patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

No di "Mangi chi ha fame" al museo Mitoraj nel mercato

11 Ottobre 2017
K2_ITEM_AUTHOR  Il Tirreno Pietrasanta

Il progetto a pietrasanta
PIETRASANTA «Dovranno cacciarci a forza, noi e le famiglie che sosteniamo. Quella piccola sede ha un valore importantissimo per tante persone». Parole, quelle di Valentina Torri, referente dell'associazione "Mangi chi ha fame", che si legano alla realizzazione del museo Mitoraj di Pietrasanta all'interno del mercato comunale di via Oberdan: i lavori cominceranno ad inizio 2018, ma già entro la fine del mese di dicembre tutte le attività presenti all'interno della struttura, sede del Mangi chi ha fame inclusa, dovranno essere lasciate libere. «A dire il vero nessuno ci ha ancora comunicato quello che noi, nel caso, riterremmo un vero e proprio sfratto. Ci limitiamo a leggere le notizie sul giornale. Detto questo, come detto, non abbiamo assolutamente intenzione di lasciare quello spazio senza avere prima la garanzia che ce ne venga assegnato un altro altrettanto funzionale. La nostra associazione - rimarca Torri - aiuta ogni mese una quarantina di famiglie, italiane e straniere, dando loro da mangiare e quel minimo di sostentamento, inteso come cibo da mettere in tavola, necessario per andare avanti. Al tempo stesso recuperiamo vestiario. Ogni giorno, sempre dalla sede presente all'interno del mercato, passano diverse persone alla ricerca di un pezzo di pane, un vestito, un supporto, anche una parola. E noi ci siamo. E continueremo ad esserci. In questo momento, anche a Pietrasanta, conta di più dare da mangiare a chi non ne ha che realizzare un museo, importante o meno che sia. Ecco perché diciamo che dovranno cacciarci con la forza dal mercato comunale. E dovranno spiegarlo anche alle tante famiglie che necessitano del nostro appoggio». (lb)

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree