patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (5567)


AL VIA gli svelamenti dei monumenti cittadini. Dopo la statua di Garibaldi, oggi alle 19 sarà la votla di Mazzini. Ha fatto tanto discutere lo scenario creato in questi giorni dalla performance «Re-velare», che nella sua prima fase ha coperto i principali monumenti: Beatrice e la splendida pavimentazione di piazza Alberica, il maestoso Garibaldi, il pensoso Mazzini, così come per l’imponente Nettuno, a guardia di piazza Duomo. I quattro monumenti sono stati totalmente impacchettati in grandi teli tricolore, per rivelarne, nell’assenza, l’importante presenza, una provocazione necessaria per scardinare l’abituale punto di vista di chi, attraversando la città, non «vede» più la bellezza dei suoi monumenti, se non quando questa bellezza viene a mancare. «Re-velare», dal latino «togliere il velo» è, non a caso, il nome scelto per questa particolarissima iniziativa artistico-culturale che propone, attraverso il percorso di velamento e successivo disvelamento delle opere, una riflessione sul profondo legame tra il marmo e la città.

ANIMOSI LO SCULTORE HA VOLUTO RICORDARE IL NOSTRO TEATRO CHIUSO DA ANNI

UN’OPERA che è destinata a far discutere, firmata dall’artista Francesco Siani. Che in città manchino luoghi per fare cultura è ormai un fatto assodato. E Siani, artista sempre sul pezzo, ‘approfitta’ della kermesse «Carrara downtown» per lanciare il suo messaggio. L’altro giorno l’artista è stato protagonista con la sua opera posizionata davanti al teatro degli Animosi, in piazza Battisti. Mentre la città festeggia con il festival dedicato al marmo in tutte le sue sfaccettature, Siani ci riporta con i piedi per terra e sottolinea come la nostra realtà sia orfana di luoghi dove poter fare cultura. «La mattonella di marmo – racconta l’artista – su cui campeggia la scritta ‘l’Opera’ è chiusa all’intero della gabbia.


PARTENZA con il botto per White Carrara downtown. Sono stati in migliaia, provenienti da tutta Italia, a passeggiare nelle vie del centro storico per ammirare gli scalpellini al lavoro all’ombra dell’Accademia, emozionarsi con le statue nel cuore della città. Uno spettacolo che racconta la nostra storia e che ha visto molti carrarini e turisti fermarsi ad ammirare gli artisti al lavoro sui blocchi di marmo. Ristoranti pieni per le due serate di sabato e domenica, con un centro storico che è tornato a rivivere come meriterebbe. Segno evidente che con la cultura si può mangiare e quando Carrara si mette il vestito a festa lo fa sul serio. E dopo il boom di presenze degli ultimi giorni, la kermesse non finisce qui, e rilancia con altri appuntamenti imperdibili per gli appassionati di arte, marmo, cultura. Questo il programma della giornata di oggi: alle 17 vanno in scena le passeggiate culturali by Imm «Carrara città di marmo fra Medioevo e Rinascimento» a cura di Davide Lambruschi.

STOP ai camion sul lungomare. Con l’inizio della bella stagione è scattato il divieto di transito per tutti i mezzi pesanti dalla Fossa Maestra fino all’ingresso del porto. Come ogni anno fino al 30 settembre gli autocarri non potranno transitare da via Fabbricotti e viale Colombo per non creare disagi a residenti e turisti che riempiranno gli stabilimenti balneari.


‘LA CASA di pietra’ a ‘White Carrara downtown’. Durante la kermesse culturale nel centro cittadino ci sarà spazio per vedere all’atelier di via Santa Maria Spazio Repetti il progetto portato avanti da Laura Fiaschi e Gabriele Pardi, creativi. La mostra è visitabile fino al 9 giugno: tutti i giorni dalle 18 alle 23. Dal 10 al 23 giugno: da martedì a domenica dalle 18 alle 23.

 Il comparto del marmo di Carrara ha raccolto nel tempo migliaia di infortuni sul lavoro. Rimane però il settore di punta sul territorio, malgrado i rischi del mestiere e le ombre del ricatto occupazionale

È stata inaugurata a Forte dei Marmi la nuova mostra di Helidon Xhixha dal titolo "Steel and Stone - The Energy of Matter". Dopo aver esposto le sue sculture tre anni fa a Pietrasanta, l'artista albanese - nato a Durazzo nel 1970 e laureato all'Accademia di belle arti di Brera nel 1999 - sceglie un altro comune della Versilia per le sue opere di arte contemporanea. La mostra, a cura di Beatrice Audrito, sarà presente lungo le vie del centro e, per la prima volta, del lungomare fortemarmino fino al 15 settembre. Patrocinata dal Comune di Forte dei Marmi, organizzata dalla Imago Art Strategies - con la collaborazione dell'azienda Henraux - l'esposizione vedrà protagonista dodici sculture monumentali realizzate in marmo e acciaio, in dialogo con lo spazio urbano e il paesaggio circostante. Un'indagine sulla luce nella sua interazione con la due materie protagoniste che l'artista ha elaborato progettando sculture e installazioni dalla superficie specchiante in acciaio inox e più tardi, dal 2016, in marmo.

In consiglio comunale non ci sono i Pabe

Non sarà quello di martedì il consiglio comunale che vedrà l'adozione dei Piani attuativi dei bacini estrattivi (Pabe). Dopo le varie comunicazioni, le interpellanze e le mozioni, all'ordine del giorno ci saranno il Documento di pianificazione strategica dell'Autorità di Sistema Portuale di cui si è discusso nell'ultima commissione lavori pubblici, il bilancio di esercizio chiuso alla fine dell'anno scorso di Regina Elena e anche il regolamento sulle donazioni delle opere d'arte.

Una performance dell'artista Francesco Siani per denunciare il perdurare della chiusura degli Animosi. La mattonella di marmo su cui campeggia, scritta "L'opera" è rinchiusa all'interno di una gabbia.

Parte alla grande White Carrara Downtown. Oggi è il giorno dell'archistar Massimiliano Fuksas, di Stefano Bartezzaghi al Marble Caffè e della mostra forografica di Arianna Bianchi alla coop scultori.

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree