patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (5061)

La Nazione


PIETRASANTA Da diverse settimane la sua scultura, intitolata “Tempo“, accoglie i viaggiatori all’aeroporto “Da Vinci“ di Fiumicino dopo essere aver vinto un concorso internazionale promosso in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo. Domenica scorsa, per la giovane artista Alda Marina Iacoianni, è arrivato un altro riconoscimento con la presentazione del bozzetto dell’opera al Centro arti visive alla presenza del sindaco Alberto Giovannetti, del presidente del Cav Nicola Stagetti, del curatore Enrico Mattei e del giovane artigiano Sebastiano Stagetti, che ha collaborato alla realizzazione dell’opera. L’iniziativa rientra nelle ’missioni’ del Cav, tra cui appunto quella di lanciare le giovani menti creative del territorio.

La Nazione

Pietrasanta

Sarà l’artista coreana Choi Yoon Sook a restaurare il lavatoio in marmo donato al Comune dal carcere lucchese di San Giorgio e destinato al giardino esterno del chiostro di Sant’Agostino. L’intervento costerà oltre 5.700 euro.

La Nazione


Marmo: mentre i giovani di ‘Friday for future’ protestano contro lo sfruttamento delle Apuane, la Fillea Cgil risponde agli ambientalisti
CARRARA Marmo: i giovani del movimento ambientalista Friday for future ieri si sono dati appuntamento a Firenze per protestare contro lo sfruttamento delle Apuane. Intanto la Fillea Cgil difende quanto fatto dalla Regione negli ultimi anni in materia di cave. «I provvedimenti legislativi regionali approvati dal 2014 in poi e gli strumenti di programmazione regionale come il piano cave sono stati essenziali per tradurre nei fatti nostre richieste storiche, che l’escavazione del marmo avesse urgenza di regole era necessario lo abbiamo detto più volte rafforzandolo anche con delle mobilitazioni e scontrandoci con molti interessi – dicono dal sindacato di categoria -.

La Nazione

«Senza cambio al vertice e senza progettualità a medio termine è inutile rifinanziare Imm». Ne sono certe le sigle sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIlTucs 26 che dopo la mobilitazione di questi giorni hanno deciso di scrivere un lungo intervento nel quale dicono la loro opinione sulla situazione attuale e sugli scenari futuri dell’azienda marinella. «La Imm attraversa una gravissima crisi finanziaria che nasce ben prima del Covid e che non si può giustificare solo in base allo stop della Corte dei Conti ad eventuali rifinanziamenti regionali, emerso nei giorni scorsi - spiegano i sindacati -. Dopo due anni di richieste andate a vuoto, noi organizzazioni sindacali abbiamo ottenuto, il 29 luglio, un invito dal vicesindaco Matteo Martinelli a partecipare ad un incontro con tutti i lavoratori e la dirigenza. Incontro che si è risolto in un nulla di fatto, con uno scarico di responsabilità vergognoso e con un messaggio finale che era, sostanzialmente, ‘possiamo avere sbagliato ma non si poteva fare di meglio’. E’ per questo che abbiamo riproposto la questione in consiglio comunale e allo stesso governatore Enrico Rossi fino a che per venerdì (domani, ndr) sono stati convocati sia la commissione Controllo e garanzia del Comune che un tavolo di concertazione a Massa. 

Rimorchio si spezza sotto il peso del marmo

La Nazione


A Nazzano sull’Aurelia: il blocco era assicurato ed è rimasto al suo posto Sul posto la polizia municipale, traffico in tilt per oltre un’ora
CARRARA Un botto fortissimo e il camion che improvvisamente si ferma con un pesante blocco in bilico sul pianale. Per fortuna nessuno si è fatto male, ma si sono vissuti attimi di paura ieri mattina sulla statale Aurelia. Era quasi mezzogiorno quando un autoarticolato che trasportava un blocco di marmo stava facendo manovra per entrare nel piazzale di una ditta che si trova a Nazzano, poche centinaia di metri prima delle rotonda della strada dei Marmi quando, improvvisamente, il semirimorchio ha ceduto e si è spezzato a metà. Fortunatamente il carico, un blocco perfettamente squadrato, era assicurato con tutti i crismi e così è rimasto al suo posto senza cascare dal pianale del mezzo pesante.

La Nazione

CARRARA Ha centrato in pieno la recinzione metallica ed è letteralmente volata giù dalla scarpata. Se l’è cavata con poche contusioni e un grande spavento una donna carrarese che la scorsa notte è stata protagonista di un brutto incidente ai Ponti di Vara. La donna era a bordo del suo carro attrezzi martedì attorno alle 23,30 quando, per cause ancora da chiarire, ne ha perso il controllo finendo per scontrarsi contro la ringhiera che costeggia il parcheggio delle auto in uno dei punti più iconici di tutta la città. L’urto è stato tremendo e il pesante veicolo ha iniziato a scivolare giù verso il fondo valle. Fortunatamente la fitta vegetazione ne ha rallentato la corsa e alla fine il carro attrezzi si è fermato con la parte anteriore rivolta verso monte.

La Nazione

La strada dei Marmi chiude per manutenzione straordinaria. La settimana prossima il traffico pesante da e per i bacini marmiferi si fermerà per consentire una serie di interventi sull’arteria che mette in comunicazione mare e monti.

La Nazione

Ieri l’ultimo saluto in paese al 47enne stroncato da un malore
MASSA Ultimo saluto a Davide Fruzzetti, 47enne di Forno deceduto per un improvviso malore. Tutta la comunità di Forno si è stretta, anche virtualmente, attorno al dolore della famiglia per la perdita improvvisa di Davide. I funerali si sono svolti nella frazione montana, ai piedi di quelle montagne che il giovane aveva percorso in lungo e in largo. Lavorava in cava, come «tecchiaiolo», un mestiere antico, in via di estinzione seppur indispensabile per garantire la sicurezza dei compagni che lavorano nei piazzali. E bisogna avere forza e coraggio per lavorare sulla tecchia, appesi alle funi come acrobati di un circo surreale. Amava la fune, la sfida cieca della montagna anche nei giorni di relax, quella montagna che lo attraeva più di qualsiasi altra cosa.

La Nazione

CARRARA «Il piano regionale cave cede alle pressioni della lobby del marmo e contraddice il piano paesaggistico». Ancora una volta è durissimo il giudizio di Legambiente su quanto è stato fatto in questi anni sul marmo. Dopo aver contestato con fermezza le ultime novità introdotte dalla giunta De Pasquale in città, dal nuovo regolamento degli agri ai Pabe, gli ambientalisti riservano lo stesso trattamento anche a quanto è stato deciso a Firenze bollando senza mezzi termini come siano «eccessive e incomprensibili le percentuali di detriti ammesse nell’escavazione». «Peccato – dice il presidente toscano di Legambiente Fausto Ferruzza - perché riconosciamo il lavoro politico d’incessante mediazione dell’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli nell’ultimo biennio, ma non possiamo assolutamente accontentarci del risultato ottenuto. In Consiglio si è approvato un Piano Cave che delegittima e smentisce quanto avevamo faticosamente ottenuto con l’approvazione del Pit nel 2015». Dal cigno verde si passa quindi ad analizzare i numeri che sono emersi in questi anni dai passaggi dei camion nelle pese carraresi.

La Nazione

CARRARA C’è chi ci crede e su Carrara e i suoi tesori dopo il Covid ha deciso di investirci con ancora più decisione. E’ il caso di MarmoTour Michelangelo di Francesca Dell’Amico, da anni tappa obbligata per tutti coloro che vogliono visitare le nostre cave. Da quasi due decenni MarmoTour Michelangelo offre ai turisti la possibilità di una suggestiva visita nella cava in galleria che congiunge Fantiscritti con Ravaccione. Dopo le incognite legate alla pandemia che hanno costretto tutti coloro che lavorano nel turismo a tirare la cinghia per diversi mesi, MarmoTour Michelangelo con l’arrivo dell’estate non solo è ripartito, ma ha voluto fare le cose ancora più in grande rispetto al passato.

Pagina 3 di 507

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree