patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Il Tirreno (5003)

Da Marina al CARMI oggi arriva il trenino

CARRARA Da oggi, per ogni sabato fino al prossimo primo settembre, il trenino turistico raggiungerà il centro storico di Carrara. La partenza è prevista da piazza Menconi a Marina, alle 10. Di seguito le soste che effettuerà il trenino a Carrara, con la possibilità per i passeggeri di scendere per visitare i musei Cap e CARMI, i monumenti del centro, oppure fare shopping: piazza Matteotti, CAP Centro Arti Plastiche, piazza Accademia, piazza Alberica, CARMI Museo Carrara e Michelangelo alla Padula, piazza Matteotti e ritorno verso piazza Menconi. Costo del biglietto 10 euro per gli adulti, 5 euro per i bambini e giro gratuito per i piccoli fino a 5 anni. La Giunta ha deliberato l'introduzione di uno sconto sull'ingresso ai musei cittadini


PIETRASANtA Che cosa accade quando dei soggetti, tendenzialmente, irrimediabilmente, comprensibilmente in competizione, giocano da alleati? Accade un allineamento di pianeti. Beatles e Stones sul palco insieme, Federer e Nadal che giocano un doppio fianco a fianco. Pochi mondi sono competitivi quanto quello dell'arte contemporanea, dove il mercato è un grande risiko nel quale tutti i galleristi vogliono invadere la Polonia e vincere la partita. Ma esistono anche splendide eccezioni. Per una notte. Per la terza volta, dopo il debutto clamoroso del 2016, a Pietrasanta le gallerie dell'Associazione Nazionale Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea decidono di vestire la stessa maglia per una notte: prescindono dal sottile e inevitabile demone della concorrenza e inaugurano le proprie mostre in un evento corale. Accade questa sera con la Collector's Night: il dream team delle mostre presiderà tutto il centro storico dalle 19 a mezzanotte. Collezionisti, appassionati, semplici curiosi, esploreranno le vie della Piccola Atene con una mappa per (dis)orientarsi tra linguaggi artistici diversi. Scultura, pittura, fotografia, in compagnia delle opere di artisti nazionali e internazionali dello scenario artistico del momento. Se di solito si va a Pietrasanta a vedere una mostra, questa sera è speciale, perché ce ne saranno nove. E i contenuti? Da non perdere. La Futura art gallery ha scelto il messaggio dissacrante di Giuseppe Veneziano, che lancia provocazioni forti (compreso un Putin in versione napoleonica). Un agrume al posto della "o" è la trovata del logo di "Forma1" alla galleria Armanda Gori, con opere di grandi nomi come Consagra e Turcato. Alla Marcorossi torna in Italia, dopo tre anni, il fotografo norvegese Rene Guneriussen che realizza installazioni e crea immagini magiche, nella natura incontaminata. Susanna Orlando propone le "camere con vista" di Giacomo Piussi che sulle pareti disegnerà una sequenza di stanze ammobiliate in blu acquerellato su sfondo bianco, ispirate ad una casa immaginaria della Versilia. La Poggiali presenta il progetto Americhe del fotografo Davide Bramante: scatti fotografici sovrapposti sulla stessa porzione di pellicola, per raccontare Buenos Aires, Rio e New York. Christoph Rode è protagonista alla galleria Ponzetta mentre da Giovanni Bonelli c'è spazio per gli "ospiti speciali", installazione di Bertozzi e Casoni. Barbara Paci fa incontrare di nuovo Pietrasanta con la scultura passionale e sapiente di Javier Marin. Infine da Paola Raffo si racconta e si rivisita Alfred Hitchcock con scultura ispirate da dieci film del maestro del cinema. Le Gallerie del circuito ANGAMCpresenti all'evento: Futura art gallery: "Operette Immorali", mostra personale di Giuseppe Veneziano. A cura di Ivan Quaroni.Armanda Gori arte: "Forma 1", mostra collettiva di Accardi ,Consagra, Dorazio, Perilli, Sanfilippo, Turcato. A cura di Leonardo Marchi Marcorossi Artecontemporanea: Traces of affection, personale di R. Guneriussen.Galleria Susanna Orlando: "Camere con vista", personale di Giacomo Piussi. A cura di Ivan Quaroni.Galleria Poggiali: "Americhe", mostra personale di Davide Bramante.Ponzetta: "Christoph Rode", mostra personale di Christoph Rode.Giovanni Bonelli arte contemporanea: Special Guests, di Bertozzi e Casoni.Galleria Barbara Paci: "Corpus - Appunti di una mostra", personale di Javier Marìn. A cura di Christian Barragàn. Testi di Achille Bonito Oliva, Alessandro Romanini.Paola Raffo arte contemporanea: "Alfred Hitchcock - Il genio nero", personale di Alessandra Politi Pagnoni. A cura di Alessandro Bertozzi. --


Cinquecento anni fa l'arrivo del Maestro
Al ristorante Vallechiara menù e abiti storici

L'iniziativa Dopo l'anteprima invernale, torna "A cena con Michelangelo", la cena-evento organizzata dal ristorante Vallechiara di Levigliani, con il Patrocinio del Parco delle Alpi Apuane e del Comune di Stazzema, nell'ambito delle celebrazioni per i 500 anni della venuta di Michelangelo Buonarroti in Versilia.Correva infatti l'anno 1518, quando l'artista stipulò il primo di una serie di contratti per l'estrazione dei marmi destinati alla facciata della chiesa di San Lorenzo di Firenze. Per i successivi due anni Michelangelo rimase in Versilia occupandosi di marmo, strade, cave, personale e trasporti, segnando per sempre l'evoluzione storica ed economica della zona. Proprio durante il suo soggiorno il Maestro ebbe modo di conoscere anche la parte culinaria più significativa del nostro territorio. E così, grazie ad un attento lavoro antropologico-gastronomico, verrà fedelmente riprodotta una cena alla quale realmente Michelangelo prese parte. Stasera alle 20, al ristorante Vallechiara, verrà ricreato l'ambiente tipico della locanda rinascimentale, con tanto di figuranti e veri e propri personaggi in costume che siederanno al tavolo dei commensali e verranno servite le pietanze che l'artista stesso assaporò ed appuntò di proprio pugno sul retro di una lettera del 1518. Contribuiranno ad allietare la particolare serata gli aneddoti e le curiosità dello storico Ezio Marcucci, oltre che una divertente rappresentazione teatrale in vernacolo, che rievocherà l'eccezionalità di quei giorni.Questo il dettaglio del menù: alici cum oleum aglio et petroselinum, aringa de conserva cum salsa de ceci,pane cum interiora, lardo di conca et sanguinaccio, tortegli cum herbe et intingolo, minestra di finochio et altre erbore,costatum de porcus,un piatel de spinaci, cantuccini cum vin sancto, vino tondo et brusco. Il prezzo dell'intera serata è di 27 euro, prenotazioni al 0584 778054. --

 

Alla scoperta della Piccola Atene

Pietrasanta Alla scopertadella Piccola Atene Una opportunità per scoprire la storia e i tesori artistici della Piccola Atene. Questa sera alle 21,30 una guida turistica vi accompagnerà in una passeggiata nella storia e nell'arte alla scoperta dei luoghi più significativi della città. Sarà un'occasione per vedere Pietrasanta con occhi diversi e assaporarne l'armonica bellezza. Prenotazione obbligatoria (339-8806229 Tessa). Costo 8 euro, durata 90 minuti circa. Punto di ritrovo: piazza del Duomo

Funi e blocchi, si rievoca la lizzatura storica


Ai ponti di vara
CARRARA Ritorna anche quest'anno con l'edizione 2018 la Lizzatura Storica che si svolge nel suggestivo scenario dei Ponti di Vara. La discesa spettacolare del blocco seguendo il metodo della lizzatura è fissato per domenica 12 agosto, dalle ore 9.

La soddisfazione dell'assessore: «Positivo lo sforzo fatto da entrambe le parti»
Roberto Graziani: «Tutelate le imprese floride e anche quelle meno floride»

CARRARA Soddisfazione. Da parte degli imprenditori del marmo e del Comune per la firma, ora ufficiale, del nuovo integrativo del lapideo.Presenza continua ai tavoli delle trattative e il lavoro di mediazione. Sono queste, per l'assessore Alessandro Trivelli, le parole chiave che rispecchiano il ruolo avuto da parte di Palazzo Civico nei giorni di sciopero per il contratto integrativo dei lavoratori del lapideo. «Siamo stati coinvolti fin da subito, fin dal primo giorno siamo andati al presidio della pesa per trovare una soluzione nella vertenza. Dopo la prima riunione volevano entrambi la presenza delle istituzioni. Noi eravamo preoccupati per l'aspetto sociale, per le tensioni; e per la comunità, si tratta pur sempre di una perdita economica per tutti quanti», spiega dunque Trivelli. «Abbiamo fatto un bel lavoro di raccordo, cominciato venerdì - prosegue - parlando con imprenditori e sindacati. Lì abbiamo sentito, volevamo capire certe dinamiche. Abbiamo partecipato sempre a tutti i tavoli ed è una cosa che è stata riconosciuta da entrambi i fronti». «Come rappresentanti delle istituzioni abbiamo mediato, calmato gli animi, un apporto fondamentale fatto anche di numerose telefonate per provare a ricucire gli strappi». «Siamo stati - conclude - sempre presenti, non è poca roba. Ci sono dinamiche che rientrano nelle vertenze; ma questa volta forse è stato più pesante. Abbiamo apprezzato lo sforzo di tutte e due le parti e l'accordo penso sia equo». Gli imprenditori del marmo si dicono soddisfatti del contratto appena siglato. la firma di ieri pomeriggio ha apposto la parola "fine" a cinque giorni di sciopero. «Sono contento che siamo riusciti a chiudere il contratto - dichiara Francesco Santucci del Santucci group - e anche che i lavoratori riescano ad avere qualcosa in più: sono la classe che ne ha più bisogno».E precisa: «Abbiamo dibattuto così a lungo non perché noi volessimo far continuare lo sciopero, ma perché il rinnovo del contratto è avvenuto in un momento avverso. Purtroppo i mercati non sono più quelli di 3 anni fa. Le vendite calate del 30% rispetto all'anno scorso e al 2015, l'anno in cui venne siglato l'ultimo contratto integrativo. Volevamo evitare di concedere qualcosa in più oggi per poi toglierlo domani. Comunque, alla fine i lavoratori ne sono usciti bene. Noi scontiamo il compromesso di dover vendere ai prezzi che impone il mercato».Uno dei motivi di maggiore soddisfazione è però la pace ritrovata: «Gli stati di rivolta li paghiamo tutti. Sono felice in primis per i lavoratori, poi per la città, in ultimo per noi che abbiamo comunque ottenuto un buon vantaggio. È stata una vittoria per tutti. L'importante è non venire a bussare ogni 4 anni perché altrimenti diventa difficile gestire le imprese».Il braccio di ferro coi sindacati è stato "stancante", per Roberto Graziani della Graziani Marmi: «Raggiunto un duplice obiettivo: ottenere un costo finale non eccessivo per le aziende e quello di riuscire a accordare il massimo aumento netto a un dipendente, il 35% in più rispetto all'ultimo contratto. Dovevo tutelare tutte le aziende, sia quelle floride che quelle meno floride. Per evitare che un giorno non si parli di incrementi salariali, ma di licenziamenti. Le parti sindacali non ci hanno aiutato, ma col buonsenso e l'aiuto delle istituzioni abbiamo raggiunto l'obiettivo». --L.B.;I.R.

i sindacati
Silenzio delle sigle per un giorno «C'è stanchezza»
I sindacati per il momento non si pronunciano. È rinviato ad oggi il commento delle varie sigle sindacali, che arriverà tramite un comunicato stampa. Il nuovo contratto integrativo è stato firmato ieri pomeriggio: «Siamo estenuati», ha spiegato Paolo Gozzani, segretario provinciale della Cgil. Francesco Fulignani della Feneal Uil e Roberto Venturini della Fillea, si erano già ritirati. Dunque delle tre parti in campo -aziende, sindacato e amministrazione - solo i sindacati non tracciano un loro bilancio sull'accordo. Si attendeper la giornata di oggi una dichiarazione congiunta.

 

Moschea fantasma, confermate le assoluzioni


Respinto il ricorso della procura generale di Torino nei confronti di Paolo Dazzi, Laura Donatiello, Reboa e Lattanzi

Carrara Affaire Iraq: confermate le assoluzioni.Una moschea "fantasma" e una complessa vicenda giudiziaria.Nel mirino della procura di Torino era finita la gestione del recupero del credito legato alla commessa - sfumata - per la costruzione di una moschea e un centro islamico. Nel maxi-credito fra l'azienda Dazzi e l'Iraq subentrò, il tribunale di Massa, dando il via a una battaglia di carte bollate con la Banca di Roma, dove si trovavano delle somme riconducibili al Rais per un'altra controversia. A inizio 2003, spuntò poi una società londinese: la Server Plus Ltd che presentò istanza di cessione del credito milionario proponendo in cambio, cash, il pagamento di 77.450 euro. A fronte di un potenziale credito di 4,4 milioni di dollari oltre interessi (pari a 7,4 milioni di euro). Al secondo tentativo, il tribunale accettò i 77mila euro, pensando che i soldi del Rais non ci fossero o fossero intoccabili e quindi inesigibili. Invece, non appena - a luglio 2003 - il credito passò dalla curatela fallimentare alla Server Plus, il credito diventò improvvisamente disponibile.

ALESSANDRA VIVOLI / CARRARA È un sindaco Francesco De Pasquale rilassato quello che si è presentato all'intervista pubblica con Il Tirreno condotta dal caposervizio della redazione di Massa Carrara Massimo Braglia e con la partecipazione del vicedirettore del Tirreno Fabrizio Brancoli. Davanti a una sala di rappresentanza piena il sindaco ha esordito. «I cittadini mi hanno dato 6. un voto che si migliora facilmente, abbiamo quattro anni per rovesciarlo».«Perchè non si dà 8?» Chiede il vicedirettore Brancoli. «Perchè non sono un superman. Non agiamo per essere rieletti ma per dare un servizio alla città». Nell'ambito dell'intervista il sindaco annuncia: «Il palco della musica sarà pronto per il festival Con-vivere». Sul museo del marmo, invece:«Cerchiamo una sede in centro città ma non l'abbiamo ancora individuata» .ZTlStalli oggi a pagamento potrebbero diventare a disco orario - ha annunciato il sindaco. «Ma dobbiamo calcolare nei dettagli l'impatto economico sull'azienda. In questo momento siamo impegnati a garantire un futuro occupazionale ai dipendenti della Progetto Carrara»


MONTIGNOSO Un doppio appuntamento con l'arte e la salute a Villa Schiff. Si inizia oggi alle 18 con la presentazione del romanzo "Il tramonto a Oriente" della scrittrice Michela Rossi, evento promosso dalla idapai di Massa Carrara. All'interno del giardino della Villa verranno esposti i quadri e le sculture di Eufemia Lo Strangio, Annalisa Dell'Amico e Francesca Salvi dell'Associazione Arte Nuova Carrara.Salute e prevenzione, sono invece i due temi che verranno affrontati nel corso dell'iniziativa "Alimentazione e Oncologia in programma domani pomeriggio alle 18.00, organizzato dall'Associazione Diversamente Splendidi e patrocinato dal Comune di Montignoso sempre nella cornice offerta dalla storica Villa Schiff. --

 

Un'alleanza per monitorare il corso d'acqua ed evitare sversamenti di inquinanti e rischi di divieti di balneazione

MONTIGNOSO I torrenti che scendono dalle Apuane al mare, si sa, in estate sono tranquilli: la portata d'acqua è ridotta al minimo e tutto sembra "normale". Ma un violento nubifragio può farli alzare pericolosamente, e in quelle acque è possibile che finiscano sostanze inquinanti. Come scarichi abusivi di servizi igienici o sversamenti di altre "schifezze". Cosa c he può provocare guai seri alla spiaggia e al turismo, inquinando il mare in cui sfocia e facendo scattare divieti di balneazione. Nasce da qui, dall'esigenza di difendere meglio il torrente Montignoso, l'alleanza del Consorzio Bonifica Toscana Nord con la società nazionale Salvamento. Un accordo siglato in questi giorni che ha l'obiettivo di aumentare il monitoraggio del corso d'acqua, dall'Aurelia fino alla confluenza con il Versilia..Il controllo sulle arginature del torrente saranno dunque effettuate lungo tutto il tratto di Viale Marina, Lago di Porta e fino alla confluenza col fiume Versilia. Il Consorzio di Bonifica si avvale infatti della collaborazione della sezione versiliese della Società Nazionale Salvamento che ha preso in adozione il corso d'acqua.«In tutto il nostro comprensorio la formula dell'adozione sta dando ottimi risultati in termini di maggiore controllo e presidio dei corsi d'acqua - spiega Ismaele Ridolfi, presidente del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord - Grazie alle diverse peculiarità, ogni associazione di volontariato riesce a dare un contributo importante e un valido supporto ai nostri tecnici. La Salvamento esegue interventi di Protezione Civile ed è abituata a gestire situazioni difficili per questo motivo ha scelto di adottare il torrente Montignoso, un corso d'acqua con arginature molto alte e importanti che proteggono le zone abitate del Cinquale e della Renella».Il monitoraggio previsto dalla convenzione è periodico, con cadenza mensile. I volontari osserveranno il "loro" canale, segnalando agli uffici tecnici ogni novità di rilievo. Particolare attenzione verrà prestata alla sicurezza idraulica e quindi alle condizioni degli argini, a eventuali sbarramenti e a tutto quello che potrebbe minacciare la funzionalità idraulica del torrente. L'accordo inoltre trova i giusti spazi anche per la tutela dell'ambiente con il controllo e la segnalazione di habitat di pregio e la rimozione di piccoli rifiuti. --

Pagina 7 di 501

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree