patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (3616)

«Vantaggi alle cave e non all’occupazione»

Legambiente critica il regolamento degli agri marmiferi: lunga serie di osservazioni per garantire la lavorazione in loco
Regolamento agri marmiferi: «tanti premi alle cave, ma poca occupazione«. Legambiente critica sulla bozza del nuovo testo che si sta discutendo in commissione Marmo. Gli ambientalisti in un lungo documento analizzano quanto il regolamento preveda in termini di incentivi occupazionali sul territorio e sottolinea quello che, a loro parere, sono le criticità. Per farlo Legambiente parte da alcune considerazioni figlie della situazione attuale. «Va tenuto conto – dicono - che l’occupazione in cava è solo una piccola parte di quella del comparto marmo e del suo indotto. Dalle stime riportate nel rapporto Irta 2019,si ricava che ogni cavatore genera da 3,4 a 11,5 occupati nella filiera. Tradotto significa che per gli attuali 615 cavatori di Carrara avremmo dunque 2.097 occupati nella filiera diretta. Questi, tuttavia, sono il risultato della lavorazione in loco di meno della metà dei blocchi estratti, visto che oltre la metà viene esportata di conseguenza se si lavorasse in loco il 100% dei blocchi, l’occupazione nella filiera passerebbe da 2.097 a 5.242.

Risanamento Imm «Il piano sconosciuto»

Commissione a porte a chiuse «Si pretende di votare la salvezza di Carrarafiere sulla fiducia»

La Imm lancia il piano di risanamento ‘sulla fiducia’. Opposizione all’attacco: «Vogliamo vedere le carte». L’azienda di Marina naviga ormai da anni in acque agitate, la fiera simbolo è stata chiusa nel 2016 senza tanti complimenti, il futuro è incerto e sul piano finanziario ha avuto una perdita di esercizio di 800mila euro nel 2018, ma tuttavia da mesi i suoi vertici si dicono convinti di riuscire a raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2020, come però non è dato saperlo. Il Comune, proprietario di quasi la metà della fiera e socio di maggioranza, da parte sua non fa nulla per rendere più chiare le cose. E’ in questo clima che ieri si è svolta la farsa di una commissione bilancio convocata dal presidente grillino Daniele Del Nero per discutere proprio di come la Imm pensa di rimettersi in piedi nella quale si è parlato di tutto fuorché di numeri e strumenti concreti per raggiungere questo obiettivo.


I grillini ci hanno preso gusto: dopo quella Bilancio adesso anche la commissione Marmo sarà a porte chiuse. La presidente Nives Spattini ha deciso di non essere da meno del collega Daniele Del Nero e ha convocato per oggi alle 11,30 una seduta in forma riservata. All’ordine del giorno la ‘Ricognizione degli agri marmiferi’, dunque l’elenco atteso delle cave di proprietà della collettività che però, a quanto pare, dovrà restare all’oscuro dell’effettiva entità del proprio patrimonio.

Museo Mitoraj: massima attenzione a potenziali conflitti di interesse. A chiederlo è il direttivo di Fratelli d'Italia. «Sui lavori in partenza al museo Mitoraj - si legge in un comunicato - vogliamo sottolineare che non si tratta di opere di demolizione preliminari alla realizzazione del museo bensì di un vero e proprio inizio dell'intervento che non è pertanto corretto avviare senza aver prima provveduto all'approvazione del progetto senza che lo stesso venga adeguatamente condiviso. Fra l'altro leggiamo sulla stampa che il costo da due milioni di euro è aumentato fino a due milioni e 700 mila euro: tutto questo senza ancora avere certezza su come la parte residua al finanziamento ministeriale verrà trovata.

Alla manifestazione promossa da Tam Cai, Roberto Pucci, tre volte sindaco, patron di Prometec, è andato perché - e ci tiene a dirlo - alla «riattivazione delle cave che interferiscono con l'Aronte» lui è nettamente contrario. Ci è andato, ma si è sfilato rapidamente perchè non condivide - motiva - «la proposta di chiusura di tutte le attività estrattive». E se il sindaco Persiani tira la stilettata e, durante la conferenza stampa sul marmo, lo accusa di avere interessi nel settore e di non aver mai fatto chiudere i battenti ad una sola cava, Pucci non le manda a dire: invita Persiani al fairplay politico e assicura che di cave ne ha fatte chiudere diverse:«Invito caldamente il sindaco - ecco l'appello al fairplay - a moderare le parole e i toni perché il mondo non inizia con il suo arrivo in Comune. Credo si debba rispetto per chi ha speso una parte della vita ad amministrare la città.

Serve rispetto per chi ha vinto e poi perso le elezioni (e si riferisce a Volpi) e per chi le ha vinte c

Le buone notizie dalla Regione non arrivano solo per l'istituto alberghiero di Marina di Massa. Lo sblocco dei finanziamenti statali, attraverso i fondi della Banca europea degli investimenti, riguarda anche altre scuole della provincia di Massa-Carrara. Due di Carrara: l'istituto commerciale "Zaccagna" di viale Venti Settembre e la scuola superiore del Marmo "Tacca". Per lo "Zaccagna" ci sono a disposizione 4 milioni di euro, per il "Tacca" un po' meno, 3 milioni e 750.000 euro. Poi denari anche verso Montignoso: in tutto 6 milioni di euro per la demolizione e la successiva ricostruzione ex novo delle scuole materne del Cinquale in via Cateratte e "Benedetti" nella frazione di Sant'Eustachio.

Blitz al porto della Spezia, la droga portata in un deposito in via Dorsale. Sul mercato avrebbe fruttato 100 milioni di euro
La droga ha viaggiato dal Brasile fino al porto Trecento panetti (foto in alto) da quasi un chilo l'uno, per un totale di 330 chilogrammi di cocaina nascosta tra il granito (foto a sinistra) e scoperta dalla finanza con l'ausilio dei cani (a destra)
Se fosse finita sul mercato la cocaina arrivata dal Brasile avrebbe fruttato almeno 100 milioni di euro. Quanto sborsato dalla Juventus per il cartellino di Cristiano Ronaldo, per intenderci. E invece la guardia di finanza di La Spezia ha intercettato il carico arrivato dal paese carioca, passato dal porto ligure e posteggiato in attesa in un deposito sulla via Dorsale a Massa. Oltre trecento chili di bianca che in quattro sono andati a recuperare, trovando però le fiamme gialle ad aspettarli. E invece che con la coca sono andati via con le manette ai polsi.L'operazione di servizio nasce dalla decisione della guardia di finanza di La Spezia - dopo aver svolto un'accurata analisi di rischio nei confronti delle merci spedite da Paesi sensibili - di sottoporre ad approfondito controllo un contenitore che trasportava casse di legno racchiudenti lastre di granito, proveniente dal Brasile.


Blindata anche la riunione sul bilancio e il futuro di Carrarafiere
Tutti zitti, si parla di Imm. Oggi alle 15 in Comune è convocata una seduta della commissione Bilancio per discutere del piano di risanamento della società ma, contrariamente a quanto è sempre avvenuto, sarà fatto in forma riservata.

Valorizzare il turismo..in cava. La lista civica di minoranza Alternativa per il Futuro scrive all’assessore del Comune di Fivizzano Francesca Nobili per proporre alcune iniziative culturali da tenersi nelle cave. «Scriviamo in un’ottica collaborativa per poter apportare idee utili a incrementare il turismo e riappacificare il territorio su un argomento spinoso. Da una parte c’è chi sostiene la necessità di utilizzare le cave per favorire l’occupazione, dall’altra l’esigenza di valorizzare la loro capacità turistica tutelando l’ambiente. Noi proponiamo l’organizzazione di eventi culturali nelle cave come concerti, teatro, proiezioni di filmati, in accordo con gli imprenditori del marmo».

Primo appuntamento del 2020 con ’I giovedì del Carmi’ nella splendida cornice del parco della Padula, a Carrara. A inaugurare il nuovo anno sarà, giovedì alle 16, sarà Gerardo De Simone il quale parlerà de ‘L’ostensione del dolore: smorfie, sussurri e grida tra Medioevo e Rinascimento’. I ‘Giovedì del Carmi’ sono una serie di conferenze, aperte a tutti, con ingresso libero, in programma a cadenza settimanale all’interno dell’infopoint del Carmi Museo Carrara e Michelangelo a Villa Fabbricotti. Tra i relatori ci sono professori dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, che con i loro interventi contestualizzeranno il rapporto tra il Carmi, la città e l’Accademia. Il programma proseguirà poi il calendario proseguirà poi il 23 gennaio quando Carlo Sassetti e Luana Brocani illustreranno ‘Il laboratorio di restauro dell’Accademia per il Carmi’, mentre il 30 gennaio, Federico Giannini presenterà ‘La Rivista on line Finestre sull’Arte: da Carrara al mondo‘. 

Pagina 3 di 362

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree