patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

Il Tirreno (2318)

Assemblea Cna per le imprese a Pietrasanta

PIETRASANTA In occasione della campagna congressuale dell'associazione, la Cna sta organizzando una serie di assemblee sul territorio per favorire la più ampia partecipazione delle imprese, considerato anche il momento particolarmente difficile per l'economia nazionale e locale. Per i comuni di Forte dei Marmi, Pietrasanta, Seravezza, Stazzema, l'incontro è convocato per stasera alle 21 nella sede Cna di Pietrasanta, in via Pietra del Cardoso (località Portone). Gli argomenti principali al centro dell'incontro saranno i bilanci dei Comuni (imposte locali e tariffe), lo sviluppo del territorio (infrastrutture e urbanistica) e gli aiuti alla piccola e media impresa. Alla riunione saranno presenti Massimo Mallegni, sindaco di Pietrasanta, e Maurizio Verona, presidente dell'Unione dei Comuni della Versilia, sindaco di Stazzema. Le principali richieste della Cna rimangono la riduzione dell'imposte locali e delle tariffe (acqua, energia, rifiuti), la realizzazione degli interventi infrastrutturali, la lotta all'abusivismo, la semplificazione delle procedure amministrative, per aiutare le imprese a superare questa situazione di crisi e per un rilancio dell'economia locale. A conclusione della riunione si procederà all'elezione dei delegati per l'assemblea elettiva provinciale, nonché alla nomina del coordinamento territoriale che dovrà rappresentare le imprese verso le istituzioni.

Due appuntamenti già in calendario per l'evento White Carrara downtown
targato Internazionale Marmi Macchine. La città diventa un polo espositivo
CARRARA Giovanni Allevi che canta alle cave (il 17 giugno). Subito dopo l'esibizione, il giorno prima, di Richard Galliano.Concerti "al monte", esposizioni, incontri con architetti e addetti ai lavori e una città intera. Carrara si prepara a ospitare un grande evento: White Carrara downtownDal 10 al 18 giugno prossimi, la città e le sue aziende lapidee si vestono del loro abito più bello per accogliere clienti, buyer, architetti, designer, giornalisti e professionisti di settore a livello mondiale.

PIETRASANTA Una scultura per ricordare il sorriso di Valentina Prisco, strappata all'affetto dei suoi cari a soli ventisette anni. L'amministrazione comunale ha deciso di accogliere la proposta dell'associazione Pro Focette di posizionata un'opera di Maria Gamundi sul lungomare a Focette, nel luogo dove Valentina venne investita, nel 2013, da un'auto guidata da un giovane sotto gli effetti dell'alcol

 

Belen madrina della Biancaneve hot


Diciassettemila visitatori e 40mila foto per il progetto di Gualtiero Vanelli e Giuseppe Veneziano. A ruba le miniature

di Alessandra Vivoli
CARRARA Chiusura in bellezza, con una madrina di eccezione come Belen Rodriguez per quello che è stato riconosciuto come uno degli eventi più fotografati del Fuori Salone di Milano. Stiamo parlando di White Slave, di Giuseppe Veneziano e Gualtiero Vanelli, il nuovo progetto di Robot City - Italian Art Factory, azienda apuana leader nella lavorazione di alta qualità del marmo di Carrara. Il Fuori Salone è stata l'occasione per lanciare la filiera della bidimensionalità e, soprattutto, per fare ammirare un'idea davvero vincente: una Biancaneve "birichina" in versione hot con le mani legate dietro la schiena e la veste discinta che ha conquistato il pubblico.

L'arredo in marmo conquista i buyers

Paonazzo e statuario, per la collezione realizzata da Giornetti e Fiammetta Vanelli per Turini & Werich

CARRARA In gergo, per gli addetti ai lavori, si è trattato di una capsule collection, una collezione unica, che, nel caso di quella realizzata da Massimiliano Giornetti e Fiammetta Vanelli per la Turini & Werich ha segnato anche il ritorno, in grande stile, dell'ex direttore creativo della maison Ferragamo.E Massimiliano Giornetti è riuscito, ancora una volta, a incantare il pubblico e gli addetti ai lavori, con quei particolari che, già in passato, lo avevano fatto emergere per uno stile, allora abbinato allo storico marchio Ferragamo, decisamente raffinato e originale.


CARRARA Si è conclusa con una passeggiata lungo la ex-galleria Marmifera tra il Tarnone e Fantiscritti, per l'occasione chiusa al traffico veicolare, la "giornata nazionale ferrovie non dimenticate" organizzata dal Gruppo Archeologico ApuoVersiliese per ricordare la ferrovia Marmifera e la linea Carrara Avenza -- Carrara Città ma anche per lanciare il progetto "Topografia della Memoria Città di Carrara", per cui è già stata aperta la pagina Facebook.

Giovani scultori da tutto il mondo sulle orme di Michelangelo Buonarroti. Parte il concorso con in palio un mese di stage nei laboratori artistici di Carrara, con la possibilità di lavorare il marmo seguiti da veri esperti del settore e conoscere i molti aspetti di una tradizione secolare unica. E' ufficialmente iniziata l'edizione numero tre del Forum Internazionale di giovani scultori del marmo a Carrara "Le voci dell'arte: pace, fratellanza, solidarietà", progetto indetto dalla Federazione Italiana Club e Centri per l'Unesco ed elaborato dal Club per l'Unesco "Carrara dei Marmi" in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti. Il concorso è indirizzato a giovani scultori dai 18 ai 35 anni che frequentano il corso di scultura delle Accademie di Belle Arti di tutto il mondo (legalmente riconosciute). I partecipanti dovranno preparare dei bozzetti, coerenti con il tema, che assieme alle candidature dovranno essere spediti per posta all'Ufficio Protocollo dell'Accademia, oppure consegnate di persona. La scadenza del bando è fissata alle 12 del 31 maggio. Una giuria, presieduta dal presidente Ficlu, composta dai professori di storia dell'arte dell'istituto carrarese valuterà poi nel giugno i bozzetti e i disegni con i progetti pervenuti scegliendo 5 finalisti (3 italiani e 2 stranieri). Il 29 luglio verrà premiato il vincitore. I 5 ragazzi finalisti vinceranno un periodo di stage (a luglio) nei laboratori di scultura dell'Accademia con conseguente mostra. Vitto e alloggio sarà a carico del Club per l'Unesco "Carrara dei marmi", mentre il viaggio sarà a carico del partecipante. I 4 finalisti più il vincitore saranno dunque seguiti nel mese di stage da esperti e dai docenti di scultura dell'Accademia carrarese Pier Giorgio Balocchi, Francesco Cremoni e Francesca Taliani. L'intero bando, per maggiori informazioni e dettagli, è consultabile sul sito dell'Accademia di Belle Arti di Carrara. «Abbiamo accolto il progetto a braccia aperte - ha detto il direttore dell'Accademia, Luciano Massari -, è una grande opportunità per i ragazzi dell'Accademia e un'opportunità a livello internazionale di frequentare l'Accademia e conoscere il marmo e Carrara. E' molto importante per noi svolgere questo ruolo».Parole a cui hanno fatto eco quelle del sindaco Angelo Zubbani: «Questo terzo forum è ancora più ambizioso, una novità importante è il rapporto con le istituzioni e quindi con l'Accademia, anche grazie alla sua nuova vivacità. Questo progetto rappresenta un rilancio culturale e formativo sia per la città sia per l'Accademia».«Questa sarà l'occasione sia per festeggiare i nostri vent'anni di attività, ma anche i settanta dell'Unesco con una cerimonia che si terrà a Carrara perché il nostro progetto è stato scelto tra quelli di 145 club italiani. Per noi la scultura, il marmo e la nostra identità sono punti cardine», ha chiosato la professoressa Maria Grazia Passani, presidentessa Club per l'Unesco "Carrara dei Marmi».Luca Barbieri

Rinascita punta sull'Accademia e sui giovani


Le proposte: sgravi fiscali per i proprietari di fondi sfitti
E il direttore Massari lancia un appello: servono più spazi

di Luca Barbieri
CARRARA Sgravi fiscali per i proprietari dei fondi sfitti, cultura dell'arte nelle scuole dell'obbligo, un centro polifunzionale per i giovani, sinergia pubblico-privato e un rilancio del centro storico (anche commerciale e immobiliare) che passi dall'Accademia di Belle Arti. Sono state queste, tra le altre, le proposte lanciate dal convegno organizzato da "Rinascita" del candidato sindaco Gianenrico Spiedacci, "Dal dire al fare. L'Accademia di Belle Arti come progetto di Rinascita per la città di Carrara", svoltosi ieri. Da "Rinascita" hanno puntato sull'Accademia carrarese coinvolgendo nel partecipato incontro Luciano Massari e Giancarlo Casani, rispettivamente direttore e presidente dell'Accademia di Belle Arti, il vicesindaco Fiorella Fambrini, il consulente aziendale Pietro Parodi e l'amministratore delegato dell'azienda umbra B-Beng Claudio Lamberini. «L'Accademia - ha puntualizzato in apertura Spediacci - è un'eccellenza di tutta Italia e conosciuta anche all'estero, lo sviluppo della città passa da quello dell'Accademia, non solo artistico e culturale, ma anche economico con commercio e immobili». Conosciuta in tutto il mondo e soprattutto apprezzata fuori provincia perché, come osservato dal direttore Massari, su 835 iscritti, soltanto 32 sono carraresi, 64 apuani e 400 invece gli stranieri con i restanti da tutta Italia. «Da novembre siamo passati al "fare" - ha detto nel suo intervento Massari - stiamo facendo accordi internazionali, nell'est Europa e a Oriente, promuovendo corsi di italiano e partirà anche il master in Scultura Digitale per una formazione spendibile nel mondo del lavoro, ma abbiamo bisogno di spazi. Un percorso di crescita questo da fare insieme se le istituzioni saranno brevi e veloci». «Una potenzialità straordinaria per un territorio come Carrara che può competere con piazze medie», quella rappresentata dall'istituto per l'ad Lamberini che ha parlato, a proposito di spazi e interventi privati, di un progetto per un centro polifunzionale, «un contenitore sostenibile» che possa accogliere i giovani, progetto accolto di buon grado da Spediacci: «se governeremo saremo molto interessati». Proposta privata e volontà e progettualità pubblica per una sinergia auspicata anche dal vicesindaco Fiorella Fambrini. «Ci sono già tanti studenti, ma possono essere di più», ha esordito la Fambrini prima di far spazio alle proposte per «saper essere una città contemporanea». E quindi strutture e accoglienza, un'offerta formativa nelle scuole di ogni grado e ordine che preveda la cultura dell'arte, un rapporto speciale con Liceo Artistico e Scuola del Marmo, reti museali fruibili a cittadini e turisti, laboratori per l'Accademia e rilancio del centro storico. Come? «Con il supporto del privato e la regia dell'amministrazione», secondo la Fambrini che ha portato l'esempio dei fondi sfitti, un progetto «che si è fermato, la cui maternità è di Idee in Rete e che vale per artisti, studenti e non solo. Un esempio sarebbero gli sgravi fiscali di cui godrebbe eventualmente il proprietario dell'immobile. Il centro storico è un'opportunità per l'Accademia e viceversa». Supporto privato e regia pubblica, dicevamo, regia però che non deve mancare di progettualità, per non perdere ulteriori occasioni, come ha sottolineato nel suo intervento, dedicato ai finanziamenti europei, il dottor Parodi. «Carrara - ha spiegato - si è classificata alla posizione 115 su 120 posti con un punteggio di 25 su 100 nel bando per i contributi per la riqualificazione delle aree urbane, in cui dentro c'erano interventi anche per l'Accademia. Ma bisogna strutturarsi meglio per cogliere certe opportunità, unica strada: sinergia privato-pubblico».

CARRARA Essere fashion spendendo il giusto perché la moda piace a tutte le donne. Questa la filosofia che anima la creatrice di moda Maria Rita Alessi, che proprio oggi alle 17 e 30 inaugura il suo temporary shop di viale Turigliano. Si tratta di una prova ma i prodotti targati Alessi, in particolare le borse, sono sul mercato da diversi anni, amati e apprezzati per la cura e la fantasia che contraddistinguono il marchio. A cominciare dalla showgirl Alessia Marcuzzi e dalla fashion blogger Chiara Biasi. Una borsa Alessi è finita anche sulla copertina platinata di Vogue. La nuova linea è impreziosita dall'utilizzo del marmo, piccoli dettagli come perle o decorazioni che si declinano con i pellami e i colori pastello dall'effetto tridimensionale. Un specie di ritorno alle origini per Maria Rita, diplomatasi all'istituto d'arte Palma e con un passato da restauratrice, che con questa nuova linea impreziosita dal marmo torna a lavorare una materia prima da lei molto amata. Una filosofia che domina ogni sua creazione e che è ben specificata nel suo logo che recita: "dove l'arte incontra la moda". Non solo borse ma anche t -shirt, jeans, scarpe, sandali, portafogli e accessori. Insomma, tutto quello che serve per un outfit raffinato e modaiolo ma alla portata di tutte. «Questa nuova avventura - commenta Maria Rita Alessi - è stata possibile grazie a Sara Vannucci dei profumi del marmo che mi ha messo a disposizione i locali a titolo gratuito, poi una volta partita l'attività le pagherò l'affitto. Ho sempre lavorato in questo campo, le mie borse sono conosciute e vendute i vari negozi italiani, a breve verranno distribuite anche in America e in Francia. Si tratta di prodotti interamente artigianali e realizzati con pellami di ottima qualità. Io mi occupo della rifinitura che consiste nel disegnarle ed impreziosirle con i dettagli. La mia linea Alessi Handmade è creata per tutte le donne, nel senso che i miei prodotti sono venduti a prezzi contenuti, ma non perché la qualità non ci sia, anzi, le borse le cuciono degli artigiani fiorentini, lo faccio perché voglio che li possano acquistare ed indossare molte donne. Tra le mie clienti ci sono anche Alessia Marcuzzi e Chiara Biasi». (a.po.)

Pagina 7 di 232

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree