patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (3335)

«SI FACCIA chiarezza sul bilancio della Imm». Questo il pensiero di Massimiliano Bernardi di Alternativa per Carrara che ha presentato un’interrogazione al sindaco Francesco De Pasquale. «Poiché nel caso di Carrarafiere si tratta di ben 26 dipendenti che hanno sempre dimostrato responsabilità malgrado la mancanza di un progetto di rilancio della società e la rinuncia alla fiera del marmo da parte dei grillini e dei vertici di Imm che restano al loro posto malgrado i miseri risultati raggiunti negli ultimi anni, ritengo che l’intera città abbia il dovere di chiedere chiarimenti in merito alla situazione economica e finanziaria di un’azienda che ha come principale azionista il Comune e, subito dopo, la Regione che non riescono ad andare oltre a generici comunicati di rassicurazione. 

Usa i soldi dell'ente per pagarsi l'avvocato per un caso personale
Ha utilizzato i soldi dell'ente di cui era presidente per pagarsi l'avvocato in un processo che poco o nulla aveva a che fare con l'ente stesso, se non per il fatto che, coinvolti, erano lui e un'altra amministratrice. E lo ha fatto, per di più, chiedendone l'erogazione in anticipo (cioè prima della sentenza) e a fondo perduto (cioè a prescindere dall'esito). Per questo la Corte dei conti ha condannato Giuliano Lorenzoni, ex presidente dell'Asbuc (letteralmente amministrazione separata beni uso civico, è lente che si occupa dei beni comuni della montagna) per danno erariale a restituire all'ente i 14 mila euro utilizzati per sé e per Donatella Taddei. Le indagini erano partite da un esposto del presidente pro-tempore di Asbuc, subentrato a Lorenzoni.

Il presidente di assindustria replica ai sindacati
«Probabilmente i segretari di Cgil, Cisl e Uil di Massa-Carrara hanno volutamente male interpretato il senso del nostro documento del 29 maggio scorso sui danni prodotti dall'industria chimica nel territorio di Massa-Carrara in cui si sosteneva un concetto ovvio. E cioè che non è giusto che i costi umani, economici e ambientali dell'inquinamento dei terreni e della falda ricadano sulle famiglie, sui lavoratori e sulle imprese di Massa-Carrara. E che è doveroso che le istituzioni chiamino a pagare i danni chi ha lasciato il nostro territorio ipotecandone il futuro dal punto di vista ambientale e della salute e cancellando migliaia di posti di lavoro» così il presidente degli industriali Erich Lucchetti commenta il documento di Cgil-Cisl e Uil.

C'è fermento a Carrara nell'arte, magari un po' in sordina, visto che è iniziato un nuovo simposio di scultura "Scolpire in città" e non vi è stata una particolare pubblicizzazione se non attraverso delle locandine. È in svolgimento in Corso Rosselli, nel tratto davanti alla statua di Garibaldi adiacente a piazza Battisti, lo ha promosso l'Associazione Culturale Bedrock, presieduta da Carlo Ottonello, a sua volta artista.

«ATTACCO incomprensibile». Assindustria non fa attendere la propria risposta alle accuse di Cigil, Cisl e Uil. «Non è giusto che ricadano su famiglie, lavoratori e aziende i danni prodotti dall’industria chimica». Ribandendo che le imprese locali non devono pagare i costi dell’inquinamento, Erich Lucchetti sostiene che «le istituzioni chiamino a pagare chi ha devastato il territorio, cancellando migliaia di posti di lavoro.

«UNA BALLA pazzesca». Citano Fantozzi per definire la responsabilità fra industriali e inquinamento.


L'amministrazione di Carrara ha presentato i Piani attutativi dei bacini estrattivi

I segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil attaccano il presidente Erich Lucchetti
«Il marmo nella zona industriale non è filiera corta, ma soltanto logistica»

«IL MARMO è un dono della natura»: Michele Monfroni, lo scultore carrarino le cui opere sono patrimonio internazionale è la «ciliegina sulla torta», l’asso nella manica e la sorpresa che arricchisce la prima edizione della sfida nel settore della bellezza e del benessere “Trucco & Parrucco”, il campionato che ha coinvolto 79 attività da Montignoso fino al cuore della Lunigiana, lanciata da “La Nazione” e sostenuta con entusiasmo e professionalità dalla Confartigianato di Massa Carrara con il suo presidente Sergio Chericoni e lo staff direttivo.

Prima si va al MuSa a vedere "La voce del marmo", interessantissimo video che racconta la storia del settore lapideo con immagini tratte dall'Istituto Luce, alle 1700. Poi alle 1800 passeggiata fino al Museo dei Bozzetti.

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree