patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Graffiti e incuria nel centro storico «Preserviamo i nostri monumenti»

15 Maggio 2018
K2_ITEM_AUTHOR  La Nazione Ms Carrara


I residenti di via Finelli divisi su fontane e statue colorate
ELISA GUADAGNI: «DISEGNI VOLGARI»
ELISA GUADAGNI, 84 ANNI, PARLA, PER LA FONTANA, DI COLORI VOLGARI CHE FANNO A SCHIAFFI. RACCONTA CHE IL PALAZZO DI FRONTE ERA LUOGO DOVE TENEVANO GLI APPESTATI
Tutti concordi sul vietare scritte e colorazioni sui monumenti di marmo bianco
VIA FINELLI, dalla Porta del bozzo al Ponte della bugia, zona di degrado, sporcizia, scritte ovunque. Più o meno al centro della strada, incastonata nel muro, sorge una fontana la cui parete d’appoggio, alcune settimane fa, è stata dipinta di sfolgoranti rosa e verde. Immediate erano state le reazioni sui social e, tra chi gradiva l’opera e chi preferiva la fontana com’era prima c’era anche qualche ottimista che aveva sostenuto: «E’ stato fatto apposta per attirare l’attenzione, adesso dovranno rimetterla tutto a nuovo». Ciò non è avvenuto, come molti altri interventi, primo fra tutti quello alla rimessa in sesto della porta del bozzo. Abbiamo chiesto agli abitanti cosa pensano della zona in cui vivono. «Quando la fontana non era dipinta, si notava di più l’incuria – dice Cristina Fregosi – ora sembra più pulita ma, anche per i colori scelti, è un pugno in un occhio. Anche la porta del bozzo – fa notare Fregosi – è stata ridipinta solo a metà, alla base sono rimaste molte scritte. D’estate – dice ancora la donna – si deve passare in questa strada con una molletta al naso per sfuggire al tanfo che proviene da urine e feci dei cani. La manutenzione è a zero. La spazzatrice Amia non è che una ‘ spalmatrice’ che non raccoglie gli escrementi, ma li sparge». Elisa Guadagni, 84 anni, per una vita bidella del Liceo artistico, parla, per la fontana, di colori volgari che fanno a schiaffi. Racconta che il palazzo proprio lì davanti, dove oggi sorgono scritte varie, era luogo dove tenevano gli appestati e conclude dicendo: «Non hanno altro da fare che rovinare la porta del bozzo». Sul Ponte della bugia c’è un’altra fontana, lasciata completamente a se stessa e piena di sporco, alla quale si riforniscono tutti gli abitanti della zona, sostenendo che l’acqua sia più buona di quella di Piazza del Duomo. Di fianco alla fontana, una distesa di biciclette che, pare, appartengano in gran parte agli extracomunitari che affollano la zona. Una distesa poco piacevole a vedersi. «Gialla e azzurra – scherza Michele Lazzerini, grande tifoso della Carrarese, a proposito della fontana – sarebbe stata più bella, però sta bene anche così. E’ una bella nota di colore. Bisognerebbe, però, togliere le varie scritte che la deturpano. Per quanto riguarda la porta del bozzo io credo che i graffitari facciano anche bei disegni, ma tutte quelle scritte indecifrabili e i vari falli in giro per la città non mi fanno piacere. Poco gradevoli anche le deiezioni canine che impestano la strada». Anche Nicola Micheli preferisce la fontana colorata: «Prima era una schifezza, adesso si ha meno l’idea di sporco. La porta del bozzo è scandalosa: sporco di tutti i tipi». Riccardo Vanelli invece non gradisce: «Non era molto bella nemmeno prima, ma adesso mi sembra peggio. Qui c’è tanta sporcizia, quindi tanta maleducazione. Ma perché il Comune lascia certe zone abbandonate a se stesse? Mia cugina – chiosa Vanelli – ha rifatto da poco la facciata ed è già un cumulo di scritte». Stefania Grassi

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree