patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (2352)

PRESENTAZIONE del bilancio annuale degli Amici dell’Accademia di belle arti. Appuntamento domani alle 17,30 nella sala Marmi con l’assemblea dei soci dell’associazione. La presidente Lina Sicari riferirà del lavoro svolto dall’associazione durante il 2018 con particolare riferimento ai contributi a sostegno del Carmi e della stessa Accademia. Nel corso dello scorso anno, l’associazione ha finanziato la realizzazione di tre video che illustrano l’attività di restauro dell’Accademia per le opere in gesso esposte al Carmi, la realizzazione della copia in gesso del Mosè di Michelangelo e la relazione culturale tra l’istituto e il complesso di villa e parco della Padula dove, dal 2002 sono esposte importanti opere d’arte contemporanea grazie al coinvolgimento di Giuliano Gori nella Biennale di Scultura.

SCIOPERO del marmo lunedì


Le segreterie provinciali di Feneal-Uil e Fillea Cgil proclamano lo stop per tutto il settore lapideo, monti e piano per «una maggiore sicurezza alle cave, un incremento dell’occupazione, leggi certe e uno sviluppo sostenibile e qualità del lavoro». Previsto un corteo, con partenza alle 9 dallo stadio, manifestazione in città e chiusura al parcheggio di San Martino.

PARTITO DEMOCRATICO L’OPPOSIZIONE CONTESTA IL METODO INNOVATIVO PER CONTROLLARE IL MATERIALE ESCAVATO
TRACCIABILITA’ del marmo: per il Pd si preannuncia un fallimento. «Il sindaco Francesco De Pasquale – si legge in una nota di via Groppini – ha annunciato con toni trionfalistici il nuovo sistema di tracciabilità dei blocchi. Il sistema non tiene conto della condizione reale del materiale estratto. Il super-esperto, ancora da assumere, dovrebbe visionare migliaia di fotografie e potenzialmente contestare la classificazione autocertificata dal concessionario escavatore. Si passa pertanto dal tormentone grillino ‘tracciabilità blocco per blocco’ all’esatto opposto e cioè alla ‘autocertificazione del blocco’».


IL PRESIDENTE ANTONIO PASSA HA RICEVUTO LA LETTERA DI CONTESTAZIONE SU MASSARI DAL MINISTERO


«LA GIUSTIZIA farà il suo corso... certo è un vero peccato perché Luciano Massari è una persona altamente competente e sta facendo tanto per la nostra Accademia». Chi parla è il nuovo presidente dell’Accademia di belle arti, Antonio Passa, al quale è arrivata dritta dritta dal ministero della Pubblica istruzione nei giorni scorsi la lettera che contestava il doppio incarico del direttore.

Messa in cava per tutti i caduti sul lavoro

FORNO ricorda i suoi cavatori che hanno perso la vita lavorando. Così domenica 7 aprile Forno diventa il simbolo del lavoro faticoso e pericoloso. « E’ la prima volta - racconta don Ernesto Zucchini, parroco da 40 anni del paese - che la messa sarà celebrata in cava, nella Cava Sottovettolina, e sarà officiata dal vescovo monsignor Giovanni Santucci. Questa iniziativa nasce dalla volontà del sindaco Francesco Persiani che è venuto da noi». L’iniziativa si chiama « In memoria di tutti i Cavatori caduti sul lavoro»

Nello storico locale una galleria e un centro culturale
VOTRE, spazi contemporanei. Uno spazio ‘vostro’, nostro, di tutta la cittadinanza quello che sabato alle 18 verrà inaugurato con la mostra di Roberto Chiabrera, in Piazza Alberica, là dove furono i Salotti. L’associazione è presieduta da Nicola Ricci che, dopo il Blu Corner, dalla parte opposta della piazza, cambia posto ma non intenti. Votre è uno spazio composto da ben 4 stanze barocche e un ampio spazio più recente dove per anni ebbe sede l’Inter club. L’associazione di Ricci desidera portare in questo spazio importante eventi importanti. Mostre, in primo luogo, ma anche incontri culturali e, perché no, feste e matrimoni. «In città – sottolinea Ricci – manca la professionalità, con gallerie improvvisate e street food nella piazza più bella. Privati e amministrazione non riescono ad alzare il livello.

Accademia, Massari indagato

Inchiesta di Corte dei conti e Miur sul conflitto di interessi del direttore

«TROPPI INCARICHI, in palese conflitto fra di loro». Così la Corte dei conti vuole vedere chiaro sulla denuncia presentata negli anni scorsi da Gianni Musetti del centro destra contro Luciano Massari, docente e direttore dell’Accademia di Belle arti nonché direttore artistico e membro del consiglio di amministrazione della società degli Studi d’arte Michelangelo. UN CONFLITTO di interessi che secondo l’accusa avrebbe portato al direttore dell’istituto d’arte un vantaggio di qualche centinaio di migliaia di euro.Numerose manifestazioni per il bene dell’arte


Luciano Massari è stato promotore di numerose inziative per la promozione dell’arte e della città. A lui si deve la presenza di Maurizio Cattelan, fra le kermesse più recenti, che aprì in piazza d’Armi il suo cimitero «Eternity» realizzato con gli studenti dell’Accademia.

Marmo, al via la tracciabilità


Un sofisticato software identificherà ogni blocco che scenderà a valle
Ecco la rivoluzione targata 5 stelle. A quasi due anni dal proprio insediamento l’amministrazione De Pasquale ha presentato in commissione Marmo la prima grande novità per l’intero settore estrattivo: un sistema informatizzato per tenere conto, blocco per blocco, di quanto viene escavato in ogni singola cava. Un progetto a cui in piazza II Giugno si è cominciato a lavorare fin dall’insediamento della giunta grillina e che, dopo rinvii e battute d’arresto, ora è finalmente pronto a entrare in vigore. A curare la realizzazione di quella che nelle intenzioni dell’amministrazione e della maggioranza dovrebbe essere una vera e propria ‘rivoluzione copernicana’ per l’intero pianeta marmo è la ditta Industrial software di Paolo Giusti che da oltre dieci anni gestisce già il sistema che si occupa delle pese comunali e che si è aggiudicata la gara per lo sviluppo e la gestione del sistema per circa 130mila euro.

«Un chiaro stop ai contenziosi»
«DA UNA foto è impossibile stabilire se un blocco sia di prima o di seconda scelta, per questo dovremo ripensare tutte le definizioni che oggi abbiamo per classificare il materiale». A dirlo è il geologo del Comune Giuseppe Bruschi.

«Ora avremo una tariffazione puntuale e non a priori»
«E’ UN PRIMO PASSO verso la normalizzazione della produzione al monte». Soddisfazione del sindaco Francesco De Pasquale. «Quello della tracciabilità è sempre stato per me un problema annoso e oggi mettiamo un punto fermo – ha detto –. Credo che sia un elemento imprescindibile per capire cosa viene scavato e ci permetterà di superare il valore medio di produzione cava per cava che si basava su una stima a priori dell’estrazione. A breve avremo una tariffazione più puntuale e un meccanismo di controllo su una banca dati in continuo aggiornamento. Siamo a una svolta epocale.

LA APP PUBBLICA UN UNICO DATABASE PERMETTERÀ VERIFICHE E ANALISI INCROCIATE
Cavatori con il palmare per registrare e controllare i dati
CONTROLLI incrociati e incentivi per le aziende, sono questi due degli strumenti che dovrebbero garantire il buon funzionamento della tracciabilità anche una volta che il blocco sarà sceso a valle. «I dati raccolti saranno disponibili anche su un’app pubblica dove chiunque potrà verificare quanto dichiarato per ciascun blocco – spiega Giusti –. Chi lo vorrà potrà registrare i dati sulla lavorazione inserendo foto sia nel piazzale che sotto il telaio e il sistema di geolocalizzazione certificherà che il blocco è stato segato in loco.

 

FIRENZE IL RESTAURO: DUE ANNI DI LAVORI CON I FONDI DI SALVATORE FERRAGAMO GRAZIE ALL’ART BONUS
FIRENZE DUE ANNI di lavori e un milione e 500mila euro arrivati dalla maison Salvatore Ferragamo tramite art bonus. La rinascita della Fontana del Nettuno in piazza della Signoria, più nota ai fiorentini come «Il Biancone», è stata completata. Un restauro capillare e complesso che ha portato alla riattivazione dell’impianto idrico. I giochi d’acqua saranno quelli voluti dall’Ammannati, che fiorentini e turisti non hanno mai visto. Ieri la presentazione in occasione del capodanno fiorentino, nell’anno in cui si celebrano i 500 anni dalla nascita di Cosimo I, committente dell’opera, e Caterina dè Medici.


il corso innovativo al tacca
Tredici non vedenti realizzeranno il proprio viso in marmo. Dopo le prime lezioni teoriche all'istituto per ciechi Cavazza di Bologna, il corso di scultura tattile approda nei laboratori del Tacca. Il progetto(nella foto la presentazione) nasce dalla collaborazione tra la sezione territoriale dell'Unione italiana ciechi e ipovedenti di Massa-Carrara, Irifor nazionale, la scuola del marmo e appunto, l'istituto bolognese Cavazza. Sotto la guida dei professori del Tacca, del liceo artistico Gentileschi, dei tutor di entrambe le scuole e dei due artisti non vedenti Felice Tagliaferri e Luigi Turati, gli allievi lavoreranno per una settimana prima la creta e poi il marmo, cercando di modellare il proprio viso. Il risultato finale sarà un busto che vedrà la luce a settembre, dopo altri due weekend estivi dedicati alla scultira. Le tredici opere saranno esposte al festival "Convivere"

Pagina 78 di 236

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree