patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Via libera al piano regolatore del Parco

12 Ottobre 2017
K2_ITEM_AUTHOR  Il Tirreno Seravezza


SERAVEZZA «Ci permetterà di disegnare il Parco del terzo millennio». Parola del commissario dell'ente Parco Apuane Alberto Putamorsi. La sfida è grande. Ma lo strumento con cui migliorare l'area protetta è a portata di mano. È infatti iniziato il procedimento con cui verrà definito il Piano integrato. Dentro c'è tutto: dalle attività socio economiche nel Parco agli aspetti più strettamente ambientali e soprattutto i siti estrattivi. L'iter è iniziato il 25 settembre scorso. Il Piano integrato del Parco avrà il compito di normare un territorio in cui si trovano sia aree naturali che le aree contigue a basso impatto ambientali e quelle ad elevato impatto, cioè le cava. Scendiamo nei dettagli sulla mission per queste ultime, quelle che destano più interesse. «Il Piano integrato per la prima volta definirà gli obiettivi e le azioni in merito alle attività estrattive. Ci sarà un cambio di rotta rispetto al passato - fanno sapere dal Parco - e con lo scopo di realizzare un equilibrato rapporto con l'ecosistema». Il primo punto è «individuare soluzioni localizzative delle aree estrattive finalizzate a tutelare i valori naturali, paesaggistici e ambientali e a valorizzare la risorsa lapidea, che comportino una significativa riduzione della superficie complessiva destinata alle attività estrattive». In secondo luogo «privilegiare l'estrazione in sotterraneo», e «tutelare i materiali lapidei ornamentali apuani, in quanto materiali esauribili e unici». Si punterà anche a recuperare le aree in condizioni di degrado e valorizzare la filiere produttive. «È un atto storico - afferma il Commissario dell'ente Putamorsi - che arriva alla fine di un percorso lungo, dovuto anche al fatto che nel panorama dei parchi regionali e nazionali, il Parco delle Alpi Apuane è un caso quasi unico, in cui convivono e si intrecciano aree e attività di natura completamente diversa. Con la difficoltà ulteriore che, a differenza di altri piani, questo piano deve governare un'attività che si svolge in questo territorio ormai da secoli. Per la prima volta il Parco viene pensato in modo integrato e il piano andrà a intervenire in tutte le aree. Con importanti e significativi cambiamenti per le attività estrattive, a partire da una diversificazione del materiale lapideo che non può essere considerato tutto uguale, a un contingentamento delle quantità estratte».Il Piano integrato introduce inoltre una novità importante perché non si occuperà solo della pianificazione delle aree parco e delle aree contigue alle zone di cava, ma anche della programmazione delle attività socio economiche e culturali che si svolgono al loro interno. (t.b.g.)

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree