patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (2152)

 Una fragranza talcata e angelica proprio come lei: la grande étoile Carla Fracci. Parliamo di "Calacatta" una delle essenze di lusso della maison apuana "I profumi del marmo". I profumi diventati famosi per gli originali tappi in marmo e studiati dal naso della casa profumiera a seconda del marmo utilizzato. Un regalo molto gradito dalla signora Fracci, che non appena ha sentito la fragranza ha alzato le mani al cielo per restituire a livello mimico la leggerezza olfattiva della fragranza.L'occasione della consegna è stata la prima edizione del "Premio ondina 2019" organizzato dalla Fondazione Carnevale, che ha voluto proprio la Fracci come madrina del primo corso del Carnevale e come prima premiata del concorso dedicato alle donne straordinarie. E' stata la stessa Fondazione Carnevale a chiedere alla maison profumiera apuana di omaggiare la grande étoile (accompagnata dal marito Giuseppe Menegatti) con una delle loro essenze di lusso.

«Il traffico pesante ormai passa tutto da qui: ci svegliamo all'alba e siamo sempre alle prese con rumori, polveri e un via vai di camion che ci rende la vita difficile».Alcuni residenti di Miseglia hanno chiamato il nostro giornale per lamentare il carico (secondo loro il sovraccarico) di traffico pesante che ogni giorno le strade del loro paese sono costrette a sopportare.

BATTAGLIA LEGALE L’IMPRENDITORE ED EX CONSIGLIERE COMUNALE SI ERA OPPOSTO AL SEQUESTRO PREVENTIVO DEL TRIBUNALE DI MASSA

LA CORTE di Cassazione ha accolto il ricorso su cava Vittoria di Campocecina proposto dall’imprenditore Lucio Boggi, ex consigliere comunale del Pd decretando l’annullamento del sequestro preventivo ordinato del tribunale di Massa nell’aprile del 2017. La vicenda riguarda appunto la cava Vittoria nel bacino estrattivo del Monte Sagro gestita dalla Aleph Escavazioni della quale è amministratore Lucio Boggi

«Assindustria evoca il far west»


Legambiente contesta la posizione espressa da Erich Lucchetti


Paolo Gozzani (Cgil): siamo rimasti allibiti di non essere stati invitati al confronto dagli industriali come di fronte ai loro utili
«No, non ci sentiamo proprio nel ruolo degli amministratori che perseguitano gli industriali esasperati. Anzi, noi ci siamo dati da fare per evitare la chiusura delle cave: certo ci deve essere collaborazione e la volontà di arrivare a un punto di incontro».Il sindaco Francesco De Pasquale replica alle dichiarazioni di Erich Lucchetti della Confindustria apuana riguardo le chiusure di alcune cave legate alla normativa temporanea 58bis. E parla di una situazione in cui, semmai, la sua amministrazione ha fatto «il massimo per gestire in modo indolore la transizione».

Franco Barattini a ruota libera: sono 66 anni che faccio
il cavatore, è la natura che comanda, non siamo noi
«Ma come si fa a non essere esasperati. A me non hanno fermato solo una cava, hanno bloccate undici aziende. E non si tratta solo di blocchi: se non porto giù il materiale cosa gli mando agli studi d'arte?» Parla Franco Barattini, 78 anni portati fieramente, 66 dei quali a stretto contatto con le Apuane. Con quelle cave che sono incappate, anche nel suo caso, nella sospensione temporanea della lavorazione.Franco Barattini si toglie anche qualche sassolino dalle scarpe, scarpe da cava naturalmente, quelle che indossa da quando aveva 12 anni e gli fecero il primo libretto di lavoro, come bagascio nel ventre delle Apuane. Il patron delle cave di Michelangelo fa sentire la sua voce dopo l'uscita del presidente della Confindustria apuana Erich Lucchetti che, a nome della categoria, ha lanciato un Sos sulle pagine del nostro giornale: «Dopo gli stop all'escavazione in alcune cave aziende e addetti sono esasperati, serve un confronto». Queste la parole di Lucchetti. Pronto a unirsi al coro il patron delle cave Michelangelo.

La Confindustria apuana replica a Legambiente in merito alla vicenda sulle Cave Michelangelo di cui, sostanzialmente, «l'associazione chiede che sia definitivamente chiusa l'attività estrattiva perché il reso, cioè la percentuale fra blocchi e cosiddetti scarti, è basso». la replica«La questione ridotta all'essenziale è se ne valga ancora la pena di lavorare quella parte delle Alpi Apuane per estrarre marmo - scrivono gli industriali - La nostra risposta è sì.

La Carrara Gallery di piazza Alberica si conferma un luogo privilegiato in cui mantenere un dialogo costante tra artisti affermati, artisti emergenti, artisti locali. Nella galleria gestita da Fabio Cristelli è in corso una collettiva che è una vetrina importante per opere che meritano di essere viste, come il Cristo di "Duca", lo pseudonimo della carrarese Anna Ciompi. Un Cristo crocifisso ritratto da dietro, un Cristo che abbraccia l'umanità per la quale si è sacrificato, dipinto da una prospettiva diversa. Ci sono quadi e opere di Daniele D'Amico, Niccolò Garbati, Giorgio Andrei, Robo, Bengez Miljenko, Claudio Cargiolli, Verena Mayer Tasch, Fabrizio Lorenzani, ma anche Marino Marini, Umberto Mastroianni, Frank Breindenbruch. Robo, che sta lavorando molto anche in Svizzera, ha realizzato un'opera destinata a far discutere, un piattino di marmo con strisce di farina che rimandano alla cocaina. Titolo? "Carrara".La bella collettiva è visitabile fino al 23 febbraio con orario di apertura 11-12.30/17-20.Dal 23 febbraio aprirà poi un'altra interessante mostra, "La scatola dell'arte", trenta opere in omaggio a Giorgio de Chirico. La mostra ideata da Paolo Pratali con i suoi allievi (di terza e di quinta) del Gentileschi Corso Serale è racchiusa dentro una scatola... "La scatola dell'arte", appunto, un contenitore di 42x31x7 centimetri che, spiega il promotore, «addensa ed emana idee... L'iniziativa - aggiunge - è nata a seguito della visita alla mostra del maestro della metafisica tenutasi presso Carrara Gallery tra ottobre e novembre dello scorso anno.

Ladri in azione, due notti fa, a Quarceta di Bergiola nell'abitazione - azienda agricola (oltre che bed & breakfast e galleria d'arte) Ars Apua della signora giapponese Kazuko Oki, ormai da quasi quindici anni trapiantata nella nostra città. Kazuko Oki è la moglie del grande artista Tatsumi Oki, deceduto nel 2001, che arrivò a Carrara fin dagli Anni 70 ai laboratori Sgf di Torano, e poi partecipò con successo ai simposi e realizzò varie opere importanti (una anche per lo stadio Meazza-San Siro di Milano). Un posto splendido, immerso nel verde e nella pace, con un vigneto adiacente in cui l'artista e fac-totum Oliviero Bertolaso realizza vini di pregio, il bianco Marmor Lacrima e il rosso Marmor Anima.Secondo una prima ricostruzione, i malviventi sono entrati di notte, sfondando la struttura in legno di una vetrata blindata; una volta dentro, cercavano soldi e gioielli, e hanno messo un po' tutto a soqquadro. 

La Marmifera privata di Carrara


“LA VIA Marmifera privata di Carrara”: questo il titolo della mostra, che è visitabile fino al prossimo 31 maggio, il Centro di arti plastiche in via Canal del Rio. Il museo è aperto da martedì a domenica con orario 10-12,30, 15-17,30. Chiuso lunedì. La mostra è a cura di Cristiana Barandoni, Gruppo archeologico apuo versiliese, con la consulenza di Luca Borghini e Antonio Criscuolo. L’evento espositivo è promosso e sostenuto dal Comune con il patrocinio della Regione.

Pagina 82 di 216

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree