patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

La Nazione (6125)

In porto arriva l’ambasciatore tunisino

LAVORO CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DI UNA NUOVA LINEA

TUTTO pronto per l’arrivo dell’ambasciatore della Tunisia a Roma Moez Sinaoui. Il politico sarà in visita per l’inaugurazione della nuova linea marittima della Pro Cargo line, la joint venture che vede in prima linea la Porto di Carrara, la Vittorio Bogazzi e figli, e la Grendi, dedicata al trasporto di carichi rotabili e container che collegherà il nostro porto con porti situati nel sud della Tunisia. Oggi alle 11,15 il console onorario per l’Emilia Romagna Davide Cappeddu, insieme al console generale di Firenze Gualserio Zamperini e il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, accoglieranno l’ambasciatore Sinaoui a Massa, alle 11,20 l’arrivo in prefettura, a Palazzo Ducale. Qui ci sarà il benvenuto del prefetto Paolo D’Attilio all’ambasciatore e poi le presentazioni: col presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, i sindaci di Massa, Francesco Persiani, e di Carrara, Francesco De Pasquale (nella foto a lato)e il presidente della Camera di commercio Dino Sodini. Poi l’incontro col questore Giuseppe Ferrari, i comandanti dell’Arma e della Guardia di finanza e col rappresentante della direzione marittima di Livorno. Alle 13 trasferimento al porto diMarina per la cerimonia di inaugurazione con ricevimento della nuova linea marittima a bordo della nave «Rosa dei Venti».

La città piange Angelo Ceccarelli

OGGI è lutto cittadino per le esequie di Angelo Ceccarelli. Il Comune, in segno di profondo rispetto e di partecipazione al cordoglio, interpretando il sentimento della popolazione, ha proclamato il lutto cittadino, in concomitanza con la celebrazione delle esequie di Angelo Ceccarelli, il 56enne carrarino che ha perso la vita nel tragico incidente sul lavoro, avvenuto in Vietnam.

«Su Fossa Combratta il Comune è contraddittorio»

Legambiente Carrara analizza i risultati della Conferenza dei servizi: «In consiglio dette delle cose, diversa la posizione dell'assessore»
CARRARA Legambiente Carrara torna su Fossa Combratta: «Dobbiamo considerare una vittoria il risultato fin qui ottenuto, cioè la bocciatura, perché incompatibile dal punto di vista ambientale, del progetto di messa in sicurezza presentato dalla ditta e appoggiato dall'Ausl».«Un plauso - aggiunge - merita il parco delle Apuane, che ha mantenuto le sue posizioni e sta impedendo lo scempio di un intero versante boscato del monte Brugiana. Putamorsi ha suggerito, inoltre, di attivare forme di consultazione e partecipazione». Secondo Legambiente, «Contradditorio, invece, è stato il percorso dell'amministrazione di Carrara. Il sindaco e l'intera maggioranza in consiglio comunale, attraverso l'approvazione di un ordine del giorno di indirizzo politico, si sono mossi per salvaguardare ambiente e paesaggio, dichiarando che nei piani attuativi di bacino estrattivo (Pabe), in corso di redazione, l'intero versante di Fossa Combratta sarà escluso dalle aree estrattive. Dalla stampa apprendiamo che l'assessore al Marmo, inaspettatamente, sposa in pieno la posizione dei suoi dirigenti e funzionari e dell'Ausl che, paventando la bocciatura del progetto originario, infatti verificatasi, lo hanno riproposto ridimensionato (29.000 m3 anziché 58.000). Oltretutto, non si tratterebbe di un vero ridimensionamento del progetto bocciato, ma solo di un suo frazionamento: il progetto, infatti, attualmente comprendente 4 fasi, sarebbe solo limitato alle prime 3, rinviando la fase 4 a una successiva autorizzazione». Ma secondo Legambiente, «Il nodo centrale della vicenda è un aspetto che finora non ha avuto adeguato rilievo nel dibattito sviluppatosi su Fossa Combratta. C'è una relazione geologica, geostrutturale e geomeccanica con analisi di stabilità, commissionata dall'imprenditore al geologo Profeti e datata 24 ottobre 2017 (con successivo aggiornamento al 4 dicembre 2017) in cui il professionista rilevava la potenziale instabilità di alcuni ammassi rocciosi e individuava, come misure di messa in sicurezza, disgaggi manuali mirati (oltre al monitoraggio geotecnico, qualche chiodatura e reti armate di trattenuta). Il progettista, invece, in accordo col titolare della cava e la direzione dei lavori, ha presentato un "singolare" progetto di messa in sicurezza identico a un piano di coltivazione che, per eliminare 555 m3 di roccia potenzialmente instabile, prevede l'asportazione di 58.000 m3 di marmo. L'eventuale autorizzazione del progetto sarebbe un precedente di gravità inaudita: dal giorno dopo, infatti, la messa in sicurezza diverrebbe il pretesto per ottenere ovunque autorizzazioni all'escavazione senza limiti». «Ci domandiamo perché relazione geologica e piano di messa in sicurezza siano così diversi tra loro e perché la relazione Profeti non sia stata utilizzata per il piano di messa in sicurezza. Che cosa è successo?». --

Tracciabilità del marmo Adesso si fa sul serio

PALAZZO CIVICO PUBBLICATO L’AVVISO PUBBLICO

TRACCIABILITÀ: si parte. L’amministrazione comunale ha pubblicato l’avviso esplorativo per l’individuazione degli operatori economici da invitare alla procedura negoziata per l’affidamento del servizio di realizzazione, gestione e manutenzione di un sistema di identificazione e tracciabilità dei materiali da taglio (blocchi di marmo, blocchi difettosi, blocchi informi) estratti nelle cave, in un progetto che riguarda un totale di 85 siti. Si tratta di quel sistema di tracciabilità che permetterà di seguire il percorso dei materiali dai monti al piano, un primo importante passo verso una gestione più trasparente ed equa dell’intero settore. «Si tratta – ha spiegato l’assessore al Marmo Alessandro Trivelli – di un servizio che abbiamo fortemente voluto per conoscere e valorizzare la risorsa marmo lungo tutta la filiera, dall’estrazione in cava fino al prodotto finale lavorato. Con questo provvedimento la nostra giunta ha messo nero su bianco l’impegno a favorire la razionale e sostenibile utilizzazione delle risorse presenti sul territorio comunale, anche al fine di favorire una integrazione socio-economica tra il mondo del monte e quello del piano» L’affidamento comprende la fase di realizzazione del sistema e la fase di gestione e manutenzione dello stesso per i successivi 18 mesi, rinnovabile per ulteriori 18 mesi. Il valore stimato dell’appalto posto a base di gara è pari a 100mila euro (al netto dell’Iva, comprensivi della realizzazione del sistema e, successivamente, della sua gestione e manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, per 18 mesi), in caso di rinnovo del servizio di gestione e manutenzione del sistema per ulteriori 18 mesi, il valore totale stimato dell’appalto è pari a 130mila euro (al netto di Iva). L’avviso è stato pubblicato lo scorso 31 agosto e scadrà il 17 settembre. Tutti i dettaglio sono a disposizione sulla pagina web del Comune, in “Bandi di Gara e Contratti” e nella sezione “Bandi ed Esiti di gara, Avvisi” della home page del sito del municipio.

MONTIGNOSO L’INIZIATIVA DEDICATA AI GIOVANI ANDRÀ AVANTI FINO AL 14 OTTOBRE

– MONTIGNOSO – PITTURA, scultura, incisione, decorazione sono soltanto alcune delle tecniche attraverso le quali i giovani artisti provenienti dalle diciotto Accademie di Belle Arti Italiane, e partecipanti alla decima edizione de “Il Maestro presenta l’Allievo”, potranno mostrare tutta la bellezza che soltanto l’arte riesce a trasmettere. L’APPUNTAMENTO verrà inaugurato sabato 15 settembre a Villa Schiff alle 18 e andrà avanti con la mostra delle opere fino al 14 ottobre. La rassegna vede appunto i “maestri” delle Accademie di Belle Arti statali italiane selezionare i loro migliori “allievi” e le opere. AL TERMINE della mostra una giuria di esperti d’arte contemporanea formata da storici, critici d’arte, artisti e galleristi assegnerà al vincitore due targhe argentee: Premio “Il Maestro presenta l’Allievo” e il “Premio Creatività Campolonghi Italia” e “Attestato di Merito”. «Dieci anni di successi costellati da importanti riconoscimenti a partire dai patrocini del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro della Gioventù, del Mibact, del Miur e di tutte le Accademie di Belle Arti Statali – dice la curatrice della mostra Enrica Frediani – alle assegnazioni delle più alte cariche dello Stato, i “Premi di Rappresentanza” del Presidente della Repubblica, della Presidenza del Senato e Presidenza della Camera dei Deputati, per i valori dell’iniziativa e l’aver favorito il confronto culturale fra gli studenti di varie città, rappresentano l’importante traguardo che, nel decennale della rassegna, ci onora e ci riempie di orgoglio».

 

MUSEO

CARMI, boom di visitatori in concomitanza con «Con-Vivere». Sono numeri davvero da importanti quelli che ha fatto registrare il Carmi nei giorni di «Con-Vivere». Durante il festival organizzato dalla Fondazione CrC, al Museo Carrara e Michelangelo a villa Fabbricotti si sono recati 507 visitatori. Il totale della settimana dal 4 al 9 settembre (il lunedì è giorno di chiusura) è stato addirittura di 554 accessi. «Si tratta di un risultato davvero ottimo che conferma le potenzialità del Carmi e la sua capacità di attirare visitatori, soprattutto in giornate in cui, grazie a iniziative e manifestazioni, la città è particolarmente frequentata» ha commentato il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale. A beneficiare dell’afflusso di persone innescato da «Con-Vivere» non è stato però solo il Carmi. Anche il museo del Marmo ha avuto un’impennata di accessi: dal 1 al 9 settembre sono arrivate 231 persone di cui 89 nella giorni del Festival. Particolarmente soddisfacente il trend della struttura di viale XX Settembre che grazie a una serie di iniziative organizzate proprio per valorizzarla ha registrato dall’inizio dell’anno al 9 settembre 4417 visitatori, superando il totale dell’affluenza del 2016. «Siamo soddisfatti di questi numeri che sono una primo riscontro positivo degli sforzi e degli investimenti fatti dalla nostra amministrazione sul polo museale cittadino, sia in termini organizzativi che di miglioramento delle strutture. Recentemente abbiamo rinnovato i loghi e i depliant dei musei in un’operazione mirata al potenziamento del marketing delle strutture. Sappiamo che c’è ancora molto da fare ma siamo certi che il nostro lavoro, nel tempo, sarà ripagato» ha commentato l’assessore alla Cultura Federica Forti che ha espresso soddisfazione non solo per il risultato “record” del Museo del Marmo ma anche per il buon andamento degli accessi al Centro arti plastiche di san Francesco.

Lutto cittadino per il marmista morto in Vietnam

CARRARA

PROCLAMATO il lutto cittadino per lunedì giorno delle esequie di Angelo Ceccarelli. L’amministrazione comunale, in segno di profondo rispetto e di sentita partecipazione al cordoglio, interpretando il comune sentimento della popolazione, ha deliberato di proclamare il lutto cittadino per lunedì, in concomitanza con la celebrazione delle esequie di Angelo Ceccarelli, il 56enne carrarino che ha perso la vita nel tragico incidente sul lavoro, avvenuto all’interno di una cava in Vietnam lo scorso 5 settembre. L’AMMINISTRAZIONE comunale vuole così esprimere alla famiglia di Angelo Ceccarelli e a tutti i lavoratori del comparto il più profondo senso di cordoglio di una Città colpita e sgomenta di fronte a questa tragedia.

 

Pagina 2 di 613

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree