patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

La Nazione (6314)


Tanti ospiti al convegno sulle città d'arte

Il 9 novembre alle ore 17 al teatro comunale di Pietrasanta, con l'organizzazione dell'associazione " Versilia, su la testa". Interverranno l'ex ministro dei beni culturali Dario Franceschini, lo scrittore Edoardo Nesi, il giornalista Alessandro Sallusti, il direttore Sky Branded Channels Remo Tebaldi, il patron del Summer Festival Mimmo D'Alessandro, la professoressa Maria Adriana Giusti del Politecnico di Torino e il presidente del comitato scientifico della Fondazione Ragghianti di Lucca Alessandro Romanini. A conclusione dei lavori sarà proiettato il film "Michelangelo - Infinito" di Emanuele Imbucci, con Enrico Lo Verso nelle vesti del genio del Rinascimento.

Enzo Tinarelli, mosaicista, partecipa al secondo festival del mosaico di Parigi, al via il 1 Novembre alla Galleria Rivoli di Parigi. La mostra fino all'11 Novembre.

Luna Vincenti e Ron premiati con la griffe Sagevan

CINEMA ASSEGNATE LE STATUETTE AI DUE ARTISTI IN OCCASIONE DEL «ROMA VIDEO CLIP»

DURANTE la conferenza stampa per presentare il «Roma Videoclip-Il Cinema incontra la musica» dell’altro giorno, alla festa del cinema di Roma, sono stati consegnati due dei premi realizzati da Sagevan come: Special award: “incontro con Ron” e consegna premio per la sua carriera artistica e per il videoclip “Almeno pensami” regia di Gianluca Calu Montesano (Omaggio a Lucio Dalla). SPECIAL award: “incontro con Luna Vincenti” e consegna premio per l’interpretazione e l’originalità del videoclip «Mille anni luce» regia di Luisa Carcavale, con la partecipazione di Giulio Berruti. Il premio ufficiale, chiamato «Orfeo», intagliato a waterjet in marmo bianco di Carrara e dalla forma estremamente pulita e moderna, rappresenta un operatore cinematografico con la musica nel cuore e prende il nome dal famoso poeta e cantorecapace di addolcire anche gli animi più duri. Sagevan ha realizzato tutte le 15 statuette, una per ogni categoria, che nelle mani dei più importanti artisti nazionali, da Fiorella Mannoia aiTiromancino fino aTiziano Ferro,il prossimo 11 dicembredurante la XVI edizione del “Roma Videoclip-Il Cinema incontra la Musica” si trasformeranno in un simbolo assoluto di italianità, arte e tradizione.

IL CICLO di proiezioni «Cine-Città 2018»presenta il lavoro della serie «Living Architectures» di Ila Beka & Louise Lemoine, i quali dal 2007 con il loro lavoro indagano il rapporto tra architettura, progetto e uomo: domenica al museo civico del Marmo, in viale XX Settembre, in programma «Xmas Meier», con inizio alle 17 e ingresso libero.

LEGGE salva cave, l’assessore Trivelli scrive alle imprese: «segnalate ora eventuali difformità o rischierete la decadenza dell’autorizzazione». Alla vigilia dell’entrata in vigore della norma transitoria l’assessore al Marmo si è rivolto a tutti i gestori di cave per spiegarne il funzionamento e metterli in guardia dai rischi che corrono. «La norma – spiega Trivelli – è frutto di un dialogo tra enti che ha visto il Comune come immediato promotore del confronto posto che, a seguito di un recente parere dell’avvocatura regionale e su impulso del corpo forestale dei carabinieri, si profilava all’orizzonte il dover procedere a revoca sia dell’autorizzazione che della concessione per le attività incorse in difformitàsuperiori ai 1000 metri cubi, con ovvie ricadute sia sul piano occupazionale che di indotto. La nostra amministrazione ha lavorato con l’obiettivo di fornire contributi condivisi sull’elaborazione della norma, nel rispetto dei principi di salvaguardia della sicurezza sui luoghi di lavoro, dell’ambiente e di tutela dei livelli occupazionali. Buona parte di questi contributi sono stati recepiti» ha ricordato l’assessore Trivelli». La lettera spiega che gli interventi svolti in difformità dal progetto autorizzato, superiori a 1000 metri cubi sono considerati varianti sostanziali e vengono applicate, oltre a una multa anche la sospensione dell’attività estrattiva e la decadenza dall’autorizzazione e dalla concessione. «Con questa norma invece – dice Trivelli - fino all’approvazione dei piani attuativi dei bacini estrattivi e comunque non oltre il 5 giugno 2019, le cave che abbiano effettuato difformità superiore a 1000 metri cubi in epoca antecedente l’entrata in vigore della legge, non incorreranno nella decadenza dall’autorizzazione e dalla concessione, ma verranno sanzionate attraverso un’ordinanza comunale che, previa presentazione di una perizia giurata, inibisce di estrarre materiale dall’area difforme, sospende l’iescavazione e applica una multa. Le imprese saranno tenute a presentare un progetto di messa in sicurezza e, una volta approvato ed eseguite le opere si potrà continuare a lavorare»

IDEATA DA PAOLO BARGHINI
ORGANIZZATA DA WORLD RUNNING ACADEMY CON IL SOSTEGNO DI FONDAZIONE MARMO, LA MARATONA DEL MARMO NASCE DA UN’IDEA DELL’ATLETA PAOLO BARGHINI
DI CORSA sul lungomare di Marina. Domenica 4 novembre Word Running academy e Fidal Toscana organizzano la «10K White marble marathon», minimaratona di 10 chilometri, inserita nel circuito Fidal Run10k. Gli interessati possono iscriversi online direttamente dal portale Endu. Il percorso è intermante pianeggiante per una graa all insegna della velocità che sarà anche un ghiotto antipasto in vista dell’edizione 2019 della «White marble marathon» in programma per il 24 febbraio 2019. Organizzata da World running academy con il sostegno di Fondazione Marmo, la maratona del marmo nasce da un’idea di Paolo Barghini, pluripremiato ultramaratoneta apuano oggi organizzatore di importanti manifestazioni sportive in tutto il mondo, l’ultima delle quali, la Iranian Silk Road Ultramarathon, svoltasi a fine settembre nel deserto iraniano dello Dasht-e-Lut. LA WHITE marble marathon il prosismo febbraio sarà alla sua terza edizione e l’obiettivo è quello di migliorare i risultati del 2017 e 2018 quando i partecipanti furono oltre mille. L’evento ha il sostegno di Fidal, Regione, Provincia e dei Comuni di Carrara, Massa e Montignoso. Come nelle precedenti edizioni, la gara prevede tre opzioni di partecipazione studiate per offire al più ampio pubblico possibile il piacere di un’esperienza di corsa in un contesto paesaggistico di grande fascino. Partenza e arrivo saranno ancora una volta a Marina in piazza Nazioni Unite e poi il percorso si snoderà attraverso Marina di Massa e per il centro storico di Massa. Chi riuscirà a concludere la maratona riceverà una medaglia in marmo bianco realizzata su disegno dell’artista Luciano Massari. Prevista anche una mezza maratona con un persorso completamente pianeggiante e ultra rapido, in comune con la maratona sul lungomare apuano tra Marina di Carrara e Marina di Massa, e traguardo di fronte al centralissimo pontile di Marina di Massa. Infine, per chi voglia concedersi un’esperienza nuova all’insegna del divertimento e dello sport per tutti, una corsa-camminata non competitiva in modalità family run: un’iniziativa per grandi e piccini, con possibilità di essere accompagnati dai propri amici a quattro zampe (con museruola). Anche per l’edizione 2019 nella manifestazione saranno coinvolti imprenditori locali, associazioni, mondo del volontariato e della scuola, con allievi di diversi istituti scolastici provinciali che parteciperanno nell’ambito del progetto alternanza scuola-lavoro. Ad ogni istituto verrà riconosciuta una borsa di studio da 500 euro. Una parte degli incassi della gara sarà devoluta a Charity in the world

L’arco di Palmira in tour a Washington

TORART IL LABORATORIO

L’ARCO di Palmira, realizzato dai giovani del laboratorio scultoreo Torart, a Fantiscritti, fa tappa a Washington. L’arco è una replica di quello di trionfo a Palmira, distrutto dall’Isis nel 2015. Alto 5 metri e mezzo è già stato portato in giro per il mondo, come simbolo di ricostruzione: Londra, New York, Dubai, Firenze, Arona ed ora di nuovo negli Usa. Il lavoro è stato accolto con enorme entusiasmo sia per il significato sia per la realizzazione all’avanguardia: tecnologie di scansione tridimensionale e utilizzo di robot. Molti i riconoscimenti: medaglia del Comune, Premio Capitani d’Industria. Torart è stata selezionata dal Sole 24h tra le 100 società a più forte crescita ed è in lizza con altre due realtà simili per realizzare la riproduzione, voluta dall’Unesco, del Budda di Bamyan, distrutto in Afghanistan, da Al Qaeda nel 2011. La filosofia di Torart può essere riassunta in una volontà di unione tra tecnologia e tradizione: «Mai perdere di vista il passato – dice Giacomo Massari, uno dei soci (nella foto) – a livello tecnico, ma migliorare con la tecnologia». Queste le tecniche con cui Torart realizza i suoi lavori: acquisizione di dati fisici attraverso strumenti digitali, progettazione virtuale: passando attraverso il robot si ottiene il risultato materico. «A Washington – spiega Filippo Tincolini, altro socio della ditta – l’arco di Palmira è stato presentato alla presenza di membri del Congresso e da membri del Comitato affari esteri. Si è sottolineato – dice ancora Tincolini – l’impegno degli Usa per il patrimonio artistico e come la nostra, nell’ambito dell’archeologia digitale, sia l’opera più rilevante, inclusa dal New York Times tra le opere più importanti del 2016 e preso come simbolo della cultura al G7 fiorentino del 2016». Committente l’Istituto di architettura digitale, supportato dalla Dubai Foundation. Stefania Grassi

 

NON HA avuto nemmeno il tempo di accorgersi cosa stava succedendo: in un attimo si è trovato con il braccio incastrato fra gli ingranaggi del nastro trasportatore che stava pulendo con l’aria compressa. Stritolato fra rullo e nastro, l’arto destro ha riportato lesioni che hanno costretto l’operaio a una lunghissima assenza dal lavoro. Per quell’episodio sono finiti sotto processo i titolari del laboratorio di marmi dove si è verificato l’incidente sul lavoro: ieri in tribunale è stata assolta Costanza Papasogli (difesa dall’avvocato Luca Pietrini) in un primo momento indicata come la legale rappresentante dell’azienda. Solo successivamente è emerso che alla guida della società le era subentrato il padre, a sua volta chiamato a rispondere di quell’incidente in un secondo filone del processo che si svolgerà oggi. Ieri nell’ultima udienza del procedimento a carico della figlia, ha testimoniato uno degli incaricati del nucleo sicurezza sul lavoro dell’Asl intervenuto quel giorno per i rilievi del caso. «L’operaio ha riportato lesioni molti gravi con una inabilità al lavoro calcolata in 410 giorni», ma ha rinunciato a costituirsi parte civile in quanto completamente risarcito. «Nel corso dei nostri conmtrolli – ha proseguito il testimone – erano emerse alcune mancanze alla normativa sul lavoro riguardo la protezione degli ingranaggi di movimento: fra il nastro trasportatore e l’operaio addetto non c’era alcuna barriera fisica. Lui lo stava pulendo con aria compressa attraverso un tubo di plastica, quando questo è stato agganciato dagli ingranaggi ancheil suo braccio ci è finito dentro, fra il rullo e il nastro». L’operaio era stato portato in ospedale, poi la lunghissima convalescenza. c.mas.

 

SARA’ l’attrice Elisabetta Salvatori, con il suo intenso monologo “La bimba che aspetta”, ispirato al mondo del marmo e della scultura, a chiudere domenica la mostra-evento “Cava” presso la Fondazione Arkad a Seravezza. Una parabola espositiva lunga tre mesi che si chiude con il fascino della narrazione teatrale, con una storia che pare scritta apposta per l’occasione: una statua in marmo eseguita a fine Ottocento, raffigurante una bambina seduta, e un viaggio nel marmo, nelle cave, nel vissuto dell’artista carrarese che ha realizzato l’opera e della bambina che ha posato per lui. La scultura si trove nel cimitero comunale di Viareggio. «Sarà bellissimo rappresentare questo spettacolo nello studio di scultura Artco, un luogo particolarmente evocativo», spiega la Salvatori. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21 e sarà ad ingresso gratuito, ma solo su prenotazione (entro il 27 ottobre). La rappresentazione teatrale sarà la degna chiusura di una serata ricca di molte occasioni d’incontro e d’intrattenimento, che si aprirà alle 18,30 con “Cava Tuono”, performance di percussioni con i cuscini di cava eseguita dai musicisti Francesco Toma, Luca Schillaci e Francesco Errante (ingresso gratuito). Seguirà alle 19 la cena artistico-gastronomica a base di prodotti tipici d’eccellenza riservata ai soci Arkad (prenotazioni entro il 25 ottobre) e alle 20 l’estrazione dei premi – tre opere fotografiche – della lotteria abbinata all’opera “Gioco di Cubetti” di Nicolas Bertoux. Un quarto premio speciale, costituito sempre da un’opera fotografica, verrà estratto e assegnato a uno dei soci presenti alla cena. Prima dell’evento sarà possibile rinnovare la tessera associativa o formalizzare nuove adesioni. Domenica sarà anche l’ultima occasione per visitare la mostra “Cava” con oltre 100 opere di 78 diversi artisti internazionali. Per prenotazioni 0584-757035 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pagina 1 di 632

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree