patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Redazione

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CAMBIAMO STATO?


COME avrete notato, in questi giorni stiamo pubblicando i resoconti delle attività delle associazioni locali più attive sul territorio: una risorsa preziosissima. In alcuni casi, questi sodalizi di cittadini innamorati della propria terra sono riusciti laddove le amministrazioni locali hanno fallito, valorizzando borghi e frazioni come il Ponte, Santa Lucia e Marina di Massa (per citare quelle di cui abbiamo parlato negli ultimi giorni), spesso e volentieri con un zoccolo e una ciabatta (a proposito del ritornello “eh, mancano i soldi...”). Volere è potere, sempre.
UN BILANCIO altrettanto significativo, in termini però negativi per il territorio, è quello di Italia Nostra che, invece di elencare le cose fatte dall’associazione, ha elencato quelle non fatte dalle amministrazioni pubbliche, a tutti i livelli (Comuni. Provincia, Regione). L’elenco è impressionante. E sono tutte questioni annose. Problemi irrisolti che si trascinano da anni, in alcuni casi da decenni. E su più fronti: i beni culturali (il castello, Villa Massoni, La Cuncia...), l’ambiente (le cave, i fiumi, i parchi), le opere d’arte (fra degrado e... sparizioni varie), le chiese (da Santa Chiara in poi), le strade (sottopassi che si allagano, ciclabili impraticabili), eccetera eccetera eccetera...
Non stiamo a entrare nel dettaglio: l’ha già fatto Italia Nostra nella pagina uscita giusto mercoledì scorso. E poi sono cose che si sanno. Si sanno ma non si risolvono. Certo, la colpa non è (soltanto) dell’attuale amministrazione comunale che molte di quelle questioni le ha ereditate. La colpa è di tutte le amministrazioni degli ultimi decenni, a ogni livello, da quello comunale a quello regionale. Ma soprattutto la colpa è di chi, ed è ancora la stragrande maggioranza dei cittadini, accetta tutto ciò con rassegnazione. Siamo talmente assuefatti al non-fare che esultiamo per il rifacimento di una piazza o per la ristrutturazione di una scuola. Ehi, ma quella non dovrebbe essere ordinaria amministrazione? Sì. Ma diventa straordinaria se per anni non si fa nulla, abituando i cittadini all’immobilismo, al cerchiobottismo, al bla-bla. E lo stesso vale per altre questioni come le bonifiche, la reindustrializzazione... cosa si è fatto a parte parlare, parlare, parlare, promuovere “tavoli”, firmare “protocolli”, lanciare “appelli” e “sos” (come quello qui a fianco, tanto per essere chiari) che sanno tanto di scaricabarile... sì, scaricabarile: chi ha governato il Comune, la Provincia e la Regione negli ultimi decenni? Sempre la stessa classe politica (al di là di una pseudo-alternanza a Massa che ha visto susseguirsi il sindaco Pucci, il sindaco Pucci, il sindaco Neri già vicesindaco di Pucci, il sindaco Pucci e, infine, il sindaco Volpi già assessore alle Finanze di Pucci...). Una classe politica eletta con l’appoggio dei sindacati, ovviamente. Ebbene, adesso ci si sveglia e si chiede al Governo (‘amico’ pure lui!) di impegnarsi. Via, se la suonano e se la cantano!
E poi ci si meraviglia se un apuano su due vuol cambiar regione? Beh... però c’è anche chi dice che sarebbe come andare dalla padella nella brace. Perché non è una questione di ‘colore’ politico. Tutto il mondo è paese, in Italia. E allora che si fa? Si cambia Stato?
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il viaggio in Alabama costa di più

Contributi e spese impreviste a carico delle casse municipali

PIETRASANTA “Missione-Alabama”: il Comune liquida 3000 euro alla Cosmave. E, nel frattempo, “spuntano” spese impreviste. Come noto nelle scorse settimane una delegazione dell’amministrazione Mallegni - sindaco e due componenti dello staff di palazzo al seguito - si era recata a Montgomery - capitale appunto dell'Alabama - per una serie di incontri istituzionali e ancora per l'organizzazione di una mostra sulle lavorazioni artistiche di Pietrasanta. Il tutto, da premessa, con fini promozionali, ma anche lasciando in scia non poche polemiche per i costi della trasferta. Costi che, stando ad una recente determina, sembrano destinati ad aumentare. «La Cosmave - il consorzio delle aziende del lapideo - ha fattivamente partecipato alle diverse iniziative con il proprio presidente, Fabrizio Rovai, presenziando - fa sapere la determina - alle diverse riunioni e realizzando opuscoli informativi in lingua inglese e distribuendo targhe-ricordo. A parziale copertura delle spese sostenute per la promozione congiunta, a fronte di un onore complessivo di 4.375 euro. Cosmave ha chiesto al comune di Pietrasanta un contributo di 3000 euro». Contributo che, come detto, la giunta Mallegni ha deciso di liquidare a favore del consorzio. Ma il capitolo delle spese del viaggio made in Usa non finisce qui visto che sempre la giunta ha approvato un maggiore onere di 613 euro in aggiunta ai 2700 euro previsti a copertura delle spese per il soggiorno in hotel e delle spese minute sostenute dalla delegazione. Maggiore spesa che, stando sempre alla determina, si motiva con i «costi imprevisti relativi al soggiorno alberghiero della stessa delegazione, in quanto l'ospitalità offerta dalla città di Montgomery ha riguardato solo il sindaco e non l'intera delegazione come inizialmente ritenuto».

 

Il Bando prevede un contributo a fondo perduto del 65%, fino a un massimo di 130.000,00 Euro, per investimenti tesi a migliorare i livelli di salute e sicurezza dei lavoratori.

Pagina 30 di 30

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree