patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

«Il marmo sotto attacco in Toscana» Paolo Mazzi: "A Verona solo elogi Al Marmomac i nostri competitor veronesi elogiati dal presidente di Regione come espressione di eccellenza, noi in Toscana all’opposto, e subiamo uno svantaggio competitivo

10 Ottobre 2018
K2_ITEM_AUTHOR  La Nazione Ms Carrara

L’ad della Furrer al «Sole 24 Ore»: troppi contrasti in Regione
IL FERMO ALLE CAVE NEGLI ULTIMI GIORNI
GLI ULTIMI AVVENIMENTI AVVENUTI AL MONTE HANNO FERMATO LA LAVORAZIONE DELLE CAVE PER QUELLE DITTE CHE AVEVANO COLTIVATO FUORI DAGLI SPAZI NON DATI IN AUTORIZZAZIONE
IL MARMO? Sotto attacco delle pubbliche istituzioni che ostacolano il settore. A parlare dalle pagine del prestigioso quotidiano degli industriali, il Sole 24 ore, è Paolo Mazzi, amministratore delegato della Furrer, azienda del lapideo conosciuta in tutto il mondo, che vanta un fatturato di 40 milioni di euro, in crescita, con sedi in Francia e Regno Unito, commissioni che spaziano da Medio Oriente e America centrale. L’ad dell’azienda alla Doganella parla chiaro e sembra interpretare quello che altre aziende del settore lamentano negli ultimi tempi, vedi i vari contrasti per la legge regionale sul marmo, gli ultimi avvenimenti avvenuti al monte che hanno fermato la lavorazione delle cave per quelle ditte che avevano coltivato fuori dagli spazi non dati in autorizzazione: «Stiamo subendo – rivela al quotidiano economico – attacchi da enti pubblici che stanno ostacolando seriamente il settore». Mazzi prosegue: «Al Marmomac di Verona i nostri competitor veronesi sono stati elogiati dal presidente di Regione come espressione di eccellenza, noi in Toscana siamo all’opposto, e subiamo uno svantaggio competitivo». Mazzi ha poi spiegato come questo gap venga colmato grazie a una struttura snella di Furrer e con costi fissi contenuti, l’attenzione alla qualità dei materiali, e il rapporto costante con gli architetti. UNA POLITICA che ha portato risultati all’azienda come la commercializzazione crescente del grezzo nel mercato orientale, nuovi sbocchi negli Stati Uniti e in Europa, fino alla realizzazione di progetti finiti, come ricorda lo stesso Mazzi «come il Royal Atlantis di Dubai, l’albergo simbolo dell’Expo 2020, ma abbiamo cantieri aperti anche a Londra, Nairobi, in Russia, in Nigeria». Dimostrazione di quanto ancora tiri il marmo e venga visto all’estero come un vero e proprio oro bianco. Gli industriali locali, vedi le ultime parole di Mazzi, si sentono però ostacolati dalle istituzioni toscane e chiedono una maggiore collaborazione per avere più appeal sul mercato internazionale, che di sconti non ne fa a nessuno.

 

 

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree