patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

La Nazione (3119)

Domani alle 900 alle Scuderie conferenza formativa su "Le applicazioni dell'artigianato nel riordino urbano, nel recupero degli spazi e degli immobili pubblici e negli interventi di edilizia privata".

(leggi l'articolo). L'appuntamento è per sabato 23 Giugno 2017.

I fedeli si raduneranno alle 20,30 nel piazzale dei Ponti di Vara da cui, alle 21, inizierà la
suggestiva processione con fiaccolata alla cappella della Madonna del Cavatore di Fantiscritti. Ci sarà anche il vescovo diocesano monsignor Giovanni Santucci

Lo sgarbo. I ladri che sono ripresi dalle telecamere a circuito chiuso sbeffeggiano i titolari dell’azienda salutandoli mentre scappano
L’ira di Bedini. Un arrabbiato Paolo Bedini, presidente di Cna, commenta l’accaduto: «L’impunità per loro è garantita, si permettono anche di salutare»
I malviventi tentano il furto e poi salutano i monitor
di CRISTINA LORENZI
NON RIESCONO a rubare nell’azienda, ma hanno tempo per sbeffeggiare le telecamere. Sono stati immortalati mentre salutano i monitor i malviventi che la nottes corsa hannno tentato di fare man bassa nelle aziende della Cna di Battilana. Una situazione che i dirigenti non riescono più a sostenere e dopo reiterati appelli per controlli e illuminazione hanno deciso di dormire nell’area artigianale per prevenire furti e atti vandalici. Il colpo è andato male, ma lo sgarbo è di quelli che devono far riflettere: i ladri, a volto scoperto, hanno salutato la videocamera che già nelle scorse settimane aveva beccato i furbetti che avevano scaricato con un carroattrezzi la carcassa di un’auto senza però immaginare di essere ripresi. La denuncia arriva ancora da Cna esasperata per l’escalation senza freni di vandalismi e furti nella nuova area. L’area ospita una decina di aziende. A bordo di una 147 Alfa Romeo, i tre malviventi, hanno rallentato di fronte alla telecamera quasi a deridere il tentativo delle imprese di difendersi. «L’impunità è loro garantita tanto da permettersi di prendere in giro tutti – commenta un arrabbiato Paolo Bedini, presidente della Cna –. E’ evidente che l’area è diventata già terra di predoni e vandali: ogni giorno registriamo un danneggiamento, un abbandono di rifiuti o un tentativo di furto. Continueremo con la videosorveglianza, investimenti propri, perché è l’unico strumento per contrastare questi fenomeni, ma non è giusto nemmeno vivere barricati dentro le aziende. Ogni giorno, quando apriamo, temiamo sempre il peggio: un furto o un danno. I nostri appelli, fino qui, sono rimasti inascoltati e l’area, che con fatica siamo riusciti a completare, è già un triste simbolo dell’impotenza di fronte a questi delinquenti. Chiedo alle forze dell’ordine un maggiore presidio dell’area e delle aree artigianali del territorio. Purtroppo non accade solo a Battilana. L’alternativa? Saremo costretti a difenderci ed iniziare a dormire nelle aziende. Se necessario partiremo anche con dei pattugliamenti notturni a turno».
Nelle scorse settimane Cna aveva denunciato, a più riprese, lo stato di abbandono dell’area: «È diventata una discarica e c’è chi si permette di venire qui, con un carro attrezzi, e scaricare auto e carcasse e tentare di portarci via attrezzi, apparecchiature, pc. La roulotte, abbandonata qui da mesi non è mai stata rimossa e così la cabina elettrica. Le imprese – spiega Paolo Ciotti, direttore Cna – stanno ancora lavorando con la corrente da cantiere. Voglio sperare che dal 25 giugno si ponga rimedio a questa situazione. Fino a che non saranno risolte le problematiche dell’area congeleremo ogni investimento».

CITTÀ CREATIVA SÌ DELLA COMMISSIONE NAZIONALE PER L’INSERIMENTO
VIA LIBERA dalla commissione Unesco nazionale alla candidatura di Carrara per l’inserimento nel network delle Città Creative. La candidatura approda adesso a Parigi dove entro fine autunno sarà valutata dalla commissione internazionale. «L’auspicio è quello di essere ammessi al primo tentativo – spiega l’assessore alla Cultura Giovanna Bernardini –. Ho verificato personalmente, parlando con i rappresentanti Unesco a Parigi, che la domanda sia regolarmente arrivata, offrendo nell’occasione piena disponibilità a fornire ulteriori informazioni sui contenuti del progetto stesso che ha come punti di forza una larga condivisione da parte di varie istituzioni pubbliche e private». La candidatura è stata sostenuta, oltre che dal Club Unesco Carrara dei Marmi, da Imm – CarraraFiere, Camera di Commercio, Accademia di Belle Arti, Polo Artistico Gentileschi-Palma-Tacca, Associazione Industriali, Cna, Coordinamento di Palazzo Rosso, Fondazione CrC e dall’istituto internazionale di ricerca Itki-Uspresieduto dal concittadino Giuseppe Biagini, che ha collaborato molto attivamente all’elaborazione della richiesta.

IMPOSTE AMMINISTRATORI SODDISFATTI
LE TASSE sulle imprese sono più ‘leggere’ a Massa rispetto ad altri comuni della Toscana. Non lo sostengono gli uffici di palazzo civico ma le analisi dello studio di Cna Toscana nell’annuale elaborato del centro studio «Comune che vai fisco che trovi». Massa è la seconda città della regione più conveniente in cui investire. Si piazza appena dopo Arezzo che con un peso fiscale del 57,8% è sotto di quasi cinque punti rispetto a una media nazionale calcolata per il 2017 del 61,2% . In Toscana la classifica del fisco più pesante vede prima Firenze col 69,3%. Seguono Grosseto al 65,1%, Livorno al 61,6%, Pisa al 61,2%, Siena al 60,7% , Lucca e Pistoia al 59,4% quindi Prato (58,9%) e Carrara (58,1%). Messa così sembra complicata ma non lo è: immaginiamo un’azienda che abbia un reddito d’impresa di 50.000 euro. A Massa al titolare, dopo aver pagato le tasse, restano 22.489 euro. A Firenze solo 16.550 euro. Ma che cosa determina questo vantaggio massese? Nelle tabelle della Cna sono due gli elementi chiave: da una parte la tassa sui rifiuti che dal 2011 al 2017 è scesa per l’impresa piccola e media di 4mila euro, dall’altra la riduzione significativa dell’incidenza di Imu e Tasi. In genere il peso della tassazione locale sul totale di quanto un’azienda versa al fisco è intorno al 12%. A Massa scende al 9,2% ed è in diminuzione (nel 2013 era l’11%). «Puntando sulla lotta all’evasione abbiamo recuperato risorse importanti e investito nella riduzione della tassa sui rifiuti all’impresa» ha detto il sindaco Volpi . «Premiate – ha aggiunto l’assessore alle finanze Giovanni Rutili – anche le nostre scelte su Imu e Tasi. Agendo sulle aliquote abbiamo tenuto basse quelle sull’Imu (che altrove sono al massimo) e puntato sulla Tasi che, essendo deducibile, ha contribuito ad alleviare il peso fiscale sulle imprese».

TOSCANA L'export in Russia Cifre record

LA RUSSIA si conferma mercato strategico per l’export toscano. Solo nel primo trimestre di quest’anno l’export è cresciuto fino a quasi 110 milioni di euro (+21,4% sullo stesso periodo del 2016). A sostenere le esportazioni toscane verso Mosca è il manifatturiero, che guadagna complessivamente il 23,8%, guidato dal rialzo del tessile (abbigliamento e accessori) che da solo raggiunge i 37,2 milioni di euro (+13,7), seguito dai macchinari (36 milioni di euro), in aumento di circa il 41% sullo stesso periodo dell’anno precedente. Questi i dati emersi nell’ambito del terzo seminario economico italo-russo promosso dall’Associazione Conoscere Eurasia, in collaborazione con Banca CR Firenze e Banca Intesa Russia. Tra i settori in ripresa anche il farmaceutico e l’alimentare, che registrano incrementi - rispettivamente - del 78% e dell’85%. Sul fronte dei dati del primo trimestre 2017, Firenze guida la classifica dell’export toscano verso Mosca con 64,7 milioni di euro (+23,9%), seguita a distanza da Prato (9,2 milioni di euro; +62,3%) e Lucca (8,8 milioni di euro; +7,3%).

Micheli e Ese string al museo del marmo

SABATO alle 21 al museo del marmo, concerto di Moira Michelini al pianoforte con Ese string quartet, composto da Tommaso Bruno, Irene Moncini violini, Andrea Cecchinelli viola, Francesco Genovesi, violoncello . In repertorio musiche di Bach, Mozart, Locatelli.

 

Pagina 4 di 312

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree