patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (1931)

UN’OPERA unica nel suo genere, testimone del fatto che anche Massa è stata, e deve essere, un ‘centro’ del mondo. Lo storico Portale del Biduino, che un tempo ornava l’accesso alla chiesa di San Leonardo al Frigido, oggi fa bella mostra di sé addirittura a New York, all’interno del complesso The Cloisters, parte integrante del Metropolitan Museum of Art. Ma una sua immagine fedele, realizzata alla fine degli anni ’90 dall’architetto Zonder-Mosti, un calco perfetto, è finalmente esposto in mostra permanente nelle ex Sale della Presidenza di Palazzo Ducale. Un evento atteso da quasi 30 anni.

Enrico Barbetti Nicodemo Mele VERGATO (Bologna) PALATE di letame, indignazione, striscioni, cortei e perfino un rito celebrato da uno pseudo-esorcista reduce dall’Isola dei famosi.

Mallegni parla di evento che ha unito marmo e nautica, secondo Neri andava messo a Tonfano.

Seravezza ha superato Massarosa grazie all'oro bianco. Nel 2016, ultimo dato reso disponibile dalla Banca d'Italia, sono stati investiti 3 miliardi e 202 milioni di euro da famiglie e imprese tramite le banche versiliesi. Rispetto al 2008, anno dello scoppio della più lunga crisi economica dei tempi recenti, il calo è appena del 5%: allora il flusso di denaro era di 3 miliardi e 267 milioni di euro. Significa che si continua a puntare su questa zona e sulle possibilità di sviluppo che garantisce, a dispetto di un quadro economico complessivo negativo. E anche di situazioni specifiche, come il dissesto del Comune di Viareggio. È logico che la Versilia è una piccola nazione e quindo, da Comune a Comune, le cose cambiano. La performance migliore è quella di Seravezza, che vede aumentare il denaro investito sul proprio territorio, al punto da superare Massarosa nell'arco di otto anni. Merito del marmo e dell'indotto che vive grazie all'oro bianco.

Nominati dal Comune Laura Barreca e Marco Ciampolini: ecco le nuove mostre
Per il centro espositivo che si trova allo stadio annunciato il trasloco parziale
«Abbiamo deciso di lasciarlo fuori dalle nomine non perché non se lo merita, anzi, ma perché sarà oggetto di una "piccola rivoluzione". Grazie al Bando periferie in fase di sblocco trasferiremo parte del museo in centro città». Queste le parole dell'assessore Federica Forti sul Museo del marmo in coda alla conferenza di presentazione dei due nuovi direttori scientifici di Centro Arti Plastiche e CarMi. La Forti non svela però la location; chiari gli obiettivi, invece: «Nell'attuale sede saranno lasciati parte degli archivi cartacei e i reperti più grandi; diventerà un luogo ideale per studiosi. In un palazzo del centro il resto, per un luogo dinamico, sulla storia della città, per far fermare i turisti in centro, e magari con la possibilità di avere spazi per il design in marmo e per la gastronomia».

Bulgari, campagna fotografica alle cave

 Un marchio di fama mondiale: Bulgari, una delle eccellenze del made in Italy . E una campagna pubblicitaria che ha scelto come scenario una eccellenza tutta locale: le cave di Carrara.Una "stelletta" appesa al petto del territorio. Ma, anche e soprattutto, tre giorni importanti per le ricadute economiche sul territorio visto che la campagna di Bulgari ha "fatto lavorare" non solo la macchina organizzativa della Cave di marmo tours di Gabriele Giuntoni, ma anche un servizio di catering locale e gli alberghi apuani che hanno ospitato per tre giorni le 22 persone dello staff che hanno curato il servizio fotografico nel cuore dei bacini apuani.Uno shooting reso possibile, lo sottolinea lo stesso Giuntoni, grazie alla collabroazione di Mario Rossi, Roberto Canali e Alberto Franchi da una parte (per la disponibilità di una cava) e da Roberto Graziani per un'altra location, sempre al monte. Per le fotografie di Bulgari alle cave, che porteranno le nostre montagne sulle riviste patinate di tutto il mondo, ha lavorato un catering locale che ha portato pasti caldi tutti i giorni, direttamente sui piazzali nel ventre delle Apuane.

Al posto della terra rossa un campo di marmo, nel ventre delle Apuane. Gli scatti (della celebre fotografa di moda Annalisa Ceccotti) sono suggestive. Una partita di tennis "speciale" che serve a pubblicizzare un marchio tutto apuano, ideato da un ragazzo massese di diciotto anni, Emilio Brotini.I due modelli (tennisti), Alessandro Olivieri e Michele Strenta, indossano, infatti le tshirt di "Marble 0585": una capsule collection di Emilio che, da appassionato e agonista della racchetta - si allena agli "Amici del tennis Riviera" di Marina di Massa - ha voluto dedicare le sue prime magliette al suo sport preferito.

L'opera dell'artista Luigi Ontani collocato di recente a Vergato, sull'Appennino bolognese, al centro di un caso: opinione pubblica scandalizzata dagli attributi virili del Nettuno, dotato di un seno maschile e di uno femminile.

 

SONO passati ormai quasi dieci anni dagli ultimi passaggi dei camion che carichi di scaglie di marmo dalla cava di Campocecina attraversavano senza sosta la strada Provinciale 72, ma le condizioni del manto stradale restano ancora precarie. La strada provinciale che scendendo da Fosdinovo arriva fino a Soliera, attraversando le frazioni di Tendola, San Terenzo, Ceserano e Canova, non riuscendo a supportare il peso eccessivo dei camion carichi di marmo si è lentamente deteriorata, non solo nella parte di carreggiata fruibile, ma anche nel suo sottosuolo. Nel corso degli ultimi anni sono stati comunque effettuati interventi di asfaltatura lungo alcuni tratti, ma restano ancora molti i punti in cui la strada non è in sicurezza e il rischio di frane lungo alcune parti del percorso rimane ancora alto. Un deterioramento lento e continuo, che si intensifica ogni anno con le piogge invernali e al quale per porre rimedio bisognerebbe intervenire quanto prima. Sono principalmente due i punti nel paese di Tendola maggiormente colpiti e ad oggi ancora a rischio frana.

Museo del marmo pronto al trasloco

Il Comune punta al trasferimento della struttura in centro. I direttori di Carmi e Cap

Pagina 7 di 194

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree