patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

Il Tirreno (2318)

Al Fuorisalone il marmo è protagonista

La Luce del Marmo si accende al Fuorisalone di Milano. L’esposizione, dedicata al design, si sviluppa intorno a tre importanti tematiche: il marmo di Carrara, la leggerezza e la luce.

CARRARA. La Luce del Marmo si accende al Fuorisalone di Milano. L’esposizione, dedicata al design, si sviluppa intorno a tre importanti tematiche: il marmo di Carrara, la leggerezza e la luce, elemento fondamentale per la valorizzazione della materia e delle forme, in coerenza con la contemporaneità del Salone Euroluce. L’allestimento dei manufatti in marmo si snoda su un’area di 350 metri ricreando un vero e proprio percorso museale. Simbolo della mostra è BlockTheRock, un maestoso blocco di marmo di Carrara sapientemente illuminato dall’interno, posizionato sulla piazza antistante l’ingresso di Space&Interiors. L’opera è stata realizzata per Imm da Mt Stone su progettazione Stoheng, e grazie al supporto tecnico di Vt Impianti. BlockTheRock rappresenta la perfetta icona per l’accoglienza dei visitatori, comunicando l’evento anche durante le notti milanesi del Fuorisalone.
http://iltirreno.gelocal.it/massa/cronaca/2017/04/06/news/al-fuorisalone-il-marmo-e-protagonista-1.15154264


In occasione della mostra "Spartaco. Schiavi e padroni a Roma", che proseguirà sino al prossimo 17 settembre, presso lo spazio espositivo dell'Ara Pacis di Roma, saranno esposte alcune opere provenienti dal Museo del Marmo di Carrara«Con estrema soddisfazione - ha dichiarato l'Assessore alla Cultura Giovanna Bernardini - ho accolto l'istanza pervenuta da parte delle Soprintendenze Archeologiche di Firenze e Roma, a ulteriore conferma dell'importanza come fonte storica del patrimonio conservato al Museo del Marmo e della sua fama per chi fa ricerca»

Rinascita e l'Accademia

domattina

"Dal dire al fare. L'Accademia di Belle Arti come progetto di Rinascita per la città di Carrara": è questo il titolo dell'iniziativa in programma domattina alle 9.30 alla Camera di commercio di Massa-Carrara, a Carrara. Coordina Gianenrico Spediacci, candidato a sindaco di Rinascita. Interventi di: dott.ssa Fiorella Fambrini, vice sindaco del Comune di Carrara; Luciano Massari, direttore dell'Accademia di Belle Arti di Carrara; dott. Pietro Parodi, consulente aziendale e direzionale; Claudio Lamberini, amministratore delegato B-Beng.

Il Vietnam chiama Massa-Carrara

Invito ufficiale dalla Provincia di Yen Bai per ospitare una delegazione


MASSA-CARRARA Un altro passa avanti per la realizzazione di una importante intesa economica e di sviluppo fra il Vietnam e la nosytra provincia. Il responsabile della Provincia di Yen Bay, Do Duc Bay, ha infatti scritto al presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, facendo così seguito alla recente corrispondenza nata dopo l'interessamento del commendator Andrea Vinchesi, che con il Vietnam ha da tempo stretti rapporti. «Negli ultimi anni - ricostruisce Do Duc Bay - in un quadro di relazioni di collaborazione strategica tra Vietnam ed Italia, le Province di Yen Bai e Massa-Carrara hanno avuto reciproci scambi ed attività informative al fine di stabilire un'amichevole collaborazione. La Provincia di Yen Bai ha fatto visita a Massa-Carrara nell'ottobre del 2015. Anche noi abbiamo ricevuto e lavorato con delegazioni ed uomini d'affari di Massa-Carrara qui nella provincia di Yen Bai». E aggiunge: «Con la speranza di un contatto e di effettiva collaborazione tra Yen Bai, Vietnam e Massa-Carrara, Italia, vorrei inviare un sincero ringraziamento per l'aiuto responsabile del comm. Andrea Vinchesi - presidente della Cav Group Srl, nel quale confidiamo e che ci ha rappresentati nel discutere con lei ed i suoi colleghi in tempi recenti». Il responsabile di Yen Bai aggiunge: «Il 3 marzo 2017 il commendator Vinchesi ci ha informati che lei ha espresso la volontà di supportare una collaborazione amichevole tra le due Province al fine di sviluppare progetti e collaborazioni nel settore socio-economico, partendo dall'estrazione e lavorazione dei lapideo. Quindi, desidero inviare a lei ed ai leader e dirigenti del Consiglio Provinciale di Massa-Carrara l'invito a visitare il Vietnam e la Provincia di Yen Bai per ulteriori discussioni in merito alle opportunità di reciproco sviluppo socio-economico. Desidero anche invitare il Comm. Andrea Vinchesi e le imprese ed imprenditori della Cav Group Sri e della Provincia di Massa-Carrara a visitare la nostra Provincia in contemporanea. Con rispetto speriamo di avere l'opportunità di ricevere Lei e la Delegazione di Massa-Carrara con la miglior accoglienza». E conclude spiegando che la Provincia di Yen Bai gradirebbe farsi carico delle spese della delegazione.Uno dei progetti che potrebbe prendere vita è la realizzazione di quella che sarà "Casa Carrara Tuscany Italia", un progetto elaborato da una idea di Vinchesi congiuntamente allo Studio Ottria di Architettura di Genova: sport, gastronomia, shopping, sanità, su un'area vastissima sulla quale intervenire, in un ambiente di pregio, nel segno del marmo.(m.b.)

L'autoarticolato stava trasportando due blocchi di marmo
La cabina è rimasta ammaccata, camionista vivo per miracolo

CARRARA
Potenzialmente poteva essere una tragedia, invece non è successo quasi niente. L'incidente è avvenuto l'altra mattina sull'Aurelia, ad Arcola, a pochi metri di distanza dall'ingresso del vivaio 'Gardenflora Trio'. Una cabina di un camion è rimasta ammaccata dai blocchi di marmo che l'automezzo stava trasportando, senza conseguenze gravi per il camionista, un cinquantasettenne di Carrara. Ma deve ringraziare la velocità ridotta se è stato ricoverato all'ospedale di La Spezia solo per accertamenti. E la stessa sorte è capitata all'uomo che era sul Suv, un cinquantenne di Sarzana, che ha tentato di superare l'autoarticolato.

la polemica
Anas deve decidere sul blocco del transito dei mezzi pesanti
L'episodio ha alimentato nuove polemiche tra i residenti di Arcola, convinti più che mai della necessità dell'ordinanza per bloccare il transito dei mezzi pesanti sull'Aurelia, anche se l'incidente stradale sembra non essere imputabile al conducente del tir. Il comandante della municipale di Arcola, Luigi Bonotti, ha spiegato che entro la settimana Anas, proprietaria della strada, fornirà il parere obbligatorio per l'ordinanza, che sarebbe dovuta essere emessa entro il 28 febbraio, così come aveva promesso il sindaco Emiliana Orlandi, nel consiglio comunale di dicembre.La burocrazia però ha giocato un brutto scherzo al Comune, propenso a fermare il transito dei tir su quel tratto di strada. «L'incidente ha messo in luce una criticità nota, per fortuna è andata bene», ha detto il primo cittadino.

«Smaltiremo la marmettola»

il progetto

MASSA La marmettola, fango in parte disidratato, prodotto dall'escavazione del marmo, piaga non soltanto di questo secolo, e non soltanto degli ambientalisti, scorre visibilmente nei corsi d'acqua che dalle Apuane portano al mare, ma non si può avere contezza della sua quantità, della sua reale provenienza, se sia marmettola recente, o frutto di depositi passati. Insomma, pare non ci siano gli strumenti, al momento, per avere reale contezza del problema e quindi riuscire a risolverlo. A dirlo, durante l'ultima commissione Ambiente del comune di Massa, sono stati il dirigente Fabio Mercadante e il geometra Pucci, chiamati a dare aggiornamenti sul problema cave e marmettola a Massa. La prima notizia è che Arpat ha in programma uno studio sulla presenza della marmettola nei bacini delle cave apuane che, per la prima volta, potrebbe fornire una fotografia nitida della quantità di questo materiale e della sua provenienza. La seconda notizia, data sempre dai due tecnici del comune di Massa, e confermata da Umberto Ronchieri, è che il C.a.m, l'unione dei concessionari degli agri marmiferi, ha deciso di investire risorse proprie nella risoluzione del problema, acquistando per il momento sette scarrati, che verranno posizionati in sette cave di altrettanti soci, dove verrà stoccata la marmettola giornalmente, poi ritirata da un unico soggetto, la 2 PI srl, e smaltita correttamente, una volta alla settimana, secondo le leggi vigenti. L'obiettivo è chiaro: accumulare e depositare in questi grandi contenitori la marmettola a monte, prima che corra il rischio di venire in parte dispersa, facilitando il suo conferimento.Questa tipologia di intervento, sottolineano sempre i tecnici in commissione, non sostituirà le varie normative, leggi e prescrizioni esistenti in materia di smaltimento della marmettola, che rimangono immutate. I costi del progetto, tutti a carico dei soci che decideranno di aderire, non sono ancora stati specificati, perché varieranno a seconda del numero delle cave da servire e della loro distanza. Manuela D'Angelo

La denuncia è partita dal blog anti Costa "Uniti per Albiano"
Si lamenta anche il ritorno della puzza e dei forti rumori

ALBIANO MAGRA
Con l'arrivo del caldo, torna l'incubo polveri sottili ad Albiano Magra. Lo si sostiene sul blog internet "Uniti per Albiano", la voce degli albianesi che si battono contro la ditta Costa, dove si accenna anche al fatto che sarebbe tornata la puzza nella più popolosa frazione aullese e a produrla sarebbe proprio la ditta guidata dall'imprenditore spezzino Mauro Costa. Inevitabile il salire della tensione, con la questione della ditta Costa che sarà sicuramente uno degli argomenti più roventi nella ormai imminente campagna elettorale. Ma è il tema polveri sottili l'argomento odierno e sul blog si chiamano in causa i camion del marmo, quelli che trasportano terre, granulati e scaglie derivanti dall'escavazione lapidea, «camion che dovrebbero viaggiare, una volta carichi, con i cassoni coperti da teloni per arginare la dispersione in aria delle polveri sottili, che, invece, vengono trascinate in paese dal traffico pesante. Lo dovrebbe disporre -- così prosegue l'intervento sul blog -- un'ordinanza del Comune di Aulla, perché ci sono abitanti in rivolta per le polveri e per i rumori prodotti dal transito dei camion. Idem per quanto riguarda la fase di lavorazione. La situazione è insostenibile per chi abita nei paraggi della zona industriale e i rumori sono insostenibili persino a Tirolo, nella zona superiore della vallata (località della vicina Bolano) , per non parlare nel pieno centro del borgo di Albiano Magra: via Marzabotto, via Don Pietro Corsini, via Amola, Via Repubblica». A questo punto "Uniti per Albiano" pone alcune domande spinose: «Dove sono le associazioni dell'autotrasporto, affiancate da Assindustria, per tutelare impresa/cittadini? Dov'è l'Asl? Dov'è l'Arpat? Dove sono i posti di blocco della Polizia Municipale o dei Carabinieri ex Forestale a fermare i mezzi che circolerebbero non in regola? A fermare i mezzi, i tir, non gli albianesi offesi e arrabbiati! » questa la risposta sarcastica degli stessi albianesi, secondo i quali «lo stesso discorso vale per i mezzi che conferiscono alla Costa Mauro, essendovi -- secondo il blog -- sversamenti continui sulla strada di materiale oleoso o, comunque, liquido, che si chiama "percolato". Tutti li vediamo sversare in strada, ma nessuno fa niente, quando basterebbe applicare l'articolo 164 del nuovo codice della strada sulla sistemazione del carico sui veicoli»si sottolinea ancora. E si conclude chiamando in causa il commissario prefettizio del Comune di Aulla, Simonetta Castellani: «La popolazione dovrà attivarsi nei suoi confronti, visto che, da troppo tempo, si sollecitano soluzioni in onore della salute? ». Gianluca Uberti

Gli arredi delle meraviglie sono di marmo

Un successo la collezione nata dalla collaborazione di Massimiliano Giornetti e Fiammetta Vanelli
CARRARA Una collaborazione di successo. E una collezione che ha entusiasmato il pubblico, nata dalla sinergia fra Fiammetta Vanelli e Massimiliano Giornetti. «Conosco Fiammetta Vanelli da quando ero bambino e vivevamo entrambi a Carrara- ha dichiarato Giornetti alle riviste del settore - Per quanto riguarda l'azienda Turini, invece, poter contare su una realtà così addentrata nel mondo del design si è rivelato cruciale per sviluppare il progetto». 


di Alessandra Vivoli
CARRARA«Questo è un primo e importante passo. L'obiettivo è far conoscere ancora di più Carrara, il suo marmo, la sua lavorazione e la sua storia».Bernarda Franchi, della Franchi Umberto marmi srl, guarda con ottimismo all'esperienza, appena inaugurata, delle aziende carraresi al Fuori salone di Milano. «C'è un po' di rammarico per il fatto che le aziende presenti potevano essere di più, e tutte insieme - continua la Franchi - ma capisco anche che si tratta davvero di un primo step e quindi potremo essere di più alla prossima occasione. Intanto questo di Milano è un appuntamento importante per attrarre architetti, addetti ai lavori e buyers a Carrara, in occasione della manifestazione Carrara down town in programma nel mese di giugno».E per Bernarda Franchi lo spazio tutto apuano al Fuori Salone sarà davvero un apripista in vista dei prossimi appuntamenti, soprattutto quelli che si terranno nella nostra città

Pagina 8 di 232

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree