patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

L'Unesco festeggia: e la città adesso superi l'immobilismo

09 Novembre 2017 K2_ITEM_AUTHOR  Il Tirreno Ms Carrara

Il Club di Carrara saluta l'importante riconoscimento ottenuto a Parigi. «Qui abbiamo fatto solo cose belle»

 

di Francesca Vatteroni CARRARA Non poteva non festeggiare, il Club per l'Unesco di Carrara, l'avvenimento storico che ha visto la nostra città entrare fra le 188 città creative Unesco, andandosi ad aggiungere alle italiane Roma, Parma, Bologna, Fabriano, Torino, Pesaro, Milano e Alba, superando una selezione durissima con città come Alghero dalla lunga tradizione legata al corallo e Genova per la musica. «Siamo contentissimi di questo riconoscimento-ha dato il benvenuto la presidente Maria Grazia Passani agli invitati al rinfresco organizzato per l'occasione- e speriamo che aiuti la città a superare questo immobilismo. Vorrei complimentarmi con l'amministrazione uscente che ha fatto un grosso regalo a quella entrante: che questo sia un punto di partenza per una città che ha dato tanto al mondo e vorrei ringraziare anche l'amministrazione appena insediata per aver confermato al nostro progetto relativo al Forum Internazionale di giovani scultori del marmo a Carrara». Il progetto Città creative dell'Unesco è nato qualche anno fa con lo scopo di unire una lista di città che hanno fatto della creatività il motore dello sviluppo economico. Giovanna Bernardini, ex assessore alla cultura, artefice insieme al Giuseppe Biagini, dell'inimmaginabile solo fino a qualche settimana fa, risultato, invitata alla festa, ha voluto ringraziare tutte le associazioni che hanno sostenuto il progetto: «Il risultato di Parigi è di tutti, incluso il Club per l'Unesco di Carrara che ha avuto un suo ruolo: senza i Club per l'Unesco locali, l'azione dell'Unesco non entrerebbe e non si radicherebbe sui territori». La presidente Passani ha avuto parole di ringraziamento per l'amministrazione uscente che ha finanziato le tre edizioni del Forum internazionale di giovani scultori del marmo a Carrara, destinato ai giovani scultori provenienti dalle Accademie di tutto il mondo che si cimentano, realizzando le loro opere ispirati ai temi indicati dall'Unesco e i cui vincitori, nella 3° edizione premiati il 29 luglio scorso presso l'Accademia di Belle Arti, sono stati, lo ricordiamo: per la Sezione Internazionale, "Ponte fluente" di Zhang Qiaoling; per la Sezione Nazionale ex aequo: " La gassa d'amante" di Sofia Cassina e "Germogli d'amore" di Federico Alibrio. Nella giuria, composta dalla Presidente della Federazione Italiana dei Club e Centri per l'Unesco Maria Paola Azzario, dalla Presidente della Federazione Europea Daniela Popescu, dalla presidente del Club per l'Unesco di Carrara Maria Grazia Passani, dal docente di Storia dell'Arte dell'Accademia di Belle Arti Raffaele Simongini, anche la scultrice di fama internazionale Maki Nakamura la quale, presente alla festa, ha commentato: «È una bellissima vittoria: Carrara ha sempre fatto cose belle come la Biennale o il Simposio, tutte manifestazioni che sono però andate a scomparire perché non c'è stata continuità. Spero che sull'onda di questa vittoria Carrara persegua i suoi progetti e impari a sfruttare meglio gli artisti stranieri che vengono qua e che poi portano un po'di Carrara nei loro Paesi».

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree