patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (3135)

In aula ha fatto il punto sulla riperimetrazione del 2018
La difesa: con quelle nuove mappe lo sforamento è minimo
Ieri mattina in aula, davanti al giudice monocratico Valentina Prudente, emerge con estrema chiarezza: il nodo sta tutto nella perimetrazione, in quella linea tracciata sulle carte che delimita l'area del Parco delle Apuane. Perchè se quella linea avanza o arretra, beh le cose cambiano parecchio.A processo c'è Giorgio Turba, ex patron della Massese, titolare di Cava Romana (che escava presso cava Valsora-Palazzolo): secondo il pubblico ministero ha esteso l'attività estrattiva all'interno dei confini del Parco delle Apuane, comunque in un'area in cui l'estrazione non è nè concessa, né prevista dal piano di escavazione. È, infatti, con l'accusa di aver violato le prescrizioni delle legge sui beni culturali e sul paesaggio che l'imprenditore del marmo è a processo. Sul banco degli imputati, c'è anche il geologo Massimo Corniani, difeso dall'avvocato Luca Benedetti. In particolare secondo l'accusa sarebbe stata arretrata la linea di confine del parco, ampliando in questo modo la zona interessata all'attività estrattiva.


FRANCHI Umberto marmi e Marmi Carrara sostengono per il quarto anno consecutivo il ciclo pisano di conferenze sull’architettura, «Genesis». Continua la collaborazione tra le due aziende carraresi e l’Università di Pisa. Dal 2016 ad oggi, il gruppo di studenti che è dietro a «Genesis» ha portato in toscana professionisti di fama internazionale.

“Vedo riaffiorare posizioni ideologiche contro gli imprenditori vecchie, stantie e pericolose. Sono pre-giudizi che, totalmente svincolati da qualsiasi principio di realtà, indicano come nemici coloro che ogni giorno investono per garantire sviluppo e crescita economica e occupazionale al nostro territorio. Chi fa impresa non è un padrone delle ferriere, ma una persona che rischia i propri capitali e che ogni giorno si batte per migliorare prodotto e produzione sia sotto l'aspetto ambientale che della sicurezza. Nei paesi dove vigeva una visione opposta i soli risultati sono stati assistenzialismo statale, disagio sociale ed una soppressione delle iniziative di miglioramento sociale ed economico, infatti queste visioni sono state abbandonate” così Erich Lucchetti prende posizione contro gli attacchi al settore marmo degli ultimi giorni.

https://www.gonews.it/2019/03/04/marmo-lucchetti-confindustria-garantiamo-crescita-e-occupazione/

FIVIZZANO LA VICENDA DAVANTI AL TRIBUNALE DEL RIESAME. «LE AUTORIZZAZIONI CI SONO»

PER ORA a pagare caro sono i 12 operai rimasti a casa da quando la Cava Vittoria è stata messa sotto sequestro per (presunte) violazioni di carattere ambientale. Vicenda rimbalzata sui tavoli di più giudici a seguito dei ricorsi presentati dai legali dell’azienda colpita dal provvedimento: dopo il «no» di due giudici, la Cassazione ha accolto il ricorso contro il sequestro della cava, rimandando così il procedimento al tribunale del riesame di Massa. Il sequestro era scattato nel dicembre del 2017 a seguito di un blitz dei carabinieri forestali nella cava sul Sagro nel territorio di Fivizzano.

«SULLE CAVE servono interventi coerenti con la Costituzione ed una moderna visione della tutela ambientale e della salute». Così Anpi ed Arci replicano agli attacchi di Assindustria verso il segretario della Cgil Paolo Gozzani. «Sono incomprensibili le dichiarazioni del presidente Erich Lucchetti, che nello stesso giorno in cui le imprese del marmo beneficiano di 2,7 milioni di euro di contributi pubblici per comprare beni a loro esclusivo vantaggio, attacca la Cgil ed il suo segretario per la sua cultura ‘ideologica e contro le imprese’. Andrea Figaia: "La complessità della questione, i diversi temi di confronto, le ricadute ambientali ed occupazionali richiedono una assunzione di responsabilità collettiva, direi di sistema. Continuando così rimangono limitate enclave, ricche grazie alle montagne carraresi».

«ALTROCHÉ padroni delle ferriere, noi garantiamo crescita e occupazione. Su legge regionale e piano cave serve una concertazione fra istituzioni, imprese e sindacati che punti non a punire qualcuno, ma a risolvere i problemi». Ritorna sull'argomento Erich Lucchetti. «Stop ai pregiudizi ideologici, chi investe non può essere il capro espiatorio. Vedo riaffiorare posizioni ideologiche contro gli imprenditori vecchie, stantie e pericolose. Sono pregiudizi che, totalmente svincolati da qualsiasi principio di realtà, indicano come nemici coloro che ogni giorno investono per garantire sviluppo e crescita economica e occupazionale al nostro territorio. Chi fa impresa non è un padrone delle ferriere, ma una persona che rischia i propri capitali e che ogni giorno si batte per migliorare prodotto e produzione sia sotto l’aspetto ambientale che della sicurezza. Nei Paesi dove vigeva una visione opposta i soli risultati sono stati assistenzialismo statale, disagio sociale ed una soppressione delle iniziative di miglioramento sociale ed economico, infatti queste visioni sono state abbandonate».

Le opere di Jorge Romeo a Palazzo Ducale

CONTINUA fino al 29 marzo, a Palazzo Ducale, la mostra “Antropocene” dello scultore-pittore argentino Jorge Romeo. La mostra è visitabile da martedì a domenica, dalle 15 alle 19. Jorge Romeo dal 1980 vive a Carrara.

Mezza vittoria del Movimento 5 Stelle Seravezza e del Comitato Monte Costa. La commissione paesaggistica del Comune ha dato parere «non favorevole» all'apertura delle cave Medicea Inferiore e Superiore sul monte Costa. Parere che, tuttavia, non sarà vincolante ai fini dell'autorizzazione comunale. A far sapere questa novità è il M5S, che punta il dito contro la giunta Tarabella.

Il dolore si rinnova, anche nelle occasioni di solidarietà. Ieri mattina, alla parrocchia della Madonna del Cavatore, a Bonascola, è stato inaugurato il defibrillatore donato dalla famiglia e dagli amici in memoria di Luca Savio, l'operaio morto sul lavoro a 41 anni, papà di una bimba che oggi ha appena due anni. Obiettivo, salvare delle vite umane. Il parroco don Piero Albanesi ha annunciato che fra una settimana inizierà un corso di formazione proprio per poter utilizzare lo strumento.Commozione per i familiari presenti (i genitori erano alla precedente analoga cerimonia di dicembre, ieri non hanno potuto esserci), poi, ai margini dell'iniziativa, si viene a sapere che c'è un 'ulteriore motivo di grande amarezza dei familiari: «Non sappiamo ancora come davvero sia morto il nostro Luca. E questo aggiunge un altro motivo di profondo dolore».


«IL SEGRETARIO della Cgil di Massa Carrara, Paolo Gozzani, sbaglia e sbaglia due volte. La cosa grave però è che per inseguire spinte ideologiche alla fine rischia di fare come quello che taglia il ramo su cui si è seduto» così il presidente degli industriali Erich Lucchetti risponde al segretario Cgil e al suo attacco alle imprese del lapideo. «Gozzani fa un doppio errore – spiega Lucchetti – di merito. Il primo perché difendendo l’ideologia dell’esproprio proletario senza indennizzo come previsto dalla proposta della Regione, già considerata incostituzionale dalla Corte Costituzionale, non considera il messaggio dirompente che dà a tutte le aziende di tutti i settori. La proprietà privata è un diritto soggettivo, ipotizzare che qualcuno si svegli dalla sera alla mattina per sottrarlo e farlo pure senza alcun indennizzo significherebbe spingere tutti coloro che hanno un’attività privata a disinvestire, chiudere e poi spostare le proprie risorse dalla produzione e dal lavoro alla rendita con ovvie conseguenze per la crescita e l’occupazione".

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree