patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (4549)

Il Tirreno

Arrivano dal governo 6,5 milioni di euro per la nostra provincia Si parte dal primo giugno
Area di crisi industriale: dal governo 6,5 milioni di euro per la nostra provincia. Da lunedì, primo giugno, le imprese apuane potranno presentare le domande, attraverso Invitalia, per accedere alle nuove agevolazioni previste dalla legge. In tutta Italia le risorse a disposizione sono 30 milioni di euro e in Toscana questi fondi saranno destinati, oltre che a Massa-Carrara, anche a Livorno dove arriverà uno stanziamento di 10 milioni.

Il Tirreno

Le segreterie provinciali di categoria Cgil Filcams e Uil Tucs, in una nota, intervengono sul futuro di Imm: «Da giorni si parla di proposte sulla Imm, di uscite dalla Imm stessa da parte di soggetti istituzionali, di idee e polemiche rispetto alle quali appare evidente la strumentalizzazione politica. Non leggiamo, al contrario, di nessuna reale progettualità, né vediamo alcun futuro plausibile e praticabile, a maggior ragione in un momento delicatissimo quale l'attuale, contraddistinto dall'era Coronavirus. La Società, attiva sul nostro territorio dal 1978, paga lo scotto di una crisi iniziata molto tempo fa, crisi che sta diventando sempre più grave e di cui nessuno vuole assumersi le responsabilità sia politiche che gestionali, situazione inaccettabili e non più sostenibile. Non è più il tempo del silenzio politico che assorda Imm».E aggiungono: «La Imm sta morendo. 

Il Tirreno

Ai primi punti dell'agenda, l'organizzazione del calendario degli esami e delle tesi e l'applicazione del protocollo anticontagio, già redatto dal responsabile sicurezza

Il Tirreno

Primo cittadino per 15 anni e ora "deus ex machina" del paese garfagnino, in passato è stato vicino ad Altero Matteoli,
ma anche al generale Cesare Pucci, ex direttore del Sismi. Attivissimo su Facebook, ha puntato tutto sul turismo
«Di Vagli sono, di Vagli son nato, meglio morire che lasciare il pennato». In fondo Mario Puglia, 70 anni, è tutto qui. In 22 secondi di un videomessaggio di cinque anni fa (lo potete trovare su YouTube), nel quale in dialetto vaglino e con una cravatta dai colori improbabili invita a votare per le elezioni regionali "la" Mirna Pellinacci, ora e allora assessore nel Comune garfagnino.Orgoglio delle radici, certo. Ma anche un bel po' di megalomania: «Erano pastori, erano transumanti e siamo diventati il numero uno di tutte le parti». Due ingredienti che portano a un risultato evidente: l'atteggiarsi (e l'essere) il padre-padrone di questa vallata, orgogliosamente identitaria anche rispetto alla Garfagnana. Vagli è Puglia e Puglia è Vagli

Il Tirreno

Una girandola di operazioni immobiliari che, per la procura di Lucca, sarebbero servite solamente ad arricchire la famiglia di Mario Puglia e a deliberare le concessioni di escavazione di marmo pregiato a favore di un ridotto numero di società amiche.Il capitolo dell'inchiesta che riguarda l'attività estrattiva è uno dei più delicati. Perché - da una parte - si tratta di soldi, tanti soldi che girano nel mondo del lapideo. E dall'altra è sempre in agguato la questione ambientale sullo sfruttamento - eccessivo secondo i gruppi ambientalisti - delle vette delle Apuane. La linea di condotta generale messa nera su bianco dal sostituto procuratore Salvatore Giannino è piuttosto semplice. Mario Puglia, sia da sindaco che poi da vicesindaco, avrebbe venduto sue proprietà all'interno degli agri marmiferi a peso d'oro agli imprenditori interessati, che avrebbero ricevuto come contropartita il rilascio della concessione da parte del Comune. Il tutto più complicato da come Puglia (e la sua famiglia) erano arrivati in possesso dei terreni venduti: secondo la procura, attraverso «falsi o truffe ai danni dei proprietari».

Il Tirreno

Per tutti c'è l'accusa di associazione a delinquere, oltre a vari altri reati

La Nazione

Tra gli indagati anche il presidente del Seravezza, un ex assessore e i due figli E tra i beni sequestrati spunta una Lamborghini Countach da 300mila euro

La Nazione

Nubi sul futuro della Marmo macchine intervengono le segreterie di Filvams Cgil e Uiltucs
«La Imm sta morendo. Se non verranno messe in campo, e velocemente, soluzioni atte al suo risanamento e al suo sviluppo sarà la fine di questa società». Nel dibattito sul futuro della Marmo macchine guidata da Fabio Felici (nella foto) intervengono anche le segreterie provinciali di Filcams Cgil e Uiltucs chiedendo interventi urgenti. «In queste settimane – dicono i sindacati – non abbiamo ascoltato nessuna reale progettualità, né vediamo alcun futuro plausibile e praticabile, a maggior ragione in un momento delicatissimo quale l’attuale, contraddistinto dall’era Coronavirus. Non è più il tempo del silenzio politico che assorda Imm. 

La Nazione

Il direttore è già al lavoro per l’organizzazione dell’istituto e per risolvere i problemi
Accademia: con la ratifica ufficiale della sua nomina, Luciano Massari è già al lavoro per l’organizzazione dell’istituto. Questi lunghi mesi di vacatio hanno suscitato una lunga scia di proteste e preoccupazioni da parte di studenti e insegnanti, prima ancora che di esponenti del mondo politico e ora il direttore si dice pronto a dare una rapida risposta ai tanti problemi di Palazzo del principe.

La Nazione

Imprese, associazioni ambientaliste e cittadini potranno dire la loro sulle regole che andranno a regolamentare l’escavazione

Pagina 3 di 455

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree