patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

La Nazione (6125)

Eternità d'artista Una Spoon River per Cattelan

“Forme nel verde”, rassegna annuale d’arte contemporanea e più specificamente di scultura, è a un passo dal mezzo secolo. Anche se, a dire il vero, da tempo la storica manifestazione ideata da Mario Guidotti e allestita nei cinquecenteschi Orti Leonini fra odorose siepi di bosso e vetusti lecci, denunciava una stanca senescenza. Ci voleva una nuova idea, e una ventata di giovinezza, per rilanciare la posta. Ed ecco, come estratto da un cilindro, il nome di Maurizio Cattelan, a suggerire l’opera collettiva che sotto la guida appassionata di Gaia Pasi hanno realizzato 200 allievi delle Accademie di Belle Arti di Firenze e di Carrara. Segnali sparsi, appena individuabili ma un po’ allarmanti, immagini di topi che spuntano qua e là per le strade di San Quirico come interventi di ‘street poster art’, portano da un lato a una sezione di dipinti ospitata a Palazzo Chigi, dall’altro alla fauna imprecisabile fatta di ramaglie installata tra le siepi degli Horti Leonini.
Per la visita. Titolo ‘‘Eternity’’ A cura di Gaia Pasi Sede Horti Leonini - San Quirico d’Orcia (Siena) Fino al 28 settembre Orari Tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 20.00 Biglietti Ingresso gratuito Info & prenotazioni www.formenelverde.wordpress. com www.comunesanquirico.it tel. 0577 899724/25

«Le opere pubbliche vanno... concordate»


LA PROPOSTA ITALIA NOSTRA: «DEVONO ESSERE SOGGETTE AL VAGLIO DEI CITTADINI»

«ITALIA NOSTRA, è sempre stata sostenitrice che le opere pubbliche, cioè quelle opere che vengono realizzate nella città, sia da enti pubblici, sia da privati, debbono, prima di diventare realtà, essere soggette al vaglio dei cittadini. Questa si chiama democrazia partecipativa, Italia Nostra ritiene che solo tale procedura, debba essere alla base della realizzazione di opere che rappresentano la collettività». La sezione di Massa-Montignoso dell’associzione lancia un appello per quanto riguarda i monumenti pubblici. «Se questo criterio fosse stato osservato – afferma – molte opere oggi realizzate sarebbero diverse e collocate in altri spazi del territorio. La città sarebbe forse migliore, sia sotto il profilo ambientale, economico e funzionale. Basti pensare all’ubicazione del Noa, il cui referendum da noi sostenuto fu bloccato dai “poteri forti’’, la trasformazione di Piazza Aranci in sfregio alla memoria storica, alla cui funzionalità Italia Nostra aveva provveduto mediante il progetto Stimmung del 1997, in Piazza Matteotti; il mercato coperto in via Bastione, una ristrutturazione non funzionale e inadeguata, all’allontanamento del cinema Astor che ha contribuito all’impoverimento del centro storico, per non parlare della chiesa di San Giuseppe Vecchio, che Italia Nostra si batté perché non fosse demolita, nel cui sito è stata realizzata recentemente una “cappella gentilizia” insufficiente per capienza e dimensionamento ai bisogni della collettività. Per non parlare del palazzetto dello sport posto a quota sotto il livello stradale e la relativa struttura di copertura e il suo dimensionamento. Italia Nostra ritiene che opere significative per il territorio, affidate a tecnici qualificati, prima della loro realizzazione, debbono essere sottoposte al giudizio democratico delle associazioni e dei cittadini, non a semplici commissioni, talvolta... pilotate. Stesso discorso vale per la collocazione di sculture, che attualmente vengono scelte e collocate senza una visione generale e senza un vaglio autorevole, come le ultime due nei pressi delle Poste e alla rotonda di piazza Garibaldi. Ciò non significa opporsi alle iniziative, ma chiedere che queste siano funzionali e condivise dai cittadini, anche se il parere definitivo spetta agli organi preposti».

 

 

 


IL DIBATTITO

ARTE, architettura, filosofia e storia sono stati i temi che il noto storico dell’arte e docente universitario Philippe Daverio ha affrontato nella conferenza all’interno di Convivere «Arte del marmo. Da Michelangelo al ‘900». Via Rosselli troppo piccola (preso d’assalto persino il basamento della statua di uno sbigottito Garibaldi) per il pubblico delle grandi occasioni che non ha voluto mancare all’appuntamento e Daverio non ha tradito le attese. Basta innescarlo con le domande della presentatrice Eva Giovannini e lui parte come un fiume in piena e delizia tutti con un intervento impregnato di cultura. «Quando tutti parlavano di contenere i piani estrattivi, Daverio è stata l’unica voce accademica fuori dal coro. Le pietre fanno le città e il marmo è la pietra per eccellenza» ha detto il presidente della Fondazione Marmo Andrea Balestri introducendo l’ospite. «Ogni volta vengo a Carrara con un po’ di timore perché una volta ci presi una multa da mille euro» esordisce «ma continuo a venire perché qui c’è anche uno dei sarti più bravi». E poi un elogio alla città anarchica per eccellenza: «Carrara è la patria degli anarchici, non dei bombaroli, ma di quelli che si sono battuti per tante battaglie civili e politiche, nati dalla cultura del territorio che ti porta ad affrontare la montagna da solo». Poi 65 minuti di pura cultura, sforando di poco i 50 minuti dopo i quali, spiega Daverio, cala l’attenzione del pubblico. Non mancano la polemica contro l’architettura americana «noi costruiamo per l’eternità e difendiamo la nostra identità, loro costruiscono e basta», e neppure le frecciate all’ex ministro Gelmini «non ha fatto l’università ma ha fatto il ministro dell’università». E poi una lezione sulla storia fiorentina di fine ‘400, tra il concetto medioevale aristotelico e il concetto platonico rinascimentale. Anni in cui il concetto di arte passa da un mestiere che si fa con le mani, ad un mestiere che appartiene ad una aristocrazia culturale grazie a Michelangelo, Leonardo e Raffaello, tre geni che hanno rivoluzionato la cultura del loro tempo. Maurizio Munda

Iniziative collaterali per la mostra «Emersioni»

PROSEGUONO le iniziative collaterali alla mostra «Emersioni» voluta dall’assessore Federica Forti (nella foto) al Carmi e a palazzo Binelli, in programma fino al 13 settembre. Questa sera dalle 19, infine, con partenza da palazzo Binelli, «A spasso con l’Arte», conferenza itinerante per i laboratori di Carrara Studi Aperti, relatore Luca Borghini.

In pagamento la rata del vitalizio del marmo

IL CALENDARIO

VITALIZIO comunale del marmo: da domani in pagamento la rata relativa al quarto bimestre 2018. Dal prossimo anno novità in vista per le modalità di pagamento: in contante avverrà esclusivamente presso tutte le filiali di Banca Carige e non più nelle varie delegazioni. Rimarranno, invece, invariate tutte le altre condizioni di pagamento. Nei giorni 10 e 11 settembre, dalle 8,20 alle 12 e il giorno 12 settembre, dalle 10 alle 12 il pagamento avverrà alla banca Carige di via Roma; sempre mercoledì 12, ex sede della scuola elementare di Torano, dalle 8,30 alle 9,30. Giovedì 13 il pagamento sarà alla delegazione comunale di Avenza, dalle 10 alle 12,30 e a quella di Marina, dalle 14,30 alle 16,30.

 

LO SCALO CHE CRESCE
DA UN SOLO OPERATORE IL PORTO DI MARINA CONTA ADESSO DIVERSE IMPRESE CHE OPERANO SULLE VARIE BANCHINE OLTRE AI TRAFFICI CROCIERISTICI
Rosa dei venti
La nave che porterà container, prodotti e nuovi traffici in diversi porti nel sud e nel centro della Tunisia
LA TUNISIA in città per ‘benedire’ la nuova linea marittima. L’ambasciatore del paese africano a Roma Moez Sinaoui sarà in visita per l’inaugurazione di una nuova linea marittima della Pro Cargo line, la joint venture che vede in prima linea la Porto di Carrara, la Vittorio Bogazzi e figli, e la Grendi, dedicata al trasporto di carichi rotabili e container che collegherà il nostro porto con diversi porti situati nel sud e nel centro della Tunisia. Una visita che promette sbocchi nuovi sotto l’aspetto commerciale, che potrebbe interessare la nostra provincia e le città della Versilia, con potenziali sinergie verso il Paese africano. In occasione di questa visita istituzionale in programma per lunedì 17, sono stati fissati altri importanti appuntamenti: alle 11,15 il console onorario per l’Emilia Romagna Davide Cappeddu, insieme al console generale di Firenze Gualserio Zamperini ed il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, accoglieranno l’ambasciatore Sinaoui a Massa (a quell’orario il servizio di polizia stradale di accompagnamento sarà al casello autostradale di Massa per la sede della prefettura). ALLE 11,20 l’arrivo in prefettura, a Palazzo Ducale. Qui avverrà il saluto di benvenuto del prefetto Paolo D’Attilio all’ambasciatore e successivamente inizieranno le presentazioni ufficiali: incontro con il presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, i sindaci di Massa, Francesco Persiani, e di Carrara, Francesco De Pasquale e il presidente della Camera di commercio Dino Sodini. Incontro con il questore Giuseppe Ferrari, i comandanti provinciali dell’Arma dei carabinieri e della guardia di finanza e con il rappresentante della direzione marittima di Livorno. POI, alle 13 avverrà il trasferimento al porto di Marina per la cerimonia di inaugurazione con ricevimento della nuova linea marittima a bordo della nave «Rosa dei Venti». Successivamente, alle 15 la partenza dell’ambasciatore che, accompagnato dai consoli, raggiungerà Viareggio. In quel luogo, alle 15,30 la delegazione sarà nella cittadina versiliese per incontrare il direttore del festival Pucciniano Franco Moretti ed il direttore della Fondazione del Carnevale di Viareggio al municipio di Viareggio, alla presenza del sindaco Giorgio Del Ghingaro.

LUTTO cittadino per la morte di Angelo Ceccarelli

Un minuto di silenzio anche dal festival Con-Vivere. L’amministrazione comunale ha appreso con sgomento la notizia dell’incidente costato la vita ad Angelo Ceccarelli: il 53enne si trovava in Vietnam per lavoro ed rimasto coinvolto in un infortunio mortale in una cava. «Ci troviamo ancora una volta a piangere un nostro concittadino – ha dichiarato il sindaco Francesco De Pasquale annunciando che in occasione delle esequie di Ceccarelli sarà proclamato lutto cittadino – che ha perso la vita mentre stava svolgendo il suo lavoro, a migliaia di chilometri da casa. Siamo vicini alla famiglia». IL FESTIVAL Con-Vivere, che tratta proprio il tema del lavoro, ieri è partito con un minuto di silenzio. E’ la decisione presa dalla Fondazione CrC, che organizza l’evento, a seguito dell’ennesimo incidente che ha colpito la città. «Questa tragedia – dichiara il presidente della Fondazione Alberto Pincione – è l’ultima di una lunga catena, che evidenzia la difficoltà e la pericolosità del lavoro del marmo come quella di altri settori del lavoro e sicuramente su questo tema il festival dedicato al lavoro darà il suo contributo di studio e riflessione». Vicinanza alla città e alle famiglie colpite da parte della kermesse culturale di Con-Vivere.

 

Comune, ecco le opere di Dazzi e Guadagnucci

STAMANI, alle 11.15, nell’atrio di palazzo comunale, si tiene un incontro per conoscere meglio due opere scultoree custodite in Comune: «Sogno di bimba» di Arturo Dazzi e «Pensée» di Gigi Guadagnucci. L’iniziativa è stata promossa dalla presidente della commissione cultura Sara Tognini (nella foto) e subito accolta dall’assessore Eleonora Lama. Oggi tra l’altro ricorrono i 60 anni dall’acquisto da parte del Comune dell’opera «Sogno di bimba» di Dazzi custodita nel ballatoio al terzo piano. Le opere vengono illustrate da Anna Laghi, Ermido Tucci e Massimo Bertozzi.

Pagina 7 di 613

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree