patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

La Nazione (2917)

– CARRARA –
IL MARMO di Carrara protagonista di un cortometraggio. L’attore e regista Sebastiano Rizzo realizzerà un cortometraggio cinematografico per esaltare il territorio apuano e le sue meraviglie. Attualmente impegnato nel film “Gramigna”, che uscirà in autunno con Biagio Izzo ed Enrico Loverso, Rizzo si è recato nel centro storico di Carrara per un sopralluogo, assieme allo staff di Metropolitan Fashion Mode. Scopo della trasferta è un cortometraggio sulle bellezze legate al marmo di Carrara: un ritratto artistico della terra apuana, dei suoi gioielli e e dei protagonisti del settore lapideo. «Assieme al regista stiamo studiando il territorio per capirne le piene potenzialità – ha spiegato Fabiana Cappé, direttrice dell’agenzia Metropolitan – Cercheremo così le location migliori da inserire nel progetto cinematografico, che il prossimo anno potrebbe partecipare a più festival internazionali». L’attività di Metropolitan (www.metropolitanfashionmode.it) non si ferma qui. Durante il periodo estivo ha in programma eventiper la ricerca di nuovi talenti da inserire nel cinema, moda e spettacolo. Tra questi, anche la realizzazione di una mini serie per il web, piattaforma ideale per abbracciare un pubblico sempre più vasto, anche tra i giovanissimi. Tra le location scelte da Fabiana Cappé e Sebastiano Rizzo, per raccontare la propria attività, ci sarà anche la Capannina di Franceschi, tempio dello spettacolo di ieri, di oggi e di domani.


GIOVANNI Allevi e orchestra sinfonica in concerto alle cave sabato 17 giugno alle 21. Il noto compositore, direttore d’orchestra e pianista torna a Carrara nel suggestivo scenario delle cave. Allevi ha da poco festeggiato il traguardo dei primi 25 anni di carriera con una serie di concerti esclusivi con l’Orchestra sinfonica italiana, che dirigerà nel concerto. L’Abbiamo incontrato.
Giovanni, qual è il messaggio che vuoi diffondere con la tua musica?
«I messaggi sono innumerevoli: la mia esperienza artistica vuol significare che non esiste solo il pop. È possibile che la musica si esprima in totale libertà attraverso forme più complesse, svincolata dalla logica dei numeri e del consenso, che tutto oggi tende ad appiattire. La mia musica
apre anche la strada a tutti i folli, gli incompresi, i ribelli che vogliano intraprenderla.
Sei felice di tornare a Carrara?
«Sono sempre molto felice di tornare a Carrara, un luogo laborioso, carico di storia e di energia, soprattutto di bellezza».
Che rapporto hai con il marmo?
«Ho avuto la fortuna di dirigere la mia musica sinfonica nella cornice aliena di una cava sul Monte Altissimo. Oltre l’immensa poesia del paesaggio, ciò che mi ha fatto riflettere è il duro lavoro che i minatori affrontano giornalmente, per regalare al mondo distillati di bellezza».
Quali sono i progetti sui quali sei impegnato nel 2017?
«Sto vivendo questi mesi nel silenzio e nell’isolamento, immerso nella composizione musicale e nella corsa. Ma sento imminente un nuovo incontro con il pubblico, ed il tour in Giappone, esperienze che scuotono la mia anima di tormento e gioia».
APPUNTAMENTO quindi sabato 17 alle 21 alla Cava Lazzareschi, in località Tarnone. Il concerto è a cura di Imm Carrarafiere. Organizzatore dell’evento l’Orchestra Massa-Carrara. Sito internet http://www.orchestramassacarrara.it/ - info line 0585 042.396.

Opere del FuoriSalone in mostra

ARTE
SARÀ allestita anche in città la mostra di opere in marmo realizzate dalle
nostre aziende e presentata in occasione del Fuorisalone di Milano. Fra le numerose mostre di «White downtown» anche «La Luce del marmo». L’esposizione sarà in piazza d’Armi dove sarà collocato l’imponente «BlockTheRock», il maestoso blocco di marmo illuminato dall’interno, realizzato da Mt stone su progettazione Stoheng, Nel cortile della biblioteca la mostra dei manufatti dei famosi designer delle aziende partecipanti al Fuorisalone: Campolonghi, Errebi, Fibra, Franchi Umberto, Garfagnana innovazione, Gmc (in partnership con Jing living furniture design), Marmi Carrara e Sagevan. La mostra sarà inoltre caratterizzata dal lungo
bancone reception realizzato da DS Trading.
«White downton» è organizzata da Imm Carrarafiere in partnership con Comune tramite «Marble weeks», il contributo di Regione Toscana, Toscana Promozione turistica e la collaborazione
di: Accademia di belle arti, associazione culturale La Formica, associazione Ristorando , “Il Tau”
tour operator.


GLI ORGANIZZATORI
«WHITE downton» è organizzata da Imm Carrarafiere in partnership con Comune, il contributo di Regione Toscana,Toscana promozione turistica e Accademia, La Formica, Ass.ne Ristorando , “Il Tau” tour operator.
IL MARMO è servito: idee e i menù dei percorsi eno- gastronomici di «White downtown». I partecipanti all’iniziativa «Wonderful »organizzata dall’associazione Ristorando pronti a deliziare il palato di cittadini e visitatori in occasione dell’evento. Sono dieci i locali che hanno accolto l’invito di Nadia Cavazzini di elaborare menù adatti alla costruzione di un vero percorso eno-gastronomico legato alle tradizioni culinarie del territorio: Al Teatro, Cibart, Hope, La Capinera, La Petite Cuisine, Merope’s Steakhouse, Ninan, Rebacco, Roma, Velia. Ecco i primi cinque della lista che illustrano i loro menù e locali. “Al Teatro” in piazza Garibaldi, offre pizze e focacce cotte nel forno a legna e servite con gustosi prodotti del territorio, lardo in testa. Fra le specialità, Silvia Vené ricorda anche la calda calda, tradizionale ricetta toscana a base di farina di ceci, la birra artiganale Petrognola, prodotta in Garfagnana e i dolci, tutti fatti in casa. «Siamo contenti di essere in questa iniziativa – conclude Silvia – e ci auguriamo che ne vengano altre: la gente risponde bene e occasioni come questa creano sempre un bel movimento in città». Cibart, in piazza Alberica, unisce cibo, cultura e design: il locale si distingue per essere uno showroom bar che propone un’ innovativa connessione tra arte, produzione e cultura enogastronomica locale. Andrea dell’Amico ha pensato al baccalà marinato servito nelle ciotole in marmo prodotte dallo studio artistico di cui è titolare, Studioformat, che produce manufatti artistici di design per l’arredamento. Di rilievo i panigacci lavorati con una speciale farina macinata a pietra. Ed ecco Hope, in Piazza delle Erbe, che propone spaghetti trafilati al bronzo con pachino e lardo Igp croccante, ma anche particolarità quali il carpaccio di tonno con arance, taggiasche liguri e pomodorini. Il locale, spiega Costanza, si trova in un palazzo storico risalente al 1908, ed ha mantenuto gli arredi originali dell’antica drogheria che ospitava un tempo. In via Ulivi troviamo l’osteria La Capinera, perfettamente allineata all’evento con menu ispirati al marmo e preparati con prodotti enogastronomici del territorio, in primis il “piatto bianco” fatto con pasta alla “gricia” e lardo Igp. Ma la “gricia” cos’è? Ce lo spiega lo chef e socio Beppe Caleo «Si tratta della rivisitazione di un piatto tipico della cucina romanesca dove andiamo a sostituire il guanciale con il nostro lardo creando un piatto altrettanto gustoso ma un po’ più “leggero”. Conclude questa prima carrellata La Petite Cuisine, in via Verdi dal 1990, caratterizzato da ottimi menù di pesce alla carta. Per l’evento anche uno speciale baccalà al forno con patate e pomodorini confit. “Tissi” ricorda che il piatto forte della Petite Cuisine è da sempre il pesce crudo freschissimo e attribuisce una menzione di merito fra le tante specialità alle linguine all’astice con astice a pezzettoni. Sabato 3 giugno parliamo di: Merope’s Steakhouse, Ninan, Rebacco, Roma, Velia.

SI È APPENA svolta una maratona di due giorni organizzata da “Cwnet S.r.l.” che ha invitato i suoi maggiori distributori, oltre 70 professionisti, alla presentazione delle ultime novità in termini di connettività internet. Gli ospiti sono arrivati da tutta Italia e hanno terminato il loro soggiorno con un’escursione sulle nostre montagne e una visita alle cave. “Cwnet S.r.l.” è nata a Massa nel 2001 e in tutti questi anni ha saputo continuamente proporre servizi in sintonia con le sempre maggiori esigenze del mercato, sia per privati che per aziende desiderosi di professionalità ed affidabilità. Con il suo progetto «Cheapnet», “Cwnet” eroga servizi di connettività in tutto il Paese ed è in grado di competere con i maggiori operatori nazionali. Nella sala dell’Hotel Excelsior, venerdì scorso si è parlato di: “Fibra ottica”; “Alta Affidabilità” con connessioni composte da più linee combinate per aumentare l’affidabilità e la velocità di trasmissione; servizi “Stop & Go”, per le attività stagionali; “CheapVoIP”, per esigenze di telefonia di ogni genere, dai privati alle ‘pmi’. Il giorno seguente, abbandonato il computer, lo staff di «Cheapnet» ha accompagnato gli ospiti a fare una passeggiata alle cave ed a degustare i nostri prodotti tipici facendo sosta per pranzo a Colonnata, con ampio gradimento di tutti i presenti. Tra gli invitati, anche Milco Gianfranceschi, titolare del negozio di informatica “New Bit” in viale Roma a Massa, rivenditore di riferimento per i servizi «Cheapnet» nella nostra zona.

 

CI SONO voluti anni e anni di battaglie, raccolte firme, esposti ad Arpat, Procura, Prefettura e a tutti gli enti locali interessati ma, alla fine, gli abitanti di Alteta hanno vinto la guerra contro la sosta selvaggia dei camion in via Dorsale, almeno di notte.
La Provincia ha firmato l’atto che impone il divieto di sosta per tutti i mezzi (quindi anche le auto) nelle banchine del tratto di via Dorsale che va da via degli Unni a via Martiri di Cefalonia, a partire dalle 23 e fino alle 6 di mattina. E’ in questa fascia che fino a oggi è esistita una sorta di ‘far west’ della sosta: camion, auto e tir si fermavano infatti lungo la strada di fronte alle numerose abitazioni di Alteta. Le manovre di parcheggio e i motori sempre accesi dei camion con celle frigorifere finivano col disturbare il riposo di tutti e qualcuno passava notti insonni per tutta l’estate. Ora la soluzione potrebbe essere il divieto di sosta che dovrebbe anche funzionare da deterrente per la prostituzione che interessa la zona. Il divieto partirà in via sperimentale dal primo giugno al 30 settembre ma potrebbe diventare anche una misura permanente.
F.S.

 

– CARRARA –
SABATO 17 giugno alle 17,30 nella sede di piazza Lucetti ad Avenza si terrà il tradizionale incontro di arte organizzato da Enzo Bogazzi presidente di Interart.
Interverranno il senatore Lucio Barani, lo scultore Yoshin Ogata; il giudice di pace avvocatoVincenzo Macera, l’avvocato Eugenia Laura Baudinelli che parlerà di «Cittadinanza e sudditanza, evoluzione del diritto nell’epoca dell’economia della globalizzazione». Nel corso della cerimonia sarà presentato il volume «Noi, i bimbi della linea gotica», di Grazia Maria Tordi. saranno poi presenti Carlo Spadoni, segretario di pubblica amministrazione di Uil. Interventi anche sull’arte su Robert Carroll, Willard Mc Intire, Ernesto Treccani, Paolo Cavallo, Enzo Bogazzi, Fabrizio Petrillo, Jessica Rosalind Carroll, Costinel Romica Nichita, Valente Cancogni, Jajfj, Rosca Ruslan, Lucilla Guani. Infine si terranno interventi sul significato ed utilità della simbologia nel linguaggio, nell’arte visiva, letteraria, nella spiritualità, nella religione e nell’economia.

L’INCONTRO A CARRARA IN BIBLIOTECA
– CARRARA –
TORNA l’Accademia Aruntica con la tradizionale giornata di studi di primavera. Oggi alle 16
in biblioteca riunione ordinaria che sarà aperta dal presidente Pierlorenzo Secchiari che presenterà il volume numero XXII degli «Atti e Memorie della Accademia Aruntica di Carrara». A seguire Natalia Antonioli con «I segreti del dialogo, riflessioni su alcune opere di Simonetta Baldini, scultrice e scenografa»; Gabriella Olivieri «Un busto marmoreo di Oreste Raggi»; Ezio Della Mea «Domenico Carlo Andrea Fabbricotti», Pietro di Pierro «Le vedute degli stati di Massa e Carrara di Andrea Calamec al Prado».
Nata nel 1735, poi caduta nell’oblio a metà ‘800, l’Aruntica è rinata nel 1994 ad opera del suo insta cabile fondatore Claudio Pisani.
ma.mu.


Lizzatura storica. Giancarlo Quattrini, per tutti semplicemente «Ciak» era molto legato alla sua città, tanto che aveva partecipato a molte edizioni della lizzatura
UN MINUTO DI SILENZIO DELLA CARRARESE
LA CARRARESE OSSERVERÀ UN MINUTO DI SILENZIO PER RICORDARE GIANCARLO QUATTRINI, PRIMA DELLA PARTITA IN PROGRAMMA PER DOMENICA ALLE 17 CONTRO LA LUPA ROMA
FATALE è stato un malore mentre stava cenando. È scomparso mercoledì sera Giancarlo Quattrini, 76enne, per tutti semplicemente ‘Ciak’. Originario di Torano, Quattrini era molto conosciuto in città, essenzialmente per due passioni: la Carrarese e la lizzatura storica. Il ‘Ciak’ era rimasto uno dei pochi in vita che da giovane aveva veramente partecipato alla lizzatura che viene revocata ogni anno ai Ponti di Vara. Dopo questa parentesi nel marmo il 76enne aveva lavorato ai cantieri navali per una vita. La compagnia dei lizzatori lo ricorda commossa: «Tutti i soci della compagnia dei lizzatori di Carrara lo ricordano con dolore. Da lungo tempo Quattrini era attivo nelle attuali manifestazioni della lizzatura. Era dal 2005 che presenziava all’evento, ormai era considerato un veterano: il suo ruolo era ‘Uomo alla voce’». L’altra sua passione, la Carrarese calcio: non mancava a una partita in casa degli azzurri. Memorabile la trasferta a Imperia negli anni 60’: il ‘Ciak’ si accodò alla squadra a bordo di una Lambretta. Anche il sindaco Angelo Zubbani porta il suo ricordo: «Esprimo alla figlia ed ai familiari tutti di Giancarlo Quattrini il mio cordoglio personale per l’improvvisa scomparsa di un amico di sempre. La Carrarese e la compagnia di lizza erano le sue grandi passioni e domenica in tribuna purtroppo ci sarà un posto vuoto, ma non mancherà il pensiero ed il suo ricordo. Allo stesso modo ad agosto ai suoi compagni lizzatori, mentre con perizia e con fatica faranno scivolare il blocco a valle sotto il sole, sembrerà di sentire ancora la sua voce forte e colorita che risuonava fino a valle. Ciao ‘Ciak’». La Curva nord degli azzurri è vicina al dolore della famiglia. La Carrarese osserverà un minuto di silenzio prima del fischio di inizio nella partita di domenica ai Marmi alle 17 con la Lupa Roma. Stamani alle 11 partirà dal Noa per la cremazione.

Pagina 1 di 292

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree