patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (4783)

Bernarda Franchi, presidente della Fondazione Marmi, contro tutti. L'importante imprenditrice del lapideo risponde alle accuse mosse alla manifestazione: non fa nomi ma contrattacca duramente. «Controbattere agli attacchi fondati sul pregiudizio è un'operazione non semplice, soprattutto perché in questi tempi di seminatori d'odio troppo spesso ci troviamo di fronte a un circolo vizioso di preconcetti che punta ad alimentare non il confronto, ma lo scontro cercando non il dialogo ma l'aggressione. Tuttavia coinvolgere in questa campagna di costruzione del nemico da cancellare anche u' iniziativa positiva come la White Marble Marathon ci sembra davvero sbagliato e fuorviante e quindi estremamente pericoloso».Di recente la manifestazione era stata attaccata dal collettivo ambientalista Athamanta perché considerato un esempio di "greenwashing", cioè di ripulitura ecologica da parte di un settore industriale per coprire la sua dannosità ambientale. 

Virus, lapideo a forte rischio recessione


Il mercato cinese è un riferimento fondamentale per il comparto marmo. L’export vale quasi 200 milioni di euro. Tremano anche altri settori
MASSA CARRARA Un virus che potrebbe mettere definitivamente in ginocchio la nostra economia. Mentre è partita la caccia alle mascherine, ai disinfettanti da parte degli apuani per difendersi dal Coronavirus, l’Istituto studi e ricerche della Camera di commercio prova a guardare ai prossimi mesi e disegna un futuro non proprio roseo per le nostre aziende apuane: marmo, turismo a rischio recessione. «Il mercato cinese, con una pluralità di merci, dal marmo ai macchinari, dai prodotti tessili all’abbigliamento, dalle materie plastiche ai prodotti chimici, risulta essere un riferimento fondamentale per molte attività locali e che, indubbiamente, le ricadute economiche negative dovute al Coronavirus si avvertiranno, purtroppo, anche nei processi produttivi delle nostre aziende. Il 53 per cento del Pil provinciale – scrivono – dipende dall’interscambio con l’estero.

E la deputata Nardi fa il giro delle aziende

«Farò visita a quelle che hanno rapporti con la Cina per ascoltare le istanze di operai e imprenditori e cercare una soluzione»
MASSA CARRARA «Farò visita alle aziende della nostra provincia che intessono rapporti soprattutto con la Cina per capire se abbiano già avuto problemi e per trovare una soluzione. Agli apuani dico: non lasciamoci intimorire da un virus». Nel fine settimana la deputata del Pd Martina Nardi farà un giro in molte delle aziende presenti a Massa Carrara, per capire l’impatto economico che sta avendo il coronavirus su alcune realtà locali, soprattutto su quelle che hanno stretti rapporti e relazioni con la Cina. La visita alle aziende per capire se già in queste settimane abbiano subito cali, o problemi di qualunque altro genere, e per portare non solo sostegno, ma anche un concreto aiuto, raccogliendo le istanze di lavoratori e imprenditori, per trovare una soluzione, avverrà nei giorni in cui la deputata si trova a Massa, venerdì, sabato e lunedì prima di ripartire per Roma.


CARRARA “White marble marathon: ecco perché la sosteniamo». A parlare è Bernarda Franchi, presidente della Fondazione Marmo, che dalla prima edizione sostiene la maratona di Paolo Barghini. La presidente risponde a Athamanta che aveva dichiarato: «La prima maratona “ecocompatibile” d’Italia è uno specchietto per le allodole per coprire il disastro ambientale e sociale delle cave di marmo». «Controbattere – spiega – agli attacchi fondati sul pre-giudizio è un’operazione non semplice, soprattutto perché in questi tempi di seminatori d’odio troppo spesso ci troviamo di fronte a un circolo vizioso di preconcetti che punta ad alimentare non il confronto, ma lo scontro cercando non il dialogo ma l’aggressione. Tuttavia coinvolgere in questa campagna di costruzione del nemico da cancellare anche una iniziativa positiva come la Wmmci sembra davvero sbagliato e fuorviante e quindi estremamente pericoloso». «Perché per i propri disegni, volti a far inquadrare nel mirino dell’opinione pubblica un presunto mostro da abbattere, si finisce per nascondere il meritevole compito che questa iniziativa si è assunta.

Il pass per i bus turistici diventa più veloce


Su disposizione dell’assessore al Turismo Federica Forti chi vorrà visitare i nostri luoghi potrà pagare utilizzando internet
CARRARA Bus turistici, da oggi pagare il ticket è più facile. Una bella notizia per il nostro turismo locale. Da oggi per i bus turistici in visita nella nostra città, desiderosi di conoscere le bellezze del territorio, pagare il pass di accesso alle cave e al centro città sarà più facile: lo ha deciso l’amministrazione comunale approvando la proposta dell’assessore al Turismo Federica Forti di mettere in atto alcuni provvedimenti a favore delle comitive di viaggiatori. «Per incentivare i flussi abbiamo lasciato invariate le tariffe, che sono ferme al 2016. Il ticket intero costa 100 euro, quello ridotto 50. Quello che abbiamo fatto è stato snellire le procedure di pagamento e introdurne di nuove» ha spiegato l’assessore Forti.

Saranno esposti i due totem dell'artista, alti più di 2 metri. L'evento internazionale coinvolgerà cinque nomi di grande fama.

Da oggi per i bus turistici in visita a Carrara pagare il pass di accesso alle cave e al centro città sarà più facile: lo ha deciso l'amministrazione comunale approvando la proposta dell'assessore al Turismo Federica Forti di mettere in atto alcuni provvedimenti a favore delle comitive di viaggiatori. «Per incentivare i flussi abbiamo lasciato invariate le tariffe, che sono ferme al 2016. Il ticket intero costa 100 euro, quello ridotto 50. Quello che abbiamo fatto è stato snellire le procedure di pagamento e introdurne di nuove» ha spiegato l'assessore Forti.

Non è deserta ma poco ci manca l'Accademia di Belle Arti di Carrara, che tra i suoi 750 iscritti ne conta circa 200 di nazionalità cinese, i cui nominativi sono stati già segnalati all'Asl per i controlli del caso, anche se non viene fornito il numero esatto di giovani rientrati in patria per il Capodanno cinese e poi tornati in città per proseguire gli studi all'istituto di via Roma. Fatto sta che ieri, giorno di sessione straordinaria di esami e tesi, diversi professori - che prima avevano invitato gli studenti a prendere tutte le precauzioni del caso - hanno deciso di rinviare le verifiche e i test in calendario (almeno una decina quelli slittati a dopo il 9 marzo), preferendo adottare questa misura piuttosto che rischiare qualcosa.

«Subito interventi per la via del Tarnone»

Il presidente provinciale di Confartigianato Trasporti Cesare Pilli, richiama l'attenzione dell'Amministrazione carrarese e degli addetti ai lavori sulle condizioni in cui versa la strada del Tarnone frequentata quotidianamente dai camion da e per i bacini estrattivi. Condizioni segnalate sul nostro giornale anche da un camionista. «Abbiamo segnalato più volte lo stato di degrado in cui versa quel tratto di strada - ha commentato Pilli - ma gli interventi sono stati solo dei palliativi, si è provveduto soltanto a ricoprire le buche con il catrame che ovviamente con la pioggia e con il passaggio dei mezzi pesanti ha nuovamente ceduto con tutte le conseguenze del caso.

«Prima i nodi del marmo, poi le nomine»

La Cisl critica la costituzione del comitato del distretto: «Si doveva parlare dei disagi, poi scegliere la presidenza. Ci siamo astenuti»
Le nomine dei vertici del distretto lapideo apuo versiliese, tra cui il vice sindaco Matteo Martinelli come presidente, hanno suscitato le critiche della Cisl: «Ci siamo astenuti dalla votazione perché prima di parlare di nomi e cognomi era meglio concentrarci sui problemi del lapideo». Ha lasciato alcune polemiche sul campo la recente nomina dei vertici del comitato: la Cisl, tramite Andrea Figaia e Giacomo Bondielli spiegano perché il sindacato si sia astenuto dalla votazione. «Non abbiamo votato perché ricordiamo ancora il fallimento del ‘vecchio’ distretto lapideo caratterizzato da eccesso di protagonismo dell’allora governance, totalmente distratta dal contesto socio produttivo. Passati tanti anni, forse troppi, il distretto, anche grazie alle sollecitazioni ripetute di molti è stato rimesso in piedi.

Pagina 89 di 479

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree