patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (2361)

INIZIATIVA ISTITUTO DEL MARMO «TACCA»


UN CORSO di scultura per non vedenti. Verrà presentato domani alle 11,30 alla scuola del marmo. Sono 14 gli allievi non vedenti dalla nascita che stanno partecipando allo stage di scultura. Dopo le lezioni teoriche che si sono svolte all’Istituto per ciechi Cavazza di Bologna adesso il tutto si sposta in città, nei laboratori dell’istituto «Tacca». Il progetto nasce dalla collaborazione tra la sezione territoriale dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti provinciale, Irifor nazionale, Ipiam Tacca e, appunto, l’istituto bolognese Cavazza col museo Anteros.

Le borse di marmo realizzate a Campi Bisenzio conquistano le passerelle di Milano e Parigi. La creatività e la voglia di innovarsi unita a una lunga esperienza hanno infatti dato vita a un’applicazione decisamente inedita di un materiale pregiato come il marmo che ha conquistato importanti stilisti italiani e stranieri.
A dare vita a questa innovazione è Manuela Falorni con la sua 53.0, appena rientrata dalla Settimana della moda di Milano dove le sue creazioni hanno conquistato anche le pagine di importanti riviste del settore.

https://firenzesettegiorni.it/attualita/borse-di-marmo-campigiane-conquistano-il-mondo/


Un faccia a faccia franco e costruttivo che mette fine alle polemiche di questi giorni fra sindacati e cavatori delle cooperative. Questo il risultato dell'incontro di venerdì pomeriggio a Carrara presso la sede della Cooperativa fra Cavatori di Gioia fra i rappresentanti dei lavoratori e i cavatori delle cooperative. PUBBLICITÀ All'incontro hanno partecipato per la Uil e Feneal Uil : Franco Borghini, Francesco Fulignani, Giuseppe Marsili e Andrea Arrighi; per la Fillea-Cgil : Leonardo Quadrelli, Pierluigi Ceccopieri, Daniele Baglini, Camillo Ricci e Marco Antonioli; per la Lega dei Cavatori : Mirco Biggi e Emanuele Zaccagna; per la Cooperativa Gioia: Anselmo Ricci, Laura Ricci, Manuel Guadagni e Raimondo Cossu; per la Cooperativa Canalgrande: Giulio Pegollo, Massimo Seni e Giuseppe Usai; per la Cooperativa Lorano : Carlo Piccioli.

Leggi questo articolo su: https://www.gonews.it/2019/03/23/marmo-cavatori-sindacati-le-cave-non-devono-chiuse/

La Cogemar ora è di Andrea Orlandi

L' imprenditore carrarese quarantenne si è aggiudicato all'ultima asta in tribunale il colosso del lapideo di Codupino
Operazione da oltre due milioni di euro
Un'operazione da oltre 2 milioni di euro: due milioni e settantamila per la precisione.Un colosso del lapideo da anni in concordato fallimentare, la Cogemar, acquistato da un'azienda carrarese, la "Darmar srl" di cui è legale rappresentante il quarantenne Andrea Orlandi.Il verbale di vendita, ufficiale, arriva dal tribunale civile di Massa: il liquidatore giudiziario è il dottor Simone Guido Pelliccia.il verbale di venditaLe buste sono state aperte lunedì scorso. Nell'ambito del concordato preventivo Cogemar era in vendita come «lotto unico costituito da compendio immobiliare e mobiliare". In sostanza erano in vendita sia l'area di Cogemar che i macchinari e gli uffici. Il maxi lotto è stato quindi aggiudicato per 2 milioni e settantamila euro alla società "Darmar srl" di Carrara.

Artigianart ha intenzione di far partire dalla Cina un tour che andrà poi a toccare altre mete prestigiose, fra cui Dubai. Ma servono risorse, per questo motivo l'associazione si è attivata per cercare contributi.


IL PROGETTO UN BOOM DI VISITATORI IN TUTTA LA PROVINCIA


L’UNICA bandiera che conta è quella della cultura e della collaborazione fra 19 musei che su tutta la provincia fanno registrare in tutto 120mila visitatori all’anno. Per carità, probabilmente non sono tutti ingressi ‘unici’ ma rappresentano come la cifra di una cultura locale che può muovere ricchezza partendo da una base che non è comunque niente male. L’importante è fare rete e finalmente è stato riempito un vuoto durato troppi anni, un buco nero nel sistema museale delle ‘Terre dei Malaspina e delle Statue stele’: dopo anni di corteggiamento e di trattative è arrivata l’adesione del Comune di Carrara, formalizzata dalla commissione del sistema nei giorni scorsi, che completa la rete con l’aggiunta di tre importanti sedi espositive, ossia il Museo Civico del Marmo, il Centro Arti Plastiche e il Carmi. «Sono particolarmente soddisfatto di questa adesione – ha dichiarato il presidente della Provincia, Gianni Lorenzetti


«LA SCOMPARSA del collega e amico Luigi Piacentini (nella foto) lascia in tutti noi un profondo sconforto». Così il presidente degli industriali di Massa Carrara Erich Lucchetti commenta la notizia della morte del fondatore della Savema. «Luigi è stato un grande uomo e un grande imprenditore – spiega Lucchetti – la cui azione ha portato grandi innovazioni nel settore lapideo apuano e versiliese per cui la sua storia lascia in tutti noi un segno che è e rimarrà indelebile. Per questo anche a nome di tutti i nostri associati e delle imprese e degli imprenditori di Massa Carrara voglio esprimere il mio profondo cordoglio alla famiglia di Luigi».


Formalizzata la bocciatura al progetto di messa in sicurezza della cava numero 131 per incompatibilità ambientale

Massima preoccupazione di Confartigianato Imprese Massa Carrara per la situazione in cui versa il paese di Colonnata. «Il protrarsi dell'isolamento del paese sta creando non solo disagi assurdi agli abitanti ma sta mettendo in ginocchio le attività produttive, larderie, ristoranti e bar, legati alla lavorazione e alla vendita del lardo- si legge nella nota dell'associazione - Dal nuovo crollo con conseguente chiusura della strada le attività economiche del paese hanno avuto un crollo verticale delle presenze e soprattutto delle vendite con conseguenze gravissime sul piano economico e con il rischio che qualcuna di esse sia costretta ad abbassare le serrande»

Evasore totale, denunciato imprenditore


Le fiamme gialle hanno accertato ricavi occulti per 600mila euro in una ditta di marmo

OLTRE MEZZO milione di euro occultato al fisco: scoperto imprenditore del marmo evasore totale dalla guardia di finanza. Quando si è visto arrivare i militati della guardia di finanza deve aver capito di esser stato scoperto l’imprenditore del lapideo finito nei guai per non aver pagato le tasse per alcuni anni. L’ammontare dell’evasione complessiva si aggira sopra i 700mila euro. Le fiamme gialle, durante i controlli per attuare il contrasto dei fenomeni di evasione ed elusione fiscale, ha concluso una verifica fiscale nei confronti di una ditta individuale della nostra città, operante nel settore lapideo. Si tratta, in particolare, di una ditta individuale che fa affari nel commercio all’ingrosso di marmi e materiali da costruzione.

Pagina 81 di 237

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree