patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (3278)

Nelle procedure amministrative e fiscali che interessano la vita dell'impresa è sempre più diffuso il ricorso a strumenti di e-government con trasmissione telematica di dati ed erogazione i servizi on-line; tutte queste procedure richiedono in fase di primo avvio un adeguamento che può essere oneroso. 

«Incredibile silenzio sui beni estimati»

Bottici attacca il sindaco sulla delibera della giunta Zubbani
E Luca Barattini interviene sul caso dei lavori pubblici


Konchalovsky trascinatore nella serata della proiezione del suo film al Garibaldi
Il grande escluso Giorgio Bernieri: la sua scena da mendicante è stata tagliata
Li ha fatti alzare in piedi, i suoi cavatori attori. E il regista Andrei Konchalovsky ha voluto che la platea della Sala Garibaldi gli tributasse un lungo applauso prima dell'inizio del film.Ma nel "Peccato di Andrei Konchalovsky c'è un grande escluso. Insieme ai veri cavatori carraresi presenti nella pellicola, infatti, avrebbe dovuto essere presente un altro figurante proveniente dalla nostra città, nel ruolo di un inquietante mendicante gobbo, le cui apparizioni suscitano ogni volta paura e smarrimento in Michelangelo. Per incarnare sullo schermo questa sorta di demone interiore, che avrebbe dovuto materializzarsi all'improvviso alle spalle del protagonista, in più scene della pellicola, era stato scelto Giorgio Bernieri, nato a Viareggio 60 anni fa, ma da sempre residente a Carrara.


Bocca di Magra. In un'atmosfera di festosa convivialità si è svolta la presentazione del libro sulla collezione d'opere, appartenente al Ristorante Ciccio, dell'artista nisseno ma pietrasantino d'adozione Girolamo Ciulla. Erano presenti, seguiti da un folto ed appassionato pubblico, l'artista stesso, l'autore del testo critico Marco Moretti, che ha anche presentato il volume, Nicola Gnesi che ha prodotto le foto e curato l'impaginazione, Sally Guelfi che lo ha supervisionato e ovviamente l'anfitrione della serata Mario Guelfi (Ciccio) con gentile signora Wendy.

Si parla di museo diffuso tra le strade che vanno da Via Santa Maria a via Finelli; la Porta del Bozzo... oppure quello di piazza d'rent poi meglio conosciuta come la piazza del Duomo con la Pieve Romanico Gotica i Gigante e lacasa dove soggiornò Michelangelo il Buonarrotti. Carrara Medievale Carrara Rinascimentale, la città dei mille portali di marmo che racconta nel silenzio sacro del suo abbandono tutta la meraviglia creativa dell'uomo. Oggi alle 17,15 va in scena al Caffè Albericus di via Loris Giorgi il quarto incontro lezione tenuto dallo storico Davide Lambruschi, docente di Storia dell'Arte.

I sindacati tornano a chiedere chiarezza sulla Imm.«Già le segreterie di categorie competenti - si legge nella nota unitaria di Cgil, Cisl e Uil - sono intervenute per stigmatizzare il contesto economico finanziario di Imm (Carrarafiere) ma anche in merito ormai alla carenza di mission. Approvato il bilancio sociale dai soci pubblici proprietari di Imm con un debito stabile di circa 7/800mila euro, si guarda ora al futuro con una certa apprensione». «Il CdA di Imm - prosegue la nota - deve o dovrebbe a breve approvare il nuovo statuto, contenente i nuovi patti parasociali. La Regione Toscana e il Comune di Carrara dovrebbero contribuire per aggiustare un po'il contesto della liquidità. Conseguentemente dovrebbe essere eletto il nuovo CdA, la nuova presidenza (in proposito sono uscite dopo di mesi di voci anche indiscrezioni sul nome sulla stampa locale) e si dovrà porre mano anche alla governance tecnica».


Tra una decina di giorni verrà sfrattata, dal cimitero di Fossola, la "Pietà" realizzata in granito pepe e sale dallo scultore Giuliano Cecchinelli, la voce narrante di "The Stone River", film sull'epopea dei cavatori e scultori carraresi nell' America a cavallo tra '800 e'900. «Mi auguro che le autorità competenti, che hanno mostrato attenzione al problema, possano, insieme al ramo carrarese della famiglia Cecchinelli, trovare una collocazione all'opera dello scultore che emigrò da Carrara sessant'anni fa», sottolinea Maria Mattei, studiosa di emigrazione, di arte, di rapporti fra Italia e Stati Uniti.Realizzata a Barre in Vermont per la sepoltura di Alberto Cecchinelli, anch'egli scultore emigrato negli Usa, la Pietà raggiunse Carrara via mare nel 1995 ed è l'unica opera presente in città di Giuliano Cecchinelli. «Giuliano Cecchinelli siede nel Consiglio dell'Accademia delle Arti e delle Scienze del Vermont per i suoi meriti eccezionali nel campo della scultura e per lo straordinario contributo dato alle arti. Un ruolo di prestigio, quello del maestro Cecchinelli, all'interno di una istituzione che conta scienziati, artisti ed educatori che si sono distinti per l'influenza esercitata dal proprio lavoro negli Stati Uniti», aggiunge l'ex assessore Maria Mattei.

Il consigliere Bottici incalza: ha ritirato la delibera che in campagna elettorale sosteneva arrecasse danno alle casse del Comune?
CARRARA «Sui beni estimati il sindaco ammetta che i proclami da campagna elettorale sono rimasti tali». Così il consigliere del Pd Cristiano Bottici commenta quanto accaduto durante l’ultima seduta quando si è parlato di marmo. Lo stesso Bottici ha presentato un’interrogazione circostanziata al primo cittadino in cui chiedeva, senza tanti giri di parole, che cosa avesse fatto l’amministrazione pentastellata in questi due anni e mezzo per sciogliere il nodo gordiano dei beni estimati. «Tra i vari annunci del ‘cosa farò appena eletto’ del sindaco De Pasquale - spiega Bottici - ho ritrovato anche quello dell’immediato ritiro della delibera inerente il pagamento di circa 3 milioni sui beni estimati.

Il regista russo Andrei Khonchalovsky alla festa per la proiezione del «Peccato» dedicato a Michelangelo coi cavatori sul set
È il film della città: Carrara, la sua storia, la sua identità, il suo marmo e i suoi cavatori andranno in tutto il mondo con le immagini del film di Andrei Khonchalovsky «Il peccato». Al Garibaldi la prima proiezione, a cui lo stesso regista, l’attore Alberto Testone, che ha dato corpo a Michelangelo, la produzione sono stati presenti proprio per sottolineare che la grandezza del film era data da quel pool di cavatori che, vestiti i panni dei loro antenati, con i loro volti scavati dal vento, le rughe solcate dal sole, saranno ambasciatori nel mondo dell’anima vera della città.

«Mentre in tutto il mondo emerge l’esigenza di tutelare l’ambiente e preservare il territorio, la giunta Persiani sceglie di andare in direzione opposta». Lo sostiene il Pd di Massa che commenta così quanto emerso nei giorni scorsi sui Piani attuativi dei bacini estrattivi che il Centro di GeoTecnologie di Siena ha realizzato per il Comune di Massa. Oltre alla volontà di riaprire 7 cave (già anticipato da La Nazione ad agosto, riportando le dichiarazioni del sindaco Persiani durante un dibattito a Casette), ora ci sono anche i nomi dei siti estrattivi da riaprire e, soprattutto, i dati dei volumi massimi autorizzabili per ogni sito, anche quelli già aperti, per un totale di 3 milioni e 355mila metri cubi in 10 anni e un totale di cave attive che dovrebbe salire a quota 25.

Pagina 5 di 328

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree