patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

La Nazione (6125)

Siani crea «connessioni» nel paese di Bellosguardo

L’ARTISTA

«MEMORIE» nella piazzetta del suo paese natio. Francesco Siani (nella foto), campano naturalizzato a Carrara, ha realizzato un suggestivo allestimento nel paese di Bellosguardo, in provincia di Salerno, dove ogni anno trascorre le sue vacanze estive. «Dopo 45 anni – spiega Siani – sono ritornato come artista portando un’opera contemporanea dal titolo “Connessioni di memorie “ in una performance installazione che si è svolta nella piazzetta laterale alla chiesa madre, un luogo perfetto per il mio evento. Sembrava un nido dove la comunità si è raccolta tutta per partecipare. Il sindaco del paese, Giuseppe Parente, alla fine della manifestazione, mi ha fatto dono di una pergamena per ringraziare e omaggiare il mio ritorno quale artista a Bellosguardo. Le curatrici dell’evento sono state le mie compagne di scuola Anna Melchiorre e Assunta Longo». In occasione dell’allestimento il Comune ha prodotto un manifesto che sarà affisso nella sala del consiglio comunale a testimonianza dell’evento. Nella pubblicazione le memorie di chi lasciò il suo paese e dalle memorie dell’infanzia trae spunto per il futuro realizzando una connessione fra le varie generazioni.

L'ambasciatore tunisino battezza la nuova rotta

L’AMBASCIATORE di Tunisia in Italia Moez Sinaoui sarà ospite del gruppo Grendi a bordo della «Rosa dei venti» nel nostro porto di Marina. Sinaoui, insieme al console per l’Emilia Romagna Davide Cappeddu ed al console generale per Firenze Gualserio Zamperini, saranno in città lunedì per sottolineare l’importanza strategica del collegamento tra l’Italia ed i porti tunisini del centro-sud del Paese. «Siamo molto soddisfatti del successo che sta avendo questo progetto, che implementa i traffici nello scalo, che è nostra intenzione fare crescere– ha dichiarato la presidente dell’Autorità portuale Carla Roncallo. Il progetto si inserisce nel cospicuo flusso di scambi fra i due paesi che fa dell’Italia il primo partner commerciale per la Tunisia». La linea è operata da ProCargo line un progetto voluto da Grendi con i soci Vittorio Bogazzi e figli, la Porto e Euan Lonmon. La linea Italia- Tunisia è attiva da maggio con frequenza settimanale. «Il bilancio dopo 4 mesi di attività è molto positivo – afferma Antonio Musso, ad Gruppo Grendi –in questo primo periodo il collegamento si è svolto con grande grande regolarità e ha trovato collaborazione nelle autorità portuali dei porti scalati».

 

Comparto italiano
Un calo del 6,2 per cento è stato registrato nell’esportazione del marmo nel nostro Paese. Il calo dovuto alla concorrenza dei prodotti industriali
Apuo-versiliese
Nel nostro distretto il grezzo è in aumento, ma scende l’esportazione dei marmi lavorati. In calo le vendite in Paesi orientali come India e Cina
LAPIDEO: nei primi sei mesi del 2018 flessione delle esportazioni nazionali del Made in Italy. Frena l’export di blocchi e lastre di marmo verso Cina e India. Tenuta in termini di valore per l’export del grezzo del distretto Apuo–Versiliese. Il settore lapideo italiano, secondo i dati Istat rielaborati da Internazionale marmi e macchine, nei primi sei mesi del 2018 ha esportato 1.818.093 tonnellate di materiali lapidei del valore di 940,4 milioni di euro registrando un calo del 6,2 per cento in valore e del 10.7 per cento in quantità rispetto ai primi sei mesi del 2017. Risultano in calo tutte le categorie, ma per la prima volta da anni, non è solo la voce dei lavorati a mostrare il segno meno: anche per blocchi e lastre si registra un calo significativo. Nei primi sei mesi del 2018, sono state vendute sui mercati internazionali 641.374 tonnellate di blocchi e lastre, per un valore di poco superiore ai 188 milioni di euro registrando una contrazione del 14,9 per cento in termini di quantità e del 5,25 per cento in valore rispetto allo stesso periodo del 2017. Il forte calo riscontrato nell’export è dovuto principalmente alla contestuale contrazione della domanda di India e Cina, che da sempre rappresentano i principali mercati di sbocco dell’export italiano per questa categoria merceologica. Il calo più importante in assoluto si registra nei confronti dell’India, che passa dalle 236.464 tonnellate alle 137.931 dei primi sei mesi del 2018. C’è poi la Cina con l’export italiano di blocchi e lastre che subisce un rallentamento. I quantitativi di grezzo esportato dall’Italia nel 2018, sono passati da 269.754 tonnellate dei primi mesi del 2017 alle 251.365 di quest’anno. Si evidenzia invece un aumento del valore esportato (+9,92 per cento) che raggiunge i 94,8 milioni di euro contro i 86,2 milioni di euro dei primi sei mesi del 2017. Distretto Apuo–Versiliese: i dati evidenziano un calo di lavorati pari all’8 per cento e un aumento dell’export dei grezzi (pietra, sabbia e argilla) del 3 per cento. È la nostra provincia a fornire il maggior contributo all’export dei materiali lapidei del comprensorio. Diventa quindi evidente il momento difficile che sta attraversando l’export del settore, complice la flessione di importazioni di blocchi e lastre da parte di Cina e India, da sempre principali partner commerciali con il nostro paese e che rappresentavano la destinazione di circa il 67 per cento dei quantitativi di blocchi e lastre esportati, contro l’attuale 60,5 per cento. Il distretto invece si mostra in controtendenza, registrando un aumento del 3 per cento in termini di valore.

 


I PAESI in difficoltà preferiscono i prodotti più economici. Un elemento tra le cause della contrazione dell’export dei lavorati, tenuto conto della crisi, riguarda i prodotti naturali concorrenti, che conquistano l’attenzione di Paesi che, in momenti di difficoltà, prendono il prezzo inferiore come elemento principale nella scelta anche a scapito della qualità, caratteristica imprescindibile della pietra naturale Made in Italy. L’export dei grezzi (pietra, sabbia e argilla) vede per la nostra provincia un aumento in valori di euro dai 102.858.038 dei primi mesi del 2017 ai 107.381.445 da gennaio a giugno. L’export di lavorati invece, in valori di euro scende dai 170.500.120 ai 167.509.720. Per quanto riguarda il cosiddetto «quarzo» cioè il marmo artificiale, viene promosso dagli architetti, con la stessa «potenza di fuoco» che caratterizza il settore ceramico. Architetti e designer trovano convenienti questi materiali che, in quanto prodotti in serie, garantiscono una uniformità di colore e caratteristiche che la pietra naturale non può garantire. Tuttavia il maggior fascino e valore aggiunto in termini di unicità, e anche di storia, del marmo è nel suo essere un prodotto naturale. Da questo punto di vista l’attività ormai ultradecennale che Imm svolge in termini di formazione per gli architetti rispetto sia al valore che al corretto impiego dei materiali lapidei diventa anche più rilevante.

(nella foto, Davide Ragazzi della Vetriceramici FERRO Spa di Fiorano Modenese (Mo), azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti ceramici. Alle sue spalle una lastra grande formato di una ceramica che riproduce esattamente una pietra).

Pensione del marmo I luoghi per riscuoterla

PROSEGUE il pagamento del vitalizio del marmo. Stamani dalle 10 alle 12 il pagamento avverrà alla banca Carige di via Roma; sempre stamani , ex sede della scuola elementare di Torano, dalle 8,30 alle 9,30. Domani sarà alla delegazione comunale di Avenza, dalle 10 alle 12,30 e a quella di Marina, dalle 14,30 alle 16,30.

Pagina 5 di 613

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree