patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (1951)

Estorsione, parla un altro imprenditore

Sarà sentito il teste chiave della vicenda che vede ai domiciliari Manrico Dell'Amico accusato dall'ex socio e commercialista
Un imprenditore del marmo che ha un ruolo chiave nella vicenda che, lo scorso venerdì ha fatto scattare le manette per Manrico Dell'Amico, titolare di un'azienda del lapideo, accusato di estorsione nei confronti dell'ex socio e commercialista Lucio Boggi.L'imprenditore in questione sarà ascoltato, e la sua ricostruzione dei fatti, come emerge proprio in queste ore sarà fondamentale, in merito ad alcuni e puntuali episodi contenuti nel quadro accusatorio a carico dello stesso Dell'Amico.Insomma le prossime saranno ore molto importanti, anche alla luce dell'interrogatorio richiesto dall'avvocato Enrico Di Martino, e concesso dal giudice proprio per l'imputato, l'imprenditore 62enne Manrico Dell'Amico.

 

 

"MARMO: in un anno e mezzo questa amministrazione è stata fallimentare». Il consigliere di opposizione Andrea Vannucci si dice «gravemente preoccupato per il lavoro dell’amministrazione comunale». «Il loro lavoro si può sintetizzare in una sola parola: il nulla ed il nulla ha prodotto effetti dannosi – dice Vannucci -. Si è riproposto un sistema tariffario del quale per anni si è detto peste e corna, peraltro facendolo in modo sbagliato, si sono chiuse cave dimostrando di non avere alcuna capacità di gestione delle criticità e nessuno spirito di iniziativa».

Tar accoglie la sospensiva su Lorano e Canalgrande
ARTICOLO 58 bis, ieri sera il Tar di Firenze ha comunicato di aver accolto i ricorsi presentati dalla Cava Lorano II e dalla Cooperativa Canalgrande e ha sospeso i provvedimenti del Comune. L’udienza di merito è fissata per il 2 aprile. Ieri al tribunale amministrativo di Firenze si è tenuta la prima udienza attinente le richieste di sospensiva presentate dalle tre cave in merito ai provvedimenti impugnati con i quali il Comune , ha contestato difformità nelle coltivazioni imponendo il fermo di tutte le attività di cava.

 

Cave "sospese", oggi la prima udienza

Cave "sospese": stamani l'udienza per la situazione relativa le due cave della cooperativa Canalgrande. Il giudice potrebbe decidere di far riprendere a lavorare in tutto il bacino (anche nell'area dello "sforamento del perimetro) o, ipotesi molto più probabile, solo nelle zone non interdette. O addirittura decidere di riunire il fascicolo di stamani a quello che entrerà nel merito, accelerando i tempi. l'udienza. È fissata per stamani (il legale che rappresenta la cooperativa Canalgrande è Riccardo Diamanti) l'udienza di sospensiva del provvedimento cautelare applicato a una delle sei cave finite nel mirino dei controlli sullo "sconfinamento" dei perimetri consentiti all'escavazione. Sta andando avanti, parallelamente, la strada di un maxi ricorso collettivo che dovrebbe essere presentato a breve.

 


"A Muso duro", il video girato e diffuso su Youtube e su Facebook dalla cooperativa Canalgrande una delle cave, coinvolta nel procedimento di sospensione per l'applicazione dell'articolo 58 bis relativo agli sconfinamenti dei piani di coltivazione. La coop reagisce con un video che parla dell'orgoglio dei cavatori soci, pronti a "lottare per la propria famiglia".

LA POLEMICA
Lapucci attacca l’amministrazione: «Disastro fiera, Firenze vuole piano di risanamento»
«IMM: la Regione chiede un piano di risanamento». A parlare è il consigliere comunale di Forza Italia Lorenzo Lapucci. «Il fallimento della gestione Imm dovuto alle scelte dell’amministrazione 5 Stelle è la conseguenza delle incompetenze delle azioni fino ad oggi poste in essere dagli amministratori locali. La batosta arrivata dalla Regione che bacchetta pesantemente la politica di Matteo Martinelli e soci".

M5S: "All'ufficio cave un geologo"

A capo del nuovo ufficio cave del Comune di Seravezza serve un geologo non un funzionario. Le perplessità del M5S sulla responsabilità assegnata al funzionario Tenerini.

Mostra artiste Cinesi Accademia Carrara

147° Mostra “Museo Ugo Guidi” e "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra delle allieve-artiste selezionati da “Belle Arti in Procura” del 2018 YIYING WU - MENGDI CAO – QI LI, col Patrocinio di AACI – Associazione Artisti Cinesi in Italia di Firenze, a cura di Giovanni Chiapello . Alberto Semeraro . Marco Ciampolini

Museo Ugo Guidi 12 gennaio 2019 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI
12 gennaio – 7 febbraio 2019

Sarà sentito dal giudice l'imprenditore sott'accusa, forse entro la fine di questa settimana Manrico Dell'Amico l'imprenditore del marmo di 62 anni ai domiciliari con l'accusa di estorsione nei confronti dell'ex socio e commercialista, Lucio Boggi.Manrico Dell'Amico farà la sua ricostruzione dei fatti davanti al giudice Augusto Lama e al pubblico ministero Roberta Moramarco.

 

Grande successo alla Galleria Valeria Lattanzi: la giovane Maria Jacaranda Lobo ha suonato lo strumento realizzato dal padre con il manico in pregiato portoro
Il concerto in Galleria Valeria Lattanzi di via Cavour a Carrara ed è il secondo concerto realizzato utilizzando come strumento il violino di Marmo "Palomo". Realizzato nel settembre 2018 dall'artista honduregno Fabian Lobo Alfonso, scultore e liutaio, che lavora presso l'Associazione Ponte di Ferro a Carrara, si tratta di uno strumento interamente realizzato in marmo bianco di Carrara, con il manico in pregiatissimo marmo Portoro, delle medesime misure di un violino classico 4/4 ligneo di 25x60x4 cm. Dopo essere stato esposto per la prima volta nel corso della mostra di scultura internazionale "Nosotros" nella Galleria Valeria Lattanzi dal 5 al 31 ottobre, ed essendo perfettamente funzionante dal punto di vista musicale, è stato suonato in due concerti, il primo il 26 ottobre e il secondo il 23 dicembre.A poterlo suonare per prima, seppur in posizione verticale come fosse una viola, è stata la figlia dell'artista Maria Jacaranda Lobo, violinista honduregna.

Pagina 77 di 196

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree