patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

«Palazzo comunale trasparente No alla commissione a porte chiuse» Legambiente attacca la giunta sul regolamento degli agri marmiferi «NO A SCELTE IN STANZE SEGRETE»

15 Aprile 2018
K2_ITEM_AUTHOR  La Nazione Ms Carrara

GLI AMBIENTALISTI CHIEDONO ALL’AMMINISTRAZIONE DI TORNARE INDIETRO SULLA DECISIONE DI FARE UNA COMMISSIONE AD HOC NON APERTA ANCHE A STAMPA E ASSOCIAZIONI
«IL COMUNE deve essere casa di vetro. La trasparenza degli atti amministrativi è fondamentale per mantenere la fiducia della città». Legambiente boccia in maniera inequivocabile la scelta dell’amministrazione di una nuova commissione a porte chiuse per discutere del regolamento degli agri marmiferi. Dopo dieci mesi di luna di miele gli ambientalisti solcano così una linea netta rispetto alla giunta di Francesco De Pasquale. Dopo la minoranza, così anche Legambiente rispedisce al mittente l’idea di un gruppo di lavoro che tenga fuori dalla stanza dei bottoni stampa, cittadini e rappresentanti di associazioni. «Siamo rimasti stupefatti e increduli. Francamente non comprendiamo la ratio di questa scelta, giustificata con l’affermazione che così la commissione procederebbe più velocemente». «NON vediamo come la presenza dei cittadini e della stampa come semplici uditori possa rallentare o disturbare i lavori di una commissione – dicono gli ambientalisti -. Non capiamo perché la discussione su quella che sarà una legge fondamentale per la città debba essere confinata in stanze segrete, come se cittadini, stampa e associazioni costituissero un pericolo. Vogliamo anche ricordare ai nostri amministratori che sono espressione di un movimento che ha fatto della partecipazione attiva dei cittadini un elemento distintivo del suo agire politico e che la trasparenza degli atti amministrativi è fondamentale per mantenere la fiducia della città». «IL REGOLAMENTO degli agri marmiferi – proseguono da presenta tanti aspetti controversi e delicati ed è fondamentale che ogni sua parte venga attentamente soppesata. Proprio per questo riteniamo che la partecipazione di cittadini e associazioni a tutte le fasi della sua elaborazione sia da ritenersi un valore aggiunto. Pur non intervenendo durante la seduta, cui assisterebbero da uditori, cittadini e associazioni potrebbero prendere contezza dei problemi e intervenire in seguito con proposte e contributi tecnico-scientifici, fornendo così un apporto prezioso all’attività dell’amministrazione. Chiediamo pertanto all’amministrazione di recedere dalla decisione presa e di rendere pubbliche le riunioni della commissione di studio».

 

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree