patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

La Nazione (5663)

Schiacciato da un blocco di marmo: morto quarantenne

Sembra sia stato travolto da un blocco di marmo ma al momento è al vaglio dei inquirenti

https://www.lanazione.it/massa-carrara/cronaca/mortale-azienda-marmo-1.4030451

DUE grandi eventi nello straordinario scenario delle cave di Fantiscritti. L’assessorato alla Cultura per l’estate ha promosso le esibizioni di Stefano Bollani il 3 agosto e di Neri Marcorè l’11 agosto. Inizio spettacoli alle 21,30. Per le prevendite: www.ad-astra.it.

«Fabrizio – racconta la cantante Dori Ghezzi – aveva un certo gusto per le cose belle ed era legato alla città per questo motivo»
UNA PIAZZA PER FABER
UNA RACCOLTA FIRME AL LOCALE FUORIPORTA NELLE SETTIMANE SCORSE PER SENSIBILIZZARE IL COMUNE A TRASFORMARE IL NOME DI PIAZZA BATTISTI IN UN LUOGO PER RICORDARE FABRIZIO DE ANDRÈ
FABRIZIO De André è stato il più carismatico cantautore italiano e sicuramente uno dei più amati in assoluto, oggetto di un vero e proprio culto. «De André, io… Noi» è il titolo della presentazione musicale che si è tenuta domenica scorsa all’interno della sala rappresentanza della Camera di commercio. Al centro della discussione il nuovissimo libro «Lui, io, noi»; intimo e pieno di episodi e aneddoti inediti, dove a raccontarli e commentarli è intervenuta per la prima volta Dori Ghezzi, compagna di Faber dal lontano 1974 fino alla sua morte avvenuta nel 1999. Ad introdurre la serata è stata la giornalista Daniela Marzano, che ha presentato gli ospiti: Carlo Romanelli, docente di matematica e giornalista. Francesca Serafini, scrittrice e ideatrice del libro. Riccardo Canesi, docente di geografia ed esperto di musica italiana. Non presente invece il secondo scrittore, Giordano Meacci. Dopo i consueti saluti e ringraziamenti da parte della Marzano, la parola è passata a Romanelli che ha sottolineato l’importanza di Carrara, culla per eccellenza delle cave e dell’anarchia, motivo per il quale il maestro se ne innamorò, rivolgendosi alla Ghezzi e chiedendole se la nostra città (con tutte le sue sfumature), le suggeriva qualcosa. PRONTISSIMA la risposta, a tratti emozionata, della cantante italiana: “Si è vero, Fabrizio aveva un certo gusto per le cose belle ed era legato alla città per questo motivo. Voglio ricordare questa serata come un momento gioioso e non strettamente commemorativo poiché quel “noi” presente nel titolo, include anche voi presenti stasera. Per quanto riguarda il libro che dire, gli episodi e gli aneddoti sono veramente troppi da poterli raccontare in questa sede, spero che possiate assaporarli attraverso i vari capitoli». ALL’EVENTO ha preso parte anche la cover band dei Kinnara che ha riprodotto i più famosi brani rievocando la voce del cantautore genovese. La coppia De André è stata infine premiata, per l’eredità musicale, da Giacomo Bugliani e Dino Eschini con il premio letterario “San Domenichino”, giunto alla 59esima edizione. L’artista Clara Mallegni ha invece donato due delle sue tele alla Ghezzi e alla Serafini, calando il sipario su una serata all’insegna dell’arte. Alberto Bruschi

 

SVILUPPO LA «PAGELLA» DELL’ESAMINATORE TRA QUALCHE MESE ARRIVERA’

L’ESAME è fatto, entro qualche mese arriverà la ‘pagella’ per il Parco delle Alpi Apuane. Solo allora si saprà se sarà ammesso alla Carta europea del turismo sostenibile nelle aree protette, il protocollo ideato da Europarc Federation per una gestione sostenibile del turismo nelle aree protette che tenga conto delle necessità dell’ambiente naturale, dei visitatori, delle comunità e attività imprenditoriali locali. Ma le premesse sembrano positive: l’esaminatore infatti ha espresso apprezzamento per i risultati ottenuti. Dopo 5 anni di lavoro la richiesta di adesione del Parco delle Apuane era stata inviata il 29 dicembre ad Europarc Federation con tutta la documentazione necessaria per sostenere la propria candidatura e nei giorni scorsi, secondo l’iter prestabilito, è arrivato il verificatore Cets, Filippo Belisario. L’esame è durato tre giorni: un programma intenso e articolato di incontri con diversi soggetti aderenti, pubblici e privati, in diverse realtà dell’area protetta da Equi a Levigliani, per verificare la presenza dei requisiti dichiarati per ottenere l’adesione alla Carta europea. «State lavorando con impegno – ha detto il valutatore Belisario nell’incontro con il Forum della comunità locale –. Il vostro parco ha geologia, natura, storia degli uomini, architettura e il percorso che avete deciso per ottenere la certificazione è molto importante per la popolazione e per gli operatori in particolare che potranno fregiarsi di un marchio qualità e arricchire la loro offerta. Immaginate la Carta del turismo come uno strumento a vostra disposizione e apprezzate il fatto che il Parco voglia dialogare e ascoltare le vostre richieste». Le ricadute economiche per il territorio in area Parco sarebbero considerevoli: l’intero progetto della Cets prevede interventi e azioni che superano i due milioni di euro nel quinquennio 2018-2022. Soddisfatto il presidente dell’ente Alberto Putamorsi. «Gli apprezzamenti del nostro verificatore lasciano ben sperare», ha detto.


DECINE e decine di escursionisti sono giunti domenica scorsa, percorrendo vari sentieri, al Passo della Focolaccia, sulle Alpi Apuane (nella foto), in occasione della giornata organizzata dal Club alpino italiano nell’ambito del progetto internazionale «Respect the mountains» dell’Unione internazionale delle associazioni di alpinismo (Uiaa). La Commissione centrale tutela ambiente montano (Cctam) del Cai, con la collaborazione di diverse Sezioni Cai della zona, ha scelto quest’anno le Alpi Apuane per affiancare al tema della pulizia dei sentieri quello della conoscenza delle criticità ambientali legate alle cave per l’estrazione del marmo. «La perdita di paesaggio e di qualità ambientale è uno dei danni più evidenti che le cave hanno causato a queste montagne – ha affermato il presidente della Cctam Filippo Di Donato –. In questi ultimi anni hanno riaperto cave dismesse non più per il commercio del marmo, bensì per quello del carbonato di calcio, destinato a diversi usi». Sulla stessa lunghezza d’onda Luca Tommasi, componente della Cctam referente per le Apuane: «A differenza di altre zone montane, ad esempio quello del Parco Regionale Ad Anello Brenta, qui non vengono seguite le leggi che impongono, tra le altre cose, il ripristino ambientale per chi apre le cave. Vengono abbandonati inoltre vecchie ruspe, copertoni e altri generi di rifiuti». Il Cai propone dunque di puntare sul turismo lento che coniughi educazione, studio, ricerca e cultura attente al ruolo dei servizi ecosistemici, come acqua, bosco e suolo. La giornata, che ha visto la presenza di diversi presidenti di sezioni Cai toscani e liguri, si è conclusa al bivacco Aronte del Passo della Focolaccia con il concerto previsto dalla rassegna «Musica sulle Apuane». Un concerto suggestivo, molto apprezzato, del quintetto di ottoni «Aere»: i cinque musicisti hanno eseguito brani di Giuseppe Verdi, Vincenzo Bellini, dei Queen e di John Williams. Il gruppo di ottoni Quinto Aere nasce nel 2012 per partecipare all’Italian national day nei quartieri generali della Nato, quali rappresentanti musicali dell’Italia. Si tratta di cinque giovani professionisti diplomati in conservatorio che hanno in comune l’obiettivo di voler avvicinare più persone possibile alla musica, spaziando dal genere classico alla musica leggera e blues.

Vitalizio del marmo: prosegue il pagamento

IN PAGAMENTO la rata relativa al terzo bimestre 2018 del vitalizio comunale del marmo. Oggi dalle dalle 8,20 alle 12 e domani, dalle 10 alle 12 alla banca Carige di via Roma; sempre mercoledì alla ex sede della Scuola Elementare di Torano, dalle 8,30 alle 9,30.

 

LA CAMERA di Commercio e l’Istituto di studi e ricerche organizzano, per giovedì dalle 17,30 nei giardini del Museo del Marmo la presentazione del Rapporto sull’economia della provincia, a cui presenzierà Fedele De Novellis, economista. Poi vi sarà la premiazione alla «Fedeltà al lavoro» degli imprenditori e dipendenti che lavorano da oltre 30 anni.

IL WEEK-END da segnare in agenda è quello dal 13 al 15 luglio, quando a Carrarafiere arriveranno i protagonisti della prima edizione di «Eco marble rally of Carrara», la seconda prova stagionale del Campionato italiano energy saving, organizzata da Imm Carrarafiere eMroc con la collaborazione della scuderia Maremma Corse 2.0 .

Pagina 6 di 567

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree