patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (4549)

La panchina ad hoc per il distanziamento

La Nazione


L’idea che utilizza il nostro marmo è nata da un designer fiorentino «Nella speranza che nel futuro possa esserci un ritorno alla normalità»
CARRARA Dovremo imparare a fare i conti con il distanziamento sociale, si spera, ancora per qualche settimana. E dai designer arrivano idee concrete per fare rispettare queste misure. Il designer fiorentino Niccolò Raffaelli ha pensato una panchina in marmo, con due posizioni dove sedersi e uno spazio in vetro affinché le persone possano mantenere le distanze. Il progetto potrebbe interessare le pubbliche amministrazioni, oggi alle prese con il far rispettare il famoso metro di distanza (allargato a 1 e 80 nella nostra regione). Racconta la sua idea lo stesso ideatore: «Si tratta di un progetto al cento per cento toscano – rivela – che dimostra l’eccellenza della nostra regione. Assieme all’azienda Upgroup che da più di 50 anni lavora il marmo di Carrara abbiamo ripensato ad una panchina pubblica che permetta di mantenere il metro di distanza ed anche ecologica in quanto realizzata con scarti dal marmo.

La Nazione

La Camera di commercio guidata da Dino Sodini (nella foto) e il suo Istituto di studi e ricerche, in collaborazione con l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili della provincia, organizza per oggi alle 15, in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’ente camerale un webinar dedicato ad approfondire l’ultimo decreto Rilancio e i provvedimenti governativi recenti sui principali aspetti di interesse delle imprese, come fisco, liquidità e contributi a fondo perduto e lavoro. Parteciperanno Enrico Ciabatti, Emanuele Giorgi, Lorenzo Veroli, Alessandro Petrillo, Carlo Ussi. Coordinano Daniele Mocchi e Paola Tongiani.


Il Tirreno

SERAVEZZA La Comunità di Parco tornerà a riunirsi a breve. La seduta era già prevista (ma non ancora organizzata) anche per aggiornamenti relativi all'emergenza covid 19, ma il presidente della Comunità Riccardo Tarabella, nonché sindaco di Seravezza, ieri ha deciso di inserire un nuovo punto all'ordine del giorno per aprire una discussione sull'inchiesta della procura di Lucca denominata "Sistema Vagli". Un'indagine, ancora in corso, portata alla luce dalla procura lunedì 25 maggio, anche con perquisizioni avvenute in più uffici pubblici e aziende private, in cui sono coinvolte come indagate ventisette persone fra cui il sindaco di Vagli Giovanni Lodovici e l'ex primo cittadino e attuale vice Mario Puglia.

Il Tirreno

Vannucci amareggiato per il fatto di ritrovarsi coinvolto negli atti della procura
«Parlerò non appena sarà chiarita la mia totale estraneità a questa vicenda»
Amarezza e sconcerto per l'imprenditore e presidente dell'Asd Seravezza Pozzi calcio Lorenzo Vannucci, che si è ritrovato coinvolto nell'inchiesta denominata "Sistema Vagli". Vannucci, titolare della Versilia Marmi Srl, all'indomani della notizia delle indagini della procura non ha voluto rilasciare commenti ma non ha nascosto il dispiacere per una situazione con la quale dichiara di non avere nulla a che fare. «Parlerò soltanto quando sarà chiarito che con questa vicenda non c'entro nulla» si limita dire.


Lutto nel mondo del marmo: è deceduto Guido Davitti, 75 anni compiuti da poco, ora in pensione ma per decine di anni rappresentante e commerciante di molte importante aziende del settore lapideo. Da alcuni mesi, era alle prese con un male che alla fine non gli ha dato scampo, nonostante le cure, nelle quali è stato seguito oltre che dai familiari e dal personale ospedaliero, dal fratello Cesare, per oltre quarant'anni infermiere all'ospedale di Carrara.Guido e Cesare sono figli di Carlo Davitti, storico edicolante di piazza Alberica.


SI tratta del contenzioso sulle "riserve" della ditta appaltatrice. La società è in liquidazione, potrebbe pagare i Comune
Una tegola da 9 milioni di euro che potrebbe avere un effetto pesantissimo (anche alla luce dell'altra vicenda giudiziaria , legata alla Paradiso spa) per le casse del Comune. Nove milioni di euro per un contenzioso relativo alla realizzazione della strada dei marmi, fra la Progetto Carrara e la ditta appaltatrice.nove milioniNove milioni, a tanto ammonta il risarcimento che il tribunale delle imprese ha stabilito in favore della Starbag, ex Adanti. A pagare dovrà essere la Progetto Carrara ma, considerato che la partecipata comunale è in liquidazione, la somma potrebbe essere richiesta anche a Palazzo civico. Per il momento la Progetto ha impugnato la sentenza, chiedendone la sospensiva, e annunciando l'appello.

«I 6,5 milioni di euro stanziati dal Ministero dello Sviluppo economico per sostenere le imprese di Massa rappresentano risorse fondamentali per promuovere il rafforzamento del tessuto produttivo locale, per attrarre nuovi investimenti e creare nuova e qualificata occupazione»: è quanto dichiara Martina Nardi, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive della Camera, sui finanziamenti alle aree di crisi industriale.

Documenti mai trasmessi all'autorità giudiziaria ritrovati dopo le perquisizioni
E altri dossier custoditi in un doppiofondo nella disponibilità di Puglia
Esposti e documenti nascosti. Alcuni in luoghi impensabili, altri all'interno di abitazioni o in un doppiofondo difficilmente individuabile. Trapelano indiscrezioni dopo il blitz interforze (carabinieri, polizia e guardia di finanza) scattato nella mattinata di lunedì al comune di Vagli e in abitazioni, uffici pubblici e privati: in tutto una trentina di perquisizioni dislocate tra le province di Lucca, Massa-Carrara e oltre il confine con l'Emilia Romagna. Ventisette le persone indagate dal sostituto procuratore Salvatore Giannino tutte, al momento, unite dal vincolo associativo e accusate, a vario titolo, di falso ideologico, abuso d'ufficio, corruzione, truffa, turbativa d'asta, riciclaggio, corruzione.

Perquisizione e acquisizione di documenti anche alla sede del Parco delle Alpi Apuane a Massa in via Simon Musico. Documenti pubblici e carte firmate, tutte riguardanti atti legati al territorio di Vagli. E ovviamente da analizzare per gli inquirenti potrebbero contenere possibili legami con l'inchiesta aperta dalla procura di Lucca su 27 persone. Nessuno dei dipendenti del Parco risulta iscritto al registro degli indagati.Il Parco peraltro viene menzionato, e di sfuggita, solo un paio di volte nel decreto d'ispezione e perquisizione della procura di Lucca. Ed è quando la magistratura ricostruisce la tempistica della procedura di autorizzazione in relazione alla compravendite legate alle cessioni di mappali da parte di Ultimo Bernacca - 88 anni di Carrara e indagato nell'inchiesta - alla Marmor Carrara Srl e all'ex sindaco Mario Puglia.


Realizzata dallo scultore angelo dentoni dell'atelier carrara
Un bassorilievo del volto della Vergine coperto da una mascherina: è la Madonna del covid, la prima icona sacra ispirata alla pandemia, realizzata dal maestro Angelo Dentoni dell'Atelier Carrara. "Il mio maestro - racconta il suo allievo scultore Andrea Lugarini, - è uno dei pochi veri scultori rimasti qui, un fuoriclasse. Ha realizzato la nostra Madonna del coronavirus su una lastra di scarto di spessore 3 centimetri. Tra disegno a matita su lastra e scultura tradizionale, con l'impiego del martellino, di questo bassorilievo di un centimetro e mezzo, Dentoni avrà impiegato due o tre ore. Penso che quest'opera sia la prima nel suo genere»

Pagina 2 di 455

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree