patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

Il Tirreno (2936)

Jazz all'OPEN ONE

il concorso


CARRARALa Camera di Commercio premia la "Fedeltà al Lavoro" , del "Lavoro Apuano e Lunigianese all'Estero". È una iniziativa ormai tradizionale per l'Ente Camerale che risale agli anni del dopoguerra e con la quale si vuole fornire un riconoscimento ufficiale ai meriti di operatori e lavoratori che per tanti anni hanno dato prova di impegno e professionalità nell'economia locale o all'estero. Potranno presentare domanda i lavoratori dipendenti (compresi i soci lavoratori di società cooperative) che si trovino in attività o siano stati collocati a riposo e che abbiano prestato ininterrotto servizio per un periodo minimo di 30 anni alle dipendenze di una stessa impresa o Associazione di categoria aventi sede, legale od operativa, nella provincia di Massa-Carrara, ed appartenenti ai diversi settori economici. Non possono partecipare al concorso i dipendenti pubblici. I titolari di imprese individuali, amministratori e legali rappresentanti di società di qualsiasi settore economico con sede, legale od operativa, nella provincia di Massa-Carrara che abbiano esercitato per almeno 30 anni ininterrottamente la propria attività all'interno della stessa impresa. Se l'azienda è gestita dagli eredi del fondatore questi possono partecipare al bando qualora l'impresa abbia un'anzianità continuativa di attività di almeno 50 anni. Titolari di imprese individuali, amministratori e legali rappresentanti di società. Per partecipare occorre compilare apposito modulo e presentarlo, a mano o a mezzo raccomandata AR o PEC, entro e non oltre il 30 novembre 2017.

prorogato per la terza volta putamorsi

SERAVEZZA Alberto Putamorsi rimarrà commissario del Parco delle Alpi Apuane per altri 45 giorni. Lo ha deciso la Regione Toscana che ha prorogato, per la terza volta consecutiva, il suo incarico in attesa della nomina del nuovo presidente che dovrà guidare l'ente. Peccato che il nome, del nuovo presidente, adesso, ci sia già. È Domenico Davini, architetto libero professionista, sindaco di Minucciano per quattro mandati: i primi di luglio ha ricevuto l'okay della commissione Ambiente del consiglio regionale toscano, ma da allora, un mese dopo, il presidente della Regione, Enrico Rossi, non ha ancora firmato il suo mandato. E chissà che non c'entri la politica. Davini verte in quella zona Pd da cui Rossi ha preso le distanze per entrare in Articolo 1-Mdp. Sta di fatto, che, ad oggi, a sei mesi dalla fine del mandato di Putamorsi, il parco delle Alpi Apuane non ha ancora un presidente. Un presidente reale. Le reazioni non si sono fatte attendere dal mondo ambientalista.


Torna a Levigliani la quinta edizione della manifestazione
Sabato e domenica vino e arte invaderanno il paese


di Tiziano Baldi Galleni LEVIGLIANI Preparatevi ad alzare di nuovo i calici al cielo, immersi in un borgo animato da artisti di strada, giocolieri e circensi, coinvolti da performance artistiche, musicali e buon cibo. Levigliani Wine Art Festival festeggia la quinta edizione, seguita da quattro anni di successo e migliaia di persone salite nel paesino stazzemese. È quasi tutto pronto, compreso un enorme numero 5 fatto a tunnel all'ingresso del circuito della manifestazione: una due giorni -il 5 agosto e il 6 - inedita per la Versilia e altrettanto suggestiva. L'idea è quella di una passeggiata nei vicoli e negli anfratti di Levigliani, gustando buon vino in un'atmosfera fantastica. Un salto fuori dalla realtà, complici dei buskers (artisti di strada) e intrattenuti dal divertimento. Diciotto cantine vinicole, provenienti per la maggior parte dalla Toscana, saranno dislocate su tutto il percorso. L'Aia di Semme, la Via degli artisti, l'Aia della Pergola, il Borgo Storico, il Palazzo Simi, piazza Ortali, la via delle Meraviglie, e l'Aia del Faro, sono alcuni dei punti di interesse in cui le iniziative prenderanno vita. Si svolgeranno in contemporanea, dalle 18 alla mezzanotte, e sarà un susseguirsi di spettacoli e performance. Non mancheranno gli intrattenimenti per i bambini. Per loro c'è l'Isola che non c'è: uno spaccato, preso a prestito dalla storia fantastica, nel quale i ragazzini potranno giocare con cinque personaggi del cartone, come Capitano uncino. Da settimane i paesani di Levigliani sono all'opera per organizzare quello che per Stazzema è l'evento di maggior portata. «Wine Art - spiegano dall'Unione sportiva Levigliani - si realizza grazie a un insieme di forze: oltre a noi che siamo gli organizzatori, c'è la Cooperativa Condomini che ci aiuta sia a livello economico, che con le strutture, i mezzi, e alcuni operai; poi c'è tutta la comunità, a partire dai ragazzini di 10 anni ai signori più anziani che si adopera per mettere in piedi questo Festival, e Versilia Eventi che ha contatti in questo mondo». Una collaborazione a tuttotondo che si realizza anche nel mettere a disposizione terrazzi, balconi, le aie delle abitazioni, giardini: tutti i luoghi nei quali saranno allestiti gli stand e gli spettacoli. Anche l'ex albergo Faro di Levigliani verrà completamente utilizzato per l'evento. «Per fortuna abbiamo un tessuto sociale ed economico che ci sostiene altrimenti Wine Art sarebbe impensabile», dicono dall'Unione sportiva. È stata allestita, contestualmente alle cantine vinicole, una via del gusto: dieci ristoranti, e attività enogastronomiche, dove gustare le prelibatezze della Versilia; sono compresi i due alberghi leviglianesi, Raffaello e Vallechiara. Ci sono inoltre quattro birrifici artigianali. L'aspetto artistico di Wine Art, invece, si completa con sette mostre artistiche, fra cui "Rettangoli di Vino-Cento opere d'arte" curata da Lodovico Gierut a Palazzo Simi, e altre esposizioni di Barbara Craig, Alfio Bichi e Giuseppe Cocci. Infine esibizioni di circo e arte di strada, con spettacoli di fuoco e performance di acrobatica aerea; artisti itineranti con clown, giocoleria e sbandieratori e musici; e ancora musica con ben nove band. Il programma completo e il circuito del Festival è consultabile sulla pagina Facebook "Levigliani WineArt Festival".

Il parco a Bresciani divide: era fascista

PIETRASANTA «Il parco di Capezzano Monte? Sarà intitolato a un uomo che, durante la sua vita, ha fatto molto per il paese: Ferruccio Bresciani. Fine della storia». Riavvolgiamo il nastro della memoria e facciamo un passo indietro: mentre dal palazzo "certificano" che il parco che si trova nel cuore pulsante di Capezzano e dove nei giorni scorsi è stata inaugurata la scultura "Le Tre Grazie "realizzata da Anne-Claire Van Den Elshout, porterà il nome di un'artista poliedrico come Bresciani, lassù, nel paese, c'è chi obietta, seppure a bassa voce. «Ma cosa c'entra Bresciani: il Comitato di frazione - ci racconta un residente - aveva optato per un nome di fantasia, "Arte e solidarietà". Perché cambiare, allora?».Già, perché? Lo prova a spiegare Adamo Bernardi, capo-gabinetto dell'ufficio del sindaco. «È tutto molto semplice: non esiste un atto ufficiale, un documento approvato da parte della giunta precedente, che attesti l'intitolazione "Arte e solidarietà", al parco in questione. E quindi il sindaco, venendo incontro anche alle richieste di diversi cittadini di Capezzano Monte, ha deciso che il parco sarà dedicato a Bresciani visto che all'interno dell'area è presente proprio una bellissima scultura che lo raffigura realizzata, tempo fa, dai suoi allievi. Non vedo dove sia il problema. A breve ufficializzeremo il tutto».Il problema sta in quello che Ferruccio Bresciani, musicista, scultore, artista di notevole estro e competenza, che rappresenta per alcuni abitanti di Capezzano Monte. «In paese sono tutti a conoscenza della vicinanza di Bresciani all'allora partito del fascio: non è in discussione la sua levatura di artista, ma il resto», confessa lo stesso residente celato dietro l'anonimato. Non proferisce parola sull'argomento Pietro Lucarini, presidente del Comitato paesano che ringrazia invece, «il sindaco Massimo Mallegni e l'amministrazione comunale per il loro contributo e la preziosa collaborazione relativa all'inaugurazione e alla collocazione della scultura Le Tre Grazie. Una giornata, quella del vernissage, di grande importanza per la nostra comunità».Ma quando Lucarini, proprio durante cerimonia di inaugurazione, aveva citato "Arte e solidarietà" riferendosi all'intitolazione del parco qualcuno, fra gli amministratori, non aveva nascosto un certo disappunto. Da qui il via ad un iter ufficiale che porta diritto diritto al nome di Ferruccio Bresciani. Sullo sfondo resta però, come detto, un'altra storia, quella della scultura a firma di Anne-Claire Van Den Elshout: opera d'arte voluta nel parco - Bresciani? Arte e Solidarietà? -nel ricordo della tempesta di vento del 5 marzo 2015. «Una scultura - dice l'artista - che è la mia interpretazione di un albero che rappresenta la vita, ossigeno per respirare e, bellezza per nutrire la nostra anima, con l'allusione di una donna: grembo di tutti noi. Era il 3 di marzo 2015, il giorno in cui iniziai a pensarci quando vidi la natura devastare territorio della Versilia, seppi di colpo il nome della nuova scultura: Monumento agli alberi caduti» .(l.b.)


La betonite è fuoriuscita e si è dispersa per l'errore del caricamento di un silos
È successo alla segheria Doganella: nessun pericolo per la salute e l'ambiente

di Luca Borghini CARRARA Ieri mattina attorno alle 10 e 30 i residenti del centro storico di Avenza hanno visto alzarsi una densa nube di polvere bianca dalla zona delle segherie di via Argine Destro che in pochi minuti si è spostata nel centro e si è depositata su auto e balconi.In un primo momento c'è stato un comprensibile timore ma poi si è capito - anche dall'assenza di sirene delle forze dell'ordine - che non si è trattato di nulla di grave.Un banale errore tecnico nel riempimento di un silos di bentonite, un minerale utilizzato per molteplici scopi (dall'enologia fino al campo farmaceutico), ha sprigionato questa nuvola di polvere, non tossica né pericolosa per l'ambiente, che si è alzata in cielo e si è depositata in un raggio di qualche centinaio di metri

MASSA Accordo di Programma: la firma slitta a settembre. Si parla di quei 10 milioni di euro, divisi tra Regione Toscana e ministero per lo Sviluppo economico che permetteranno di sostenere le imprese e l'occupazione nell'area di crisi non complessa di Massa Carrara. La data della firma è stata stabilita ieri pomeriggio nel corso della riunione convocata presso la presidenza della Regione. La Toscana, si legge in una nota a margine dell'incontro "sarà la prima Regione italiana a firmare l'Accordo da 10, 4 milioni di euro, visto che 5 arriveranno dal suo bilancio e 5, 43 da quello del Mise. Questi soldi permetteranno di pubblicare un bando per progetti di insediamento o di ampliamento da parte di imprese, esclusivamente nell'area apuana, che abbiano un valore di almeno 1, 5 milioni di euro. A questi la Regione aggiunger altri 10 milioni di euro destinati ad interventi di sostegno alle piccole e medie imprese, e che pertanto non prevederanno un minimo di investimento" . Il tavolo riunito in Regione, coordinato dal consigliere del presidente Rossi per i problemi del lavoro, Gianfranco Simoncini, e al quale hanno preso parte il sindaco di Massa, Alessandro Volpi, l'assessore di Carrara, Sara Scaletti, il vice presidente della Provincia, Paolo Grassi, il direttore dell'Autorità di sistema marittimo ligure orientale, Francesco Di Sarcina, il consigliere regionale Giacomo Giannarelli e i rappresentanti di Confindustria e Cgil, Cisl e Uil, "ha auspicato che la scadenza per la firma dell'Accordo di programma venga rispettata, anche perché si tratta dell'attuazione di un impegno preso quasi due anni fa" . Esaminato poi lo stato di avanzamento del progetto di bonifica, riconfermando che si sta lavorando per giungere prima possibile alla progettazione esecutiva, visto l'annuncio da parte del ministero dell'Ambiente della disponibilità dei 21 milioni di euro necessari a realizzare le opere di disinquinamento. Sulla questione del waterfront e dei collegamenti ferroviari per il porto di Carrara uscita riconfermata la disponibilità da parte di Rete ferroviaria italiana a finanziare il collegamento tra il porto e la rete nazionale, un intervento da 5 milioni di euro (a cui si aggiungono i finanziamenti dell'Autorità di sistema) la cui gara sarà bandita a fine agosto. Per ci che riguarda la difesa idraulica tutte e tre le conferenze dei servizi sugli interventi che riguardano il Ricortola, il Frigido e il Fosso del Lavello sono in programma nel mese di settembre.


FIRENZE In programma a settembre a Roma la firma dell'Accordo di programma da oltre 10 milioni tra la Regione e il ministero per lo Sviluppo economico che permetterà di sostenere le imprese e l'occupazione nell'area di crisi non complessa di Massa.La Toscana, dunque, sarà la la prima Regione italiana a firmare l'Accordo da 10,4 milioni: 5 stanziati nel proprio bilancio e 5,43 da Mise. Questi fondi permetteranno di pubblicare un bando per progetti di insediamento o di ampliamento da parte di imprese, nell'area apuana, che abbiano un valore di almeno 1,5 milioni. A questi la Regione aggiunger altri 10 milioni destinati ad interventi di sostegno alle piccole e medie imprese, e che pertanto non prevederanno alcun minimo di investimento. Esaminato poi lo stato di avanzamento del progetto di bonifica, riconfermando che si sta lavorando per giungere prima possibile alla progettazione esecutiva, visto l'annuncio da parte del ministero dell'Ambiente della disponibilit dei 21 milioni di euro necessari a realizzare le opere di disinquinamento.

 


CARRARA Il 31 agosto si apre il termine per la presentazione delle domande da parte delle imprese toscane colpite da eventi calamitosi avvenuti negli anni 2013, 2014 e 2015. La presidenza del Consiglio dei Ministri ha infatti assegnato alla Toscana le risorse per euro 22,2 milioni per far fronte alle richieste delle imprese. I contributi, concessi sotto forma di finanziamento agevolato assistito da garanzia statale, sono rivolti alle imprese private di ogni settore ad eccezione di quello agricolo. Gli eventi cui fa riferimento il bando sono: il maltempo di marzo 2013 in alcuni comuni di, Massa Carrara, gli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 20, 21 e 24 ottobre 2013 nel territorio regionale; le avversità atmosferiche dall'11 al 14 ottobre 2014 e dal 5 al 7 novembre 2014; gli eventi alluvionali dal 1° gennaio all'11 febbraio 2014 in tutta la regione; le avversità atmosferiche dell 5 marzo 2015 sul territorio di Massa Carrara.Il contributo, che prevede un limite massimo di 450 mila euro, servirà per risarcire il ripristino strutturale e funzionale dell'immobile nel quale ha sede l'attività d'impresa.Il bando sarà pubblicato sul Burt il 30 agosto.

Pagina 9 di 294

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree