patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Il Tirreno (5003)

 

L'annuncio dell'assessore di riferimento Alessandro Trivelli
«Uno strumento fondamentale per superare i contenziosi»

Festeggia in azienda, tentano il furto in casa

allarme sicurezza


cARRARA Ha organizzato una grande festa, nella sua azienda, una delle più note del settore lapideo.E, proprio mentre stava intrattenendo gli ospiti ha scoperto che un ladro aveva appena tentato di entrare nella sua villa, tagliando la grata del muro di recinzione. È successo alcuni giorni fa , alla periferia della città. Il furto è stato sventato dal sistema di allarme che, entrando in funzione ha messo in fuga i malintenzionati.La notizia della festa in grande stile, che si sarebbe svolta nell'azienda di famiglia, aveva fatto il giro della città: e non è escluso che sia stato proprio questo a fare entrare in azione i ladri. Sapendo che i padroni di casa erano in azienda per la festa hanno cercato di mettere a segno il colpo in villa. Ma non hanno fatto i conti con il sofisticato sistema di allarme che, una volta entrato in funzione, ha sventato il furto. --A.V.


A sostenere la battaglia
per riconoscere
la professionalità di questa
figura sono Emma Castè
e Giacomo Bugliani

Francesca Vatteroni / CARRARA E se Carrara diventasse capitale del restauro del marmo? Ne è convinta la conosciuta restauratrice carrarese doc Emma Castè, che vanta sul curriculum vitae decine e decine di edifici e opere sparsi per la Toscana e per il Belpaese, a cui nel corso della carriera ha ridato colore e vita. Un edificio per tutti, basterà citare il restauro del 2007 di Palazzo Giuli Rosselmini " Palazzo Blu" a Pisa. Ed è proprio da lei, che sta partendo, anzi è già partita una campagna di promozione allo scopo di dare il giusto valore e riconoscimento legale a questa professione. Proprio la Castè famosa per aver "restaurato" la kermesse Torano Notte e Giorno che sotto la sua direzione artistica ha ripreso vigore. La questione circa la professione del restauratore comunque dovrebbe arrivare presto sul tavolo delle Conferenze delle Regioni grazie a una mozione presentata in giunta, dal consigliere regionale Giacomo Bugliani che ha dato così voce alle difficoltà di questa categoria di professionisti: « Per poter ottenere l'appalto dalla Sovrintendenza per il restauro di beni culturali tutelati, è necessario per legge avvalersi di un restauratore -spiega Emma Castè - ma purtroppo per prassi e nella maggioranza dei casi, questo obbligo si traduce per le imprese edili che si aggiudicano l'appalto, in una semplice firma iniziale da parte del professionista che si mette a disposizione, ma di cui poi l'impresa non si avvale concretamente. Anche se va precisato che questo non vale per tutti, io per esempio collaboro proficuamente da anni con la società edile massese di Emil Turba». Addirittura, lamenta Castè, è successo spesso a Carrara che degli scultori, magari anche in buona fede, si siano occupati della pulitura di monumenti in marmo senza averne le competenze. «Questa professione potrebbe nascere proprio a Carrara, se fossimo bravi a cogliere l'occasione per creare così un indotto di persone che arriverebbero in città per studiare il restauro» sottolinea la Castè. --

 


CARRARA Strada dei marmi aperta al traffico "normale" fino alla fine di settembre: nei giorni di sabato, domenica e festivi potranno circolarvi tutti i veicoli ad eccezione di autobus, biciclette, e veicoli con massa complessiva superiore a 7. 5 tonnellate. Via libera dalle 13 della giornata di sabato alla mezzanotte di domenica.Prorogata al prossimo 30 settembre l'ordinanza che apre la strada dei marmi alle auto nei fine settimana e nei giorni festivi.L'Ordinanza (la prima è stata la 202) che consentiva il transito in via sperimentale lungo la Strada dei Marmi, nei giorni di sabato, domenica e festivi a tutti i veicoli ad eccezione di autobus,velocipedi, e veicoli avente massa complessiva superiore a 7. 5 tonnellate, è stata quindi ulteriormente prorogata dallo scorso sabato fino alla fine del mese di settembre. --

 

L'annuncio dell'assessore di riferimento Alessandro Trivelli
«Uno strumento fondamentale per superare i contenziosi»

CARRARA Osservatorio dei prezzi del marmo: entro l'autunno il protocollo destinato a dare una svolta al settore lapideo per quel che riguarda la famosa questione dei "prezzi medi" e della riorganizzazione del settore.Un percorso condiviso, con tappe ben definite e un ruolo da capofila per l'amministrazione carrarese: è quello che è stato messo a punto lunedì in Regione Toscana dall'assessore al Marmo Alessandro Trivelli in occasione di un incontro tutto dedicato alla costituzione dell'Osservatorio dei prezzi del Marmo, uno strumento fondamentale per la riorganizzazione del settore lapideo. «Il primo passo sarà la compilazione di un Protocollo di Intesa con l'amministrazione regionale e i comuni del distretto che vorranno aderire. Seravezza e Stazzema hanno già confermato la loro intenzione di partecipare e noi speriamo che molte altre amministrazioni seguano questo esempio. Per Carrara è stato ritagliato il ruolo di capofila e la nostra intenzione è quella di procedere il più speditamente possibile» ha dichiarato l'assessore Trivelli. Il protocollo dovrebbe essere definito entro l'autunno. Successivamente si procederà alla stesura di un documento dove saranno messi nero su bianco la metodologia e i criteri generali per l'individuazione tramite gara del soggetto terzo che dovrà svolgere la parte più prettamente tecnica, ovvero la stima dei valori dei materiali e il successivo monitoraggio dei prezzi nel tempo, in modo da adeguarli alle oscillazioni dei mercati. «Abbiamo incassato la disponibilità della Regione a dare il suo contributo. L'Osservatorio è un'esigenza del nostro comune che grazie anche alla presenza di altre amministrazioni ci renderà più forti rispetto alle contestazioni. Si tratta di uno strumento fondamentale per superare i contenziosi visto che darà parametri più difficilmente contestabili. Insomma l'Osservatorio sarà una garanzia sia per gli operatori del settore sia per l'amministrazione e dunque per tutta la città» ha concluso Trivelli.I tempi, come viene messo in evidenza dalla nota di Palazzo civico sono molto stretti: il protocollo sarà messo a punto, infatti, entro l'autunno. --

Pensione del marmo ecco dove si paga


CARRARA È in pagamento la rata relativa al terzo bimestre del vitalizio comunale del marmo. Il pagamento: Banca Carige Spa, in via Roma a Carrara, oggi dalle 8 e 20 alle 12 e domani, dalle 10 alle 12; sempre mercoledì, ex sede della Scuola Elementare di Torano, dalle 8 e 30 alle 9 e 30. Giovedì il pagamento sarà presso la delegazione comunale di Avenza, dalle 10 alle 12 e 30 e presso quella di Marina, dalle 14 e 30 alle 16 e 30. Venerdì, infine, sarà possibile ritirare il vitalizio a Codena, dalle 8 e 30 alle 9; a Bergiola (Istituto di Pubblica Assistenza) dalle 9 e 5 alle ore 9 e 35, a Bedizzano dalle ore 9 e 45 alle 10 e 20, a Colonnata (Istituto di Pubblica Assistenza) dalle 10 e 30 alle 11, a Miseglia, dalle 12 alle ore 12 e 30, a Gragnana (ambulatorio comunale), dalle ore 14 e 45 alle 16. --

Il rally ecologico fa tappa in città

Questo fine settimana, dal 13 al 15 luglio, Carrara diventerà la capitale dell'automobilismo "green" con la prima edizione di Eco Marble Rally of Carrara, la seconda prova del Campionato Italiano Energy Saving 2018, organizzata da IMM - CarraraFiere e MROC con la collaborazione della Scuderia Maremma Corse 2.0.

 

Alunni dello Zaccagna alla Biennale di Venezia

CARRARA Ancora soddisfazioni per l'Istituto Zaccagna, presieduto dalla professoressa Marta Castagna.In occasione della 16° Mostra internazionale di architettura Biennale di Venezia, la scuola carrarese è stata infatti selezionata per partecipare alla Summer School "Arcipelago Scuola", organizzata dai ministeri dell'istruzione e dei beni culturali. L'iniziativa si svolgerà dal 18 al 20 luglio a Venezia, negli storici Padiglioni ai Giardini, all'Arsenale e nel centro storico e coinvolgerà 25 istituti superiori italiani per un totale di 100 studenti. A comporre la delegazione dello Zaccagna saranno gli alunni Rachele Battistini, Sabrina Neri, Lorenzo Cupini e Francesco Salata, accompagnati dalla docente Margherita Silvestri. --D.C.

 

Segni scolpiti: la scultura in Piazza

È in corso a Cinquale di Montignoso fino a domenica prossima, dalle ore 9.00 alle 19.00 al Parco della Repubblica, lla manifestazione "Segni Scolpiti". Si tratta del I° Simposio di Scultura realizzato grazie alla collaborazione del Comune di Montignoso, dell'Accademia delle Belle Arti di Carrara e l'Associazione Paf-Pietrasanta Art Factory Ets. La mostra di sculture rimarrà aperta fino al prossimo 29 luglio. Emanuele Soldati, Spyros Anastasiou, Alfredo Calasso, Marianna Quintiliani , Michael Cuna, Sofia Cassina, Caterina Castelli, ecco i nomi dei giovani artisti che nel corso delle giornate realizzeranno "in tempo reale" sotto gli occhi del pubblico, sette sculture, ma non solo: nel corso della manifestazione, aperta a tutti i curiosi e appassionati d'arte, sono previsti infatti anche laboratori didattici con il coinvolgimento dei ragazzi del Centro Estivo di Montignoso.


Un impegno in sede di Conferenza delle regioni per valorizzare la figura del restauratore di beni culturali, anche nell'ambito della pubblica amministrazione, valutando possibili soluzioni per rafforzare la loro presenza all'interno di enti ed istituzioni. In particolare, lavorare per la realizzazione dell'albo professionale e una riformulazione delle categorie delle stazioni appaltanti, nella prospettiva di ampliare il raggio d'azione di chi svolge questa mansione. È ciò che chiede alla Giunta regionale Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd, con la mozione "In merito alla valorizzazione della figura del restauratore di beni culturali". «Il patrimonio storico, artistico e paesaggistico della Toscana rappresenta una risorsa inestimabile - spiega Bugliani - Garantirne la sicurezza e la conservazione è un impegno che riguarda tutti. Non possiamo quindi sottovalutare l'importanza del lavoro dei restauratori, che operano troppo spesso in condizioni precarie, senza garanzie e sicurezze. La categoria dei restauratori vede per la prima volta la luce nel 2000, quando si individuano, per mezzo di un decreto i requisiti dei soggetti da riconoscere come tali. l Codice dei beni culturali ha previsto poi una disciplina delle competenze professionali, delineando ' i profili di competenza dei restauratori e degli altri operatori che svolgono attività complementari al restauro. Bugliani ritiene necessario individuare soluzioni che permettano ai restauratori di svolgere più facilmente il loro ruolo all'interno di enti o istituzioni, ma anche impegnarsi per creare il tanto atteso albo professionale e rivedere, inoltre, le categorie previste per le stazioni appaltanti nella prospettiva di ampliare il loro raggio d'azione. «Chi tiene all'arte e alla cultura non può non avere a cuore la qualità del lavoro svolto da chi ogni giorno preserva e valorizza arte e cultura». --C.B.

Pagina 5 di 501

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree