patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

La Nazione (4262)

E’ morto Franco Volpi Lutto nel Pd


CORDOGLIO

GRANDE dolore per la scomparsa di Franco Volpi. Il 79enne si è spento domenica scorsa. Volpi è il padre di Fabrizio, ex amministratore unico di Apuafarma, politico di punta del Pd. L’uomo era molto consciuto in città, anche per il suo lavoro in segheria, che aveva portato avanti fino alla pensione. Volpi, originario di Bonascola, oltre a Fabrizio, lascia altri quattro figli: Simone, Stefania, Roberta e Giusy oltre alla moglie. Il circolo Pd di Bonascola lo ricorda così: «Ci uniamo al dolore di Fabrizio e della famiglia per la prematura scomparsa di Franco. Uomo impegnato da sempre insieme alla moglie nella costruzione e nella partecipazione della vita politica». GLI AMICI di una vita lo ricordano come una persona sempre pronta al dialogo, disponibile e attenta ai bisogni di tutti. In molti sono andati a trovarlo per dargli l’ultimo saluto, prima dei funerali di oggi pomeriggio. La notizia della scomparsa del 79enne è arrivata immediatamente in città, subito dopo che Volpi ha lasciato questo mondo. La salma rimarrà fino a oggi alle 15 nella camera mortuaria della Don Gnocchi, per poi recarsi in corteo funebre alla cappella del cimitero di Turigliano. Anche la redazione de La Nazione si unisce al dolore della famiglia.

 


Oggi in consiglio regionale. Fiducia nell’inchiesta parlamentare

DISCARICA di Cava Fornace: oggi in consiglio regionale, a Firenze, dovrebbero andare in votazione le mozioni di chiusura dell’impianto gestito da Programma Ambiente Apuane presentate dalle forze di minoranza. Il Comitato contro la discarica invita i cittadini a seguire le votazioni attraverso la diretta Web del consiglio. Da parte sua il Comitato spera di partecipare con una delegazione così da verificare di persona ed ascoltare «chi veramente vuole la chiusura e chi invece continua a prestarsi a sqallidi giochetti politici». Il Comitato contro la discarica è impegnato in prima linea in questa battaglia e spiega che in Versilia, e Massa e a Montignoso c’è stato molto fermento per l’arrivo della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse connesse. Dopo sono state organizzarte una serie di audizioni a cui hanno partecipato i soggetti interessati. A questi incontri ha partecipato anche il Comitato volontario che è stato ricevuto e ha consegnato alla Commissione parlamentare il materiale che riguarda le omissioni, le mancanze e gli evenutali illeci. La Commissione ha ascoltato e il Comitato spera che questo percorso porti a una soluzione. Con il Comitato di Montignoso erano presenti anche il Comitato del Tallio di Pietrasanta e il Comitato di Viareggio «Aria Pulita». Venerdì sono stati sentiti i quattro Comuni che hanno votato la richiesta di chiusura immediata, messa in sicurezza e bonifica dell’impianto. Il Comitato contro la discarica auspica che la Regione inizi un percorso di chiusura. E domani i quattro Comuni dovrebbero incontrarsi in Regione con l’assessore all’ambiente Fratoni: «Un incontro – sostiene il Comitato – a cui vorremmo partecipare anche noi». SULLA DISCARICA interviene anche il consigliere del M5S Lenzetti che sottolinea di aver chiesto al sindaco Lorenzetti che la Commissione parlamentare d’inchiesta sentisse anche la Commissione consiliare comunale speciale di controllo, ma «non sembra – dice Lenzetti – che il Comune si sia attivato in tal senso». Il M5S di Montignoso chiede in forma pubblica che al tavolo con i Comuni che hanno chiesto la chiusura dell’impianto si siedano anche i cittadini e che questi siano veramente ascoltati nelle scelte future.

ALLA COMMISSIONE
Lorenzetti: «Ho detto che la discarica è un problema sociale»
IL SINDACO Gianni Lorenzetti (nella foto) è stato sentito dalla Commissione parlamentare d’inchiesta per una quindicina di munuti nei quali ha sottolineato come siano importanti i controlli a tutti i livelli e come la discarica rappresenti un problema sociale. Un’audizione nella quale, da quanto è stato possibile ricostruire, la testimonianza del primo cittadino di Montignoso è stata sentita con molta attenzione e alla fine sarebbero state spese parole positive nei confronti del sindaco e dell’amministrazione comunale per come stanno gestendo la presenza dell’impianto e per come vengono seguiti i lavori della Commissione parlamentare.

 


VITTORIA LA COREOGRAFIA


LA PALESTRA Balance, Carrara e il suo marmo, rappresenteranno l’Italia nel mondo della zumba. Francesca Poggioni, titolare della palestra di via Campiglia, e Mirko Stifanno hanno realizzato u na suggestiva coreografia di strong zumba, e come locationhanno scelto le cave. La performance ha assicurato ai due ballerini la vittoria alla sfida #Sbzoki. «Il nostro intento – ha spiegato Poggioni entusiasta per il riconoscimento che farà fare il giro delle nostre cave anche nell’ambiente della zumba – è stato quello di girare un una sequenza di salti zumba. Il video e la coreografia sono piaciuti a tal punto che siamo arrivati fra i dieci vincitori in tuto il mondo. Questo ci ha dato l’opportunità di vincere dei fantastici premi. In molti hanno partecipato, da tutte le parti del mondo, ma solo pochi (10) sono riusciti a vincere. Si sono congratulati con noi e tutti coloro che si sono spinti a completare questo intenso allenamento. Con il collega Mirko Stifani ho partecipato al concorso, portando come location ciò che Carrara ci ha regalato....ossia, le nostre meravigliose cave. Aiutata dal mio amico Alessandro Figaia, nella cava di Fantiscritti, ho girato i l video di Champion SbZoky vincendo tutte le selezioni italiane e arrivando tra i primi 10 al mondo».


GIORNATA delle eccellenze al liceo artistico «Gentileschi». Anche quest’anno sono stati premiati gli allievi che nell’anno scolastico 2016/2017 si sono distinti in attività didattiche curriculari ed extracurriculari al liceo artistico «Gentileschi», al liceo artistico e musicale «Palma» e all’istituto professionale per ’industria e l’artigianato del marmo «Tacca». Nell’aula magna dell’Istituto «Gentileschi» è stato consegnato agli allievi più meritevoli l’ambìto riconoscimento che attesta gli eccellenti risultati ottenuti nello studio, nelle attività artistiche e nello sport. L’anno scolastico 2016/2017 è stato un anno particolarmente proficuo, a cominciare dai risultati della maturità dove si sono registrati il 100 e lode di Mirco Taddeucci e i 100 di Daniela Fruzza, Greta Lecchini, Nicola Ghiraldi, Chiara Modenese, Giorgia Menchini, Lucia Angeli, Sara Filideddu, Alice Mannucci. Tra i riconoscimenti artistici hanno ottenuto il primo premio di pittura al concorso Rotary Pisa l’allievo Gianluca Caramatti del «Gentileschi». Il primo premio al concorso Rotary Massa Carrara «Mare e territorio» gli allievi Asia Massa del Liceo «Gentileschi», Maria Ginsburg del Liceo «Palma», Giulia Bernardi, Alessio Marche, Jonathan Becchi del Tacca. Il primo premio al Concorso Convivere “Ti Lovvo” è andato a Daniela Fruzza del «Gentileschi». In ambito sportivo ha ottenuto il Premio Panathlon “Studente Atleta” Sara Culli e per l’atletica leggera si sono qualificati alla fase regionale gli allievi Hajar Maaraouf, Enrico Campoli, Federico Moruzzi, Irene Valsega e Alice Sirochi.

 


di MARIA NUDI LA PROCURA come una galleria d’arte. Unica in Italia grazie alla iniziativa del procuratore capo Aldo Giubularo, magistrato in prima linea che non guarda in faccia i potenti, che ha regalato agli uffici della Procura la piacevolezza dell’arte, creando un’iniziativa che, per la quarta volta consecutiva trasforma i corridoi giudiziari in una mini galleria espositiva. E protagonisti sono i giovane, gli studenti della Accademia di Belle Arti di Carrara, che hanno la possibilità di esporre le loro opere in un ambito non solo scolastico e accademico. «Belle Arti in Procura»: così, con semplicità, il procuratore ha chiamato la rassegna artistica delle opere dei giovani studenti, che da ieri, e per un anno, danno ampio respiro alla Procura. All’inaugurazione della mostra, ieri, erano presenti la società civili, militari e religiose: il prefetto Enrico Ricci, il sindaco Alessandro Volpi, il presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, la presidente del Tribunale Maria Cristina Failla, ma anche tanti amici del magistrato, uno arrivato da Lugano, che apprezzano la trasformazione della Procura in un atelier d’arte. Protagonisti assoluti e indiscussi gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Carrara, una eccellenza nazionale grazie al presidente Giancarlo Casani, al direttore, alla sua equipe, agli insegnanti e agli allievi, che hanno realizzato le opere. Sono Maria Diletta Alessi, Angelina Babkina, Marco Bert, Samuele Bertoneri, Maria Bressan, Francesca Contese, Silvia Cuncu, Luca Del Vignale, Jennifer Deri, Tancredi De Simone, Niccolò Fagnini, Giacomo Grossi, Qi Li, Gianluca Manzini, Yun Mei, Tsoget Nergui, Agnese Pieri, Paolo Scordino, Ying Xiao, Dilixiati Yilixiati, Bo Zhang e Federico Zurani. Hanno realizzato volti, paesaggi e nature morte che abbelliscono i locali della Procura e che nei giorni di lavoro dei magistrati, che spesso si occupano anche di giovanissimi che prendono una strada sbagliata, ricorderanno a chi amministra la giustizia che il futuro è dei giovani che amano il bello, che studiano e che si impegnano. «Loro – hanno detto gli intervenuti – sono la speranza del domani». E un ruolo importante lo hanno avuto anche gli studenti dell’alberghiero «Minuto» che hanno preparato il buffet. Il procuratore Aldo Giubilaro ha ricordato il legame personale, come genitore, con il «Minuto», altra eccellenza del territorio, presente anche con la dirigente. Alcune opere dei giovani studenti saranno esposte al Museo Guidi di Forte dei Marmi.

Pagina 8 di 427

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree