variazioni invece positivearrivano dalla meccanica come macchine ed apparecchiature per industria chimica, petrolchimica e petrolifera, che evidenziano invece una crescita nell’ordine di circa 113 milioni di euro, per un totale di 196 milioni di vendite nell’anno 2016. Male, infine, le importazioni che registrano un pesantissimo crollo, un valore in calo del -13,4%, dinamica in linea con quella registrata a fine 2015 (-11,8%); con solo 369 milioni di euro di merci importate si tratta del valore più basso degli ultimi 15 anni.

 

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree