patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

La Nazione (3441)

 

CARRARA DOMANI ALLE 19,30 E POI IN REPLICA

– CARRARA – ARTIGIANI e artisti di Carrara in televisione. Domani alle 19.30 e in replica il giorno dopo, alle 14, andrà in onda un servizio girato a Carrara, con riprese e interviste realizzate in alcuni laboratori, alla riscoperta di artigiani, artisti, aneddoti, ma anche saperi e capacità che, consolidati da una conoscenza secolare, l’hanno resa unica al mondo. Il servizio rientra in un programma sul recupero delle tappe dell’antica via Francigena e costituirà l’occasione di una lettura dell’economia e dell’arte che ruotano oggi intorno al marmo, tra tradizione e modernità, lavorazione artigianale e digitale. Dopo una tappa nei laboratori di Franco Cervietti e Ulderigo Giannoni di Pietrasanta, la troupe formata dagli operatori della tv nazionale e dal giornalista Jacopo Cecconi, accompagnati da Giuseppe Silvestri e Luisa Passeggia, si è spostata a Carrara per ulteriori riprese e interviste. Prima tappa i laboratori della Pemart di Franco Petacchi, dove due grandi statue, quasi concluse, raffiguranti un Mosé e un Ercole andranno a sostituire, in una accurata operazione di salvaguardia e restauro, gli originali collocati al giardino di Boboli a Firenze. Nel laboratorio di Costa è stato possibile vedere le fasi si realizzazione di un angelo per una cappella privata di Londra, e anche come nasce una scultura attraverso l’uso del robot. Successivamente la troupe si è spostata nel laboratorio Poletti e Ghio, dove l’amore per la tradizione e la lavorazione del marmo è trasmesso da padre in figlio. Al gruppo si è aggiunto anche Andrea Balestri, dell’associazione Industriale, che ha tratteggiato un profilo del settore lapideo e del territorio e ha dato suggerimenti utili per orientarsi alla scoperta di quel “grande museo a cielo aperto del marmo” che si estende sui lati della via Francigena tra Carrara e Massa. La storica dell’arte Luisa Passeggia, all’ombra della Torre di Castruccio, ha sottolineato quanto la Francigena sia stata un asse di collegamento non solo per il pellegrinaggio tra Canterbury e Roma, ma anche un efficace strumento commerciale per la diffusione della scultura apuana. Nel laboratorio Pedrini la troupe della Rai ha concluso il proprio tour, dove accolta da Roberto, uno dei titolari, ha avuto l’occasione di vedere e riprendere all’opera il mitico scultore “Paietta”, famoso nel nostro territorio, per bravura e velocità, nell’eseguire opere in marmo di varia natura, che dalla tradizione giungono alla contemporaneità.

A SPASSO nella storia. Nuove conferenze itineranti promosse dall’Accademia Albericiana in collaborazione con Amici dell’Accademia di Belle Arti, Dickens Fellowship, Touring Club Italiano Consolato di Massa Carrara e Italia Nostra sez. Apuo-lunense «Dott. L. Biso». Gli storici locali saranno «custodi della memoria« alla scoperta della città in questa decima edizione estiva. Stasera alle 21, da piazza Accademia: passeggiata carrarina con Mario Venutelli. Sabato ore 21, da piazza Accademia: fontane sotto le stelle con Gianpaolo Pezzica.

 
SI TRATTA di un intervento di restauro importante che riporterà all’antico splendore non solo le finestre con i loro vetri multicolori, ma anche i marmi che le circondano.
di CLAUDIO LAUDANNA TRENTACINQUEMILA euro per far tornare a far splendere le grandi vetrate di palazzo del Principe. Partiranno tra pochi giorni i lavori di restauro delle finestre poste sopra l’ingresso lato via Roma dell’Accademia di Belle Arti. Si tratta di un intervento di restauro importante che riporterà all’antico splendore non solo le finestre con i loro vetri multicolori, ma anche i marmi che le circondano. Un intervento dal sicuro impatto che, per di più, non costerà un euro alle casse dell’Accademia visto che ad accollarsi interamente le spese sarà l’associazione «Amici dell’Accademia di Belle Arti». «Queste vetrate sono ora in pessime condizioni – spiega il direttore di palazzo del Principe, Luciano Massari – per questo, grazie al contributo dell’associazione, partiremo presto non solo con il restauro dei vetri e delle strutture, ma anche con la pulizia dei marmi. Si tratterà di un intervento completo e approvato dalla Sovrintendenza. Le finestre verranno smontate e ripristinate in toto. Particolare attenzione verrà poi riservata ai vetri che sono tutti colorati e saranno riportati al loro stato originario. Sulla carta il restauro dovrebbe durare tre mesi, ma speriamo di farcela con un po’ di anticipo. I lavori però a palazzo del Principe non finiscono qui – prosegue Massari -. Lunedì partiranno gli interventi anche alla sala della Nike, mentre sono già cominciati alla sala della Vittoria. In un secondo tempo ci occuperemo poi anche dell’aula di anatomia». Questo intervento è molto importante anche per l’associazione «Amici dell’Accademia di Belle Arti» che ha deciso di finanziarlo completamente. «Sono tutti fondi privati - spiega Corrado Lattanzi, architetto e socio dell’associazione -, ma al di questo abbiamo fatto un lavoro complesso per arrivare a questo restauro. Abbiamo ottenuto il via libera della Sovrintendenza e abbiamo contattato importanti esperti, anche dell’Opificio delle pietre dure. Si tratta di vetrate realizzate tra il 1925 e il 1927 dalla manifattura Galileo Chini di Pistoia in stile medievale e saranno completamente recuperate. Sostenere questo genere di iniziative fa parte della mission della nostra associazione che, però sta lavorando anche a tanti altri progetti. Il più importante è sicuramente la redazione della nuova guida dell’Accademia».
Corrado Lattanzi
«Sono tutti fondi privati ma al di questo abbiamo fatto un lavoro complesso per arrivare a questo restauro. Via libera della Sovrintendenza»

 


Dopo “L’Arte in Cucina” è la volta del “Labirinto dell’Ipnotista”
Il prossimo evento
Domenica 20 agosto alle 21.15 a Villa Cuturi sarà presentato il libro di Giammarco Puntelli «Il Labirinto dell’Ipnotista».
Piatti e dipinti a Villa Cuturi
Domenica scorsa si è svolta a Marina di Massa, sempre nell’ambito della «Biennale», la serata “L’Arte in cucina, gli artisti incontrano gli chef”, per presentare il libro di Sacchetti e Monteforte.
– MASSA CARRARA – CONTINUANO gli appuntamenti della Biennale d’Arte Contemporanea di Massa e Montignoso: il prossimo evento in programma è per domenica 20 agosto, alle 21,15 nel giardino di Villa Cuturi a Marina di Massa, dove sarà presentato il libro di Giammarco Puntelli “Il Labirinto dell’Ipnotista”, edito Giorgio Mondadori. Il critico d’arte, dopo i suoi studi condotti a Madrid, al Prado, per indagare le tele di Goya, ci condurrà nelle sue ricerche sull’ipnosi, su quella sorta di trance che caratterizza l’atto dell’esecuzione tipica di alcuni artisti, la cui vita coincide con il labirinto dell’arte. E così il volume della collana editoriale “Le Scelte di Puntelli” sbarca a Marina di Massa per contaminare il pubblico con il piacere di scoprire l’arte contemporanea. Villa Cuturi ospita la mostra personale di Edmondo Nardini e rimarrà aperta fino al 23 agosto ed è visitabile negli orari di apertura della Villa, tranne il fine settimana che la chiusura è a mezzanotte. Le opere del maestro Pietro del Corto, invece, saranno esposte fino al 10 settembre nello spazio espositivo del Cinquale, presso il Parco della Repubblica, in via Del Freo ed è visitabile dal martedì alla domenica dalle 21 alle 24. Palazzo Ducale ospita le opere di tre grandi maestri: Luciano Preti, Italo Duranti e Domenico Conforte. Nella sala degli Specchi e nel salone degli Svizzeri le tele e le sculture catturano l’attenzione dei visitatori e rimarranno fino al 15 settembre (dal martedì alla domenica dalle 21 alle 24). La mostra collettiva, che ospita 23 artisti da molti paesi e città, è al Castello Malaspina ed è aperta negli orari del castello (10,30 – 13 e 17,30 – 24). In questa location, simbolo del territorio massese hanno trovato una temporanea dimora le opere di: Franca Reivella, Armand Xhomo, Chico Molo, Alessandro Trani, Mafalda Pegollo, Giovanni Masuno, Libuse Babakova, Emanuela De Franceschi, Gino Dalle Luche, Stefano Abelli, Enrico Cesaro, Oksana Kuplovska, Lorenzo Marchetti, Gemma Spada, Valentina Cipolla, Lara Borghetti, Monica Della Bona, Mattia Cauzzi, Pierluigi Concheri, Marianna Tesconi, Franco Cappelli, Rosy Maccaronio e Natalina Bonini. INTANTO, domenica scorsa “L’Arte in cucina, gli artisti incontrano gli chef” ha trasformato il giardino di Villa Cuturi in un salotto sotto le stelle, dove l’arte della tela si è unita all’arte della tavola. Nell’occasione – presenti molti artisti – è stato presentato il libro “L’Arte in Cucina”, edito Giorgio Mondadori, dal curatore Alberto Sacchetti e dall’ideatore Domenico Monteforte. E mentre Sacchetti raccontava aneddoti sul libro, il maestro Monteforte si è prestato per una performance dipingendo in diretta sugli spartiti dell’ “Ave Maria” del maestro Davide Sacchetti, noto compositore massese. Poi, lo chef Roberto Antonioli del ristorante “Da Riccà”, presente nel libro con una ricetta con Mafalda Pegollo, si è sbizzarrito in un cooking show deliziando gli ospiti con un finger food dai sapori marini. I sommelier dell’Ais delegazione apuana, guidati da Lorenzo Chiappini e Maria Grazia Dati, si sono occupati del servizio, proponendo i vini di Candia forniti da La Bura, la Tenuta Lodolina e dal Bar Ginocchi che hanno accompagnato il buffet della Bottega di Adò e del Panificio Lazzarotti & Benedetti.

 

Le opere di Lino Palagi in mostra a Sanremo


ARTE IN ANTEPRIMA LA SUA TENDENZA «UMILI MOTIVI»
– MASSA – LINO Palagi, pittore e scultore massese, sarà protagonista di una mostra al Teatro San Siro di Sanremo. A presentare l’evento ci penserà lo storico e critico d’arte Giorgio Grasso. I 120 quadri rimarranno esposti fino al 12 settembre e alla presentazione saranno presenti il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri e vari personaggi dello spettacolo di fama internazionale. Il maestro massese mostrerà, tra le altre opere, in anteprima mondiale la sua collezione di dipinti riguardanti la sua ultima e nuova tendenza artistica: “Umili motivi” dove porta alla luce l’invisibile, tutto ciò che di solito non cattura la nostra attenzione. Incrostazioni sui muri, vecchi manifesti strappati dal tempo o bulloni arrugginiti su vecchie barche arenate sul nostro litorale sono i soggetti ricercati e scovati dall’artista apuano. Questo e altro è il nuovo mondo che il pittore esalta sulle sue tele, impastando colori fino a farli diventare materia che di forza esce dal quadro per mostrarsi all’osservatore. Di recente le sue sculture sono state apprezzate negli Stati Uniti, con una bellissima mostra a New York, dove Lino ha fatto onore alla nostra città e all’Italia intera. Nato a Massa nel 1942, ha frequentato l’Istituto statale d’srte di Massa e ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento del disegno e della storia dell’arte. Molti personaggi hanno scritto di lui: filosofi, giornalisti, scultori, poeti e critici, ammirando la sua arte. A Parigi negli anni settanta i critici francesi lo definirono “il pittore delle ruote”, per il suo modo di dipingere ruote dentate, anticipando la Mec Art francese. Fin da quando era uno studente all’Istituto d’arte di Massa, i compagni e i docenti lo ritenevano il primo della classe, sempre innovativo e alla ricerca di nuove emozioni pittoriche.

LA FESTA TANTE PERSONE ALL’INAUGURAZIONE DEL NEGOZIO DI VIA RINCHIOSA CHE VUOLE CONIUGARE L’ARTE CON LA MODA

GRANDE FESTA per l’inaugurazione del negozio «Latenda» a Marina. Molte le persone che hanno partecipato alla festa per il taglio del nastro della nuova attività di via Rinchiosa. Presenti tanti amici e commercianti dei negozi vicini: tanti brindisi di buon augurio per Monica Pezzica, che si è lanciata nella nuova sfida di gestire un negozio. Via Rinchiosa continua a popolarsi di attività per ogni genere e gusto: e adesso anche abiti per «giovani signore eleganti, con uno stile sobrio per ogni giorno», spiega Monica Pezzica. UN ANGOLO di strada dai colori tenui, grandi specchi, molta luce e l’opera d’arte di Clara Mallegni, scultrice e pittrice che ha iniziato, con il negozio, un rapporto di collaborazione per esporre le proprie opere. «Credo – spiega Monica Pezzica – in uno stretto legame fra arte e moda. E credo anche nell’importanza della manualità e dell’artigianato: per questo, oltre ad esporre l’opera di Clara Mallegni, vendo le collane di Laura Donati e le borse di Giovanna Cucurnia. Mi piace promuovere l’artigianato locale, mi piace l’idea di acquistare ottimi prodotti a chilometro zero, e vorrei questo fosse un incentivo per tutta la zona. L’allestimento è stato curato da «Nuovo abitare», i fiori e le piante sono di «PhytoPlan», e l’artigiano Cristiano Lazzini ha realizzato le fioriere. Ho sempre avuto il sogno nel cassetto di aprire un negozio, e finalmente l’ho realizzato. Sono felice di aver trovato un fondo così bello in via Rinchiosa, e soprattutto a Marina, una città con grandi potenzialità turistiche, e soprattutto, una città di mare: da qui il nome del negozio». QUESTA nuova attività da poi ancora un ulteriore slancio a tutta la zona. Via Rinchiosa è in continua espansione con locali e negozi che ormai ne fanno il cuore pulsante di Marina. In questo scenario «Latenda» porterà una ventata di entusiamo e un motivo in più per passare da quella zona di Marina.

 

Visita guidata al centro storico di Pietrasanta

Stasera alle 2130 Galatea propone una Passeggiata a Pietrasanta con guida turistica. Prenotaqzione obbligatoria al 339 8806229, costo 7 euro durara 90 minuti. Ritrovo in Piazza Duomo.

 

Gli orari estivi del museo Gigi Guadagnucci

L’AMMINISTRAZIONE comunale, per offrire la possibilità di visitare il museo Gigi Guadagnucci anche in estate, ha deciso un temporaneo e diverso orario di apertura. Il museo a Villa Rinchiostra, fino al 27 agosto, confermando l’apertura nei giorni venerdì, sabato e domenica, adotterà il seguente nuovo orario di apertura: 19,30 - 23. L’ingresso è libero e per informazioni è possibile contattare i numeri 0585 - 490279 - 049732

 

«ACCOLGO con grande soddisfazione – scrive Lanmarco Laquidara – la notizia che finalmente si è dato corso a quanto approvato nei mesi scorsi dal consiglio comunale a proposito dell’apertura al pubblico della strada dei marmi. La mozione presentata da me a da Maria Elena Musetti a nome del gruppo Forza Italia fu votata allora da tutte le forze politiche e ad un successivo sollecito per l’esecuzione di quella richiesta il Sindaco Zubbani rispose che esistevano ancora problemi procedurali legati alla volontà della Prefettura. Oggi finalmente, anche se in modo parziale e limitatamente ad alcuni giorni, mentre la mozione originale prevedeva l’apertura per tutta la settimana, il Sindaco De Pasquale apre in via sperimentale a tutti un’arteria che ha dissanguato la città a motivo di una progettazione inutilmente dispendiosa».

Pagina 2 di 345

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree