patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (4549)


Il Cai Tam lancia accuse sul nuovo regolamento. «Premia chi distrugge le nostre montagne per farne carbonato di calcio»
MASSA «Regolamento agri marmiferi di Massa: si premia chi distrugge le montagne». Lo sostiene la commissione Cai Tam di Massa che chiede all’amministrazione del sindaco Francesco Persiani di non portare l’atto in approvazione al consiglio comunale in programma per domani, lunedì 23 dicembre, così da «salvare la faccia, ritirando l’atto, aprendo un percorso partecipato che valuti seriamente il problema». Secondo il Cai Tam, quello presentato sarebbe «uno dei peggiori regolamenti sugli agri marmiferi. Inserire le premialità a chi distrugge le nostre montagne per farne carbonato di calcio, anziché materia per l’arte è un affronto all’ambiente, ai cavatori, al buon senso. Faciliterà le multinazionali a scapito della lavorazione in loco, dei piccoli laboratori». Dubbi anche sui valori medi del marmo, da cui deriva il contributo da versare il Comune, «così come ammettendo uno stoccaggio ‘temporaneo’ dei detriti in cava senza dare un tempo ben definito, aumenteranno i rischi geomorfologici.

Già superata quota 6000 a S. Agostino. L'esposizione proseguirà fino al 26 Gennaio.

Un grande successo per la scuola di Maria Corsini al teatro di Pietrasanta
I nomi di tutti i protagonisti che si sono esibiti nel "Piccolo Oliver"

i dati istat elaborati da imm carrarafiere
carrara. Il distretto ligure-apuo-versiliese tiene alto il valore dell'esportazione italiana di pietre naturali nel mondo e il distretto di Carrara rappresenta il 38% dell'export nazionale. Questo quanto emerge dai dati da gennaio a settembre 2019, resi noti dall'Istat, ed elaborati da Imm Carrarafiere.Quasi tutte negative le variazioni dei principali prodotti con le sole eccezioni del valore dei blocchi e lastre di marmo e delle altre pietre lavorate, queste ultime in crescita del 5,14% in quantità e del 5,36% in valore ma per cifre di modeste entità . La flessione dei marmi lavorati è pari a -13,60% in quantità e un - 9,15% in valore; una sostanziale conferma di quanto segnalato nell'analisi dei dati relativi al primo semestre e che testimonia il clima di forte incertezza che regna sulle principali economie industriali, cui mancano da lungo tempo significativi investimenti immobiliari. Le cose non vanno bene neanche per il granito che, comunque, mostra flessioni più contenute con quantità scese di -8,8% nei blocchi e nelle lastre e di -3, 63% nei prodotti lavorati.

nardi (pd)


carrara. Il presidente della Camera di Commercio di Massa-Carrara, Dino Sodini, nel commentare i dati del rapporto intermedio economia, rilancia un suo cavallo di battaglia e torna a chiedere il marchio "Marmo di Carrara". Condividendo le preoccupazioni della Camera di Commercio, per i molti segni negativi che il report ha evidenziato nell'economia locale, la deputata del Pd Martina Nardi risponde a Sodini ricordando che esiste già la proposta di legge per "l'istituzione del marchio geografico di tutela del marmo di Carrara e dei prodotti con esso realizzati".

L'assessore Raggi: ora basta dietrologie, pensiamo ai fatti; il presidente Passa: è stata confermata la nostra volontà

Inaugurata la mostra di Giorgio Andrei -

alla galleria valeria lattanzi a carrara

Carrara. È stata inaugurata ieri, e proseguirà fino al 2 gennaio, la bella mostra promossa dalla Galleria Valeria Lattanzi - Contemporary Art in Via Cavour, 6 a Carrara, e dedicata allo scultore di Carrara, Giorgio Andrei e le sue opere; il titolo: "Giò e le forme femminili". Le opere dello scultore carrarese Giorgio Andrei, si fa notare nella presentazione, utilizzano materiali diversi, dall'argilla patinata, al bronzo, al materiale d'intaglio, per antonomasia, il marmo.

Leverotti: tre falle nel regolamento

Nel mirino l'estensione degli agri marmiferi, le cave miste
e i valori: «Pronti ad andare a Corte dei Conti e alla Consulta»
Sono tre le falle nel regolamento comunale degli agri marmiferi «a danno della comunità». Ne è convinta l'esperta di storia e ambiente, Franca Leverotti. Il regolamento, preparato con 91 anni di ritardo (doveva essere fatto nel 1928 secondo la legge mineraria) e approdato in commissione alcuni giorni fa, lunedì va in consiglio comunale. Ma vediamo quelle che a detta della Leverotti sono le falle.Innanzitutto, osserva, «L'estensione degli agri marmiferi deve essere quella del catasto dei beni demaniali del 1971. Non può essere l'area contigua di cava presente nelle mappe del Parco perché disegnata senza criteri scientifici, omettendo le curve di livello, al solo scopo di allargare l'area estrattiva, come mostra il confronto delle due mappe relative all'area della Focolaccia: l'area contigua di cava e l'area estrattiva reale disegnata dal Parco nel tracciare la Zona di Protezione Speciale».

Carrara A spasso nella storia

Nuove conferenze itineranti promosse dall'Accademia Albericiana in collaborazione con Accademia Aruntica, Amici dell'Accademia di Belle Arti, Dickens Fellowship, Touring Club Italiano Consolato di Massa Carrara e Italia Nostra sez. Apuo-lunense "Dott. L. Biso". Da dodici anni gli storici locali sono "custodi della memoria" alla scoperta della città. Domani alle 16, 30, con ritrovo e partenza in piazza Accademia, si terrà la tradizionale passeggiata natalizia nel centro storico di Carrara con Davide Lambruschi.

Una mostra di fotografia collettiva dedicata alla città di Carrara. L'appuntamento con l'inaugurazione della mostra è in programma oggi pomeriggio alle 17. Si tratta di una mostra collettiva dal titolo "Scultura a Carrara" e si tiene presso i locali dell'ex Istituto studi e ricerche della Camera di Commercio, in corso Rosselli al numero 1.La mostra è composta da trenta fotografie scattate presso alcuni studi di scultura in Carrara con scultori sia italiani che stranieri; sarà visitabile tutti i giorni e fino al 28 dicembre dalle 17 alle 20 eccetto nei giorni festivi.È una sorta di tributo alla scultura di Carrara, vista attraverso i suoi protagonisti e i loro lavori.

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree