patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (3263)

Domani, come ogni prima domenica del mese, ingresso gratuito ai tre musei cittadini Carmi, Centro arti plastiche e Museo del Marmo: un'occasione per visitare la mostra "Canova. Il Viaggio a Carrara" inaugurata il 1° agosto al Carmi.La mostra dedicata al protagonista assoluto del Neoclassicismo è in corso e presenta un coinvolgente percorso espositivo tra opere, documenti e installazioni multimediali.

È il 27enne Lorenzo Calogiuri il vincitore della prima edizione del Simposio di scultura del marmo online dedicato a Luciano Baicchi. «Memoria, tradizione e innovazione» erano le parole chiave dell'edizione inaugurale del simposio organizzato dall'omonima azienda carrarese. Tanti i partecipanti che hanno aderito all'iniziativa a suon di clic e opere d'arte nella pagina web www.baicchilucianomemorial.it.Il vincitore è stato deciso infatti sia attraverso le preferenze web direttamente sul sito (la votazione incideva per il 40 per cento) sia - per il 60 per cento - dalla commissione formata da nomi noti del settore come Jorge Romeo, Francesca Nicoli, Tiziana Corbani, Massimo Bertozzi e Corrado Lattanzi. Molte (circa cento) le opere da valutare e votare, per tutto il mese di luglio.E alla fine il vincitore della gara è stato Lorenzo Calogiuri, leccese, con la scultura dal titolo "Stele"; l'artista si è aggiudicato così come premio il buono da mille euro da spendere in acquisti presso la Baicchi Luciano Srl.

La mostra "Canova - il Viaggio a Carrara", in corso fino al 10 giugno del prossimo anno al museo Carmi di villa Fabbricotti in Padula - ideata e prodotta da Cose Belle d'Italia Media Entertainment - è stata inaugurata con successo nel tardo pomeriggio di venerdì. Erano presenti oltre cinquecento persone. Presenti anche tutti quelli che a vario titolo hanno contribuito alla sua realizzazione: il sindaco Francesco De Pasquale, l'assessore alla cultura Federica Forti, il direttore dell'Accademia Luciano Massari, che ha fornito i cinque gessi originali di Canova, ma anche documenti conservati presso l'Accademia, e che proprio quest'anno celebra i suoi 250 anni di nascita; Mario Guderzo (curatore della mostra) e direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno a Treviso. C'erano anche Renato Saporito, Alessandra Costantini e Luca Mazzieri di Cose Belle d'Italia Media Entertainment e Marco Ciampolini, il direttore artistico della mostra

Lorenzo Musetti sfida il padre Francesco nello stupendo e insolito campo da tennis improvvisato in cava. Un evento organizzato dalla MarbleTour di Francesca dell'Amico, dalla Edemarble di Cristian Chiappini e dal politico di Forza Italia Gianni Musetti, accompagnati dal padrone di casa Davide Vanelli, decano e fondatore del team di Mma Testa di Marmo, che negli ultimi anni sta dando tutto se stesso nella promozione degli sport "oltre" il solito calcio al pallone. L'occasione è nata per dare un riconoscimento a dei carraresi come Lorenzo, che ha raggiunto i vertici mondiali del tennis, e che troppo spesso non vengono adeguatamente riconosciuti dalle istituzioni e dalla burocrazia sportiva. E quale migliore scenario per consegnare questo attestato di merito se non una delle più belle cave del mondo in galleria, proprio nella nostra città.

Mascardi (confartigianato) esprime piena solidarietà all'artista
Ancora polemiche sulla scultura di Michele Monfroni. Dure critiche arrivano dal "Coordinamento 7 Luglio Carrara" che «esprime profondo sconcerto circa la scelta effettuata dalla organizzazione di "Torano notte e giorno" di esporre con la risibile scusa dell'"arte", l'ennesima mancanza di rispetto alla libera autodeterminazione della Donna in questi tempi di rinnovato oscurantismo dopo anni di battaglie e diritti conquistati a caro prezzo. Le vie per mettere in discussione il diritto di autodeterminazione della donna sono tante, palesi e mascherate e soprattutto sempre più frequenti». E aggiunge: «Anche quella che dovrebbe essere una serena manifestazione estiva, Torano giorno e notte, si è strutturata in una di queste occasioni.

In piazza del Duomo "Marmo all'Opera!"

Tutto pronto per il prossimo appuntamento con "Marmo all'Opera!". Lunedì 5 alle 21, piazza Duomo a Carrara ospita il concerto con la partecipazione di cinque interpreti di fama internazionale. Il Festival "Marmo all'Opera!" è promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune e realizzato dal Circolo Carrarese Amici della Lirica "A. Mercuriali". 

Rimane sotto sequestro il Cessna della società di cui è amministratore unico il carrarese Matteo Urtis, 46 anni carrarese, residente a Uzzano di Pistoia. Lo ha deciso la Cassazione, che ha respinto il ricorso presentato attraverso gli avvocati Francesco Padovani e Massimiliano Manzo, avverso l'ordinanza pronunciata dal Tribunale del riesame di Firenze il 29 aprile scorso. Il sequestro era scattato una decina di giorni prima: a mettere in opera il provvedimento, la Finanza e dall'Agenzia delle dogane di Firenze; nel mirino l'aereo Cessna usato per spostamenti di affari da una decina di imprenditori toscani, tra cui diversi big del marmo di Carrara (che non risultano coinvolti nell'inchiesta). Per la procura di Firenze il velivolo, del valore di quasi un milione di euro, circolava in Europa nonostante avesse targa Usa. La Cassazione ricostruisce che il Tribunale del riesame di Firenze ha respinto il ricorso proposto da Matteo Urtis, avverso il decreto di sequestro preventivo, emesso dal Giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Firenze, con oggetto un aereo Cessna 525, con targa statunitense, nell'ambito di indagini svolte in relazione all'evasione Iva all'importazione per euro 178.420. Urtis, attraverso i suoi avvocati, ne ha chiesto l'annullamento, sostenendo fra l'altro che «Il Tribunale di Firenze avrebbe ritenuto sussistente l'obbligo di pagamento dell'Iva all'importazione del bene, erroneamente parificando l'evasione dell'Iva al mancato versamento di un diritto di confine da cui l'errata configurazione del reato di contrabbando ed erronea disposizione di confisca».

Escursioni in fuoristrada alla scoperta delle cave, partendo dal mare. a presentarle il vicesindaco Andrea Cella con l'assessore Paolo Balloni, l'organizzatore Luca Marchi e i concessionari che hanno collaborato Marco Ricci della Ideat- Pellerano Marmi e Francesco Ricci della Marmi Ducale.Due i percorsi proposti: uno di circa due ore, a 25 euro a persona; l'altro di quasi quattro ore, al costo di 40 euro a persona. Entrambi sono effettuati a bordo di fuoristrada guidati da autista abilitato e offerti con l'accompagnamento di una guida plurilingue, esperta conoscitrice dei bacini marmiferi, delle tecniche di produzione ed estrazione dei blocchi. 

SI TERRÀ lunedì 5 agosto a Miseglia di Carrara – dalle 10 alle 18 – all’interno della cava Fantiscritti, uno dei massimi punti storici legati all’estrazione del marmo e luogo “michelangiolesco”, una mostra/evento a cura del critico d’arte e giornalista Lodovico Gierut ed organizzata da Marmotour di Francesca Dell’Amico assieme al Comitato archivio artistico-documentario Gierut. 

AL VIA il tour nei bacini estrattivi di Massa: dopo il successo dell’evento Water + Marble Experience, l’amministrazione comunale intende proseguire il percorso avviato volto a promuovere l’entroterra e a favorire la conoscenza dei bacini marmiferi a scopo turistico. Tre sono le prime cave che si inseriscono in questo «Tour alla scoperta delle cave di marmo di Massa», percorso promozionale e sperimentale: la cava Sotto Vettolina della Marmi Ducale, nel bacino estrattivo di Forno, e le cave della società Ideat Pellerano, Piastrone nel bacino di Casette e Marianna alle Madielle. A guidare il tour sarà la società Tte (Toscana tour experience) di Luca Marchi. Soddisfatti l’assessore Paolo Balloni e il vicesindaco Andrea Cella per il nuovo percorso che l’amministrazione intende aprire circa la promozione e la valorizzazione dell’area montana: «Abbiamo un museo vivente a cielo aperto – ha sottolineato il vice sindaco Cella – che consente a residenti e turisti di conoscere una realtà ad oggi chiusa, con l’obiettivo di maturare anche una certa consapevolezza di conoscere i reali problemi.

Pagina 87 di 327

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree