patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

La Nazione (3441)


STAMANI alle 9 ai Ponti di Vara si terrà la lizzatura storica organizzata dalla Fondazione Cassa di risparmio di Carrarain collaborazione con l’Associazione lizzatori. Per raggiungere Fantiscritti è disponibile un servizio di navetta gratuita.

In cava la sicurezza è possibile»


L’INTERVENTO
SICUREZZA in cava, Beniamino Gemignani ricostruisce il lavoro nei nostri monti dall’unità d’Italia al 2000. Un’opera che è stata finanziata da Fillea-Cgil, Spi-Cgil e Cooperativa-cavatori a cui adesso va il ringraziamento dell’Anpi. «La storia sanguinosa delle cosiddette ‘disgrazie in cava’ aveva una eco nei racconti, nelle lapidi e nei funerali, ma tutto si collocava e poi si scoloriva nelle sospiranti rievocazioni e deplorazioni di vedove e di queste o di quelle famiglie. In poche parole, narrazioni senza sistema. ‘Le disgrazie a le cave a ì en sempr state’ era la frase che tendeva a sopire, a giustificare la ‘paga’ del lavoro che salvava dalla fame. Ma quella era anche la frase di chi era interessato alla conservazione. Ancora grazie dunque – proseguono dall’Anpi – ai sindacati e a Beniamino poiché la testimonianza di quest’opera getta anche un fascio di luce sui tempi in cui le istituzioni di tutti prendevano le parti dei forti. E’ quindi anche un monito: oggi le istituzioni democratiche, figlie della Resistenza e contemplate dalla Costituzione, sono concepite per la giustizia, la libertà e l’Antifascismo. Stiamo attenti, molto attenti a certe prodezze di fascistelli e pretendiamo che le istituzioni questa volta stiano apertamente e decisamente dalla parte giusta».


UNA GRANDE COLLETTIVA
DA STASERA al castello Malaspina esporranno numerosi artisti italiani per stranieri: la collettiva andrà avanti fino al 10 settembre, tutti i giorni (tranne il lunedì), dalle ore 21 alle ore 24.
Stasera alle 21 l’inaugurazione della rassegna nel maniero di Massa
Tutti gli orari delle mostre
TUTTE le mostre saranno aperte tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 21 alle 24. La mostra a Villa Cuturi sarà aperta anche negli orari di ufficio.
LA BIENNALE d’Arte Contemporanea di Massa e Montignoso fa centro. Gran successo ieri sera per le inaugurazioni delle personali di Pietro Del Corto, allo spazio espositivo del Cinquale, che resterà aperta fino al 10 settembre, e di Edmondo Nardini a Villa Cuturi, a Marina di Massa, con buffet e degustazione di vini di qualità, che si chiuderà il 23 agosto. I due maestri sono stati presentati dal direttore artistico Giammarco Puntelli. Sono intervenuti, fra gli altri, il sindaco di Montignoso Gianni Lorenzetti e di Massa Alessandro Volpi, che hanno sottolineato l’importanza della manifestazione. STASERA alle ore 21 sarà inaugurata la collettiva al Castello Malaspina. Durante la manifestazione al castello, Marzio Pelù, cantautore indipendente e caposervizio della redazione di Massa, Carrara e Lunigiana del quotidiano “La Nazione”, suonerà e canterà canzoni del suo repertorio, proponendo anche riarrangiamenti in chiave elettro-acustica di brani di tradizione anglosassone e della musica leggera italiana. Al termine un brindisi. QUESTI gli artisti che esporranno nelle sale del castello: Franca Reivella, Armand Xhomo, Chico Molo, Alessandro Trani, Mafalda Pegollo, Giovanni Masuno, Libuse Babakova, Emanuela De Franceschi, Gino Dalle Luche, Stefano Abelli, Enrico Cesaro, Oksana Kuplovska, Lorenzo Marchetti, Gemma Spada, Valentina Cipolla, Lara Borghetti, Monica Della Bona, Mattia Cauzzi, Pierluigi Concheri, Marianna Tesconi, Franco Cappelli, Rosy Maccaronio, Natalina Bonini. La collettiva andrà avanti fino al 10 settembre. IL 10 AGOSTO alle 21 saranno inaugurate a Palazzo Ducale le mostre personali di Luciano Preti, Italo Duranti e Domenico Conforte. Queste mostre si concluderanno il 15 settembre. Tutte le mostre della Biennale resteranno aperte tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 21 alle 24. La mostra a Villa Cuturi sarà aperta anche negli orari di ufficio: da lunedì a giovedì dalle 8,45 alle 12,45 e dalle 18 alle 23; dal venerdì alla domenica dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 24.

 

FIRENZE LA SCULTURA DEL GIAMBOLOGNA PREOCCUPA IL DIRETTORE DEGLI UFFIZI EIKE SCHMIDT

FIRENZE UNA COPIA della scultura del Ratto delle Sabine del Giambologna sotto la Loggia dei Lanzi, in piazza della Signoria a Firenze al posto dell’originale, da spostare dentro gli Uffizi: a lanciare la proposta, è il direttore della galleria Eike Schmidt, preoccupato per la tenuta dell’opera, le cui condizioni sono «peggiorate rispetto ad anni fa». Tra tutti i capolavori accolti sotto la Loggia, il Ratto è quello che soffre di più, ed ormai da tanto tempo, per l’esposizione all’inquinamento atmosferico, per l’eccessiva pressione dei turisti (più volte è accaduto che qualche visitatore screanzato arrecasse danni materiali all’opera) e per le ondate di calore causate da un meteo sempre più matto. Già agli inizi del 2000 l’allora sovrintendente Antonio Paolucci tentò di sottrarre l’opera alla morsa del deterioramento atmosferico ed alla crescente esposizione turistica, ma senza esito. Dopo svariati tentativi andati a vuoto negli anni successivi, ora ci prova di nuovo Schmidt: «Realizzare una copia, e trasportare l’originale all’interno del museo è una ipotesi oggi molto più economica e praticabile che in passato», ha spiegato. Sottolineando che «una soluzione per questa scultura sarebbe opportuna, perchè negli ultimi 15 anni le sue condizioni sono inevitabilmente peggiorate», nonostante «il continuo monitoraggio e le cure dei restauratori dell’Opificio delle pietre dure». BENCHÉ fattibile, tiene a precisare il direttore, questa proposta «dovrebbe essere valutata coinvolgendo i livelli più alti della politica e della conservazione pubblica. Proprio il tentativo che fu fatto in questo senso dal sovrintendente Antonio Paolucci all’inizio degli anni 2000 non andò a buon fine anche perché mancò questa volontà. Se oggi si formasse, tutto sarebbe più facile», riflette.

 

Wine Art Festrival

Seconda e ultima serata del festival a Levigliani, alla scoperta dei migliori vini birre e piatti tipici. Musica dal vivo, artisti di strada, pittore scultori e animazioni per i più piccoli.

Zanetti attacca «Chiarezza sul lapideo»


POLITICA

«MARMO: a quando un po’ di chiarezza dalla nuova amministrazione?». L’ex candidato sindaco del Pd Andrea zanetti stuzzica giunta e maggioranza sul lapideo. «Noi avevamo promesso che, se eletti, uno dei primi atti della Giunta sarebbe stata la convocazione degli ‘Stati generali del marmo’ – dice Zanetti –. La nuova amministrazione invece sceglie di lanciare ancora una volta frecciate a distanza quasi come se la dimensione mediatica fosse l’unico vero interesse. Non servono le ‘bolle’ o gli anatemi: ma non serve nemmeno la difesa arroccata delle imprese. Errori ne sono stati fatti tanti, da più parti, in un lasso di tempo ‘pluricentenario’ (non certo negli ultimi soli dieci anni e tanto meno nell’ultimo mese): non è per cerchiobottismo che diciamo questo. Lo diciamo perché siamo convinti che sia arrivato il tempo di cambiare davvero le politiche sia istituzionali sia di impresa e che lo scontro, dopo tanti proclami, sia solo la dimostrazione che alla fine qualcuno ha preferito cambiare tutto perché nulla cambiasse». Da Zanetti e gruppo Pd viene dunque l’invito al sindaco e alla maggioranza a convocare questi stati generali”. «O quanto meno – concludono i democratici – convochino un consiglio comunale dedicato a questi temi e riferiscano alle assise e alla città quali proposte concrete hanno intenzione di formulare su beni estimati, nuovo regolamento e periodo transitorio, durata delle concessioni e modalità di tassazione dell’escavato».

Quando «arte» fa rima con libri

PRESENTAZIONI

ARTE ma non solo. Sono tanti gli eventi organizzati durante la Biennale. Si comincerà mercoledì alle 21, con la presentazione del libro fantasy «L’Oscura armata di Asafe» di Micol Giusti al Castello Malaspina, per proseguire il 13 agosto con «L’Arte in cucina», ideato da Domenico Monteforte e curato dal giornalista e scrittore Alberto Sacchetti a Villa Cuturi. Si andrà avanti il 20 agosto con la presentazione del libro «Il labirinto dell’Ipnotista» di Giammarco Puntelli, sempre a Villa Cuturi e il 23 agosto «Io e le Noir» di Gennaro Di Leo al castello Malaspina. Il 25 agosto invece ci sarà un dibattito sull’arte nel parco dello spazio espositivo di Cinquale, con la presentazione del libro «L’arse argille consolerai» di Nicola Coccia, il 6 settembre «Spin» di Laura Olimpia Salvatore al Castello Malaspina. Il 10 settembre la chiusura al castello con la sfilata di moda curata dalla scuola d’alta moda di Cristina Bertuccelli e la consegna dei premi della Torre di Castruccio. Gli incontri saranno moderati dalla giornalista Laura Sacchetti.

 

 

Volontari e studenti accoglieranno i visitatori
LA BIENNALE d’arte contemporanea di Massa e Montignoso, che aprirà oggi, gode del patrocinio del Comune di Massa, di Montignoso, della Provincia di Massa Carrara, dell’Istituto Valorizzazione Castelli, del Sistema Museale Terre dei Malaspina e della Statue Stele. Ha come main sponsor: Venadrette Luxury, Emmerent, Conad del Tirreno, Banca del Credito Cooperativo di Versilia, Lunigiana e Garfagnana, Consorizio Riviera Apuana, Ageparc e Mondopì. Ma anceh altre attività si sono prestate come sponsor e sono: Fratelli Mazzi Mobili, Bottega di Adò, Arya Parrucchiere, Linea Snella, Bianchini abbigliamento, Bookstore Mondadori, Pancino 2, I 3 Compari, il Fornaretto, La Lisca, Panificio Lazzarotti, Pizzeria Il Giardino, Bar Ginocchi, azienda vitivinicola di Alberto Della Tommasina, azienda vitivinicola La Bura di Cesare Mosti. L’arte strizza l’occhio al volontariato e al mondo della scuola, visto che l’accoglienza alle mostre sarà curata dagli studenti del liceo linguistico Pascoli e del liceo musicale di Lucca e dai volontari della Vab, Vigilanza antincendi boschivi.

Pagina 8 di 345

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree