patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Il Tirreno (4616)


Oggi e domani tavole rotonde, proiezioni, mostre ma anche
degustazioni di prodotti tipici e un concerto di musica blues

CARRARA Sono già oltre 700 gli studi di architettura di 82 province italiane che oggi e domani, si apriranno al pubblico, in contemporanea, per far conoscere ai cittadini il mondo dell'architettura.Per queste due giornate il Cnappc - acronimo che sta per Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatorio, attraverso il dipartimento "Promozione della Cultura Architettonica e della figura dell'Architetto", organizza in tutta Italia la seconda edizione di "Open, Studi Aperti" che vedrà coinvolti gli studi professionali attraverso l'organizzazione di eventi, performance, dibattiti e presentazioni.Se per gli architetti "Open, Studi Aperti" rappresenta un 'imperdibile occasione per mostrare in che modo l'architetto incide positivamente - con il proprio operato - nella qualità della vita di ciascuno di noi, ai cittadini questa iniziativa consente di toccare con mano come nasce un progetto di architettura e in che modo, l'architetto interviene nelle trasformazioni e nel miglioramento di spazi e di territori. Studi aperti vuole dunque essere un importante momento di incontro tra architetti ed i cittadini che sono i primi e veri destinatari del progetto di architettura.«Caratteristica anche di questa edizione - sottolinea la consigliera dell'Ordine degli architetti Alessandra Ferrari - è quella di vedere coinvolte insieme professionalità diverse, grandi e piccoli studi, architetti di fama mondiale e giovani professionisti che iniziano la loro carriera, uniti in una grande azione di testimonianza del ruolo dell'architettura nel nostro Paese».L'Odine degli Architetti PPC di Massa-Carrara parteciperà all'evento aprendo le porte della sua sede di via San Martino al pubblico dalle 18 alle 22 per la due giornate di oggi e di domani.La sede accoglierà proiezioni e mostre, inoltre sarà un punto informativo per tutti coloro che decideranno di visitare gli studi della provincia. Oggi alle 18 la performance della Civilino Cicco Blues Band aprirà la due giorni di architettura che sarà l'occasione per allestire una mostra sui "nostri architetti" con le immagini inviate dagli iscritti all'ordine apuano; Sisma una mostra con le foto dei volontari dell'Oappc di Massa Carrara nelle zone terremotate; una tavola rotonda su città, progetto e professione.Sia oggi che sabato a partire dalle 18 ci sarà una degustazione dei prodotti tipici del territorio, che al pari dell'ambiente e dei beni culturali e paesaggistici, raccontano la nostra storia e la nostra cultura.Alle 21 ci sarà una preview dell'edizione 2018 di Cine+città, il cineforum sulla città e l'architettura che si terrà a Settembre 2018, con la proiezione di "My architect" (oggi) e "The Fountainhead" (domani). Inoltre si potrà vedere il video dei premi Architetto dell'anno e giovane talento 2017 del Cnappc.Dopo "Open Studi Aperti" un altro importante appuntamento attende gli architetti italiani. Si terrà, infatti, a Roma dal 5 al 7 luglio prossimi - presso l'Auditorium Parco della Musica - l'VIII Congresso Nazionale che, a dieci anni dall'ultimo tenutosi a Palermo, intende offrire un significativo contributo al dibattito sul futuro dell'abitare, delle città e dei territori, proponendo un nuovo paradigma della qualità della vita urbana, ripensandone, alla radice, il modello.

 

Corso di formazione con Unicredit

Nella sede di confindustria
Ha preso il via a Carrara, presso la sede della delegazione di Confindustria Livorno Massa-Carrara, il percorso di formazione specialistica "Internazionalizzazione, Credito & Finanza d'Impresa" organizzato in collaborazione con UniCredit. L'incontro, incentrato sui temi della "Digitalizzazione delle operazioni di trade finance", è stato finalizzato alla descrizione dei contenuti e delle funzionalità della piattaforma di Trade Finance Front-End e di Uc Trade Finance Gate ("Uc Tfgc"), strumenti dedicati alla digitalizzazione delle operazioni di trade finance. Come si spiega in una nota, "Internazionalizzazione, Credito & Finanza d'Impresa", progettato da Confindustria Livorno Massa-Carrara e Unicredit, è composto da quattro incontri di formazione specialistica. «L'Internazionalizzazione è un argomento di particolare interesse per le imprese del Distretto Apuo Versiliese, considerato l'importante contributo offerto, in termini di volumi e valori esportati, dei settori maggiormente qualificanti dell'economia provinciale, Lapideo e Macchine per la lavorazione della pietra». Dopo i saluti introduttivi di Erich Lucchetti, Vice Presidente Vicario di Confindustria Livorno Massa-Carrara e Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit sono intervenuti sempre per UniCredit, Cristina Saluta, Trade Finance Sales e Salvatore Manna, coordinatore specialisti Trade Finance.

foto


CARRARA Domani la filiale italiana della Dickens Fellowship festeggia il compleanno della sede in Via Carriona 41 (2016-2018) alle ore 17,30, con una mostra fotografica "La rivoluzione industriale a Carrara" in collaborazione con l'associazione Carrara Museo a Cielo Aperto.La filiale carrarese è stata riconosciuta dalla sede centrale di Londra come sede italiana della prestigiosa associazione inglese fondata a Londra nel 1902, nelnovembre 2013. Da allora la Dickens di Carrara svolge attività di promozione della lingua e della cultura dei paesi di lingua inglese e in particolare promuove la produzione letteraria di Charles Dickens. Molti gli ospiti italiani e stranieri che sono venuti a Carrara per conoscere la Filiale italiana, partecipando come relatori alle varie iniziative e al Convegno Mondiale dei Dickensiani, della scorsa estate. Tante sono le inziative organizzate dalla filiale carrarese nella seconda metà di maggio e giugno. Collateralmente continuano con successo i corsi gratuiti di lingua inglese a tutti i livelli che si protarranno anche durante l'estate con una breve pausa ad agosto.Domenica, intanto, in collaborazione con Accademia Albericiana, nell'ambito dei festeggiamenti della fondazione di Carrara Nova si terrtà La Via del Sale, passeggiata dalla via San Rocco al Monte D'Arme. Ritrovo ore 16 Piazza Alberica. Venerdì 25 maggio La prof.ssa Gabriella Olivieri in collaborazione con Apua Mater terrà una lezione sulla Via Friedland in preparazione alla passeggiata del 27 maggio lungo la Via Foce. L'incontro si terrà presso la sede della Dickens alle ore 21, in Via Carriona 41.Sabato 26 maggio ore 17:30 nella sde della Dickens ci sarà Immagini dall'Irlanda con la Dott.ssa Camilla Eracli mentre il girno successivo in collaborazione con Accademia Albericiana la Dickens Fellowship organizza la passeggiata lungo la Via Friedland (Via Foce): la via dei viaggiatori stranieri da Carrara a Massa. Partenza ore 15 da Piazza Accademia.

Via per Colonnata, riapertura in vista


Ma la strada sarà percorribile solo a senso unico alternato. Un respiro di sollievo anche per Miseglia

CARRARA Ci siamo quasi: tra qualche giorno la strada che da Bedizzano porta a Colonnata, quella in zona La Piana interessata dalla frana del 19 marzo scorso, sarà riaperta a senso unico alternato. A dare la buona notizia è l'assessore al commercio Andrea Raggi, che spiega: «I lavori sono finiti. Adesso manca la messa in opera del sistema di monitoraggio. Ma è una questione di giorni. La strada sarà riaperta a senso unico alternato». Una bella notizia per tutti i residenti di Colonnata, ma anche per il paese di Miseglia che da quando la strada è chiusa paga lo scotto del doppio traffico. Parola dei paesani che lamentano la presenza massiccia dei camion del marmo, e dicono: «Vanno troppo forte e sono pericolosi».Sul piatto anche la questione sicurezza: ogni mattina i pulmini con a bordo i bambini diretti a scuola devono immettersi in una via troppo trafficata dai bisonti del marmo, e più di una volta proprio a causa della velocità si è rischiato l'incidente. Episodi che restano impressi nelle menti delle mamme, che già un paio di volte hanno urlato vedendo quasi piombare il camion sul pulmino della scuola.

 

Morto in cava, ci sono tre indagati

Sono il proprietario della Cmv, il responsabile della sicurezza e l'operaio che guidava il mezzo che ha schiacciato Pampana


di Libero Red Dolce CARRARA Ci sono tre indagati per l'incidente alla cava Fiordichiara che lo scorso venerdì è costata la vita al cavatore Luciano Pampana di 58 anni. Si tratta del proprietario della Cmv Alessandro Macchione, del responsabile della sicurezza in cava, l'ingegnere Giacomo Del Nero e dell'operaio, del quale non conosciamo le generalità, che era alla guida del mezzo sotto la cui pala è finito Pampana rimanendo schiacciato. Si tratta di un atto dovuto e l'indagine è aperta per omicidio colposo. E d'altronde i rilievi saranno particolarmente complessi da fare. La sostituto procuratore Alessandra Conforti, titolare dell'inchiesta e membro del pool della procura sulla sicurezza in cava, è andata su in cava un paio di giorni fa. Ha visitato i luoghi dove è successo l'incidente e si è resa conto di persona di quel che è lo scenario.Adesso chiaramente ci sarà il tempo per fare i rilievi, capire quali sono state le modalità del sinistro. E poi si vedrà. Come sempre in questi casi si deve procedere con estrema accuratezza per capire esattamente cosa è davvero successo.Del Nero è difeso dall'avvocato Rachele Vatteroni e dal collega Fabio Carbonelli del foro di Napoli. Un altro legale napoletano difende il proprietario della Cmv Macchione, l'avvocato Alfonso Furgiuele. Il cavatore invece è difeso dall'avvocato Giuseppe Del Papa.C'è il più stretto riserbo ovviamente su quello che è lo stato delle indagini. Intanto si tratta di indagini cominciate da pochi giorni e che ovviamente muoveranno i primi passi da quelli che sono i rilievi fatti dall'Asl con il personale guidato dalla dottoressa Maura Pellegri. Bisognerà capire infatti perché l'uomo si è trovato nel raggio di azione del mezzo tanto da finire schiacciato dalla pala, come finora è stato spiegato. Per le norme sulla sicurezza infatti quel tipo di comportamento dovrebbe essere assolutamente vietato.Inoltre il mezzo, a differenza di quanto si è creduto nelle ore immediatamente successive all'incidente, si trovava sul piano. Non è stata dunque la forza di gravità né l'inerzia a spingerlo verso Pampana. Com'è rimasto schiacciato allora dalla pala l'operaio? Altra domanda alla quale si dovrà cercare risposta tramite i rilievi.Insomma si tratta di indagini minuziose che richiederanno impegno e tempo. Per capire quali sono le responsabilità, se ci sono, degli indagati. E se bisogna cercare anche in altre direzioni.

 


Ricorda ancora con affetto le "vasche" in via Roma e il Punzacchin: altri tempi...

CARRARA L'arte libanese parla il carrarino. E lo fa nella persona di Bassam Moushantaf, classe 1964 originario di Aabra, attualmente l'artista del Libano più famoso e celebrato nel mondo. Bassam infatti fu a Carrara, all' Istituto per il Marmo "P. Tacca", dal 1984 al 1988 ed è qui che si è formato come artista, lasciando un eccellente ricordo in molti amici. Anche Bassam ricorda con affetto ed importanza questo periodo «in una città che ho amato, amo e sempre porterò nel cuore, di un periodo che ritengo tra i più belli ed importanti della mia vita. Ricordo parecchi compagni di scuola, ricordo il Prof. Viaggi che fu per me fondamentale, ha creduto in me sin da subito e sempre mi spingeva a buttar fuori il talento. Mi ripeteva che ne avevo in abbondanza e dovevo solo imparare ad esprimerlo compiutamente. Scolpisco dall'età di 13 anni, quando feci una statuetta per mia madre con mezzi rudimentali, ma solo a Carrara ho capito di poter diventare un artista. Di quel periodo non posso dimenticare la Via Roma, che definivo "Les Champs Elisée" di Carrara, dove il sabato sera ci si vestiva a festa e si passeggiava tutti assieme. E la Madonnina di Marina di Carrara fronte porto, che facemmo noi dell'Istituto per il Marmo». Così lo ricorda Enrico Bazzell: «Grande amico e gran persona, dalla simpatia contagiosa, generoso, affabilissimo, compagno di tanti pomeriggi sotto i loggiati del Politeama, soffrirebbe a vederlo ridotto così. Era pure il portiere della nostra squadra di calcetto, davvero bravo. Stravedeva per i panini del Punzacchìn il cui nome lui "inglesizzava" in "Puzza King". Siamo ancora in contatto tramite Facebook, è un grande artista ed è rimasto la splendida persona di sempre». Bassam Moushantaf vive adesso in Oman a Mascate con la famiglia, è titolare della Al-Khalili & Al-Moushantaf Marble Factory. Conosciuto in tutto il mondo, scelto sovente per rappresentare artisticamente il Libano all'estero, è molto seguito negli Usa ed in Canada. Una sua opera è presente al Museo di Beirut, dove lo scorso anno ha ricordato, alla Notre Dame University, la tragedia del Titanic in cui perirono 123 libanesi, donando una sua scultura commemorativa. Di recente l'emittente Al Jazeera Qatar gli ha dedicato una lunga intervista reperibile su Youtube.

 

 


Alle 10 la funzione
CARRARA E ieri è anche arrivato il via libera per le esequie di Luciano Pampana, il cavatore ucciso nell'incidente sul lavoro venerdì scorso.La procura ha infatti autorizzato la Cmv Marmi, ditta per la quale lavorava, a eseguire le esequie di Luciano Pampana stamattina.La partenza sarà dall'obitorio di Carrara alle 9,30, mentre la funzione sarà recitata nella chiesa della Sacra Famiglia di Marina di Carrara, dove dovrebbe arrivare alle 10.Il corteo funebre andrà poi al cimitero di Turigliano, dove la salma verrà infine cremata.Del funerale si sono occupati i proprietari della Cmv, Pampana non aveva né moglie né figli. L'uomo, viterbese, oltre a essere un dipendente era molto amico dei proprietari dell'azienda.

 

Dieci domande sul monte Sagro

Iniziativa indetta dall'Assemblea Permanente con l'amministrazione


CARRARA Domani alle 21, alla sala di rappresentanza del comune di Carrara, si terrà un incontro pubblico con l'amministrazione comunale riguardo la situazione del Monte Sagro indetto dall'Assemblea Permanente. Il titolo è programmatico: "Dieci domande sul monte Sagro".Attraverso queste dieci domande - alle quali l'Amministrazione risponderà pubblicamente - Assemblea Permanente cercherà di fare il punto sulla situazione di questo luogo, fra "progetti di strade camionabili" per i bisonti del marmo e salvaguardia di un'area che fa parte del Parco delle Alpi Apuane.L'evento, organizzato da Carrara Assemblea Permanente, vedrà la partecipazione di Alberto Grossi e Andrea Ribolini e analizzerà diversi aspetti fra cui: le emergenze naturalistiche tra i monti Sagro e Borla, gli impatti dell'attività estrattiva su di esse e sui relativi habitat tutelati a livello comunitario, le conseguenti limitazioni a uno sviluppo turistico sostenibile della zona interessata.L'evento sarà anche trasmesso in streaming sulla pagina Facebook "Carrara Assemblea Permanente".

Pagina 5 di 462

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree