patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

La Nazione (6125)

Con-vivere documentario e musei Il marmo presente

Programma di oggi A partire da oggi i (con un aperitivo di inaugurazione) e durante tutte le serate del Festival, dalle 20 e 30 alle 24 in Piazza Duomo, sarà possibile assistere alla installazione "Bianco animato.Le cave in celluloide":un film di montaggio che esplora più di un secolo di immagini in movimento sulle cave carrarine. Iniziando da un documento dei Lumière di fine Ottocento e attraversando documentari, film di finzione, video d'arte e corti d'essai, l'opera presenta una serie di costrutti visivi associati tramite suggestioni compositive e analogie geografiche. L'installazione sarà realizzata da alcuni studenti dell'Accademia di Belle Arti, destinatari di una borsa di studio, coordinati dal docente Domenico Quaranta.Musei apertiE intanto i musei civici In occasione del festival Con-vivere , ingresso gratuito ai musei cittadini e apertura straordinaria fino alle ore 23 al Carmi - Museo Carrara e Michelangelo e al Cap - Centro Arti Plastiche (11-23); mentre Museo del Marmo dalle 11 alle 20.Un'opportunità che il Comune vuole offrire a tutti i visitatori che, in occasione del festival Con-vivere potranno così avere l'opportunità di poter includere nel tour anche la visita ai musei cittadini.Oltre al Carmi (alla Padula) e al Cap sarà possibile visitare anche la mostra in corso a Palazzo Cucchiari della Fondazione Conti.

Gli scatti "Dal mont al pian" e sul lavoro minorile

Nell'ambito della rassegna anche un contest che premierà cinque foto realizzate sul tema della città e del lapideo

CARRARA Trionfa il marmo, la sua storia,i momenti della sua lavorazione nelle mostre che fanno da cornice a Con-vivere .A partire "Dal mont al pian. Il lavoro del marmo": una serie di scatti che saranno esposti al primo piano di Palazzo Binelli. La mostra, realizzata in collaborazione con Fondazione Marmo, sarà un'alternarsi di foto d'epoca Archivio Storico "Cav. Ilario Bessi" e foto di oggi Ernesto Tuliozi in un raffronto significativo sui vari momenti che scandiscono la lavorazione del marmo. La mostra, durante il Festival sarà aperta dalle 17 alle 24, rimarrà aperta su richiesta e per le scuole fino al 30 settembre"Emersioni Quattro percorsi nella scultura contemporanea di Carrara Studi Aperti", Palazzo Binelli e e Infopoint Carmi - Museo Carrara e Michelangelo è un evento di Aps Oltre, in collaborazione con Comune di Carrara a cura di Orianna Fregosi, Filippo Rolla, Francesco Maria Terzago, Enza di Vinci. La mostra dopo il festival sarà un evento collaterale della tredicesima edizione dell'Annual Meeting delle Città Creative Unesco 2019 a Fabriano.La scultura, l'artigianato, la lavorazione industriale sono al centro di "#Artidelmarmo", un contest di foto su arte, marmo e Carrara realizzato in collaborazione con Fondazione Marmo e White Carrara Downtown. E' diventata una mostra diffusa nei ristoranti e i negozi del centro storico della città in cui si possono incontrare, da una parte opere, sculture, prodotti e strumenti e, dall'altra, persone e personaggi, donne, uomini e tracce della storia. Tutto per raccontare quel grande laboratorio unico al mondo che è la città di Carrara. Accompagna la mostra un hashtag in marmo, perfettamente in linea con l'idea del contest, ideato da Niccolò Garbati che simboleggia concretamente l'evoluzione contemporanea della comunicazione e della divulgazione di contenuti, notizie, idee.Durante il Festival, domani alle 19 e 30, verranno premiate 5 foto del contest. Per il vincitore un biglietto per il concerto di Uto Ughi. Sono previste la menzione sezione Carrara,menzione sezione Marmo, menzione sezione Arte e menzione sezione Lavoro. Per gli altri premi: libri e gadget del festival e di White Carrara Downtown Infine, il Festival dedica uno spazio per una riflessione sul lavoro minorile grazie ad "Infanzia rubata. Un secolo di lavoro minorile", in collaborazione con Accademia Apuana della Pace. La mostra, allestita presso l'Accademia di Belle Arti è promossa da Fondazione A. Colonnetti ed è dedicata alle fotografie di Lewis Wickes Hine. La mostra durante il festival è aperta dalle 17 alle 24, ma rimane aperta su richiesta e per le scuole fino al 30 settembre. --

"Abbiamo perso la testa" Deodato al Diocesasano


Ultimi giorni di mostra
Sabato chiuderà i battenti al Museo Diocesano di Massa la mostra "Abbiamo perso la testa" di Pino Deodato, curata da Mauro Daniele Lucchesi. Il percorso espositivo raccoglie oltre 30 tra sculture e installazioni che dialogano con le opere antiche presenti nel Museo Diocesano di Jacopo della Quercia, Bernini, Bernardino della Scala. --


IL RICORDO TARGA A BIENAIMÈ E PEZZICA

UNA TARGA alla memoria di Ezio Bienaimè e di Giuseppe Pezzica, i due autori, rispettivamente del progetto e dell’allestimento, che hanno dato vita al Museo del Marmo 50 anni fa. Senza nascondere la commozione, i figli Claudia e Giampaolo hanno scoperto la targa, fra applausi scroscianti, e ricordato quei due genitori all’avanguardia. «Ho avuto l’onore – inizia Claudia Bienaimè – di conoscere Pezzica attraverso l’amore del figlio Giampaolo. E mi sono chiesta cosa legasse questi due uomini 50 anni fa, quando io ero solo una bambina: entrambi hanno vissuto un’altra Carrara, hanno frequentato l’Accademia e hanno imparato l’amore per l’arte e per questa nostra splendida città, grazie ai loro maestri. Vogliamo rendere vivo il loro ricordo, perché solo così Carrara può far riemergere vecchie tradizioni e riscoprire conoscenze che rischiano, altrimenti, di andare perdute». «Ho collaborato – continua Giampaolo Pezzica – con mio padre nella realizzazione dei disegni di questo edificio. Carrara catalizzava, all’epoca, le attenzioni di artisti di tutto il mondo, ma lui ha deciso di lavorare fianco a fianco con una personalità di spicco del territorio, l’architetto Bienaimè, e di circondarsi dei suoi giovani allievi. Una scelta azzardata, forse, ma il risultato non lascia adito a dubbi: questo museo è di straordinaria bellezza, e non dimostra la sua età». Accanto a loro, hanno preso parte all’inaugurazione il sindaco Francesco De Pasquale, l’assessore alla cultura Federica Forti, e Carlo Amerigo Lenzi che, nel 1968, era uno dei giovani architetti che collaboravano con Pezzica. Irene Perfetti

Fumata nera Se ne riparla le prossima settimana

COMBRATTA

FOSSA Combratta, fumata nera. Il parere del Parco delle Apuane (nella foto il presidente Alberto Putamorsi) sulla compatibilità ambientale della messa in sicurezza della cava sulla Brugiana dovrà attendere una settimana. La conferenza dei servizi ieri si è riunita per posticipare ogni decisione al prossimo 12 settembre. Alla riunone, cui ha partecipato Asl, Comune, Provincia, Regione, Arpat e Sovrintendenza, ha preso parte il legale rappresentante della ditta Alessandro Franzoni che ha rilasciato alcune dichiarazioni circa «la richiesta della costruzione di una strada temporanea per cui non è necessario un intervento di rimboscamento dal momento che al termine del progetto sarà ripristinata l’area dalla ditta stessa». Lo stesso Franzoni, ascoltato ieri mattina, ha illustrato il progetto: l’assunzione da 4 a 7 dipendenti diretti e indotto con ritorno socio economico. «Intendimento della società è presentare nuovi piani dopo che il Comune avrà approvato i piani attuativi. Queste opere non vanno solo a tutela della cava ma salvaguardano anche la parte bassa del sito». Secondo Franzoni «rapportare la cubatura del progetto approvato a quella del progetto di messa in sicurezza è sbagliato perché il progetto approvato ha subito le limitazioni imposte dal Piano paesaggistico». Lo stesso franzoni si è reso disponibile a ridurre l’altezza della bancata anche funzionale all’utilizzo di mezzi minori. Di fatto gli enti coinvolti hanno preso atto di quanto dichiarato e hanno deciso di deliberare sulla compatibilità ambientale sulla messa in sicurezza per la prossima settimana.

 

Arti del marmo, premiati i fotografi migliori

IL CONTEST DOMANI IN VIA DEL PLEBISCITO WHITE CARRARA DOWNTOWN

ARTI del marmo, domani la premiazione delle foto più belle. I vincitori di «#Artidelmarmo», il contest fotografico organizzato da «Con-Vivere» insieme a «White Carrara downtown» e Fondazione Marmo, con il supporto del gruppo Igers, saranno premiati domani sul palco della kermesse culturale in programma nel centro storico della nostra città. Festival culturale il programma fino a domenica, che inaugura oggi alle 17,30 in via del Plebiscito con la partecipazione di tutta la città, con ospiti di primo livello. LA CERIMONIA è prevista proprio sul palco principale domani alle 19,30 in via del Plebiscito, dove saranno anche esposte le 100 immagini (una nella foto) selezionate dalla giuria di esperti guidata dal direttore dell’Accademia di belle arti Luciano Massari. Il concorso fotografico, contraddistinto dal tema delle «arti del marmo», del suo utilizzo e del capitale umano impiegato per realizzare lavori e opere, è stato istituito con l’obiettivo di valorizzare il territorio, la sua storia e le sue peculiarità, oltre che naturalmente per la valorizzazione della nostra città che le ospita.

Pagina 9 di 613

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree