patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (1577)

Al Museo Archivio della Memoria di Bagnone il 22 alle 21 secondo incontro dedicato all’Arte del Novecento. Si parlerà di Augusto Magli, che decorò palazzi e vie della Spezia e a Bagnone, dove si rifugiò durante la guerra. Oratore, l’artista Fabrizio Mismas, autore del libro «Magli (1890-1962)».

UN CONVEGNO dal titolo «Jean Geernaert, scultore fiammingo tra Piacenza e Pontremoli», si svolgerà a Piacenza (sala degli Affreschi) venerdì dalle 9.30. Oratori Anna Coccioli Mastroviti (Soprintendenza Belle arti e paesaggio di Parma e Piacenza) Susanna Pighi (Ufficio beni culturali della Diocesi), Barbara Sisti e don Luca Franceschini dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici della diocesi di Massa Pontremoli.

Solo una leggera flessione comprensoriale nel 2018, le statistiche provinciali
indicano un piccolo aumento per i lavorati (+1,1%) e un calo contenuto per i grezzi
Nel corso del 2018 tutti i principali distretti lapidei italiani hanno subito una contrazione del valore delle merci esportate, ma il nostro comprensorio regge meglio. Sul fronte delle merci lavorate il Distretto Apuo - Versiliese si aggiudica il primato delle esportazioni con un valore di 475,8 milioni di euro in leggero calo rispetto al 2017 di 2,31 punti percentuali. Seguono il Distretto Veneto con 453,3 milioni di euro in calo dell'8,61% e il Comprensorio lombardo con 102,3 milioni di euro in aumento di 1,64%. Per quanto riguarda i materiali grezzi esportati è sempre il Distretto Apuo - Versiliese a svettare, con 248,78 milioni di euro in lieve flessione dello 0,79% rispetto al 2017. Seguono, di molto staccati, il Comprensorio lombardo con 62 milioni di euro e il Distretto Veneto con 51,5 milioni di euro, entrambi con importanti flessioni dell'export rispetto all'anno precedente, rispettivamente del 15,3% e del 13,18%. Con un valore complessivo delle esportazioni pari a 724,5 milioni di euro il distretto Apuo-Versiliese, anche nel 2018, è il primo comprensorio lapideo italiano.

Mostra di Canova, si parte

Assegnata la procedura negoziata

Ditta di Milano curerà l'evento per 123mila euro
L'affidamento per il «servizio di progettazione, realizzazione, organizzazione e promozione» della mostra dedicata a Canova va - per una cifra di 123 mila euro (iva esclusa) per l'intero periodo dell'evento - alla milanese Cose Belle d'Italia Media Entertainment srl.Prossimamente scatteranno i tavoli condivisi tra organizzatori, Accademia di Belle Arti e Palazzo Civico. Sono state 41 le manifestazioni di interesse e 2, poi, gli operatori economici che hanno partecipato alla procedura negoziata per il servizio; alla fine ad aggiudicarsi l'affidamento la società milanese. Prossimo step i tavoli tra Accademia, organizzatori e Comune.I tre soggetti promotori ribadiscono «la volontà di organizzare una mostra dedicata al maestro Antonio Canova, da svolgersi nel periodo agosto 2019/maggio 2020 presso il CarMi, Museo Carrara e Michelangelo a Villa Fabbricotti, con la possibilità di coinvolgere anche altre sedi del sistema museale cittadino».

IL TREND

IL MERCATO cinese si piazza al primo posto per le quantità e secondo per il valore delle merci, rispettivamente di 548.919 tonnellate e 209.256.218 euro, in calo rispetto al 2017 del 9,32 per cento e del 1,5 per cento. Nel corso del 2018 si è registrato un aumento del valore medio unitario dei prodotti diretti verso il mercato cinese arrivato a 381 euro a tonnellata in aumento del 8,63 per cento rispetto al 2017. La Germania è stata il secondo mercato per quantità e terzo per valore per le esportazioni lapidee. Si è registrato un calo delle quantità esportate accompagnato, però, da un aumento del valore complessivo: +16 per cento nel valore medio unitario.

 EXPORT lapideo: anche il quarto trimestre 2018 si chiude con la flessione delle esportazioni nazionali. Confermato l’aumento dei lavorati verso India e Malesia. Tiene l’export dei lavorati apuani, mentre calano gli altri distretti. È quando emerge dai dati Istat rielaborati da Imm. Lo scorso anno si è concluso con un calo dell’export dei materiali lapidei italiani: il dato finale sulla quantità esportata si attesta in 3.421.162 tonnellate con un valore complessivo di 1.899.315.458 euro, in calo rispettivamente del 11.78 per cento in quantità esportata e del 4.56 se confrontato con i valori in euro del 2017. Anche nel quarto trimestre si conferma la tendenza dei mesi precedenti.


L’ANALISI IL VERTICE DI IMM INTERPRETA I DATI ISTAT SULL’ANDAMENTO DEL SETTORE A LIVELLO ITALIANO

Il presidente Imm Fabio Felici analizza il comparto del marmo: «Gli ultimi mesi del 2018 hanno visto un rallentamento dell’economia occidentale e quella italiana è stata tra le più colpite con riduzione della produzione industriale, degli ordinativi e rallentamento delle esportazioni. Il 2019 si preannuncia essere un anno potenzialmente burrascoso per il commercio internazionale a causa di situazioni molto destabilizzanti come la crisi dei dazi tra Stati Uniti e Cina, con tangibili conseguenze per tutto il commercio mondiale; il protrarsi della fase di stallo della Brexit che sicuramente influirà sui mercati finanziari e sulle economie europee e infine il rallentamento generalizzato dell’economia occidentale che ha portato alla revisione al ribasso di tutti gli outlook economici».

Residenza d’artista ultimi giorni

CAP IL BANDO

ULTIMI giorni per partecipare al bando per la residenza d’artista sull’archivio della «Ferrovia marmifera». La scadenza per la presentazione delle domande è venerdì. Il Comune intende ospitare al Centro arti plastiche attività nel settore delle arti visive (pittura, scultura, grafica, fotografia, disegno, video, installazioni) e stanzierà 10mila euro. Le proposte dovranno pervenire in Comune entro le 12, oppure essere inoltrate a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La modulistica è sul sito del Comune.

ALLARME CNA CONTRARIA AL COLLEGIO SINDACALE
NUOVA tassa da 6mila euro in arrivo per 5mila imprese di Massa Carrara. «Non bastava la fatturazione elettronica – dice Paolo Bedini, presidente della Cna Massa Carrara – a rendere più complicata e difficile la quotidianità delle imprese italiane. Il 2019 sarà ricordato per essere l’anno in cui anche le piccole Srl dovranno dotarsi di un collegio sindacale con nuovi costi e oneri burocratici. Una scelta incomprensibile che produrrà solo un nuovo carico burocratico ed economico di cui non si comprendere la realtà utilità. Come al solito si fanno le leggi senza valutarne l’impatto reale sulle imprese»

La proposta di otto municipi inserita nel programma per le cave della Regione. L'accordo prevede anche un tetto alle scaglie e al carbonato di calcio
Nei prossimi venti anni a Seravezza non si potrà portare via più di 1 milione e 680 mila metri cubi di marmo e pietre. A Stazzema 1, 3 milioni. Su tutto il distretto Apuo-versiliese 45 milioni di metri cubi. La fetta maggiore è di Carrara. È il tetto massimo inserito nel disegno di legge del Piano cave dalla Regione Toscana, una delle principali novità accolte dalla giunta di Enrico Rossi su proposta di otto Comuni: Carrara, Massa, Minucciano, Fivizzano, Casola in Lunigiana, Seravezza, Stazzema, e Vagli di Sotto. Per la prima volta - dicono congiuntamente quattro di queste amministrazioni - si fissano «quantitativi massimi sostenibili di escavazione». Si ripercuoteranno con molta probabilità sui Piani di bacino, soprattutto nelle aree di Parco, essendo il Piano cave sovraordinato come norma. Inoltre sarà fissato, nelle legge, un limite minimo di resa in blocchi dell'escavazione (30%, che può scendere però al 20%): per evitare di scavare solo scaglie e invece favorire la filiera corta. La concertazioneÈ avvenuta fra gli otto comuni e la giunta regionale.

Da Vienna a Carrara per scolpire alla Cooperativa Scultori. Avevamo scritto nelle scorse settimane dello scultore bergamasco Michelangelo Toffetti; ma a tracciare un simile percorso non c'è soltanto lui: in queste settimane ecco l'artista Marianna Blier che negli ultimi tre anni ha fatto spesso tappa a Carrara per addentrarsi nel mondo della scultura e del marmo. Nata in Russia, dove ha studiato, da una dozzina di anni a Vienna, anche lei ha fatto come lo scultore di Bergamo. A Carrara, alla Cooperativa Scultori, con il poker tutto carrarese composto da Riccardo Barsottini, Raffaele Bruzzi, Diego Zampolini e Andrea Franceschi. Per lei, qui all'ombra delle Apuane, tre progetti.

Pagina 9 di 158

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree