patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Il Tirreno (5012)


Ancora una giornata di sciopero, domani nel settore lapideo. E nel pomeriggio riparte la trattativa con Assindustria

Irene Rubino / CARRARA «Negli ultimi tre anni gli industriali hanno stabilmente incrementato i loro profitti: quello che ci hanno proposto sono briciole». Così Roberto Venturini di Fillea Cgil ha commentato lo scontro tra industriali e sindacati al tavolo delle trattative del lapideo. Venturini ricorda che l'ultimo accordo integrativo, siglato giovedì 9 luglio del 2015 dopo cinque giorni di sciopero, ha garantito 100 euro in più al mese in busta paga ai lavoratori. «Non ci siamo certo impuntati per cifre irrisorie - assicura il segretario di Fillea - «Nello scorso triennio il settore, dal punto di vista del ricavo, è cresciuto all'incirca del 5% all'anno. Una media cinese: difficile trovare un altro settore in così rapida crescita. In sede di trattative abbiamo fatto una richiesta molto semplice: la ridistribuzione dei sempre più lauti profitti delle aziende». A detta di Venturini, le proposte degli industriali relative ai lavoratori del piano sono state piuttosto fumose: «Probabilmente nemmeno loro hanno le idee chiare». Tornando invece ai cavatori: «Gli stipendi dovrebbero essere adeguati alle percentuali d'incremento del fatturato. Gli industriali hanno proposto un premio di 258 euro spalmati su tre anni: un centinaio per il primo e il secondo anno, una cinquantina per il terzo. Siamo lontani anni luce dall'ultimo contratto integrativo, che prevedeva un aumento di 100 euro mensili, per un totale di 1200 euro l'anno. Una cifra di cui quei 258 euro sono appena un quarto. Quello che ci hanno offerto è un'elemosina». E aggiunge: «Che i profitti del lapideo siano aumentati non ce lo dicono solo i dati ma il Comune stesso, che per il prossimo triennio ha aumentato la tassa marmi del 5%. Basti un esempio: la cava maggiore di Erich Lucchetti, il presidente di Assindustria, ha un fatturato di 20 milioni dovuti in larghissima parte dalla materia prima. Il costo di escavazione di 3 tonnellate di marmo è di 250 euro. Una delle sue cave nel 2017 ne ha estratto 55 mila tonnellate, per una media di 350-400 euro a tonnellata. Basta farsi due conti per capire di che margine di guadagno stiamo parlando». C'è poi da considerare che il premio di 258 euro in 3 anni è stato subordinato esclusivamento a un aumento dell'escavato. «Gli industriali hanno in mente un modello che comporti un aumento della produzione nel prossimo triennio. Col risultato che i lavoratori sarebbero costretti a lavorare in condizioni rischiose per accaparrarsi una miseria. Ritmi e ore di lavoro andrebbero piuttosto ridotte. Il marmo non è una risorsa rinnovabile: esaurirla non conviene nemmeno a chi possiede le cave».Intanto anche il presidente della Toscana Enrico Rossi interviene sulla vicenda: «In un settore che ha ritmo di crescita sostenuta, occorre riconoscere ai lavoratori un aumento congruo senza aumentare i rischi per la loro sicurezza e il territorio». E invita poi le parti a riaprire il dialogo e le istituzioni locali, Comune in testa, ad agevolare un confronto che «si è fatto fin troppo aspro». --

i numeri
Il balletto delle cifre sul rinnovo del premio
Un premio di 258 euro che ha messo in agitazione i lavoratori del settore lapideo. Nel dibattito sono intervenuti Roberto Venturini (Fillea) e il presidente della Regione Enrico Rossi.

Inaugurata la mostra di Pino Deodato

MASSA È stata inaugurata ieri al Museo Diocesano la mostra di Pino Deodato dal titolo significativo "Abbiamo perso la testa", che rimarrà aperta fino al 9 settembre 2018 organizzata dal Museo Diocesano, Associazione Quattro Coronati di Massa e Comune di Massa. Con un percorso espositivo di oltre 30 sculture e installazioni, Deodato (Vibo Valentia 1950), secondo il suo stile di una scultura aliena da preoccupazioni di avanguardia, ma allo stesso tempo semplice e imbevuta di una modernità primitiva e arcaica - scrivono i promotori - «mette in evidenza il compito che secondo lui deve avere l'arte e cioè quello di raccontare cose che ci sono, ma che non si vedono».La mostra è aperta ad ingresso libero il giovedì, venerdì e sabato ore 21 - 24. Info: www.comune.massa.ms.it tel. 058554901, Museo Diocesano tel. 0585499241, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Associazione Quattro Coronati, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. --

Mostra al Museo Guidi

Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi in collaborazione con La Galleria d'arte L'alunno di Bologna e AsArtMagazine ospita da oggi fino 13 luglio la 140a mostra, una collettiva di arte, pittura e scultura, dal titolo "La Forza del Colore". La mostra, che è promossa e organizzata da AsArt Magazine, sarà inaugurata questo pomeriggio alle 18 al Museo Ugo Guidi con presentazione di Calogero Cordaro. L'esposizione sarà visitabile fino a venerdì 13 luglio, aperta tutti i giorni dalle 18 alle 20, martedì chiuso, o su appuntamento al 348-3020538 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. mentre al Logos Hotel - via Mazzini 153 - dove sarà esposta una parte delle opere, tutti i giorni dalle ore 10 alle 23.

Inaugurazione della mostra oggi alle 19
nella sala Grasce per poi approdare al Pontile

Pietrasanta città d'arte e di artisti? Tutto merito delle maestranze artigiane che da sempre operano al fianco dei più importanti maestri internazionali. Antiche tecniche e sapienza della tradizione fanno degli artigiani locali una vera e propria eccellenza. Anche quest'anno, dunque, a cura di Artigianart Pietrasanta, si accendono le luci su "Le mani segrete", il percorso espositivo dedicato all'artigianato artistico. Il primo capitolo dell'iniziativa si apre questo pomeriggio, alle 19, in sala delle Grasce. In mostra: marmo, bronzo e mosaico, intarsio, ceramiche, ovvero un piccolo assaggio di un sapere che abbraccia ogni ramo della realizzazione artistica.Il secondo capitolo de "Le mani segrete" si aprirà nelle prossime settimane al pontile di Marina di Pietrasanta. Partecipano all'esposizione: Massimo Galleni Scultore, Beark Design, Daniele Basso, Favret Mosaici Artistici, Fonderia Artistica Versiliese, Giuseppe Maiorana, Stagi Mosaici Artistici, Ulderigo Giannoni, Mirto Nannini, Nicola Stagetti, Restauro Italia, Scultori associati Roberta Castellari e Milian Garcia Liber, Tiziano Lera, Giuseppe Bartolozzi e Clara Tesi, Poli Ceramiche, Ursula Corsi Mosaici, Angelo Mugnaini e Francesco Mutti.Interverranno al vernissage il sindaco Alberto Giovannetti e il neo assessore Massimo Mallegni. La mostra sarà visitabile sino al 15 luglio, con orario di apertura tutti i giorni dalle 18 alle e 23. L'esposizione è un'iniziativa del Comune di Pietrasanta, Start, Fondazione Versiliana, in collaborazione con il Centro Arti Visive e naturalmente con l'associazione Artigianart Pietrasanta.

Vittoria per i cavatori: aumenta lo stipendio


mondo marmo

SERAVEZZA È stato siglato venerdì a Pietrasanta l'accordo provinciale sulla parte variabile del Premio di Risultato. Porterà in tasca a circa 1300 operai del lapideo della provincia di Lucca quasi 900 euro.Il premio scaturisce da alcuni indicatori e parametri relativi all'anno 2017. Esprimono «un incremento dell'export distrettuale complessivamente del 4,36% sul 2016 (da 688 milioni di euro a 719) mentre risulta una consistente diminuzione del Mol (Margine operativo lordo) delle 7 aziende campione», spiegano Alessia Gambassi e Leonardo Quadrelli della Fillea Cgil Lucca. In ragione di ciò, la quota annuale variabile del premio è risultata pari a 888 euro.

I cavalli di Gustavo Aceves al Forte


oggi l'inaugurazione
Verrà inaugurata oggi, alle 19, in piazza Garibaldi a Forte dei Marmi, "Lapidarium - Frammenti" la personale di sculture di Gustavo Aceves, artista messicano di fama internazionale. Il progetto, in esposizione fino al 30 settembre e curato da Enrico Mattei, con il supporto dall'Ambasciata del Messico in Italia, è stato pensato appositamente per il centro del Forte con una disposizione di dieci sculture monumentali collocate lungo Via Carducci e Piazza del Fortino.


sarà esposta in piazza dall'agosto prossimo

CARRARA Il "clone" in marmo di Carrara della statua di San Petronio realizzato negli studi della "Pedrini Sculptors" di Carrara, aderente alla Confartigianato Imprese di Massa-Carrara.Si è concluso infatti,nei laboratori della "Pedrini Sculptors" il laborioso lavoro di realizzazione della copia esatta della statua di San Petronio patrono della città di Bologna. La statua di San Petronio realizzata nel 1683 dallo scultore Gabriele Brunelli esposta in Piazza Ravegnana dal 2001, per volere del sindaco di allora Giorgio Guazzaloca e del Cardinale Giacomo Biffi tornerà nuovamente nella Basilica di San Petronio in Piazza Maggiore: il guano dei piccioni e le polveri sottili stavano deteriorando l'opera. Al suo posto verrà esposta una copia esatta in marmo di Carrara realizzata nel laboratorio della Pedrini Sculptors in Viale Zaccagna in Carrara. Il lungo e minuzioso lavoro è partito dalla "scannerrizzazione" della statua per essere lavorata dagli scultori artigiani Roberto e Gianluca Pedrini. La collocazione in Piazza della statua è prevista per il mese di agosto 2018. --


CARRARA «Il regolamento degli agri marmiferi passerà dalla commissione marmo, dopo il lavoro fatto dagli uffici». Ad assicurarlo è l'assessore Alessandro Trivelli che risponde così a chi chiede una maggior partecipazione della commissione politiche per il marmo nella stesura del regolamento che verrà. Non sono mancati i riferimenti alla stesura del regolamento degli agri marmiferi e agli altri temi "caldi" della questione del lapideo (tra cui i beni estimati) nell'ultima commissione politiche per il marmo che si è svolta.E così, prima della discussione della delibera di giunta numero 316 (datata 26 giugno) con oggetto "Atto di indirizzo per la realizzazione di un nuovo sistema di pagamento del contributo di estrazione ed una semplificazione e razionalizzazione degli adempimenti a carico dei soggetti obbligati", c'è stato altro al centro della seduta.«La delibera è stata pubblicata 20 minuti fa - il commento di Cristiano Bottici - difficile discuterne. Sono tre settimane che non si convoca la commissione marmo eppure ci sono una serie di temi di cui parlare».Tra questi, ha fatto quindi notare, proprio il regolamento: «Bisognerebbe propendere per una collaborazione, un discorso sul regolamento come avevamo impostato noi con il contributo dei consiglieri in commissione. Chiedo una maggior partecipazione».Sulla stessa falsariga sul tema delibera anche Gianenrico Spediacci.Tornando poi alla delibera, vari i punti spiegati in dettaglio dal dirigente Guirardo Vitale: dalla revisione dei «versamenti volontari» alla scuola del marmo ai 40 mila euro per la «formazione per la lavorazione sostenibile del marmo», ma non solo; tra gli altri punti un sistema «automatizzato di verifica delle "Tare" degli autocarri che trasportano il materiale soggetto al pagamento del contributo di estrazione» e una nuova pesa dell'Omya spa che replichi in località La Piastra quella di Miseglia, entrambe collegate con un software unico.In coda alla seduta, infine, la stoccata sempre di Bottici sulla questione beni estimati e l'iniziativa del consigliere pentastellato Giacomo Giannarelli: «De Pasquale prima di essere sindaco era contrario al percorso sui beni estimati da noi indicato che poi è lo stesso di Giannarelli». --Luca Barbieri

La Progetto Carrara arriva in Tribunale

CARRARA L'onorevole Martina Nardi del Pd interviene con forza sul caso Progetto Carrara. «I lavoratori possono e devono essere riassunti a parità di contratti, salari e diritti. No ai licenziamenti collettivi». A dirlo, a suo avviso, è l'articolo 2112 del Codice Civile che dispone il mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d'azienda, garantendogli i trattamenti economici e normativi previsti dai contratti vigenti alla data del trasferimento. Per questo, sull'argomento, la Nardi ha presentato una interrogazione parlamentare al ministro per la Pubblica amministrazione e ha scritto una lettera al sindaco De Pasquale.«Ho scritto al sindaco per spiegargli come mai, secondo me, sta sbagliando approccio». --

 


Paola Raffo Arte Contemporanea presenta, a cura di Alessandro Bertozzi, la mostra di Alessandra Politi Pagnoni "Alfred Hitchcock - Il Genio nero". L'esposizione presenterà opere recenti della scultrice ispirate da dieci film del maestro del cinema. Inaugurazione oggi alle 18.30. Visitabile fino al 29 luglio.

Forte dei Marmi. Villa Bertelli presenta la mostra "Cnc- CarboNatodiCalcio", a cura di Laura Tartarelli Contemporary Art per Garfagnana Innovazione e Digital Stone Project, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli e il patrocinio del Comune di Forte dei Marmi. Oggi alle 17,30 la conferenza "Digital Materiality", che poi lascerà il posto al taglio del nastro della mostra. Seguirà un buffet con prodotti tipici della Garfagnana. Poi la musica dal vivo di Rick Hutton Acoustic Band. La mostra proseguirà fino al 30 luglio tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 23.

 

Pagina 12 di 502

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree