patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (5061)

La Nazione

Il ragazzo ha perso la vita venerdì pomeriggio in un terribile incidente in moto a San Martino
CARRARA Una folla commossa ha accompagnato ieri Lorenzo Rossi nel suo ultimo viaggio. Le spoglie mortali del ragazzo di 38 anni scomparso venerdì pomeriggio in un terribile incidente in moto a San Martino ieri poco dopo le 18 sono partite dall’obitorio di Monterosso per raggiungere il cimitero di Turigliano. Dietro al feretro un lungo corteo di auto con a bordo i familiari e i tanti, tantissimi amici che sono voluti stare a fianco a Lorenzo fino all’ultimo.

L'approvazione dello strumento non convince l'associazione che parla di cedimento alle pressioni "della lobby del marmo".
Legambiente: «Piano regionale cave, montagne in polvere»
Carrara - Con l’approvazione in Consiglio del PRC, a parere di Legambiente, la Regione Toscana anziché rendere sostenibile l’attività estrattiva, cede platealmente alle pressioni della lobby del marmo, innalzando le percentuali ammissibili di detriti nell’escavazione.

“Peccato, perché riconosciamo il lavoro politico d’incessante mediazione dell’Assessore Ceccarelli nell’ultimo biennio, ma non possiamo assolutamente accontentarci del risultato ottenuto – dichiara Fausto Ferruzza, Presidente di Legambiente Toscana – in Consiglio si è approvato un Piano Cave che delegittima e smentisce quanto avevamo faticosamente ottenuto con l’approvazione del PIT/PPR nel 2015”.

http://www.voceapuana.com/carrara/attualita/legambiente-piano-regionale-cave-montagne-in-polvere-30230.aspx

greenreport.it

Il Prc giunge a “aumentare quanto più possibile la produzione di inerti”
Per il Cigno verde sono «eccessive e incomprensibili le percentuali di detriti ammesse nell’escavazione»
31 Luglio 2020
Con l’approvazione in Consiglio del Piano regionale cave (Prc), a parere di Legambiente, la Regione Toscana anziché rendere sostenibile l’attività estrattiva, cede platealmente alle pressioni della lobby del marmo, innalzando le percentuali ammissibili di detriti nell’escavazione.
«Peccato, perché riconosciamo il lavoro politico d’incessante mediazione dell’assessore Ceccarelli nell’ultimo biennio, ma non possiamo assolutamente accontentarci del risultato ottenuto – dichiara Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana – In Consiglio si è approvato un Piano cave che delegittima e smentisce quanto avevamo faticosamente ottenuto con l’approvazione del Pit/Ppr nel 2015».

https://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/legambiente-toscana-contro-il-piano-regionale-cave-cede-alla-lobby-del-marmo/

Il Tirrenp

L'obiettivo è preservare settori e tecniche a rischio scomparsa e favorire opportunità formative e di lavoro ai giovani
Confartigianato Imprese Massa-Carrara si fa promotrice del progetto avviato dalla Regione Toscana per la salvaguardia e la valorizzazione delle attività artigianali storiche e di alto contenuto culturale e artistico, tramite la creazione delle "Botteghe Scuola" e il riconoscimento della figura del "Maestro Artigiano", che ne è fondamento. «L'obiettivo del progetto - evidenzia il direttore Gabriele Mascardi - è quello di costruire un sistema formativo basato sulla figura del "Maestro Artigiano" che consenta di preservare settori e tecniche lavorative a rischio scomparsa, e che permetta di fornire una prima risposta al problema del ricambio generazionale nel settore dell'artigianato artistico con la finalità di ampliare le conoscenza tecniche e favorire opportunità imprenditoriali ai giovani che hanno scelto percorsi di studi ad indirizzo artistico».

Il Tirreno

«Contraddice il Piano paesaggistico, innalza le percentuali
ammissibili di detriti nell'escavazione: la Regione lo corregga»


Carrara Il piano regionale cave (Prc in sigla) «cede alle pressioni della lobby del marmo e contraddice il Piano paesaggistico regionale (Ppr) vigente». Lo sostiene Legambiente regionale e aggiunge: «Eccessive e incomprensibili le percentuali di detriti ammesse nell'escavazione»«Con l'approvazione in Consiglio del Prc - a parere di Legambiente - la Regione Toscana anziché rendere sostenibile l'attività estrattiva, cede platealmente alle pressioni della lobby del marmo, innalzando le percentuali ammissibili di detriti nell'escavazione».«Peccato, perché riconosciamo il lavoro politico d'incessante mediazione dell'Assessore Ceccarelli nell'ultimo biennio, ma non possiamo assolutamente accontentarci del risultato ottenuto - dichiara Fausto Ferruzza, Presidente di Legambiente Toscana - in Consiglio si è approvato un Piano Cave che delegittima e smentisce quanto avevamo faticosamente ottenuto con l'approvazione del Pit/Ppr nel 2015».Legambiente ricorda che «I dati della pesa comunale di Carrara, installata nel 2005, fecero emergere già allora una situazione discutibile: il marmo che scendeva dai monti era costituito per l'83% da detriti (solo il 17% da blocchi) e il 36% delle cave produceva oltre il 90% di detriti. Ma la realtà era ancor peggiore: molte cave, infatti, apparivano virtuose solo perché, in violazione dell'autorizzazione, portavano a valle i blocchi ma abbandonavano al monte i detriti e quantitativi sempre maggiori di terre».

Il Tirreno


la manifestazione
Massa, insieme ad altre nove città italiane, ospiterà una serie di eventi e appuntamenti per la promozione ufficiale della mostra d'arte contemporanea italiana che si terrà ad Expo Dubai-Abu Dhabi, esposizione che è slittata al 2021 per i motivi legati all'emergenza sanitaria.A darne l'importante annuncio a Palazzo Ducale è stato ieri mattina Giammarco Puntelli, critico d'arte e commissario dell'esposizione universale, alla presenza del presidente della Provincia di Massa-Carrara Gianni Lorenzetti, di rappresentanti del comune di Massa, della presidente di Federalberghi Costa Apuana Sabrina Giannetti, del presidente di Confesercenti Adriano Rapaioli e del neo presidente dell'Istituto Valorizzazione Castelli Corrado Lattanzi. La partecipazione alla conferenza di Giannetti, Rapaioli e Lattanzi (nella foto) è motivata dal fatto che il primo degli eventi, iniziato ieri e che durerà fino al 15 settembre, è una mostra diffusa in luoghi di interesse turistico a Massa, Carrara e in Versilia: si tratta, cioè, dell'esposizione di alcune opere all'interno degli esercizi alberghieri e nei ristoranti del nostro territorio. Tale "preview" serve per divulgare sia online che offline l'attività artistica di Expo, promuovendo al tempo stesso l'immagine di Massa e di tutta la provincia, i cui loghi saranno presenti all'interno del catalogo ufficiale diffuso da Expo, in tutte le pubblicità legate alla manifestazione, e anche nel materiale tipografico e pubblicitario di promozione.

Il Tirreno

In consiglio comunale non solo l'intervento dei lavoratori
L'assemblea dei soci per il bilancio 2019 a settembre
È uno dei temi caldi dell'estate, la situazione di crisi di Imm Carrarafiere. In attesa della nuova assemblea e dell'approvazione del bilancio 2019, e soprattutto della iniziezione di liquido da parte dei soci principali (Comune di Carrara e Regione, ma c'è la Corte dei Conti che ha acceso i riflettori su tutte le partecipate regionali), l'argomento è stato al centro anche dell'ultimo consiglio comunale. Una delegazione di lavoratori ha espresso tutte le preoccupazioni e invitato con forza a fare chiarezza sul futuro. Anche Cristiano Bottici del Pd è intervenuto sul tema, chiedendo fra l'altro: «Perché White Carrara Dowtown si è tenuta malgrado l'emergenza sanitaria e le magre finanze di Imm?». «Di White Carrara Downtown sono stati raccontati gli ottimi risultati - ha affermato Bottici - Ricordo però che oltre due mesi fa, nel momento in cui l'assessora alla cultura Federica Forti è venuta ad illustrare gli eventi che si sarebbero potuti fare quest'estate, dicendo che sarebbero stati pochi per via del covid, le ho chiesto perché Carrara Downtown si sarebbe tenuta comunque. Non perché io sia contrario a White Carrara Downtown, ma non capivo le motivazioni, stanti l'emergenza covid e le condizioni finanziarie drammatiche di Imm.

La Nazione

«Imm: un disastro su tutti i fronti causato dalla politica di Pd e 5 Stelle». Duro affondo del commissario della Lega Nicola Pieruccini. «Dopo che è stata affondata definitivamente Imm – dice Pieruccini - ora è assolutamente inutile che il vicesindaco Matteo Martinelli parli di semestre bianco pre-elezioni regionali e dei mancati contributi per il polo fieristico promessi dal governo. 

La Nazione

 

Aspre critiche dei consiglieri Gianenrico Spediacci, Dante Benedini e Andrea Vannucci
CARRARA Dura critica da parte di Insieme per Carrara sul tema del marmo all’amministrazione pentastellata. I consiglieri di minoranza Gianenrico Spediacci, Andrea Vannucci e Dante Benedini non le mandano a dire e puntano il dito sulla gestione del settore da parte di palazzo civico. Gestione bocciata in toto. «Assistiamo allibiti – spiegano i consiglieri comunali – alla nuova puntata della mistificazione della realtà. I grillini rivendicano di nuovo la svolta epocale che avrebbero determinato sul marmo. Continuano a decantare le lodi dei piani attuativi, dimenticando che non sono stati approvati, ma discussi in un pasticciato procedimento che di fatto consegna alla regione ogni responsabilità delle scelte.

«Lorenzo, un ragazzo dal cuore grande»

La Nazione

Commozione in città per il tragico incidente avvenuto venerdì sera a San Martino: alla curva un mazzo di fiori in memoria del 38enne

Un mazzo di fiori legato sul muro dell’incidente. Questo piccolo pensiero ieri a San Martino ricordava a tutti quello che era successo in quel tratto di strada solo poche ore prima e la giovane vita di Lorenzo Rossi spezzata per sempre. Una scomparsa improvvisa e difficile da spiegare, un incidente terribile che ha portato via a soli 38 anni un ragazzo dall’affetto dei genitori, della sorella e della nipotina oltre che di un vero e proprio mare di amici che ieri hanno fatto quadrato attorno alla famiglia per dimostrarle tutta la propria vicinanza. Le moto, i videogiochi, gli animali erano le grandi passioni di un ragazzo che chi ha avuto la fortuna di conoscerlo lo ricorda ora con solo parole d’elogio. Lorenzo per tutti era «un ragazzo semplice e dal cuore grande», una di quelle persone «che aveva sempre tempo per tutti». Lorenzo viveva da sempre a Pontecimato assieme alla madre e al padre e da qui è partito anche venerdì pomeriggio per quello che sarebbe dovuto essere solo un breve giro in moto. Purtroppo però il ragazzo non aveva percorso forse nemmeno un chilometro quando la sua vita è terminata in pochi istanti.

Pagina 5 di 507

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree