patrocinio comune

0

“Dai 6 buoi dei carri ai 500 cavalli dei TIR”

Agosto 14th, 2019
Con l'evento “Dai 6 buoi dei carri ai 500 cavalli dei TIR” si ...
0

Artigianato in mostra A Seravezza in Settembre

Agosto 14th, 2019
Torna dal 6 al 29 Settembre "Le Mani Eccellenze in Versilia", ...
0

Mostra di Fabio Maestrelli a Barga

Agosto 12th, 2019
Dal 16 al 31 Agosto presso OXO Collection - The Gallery Via di Borgo ...
0

“UN VIAGGIO DALLA NATURA ALLA SCULTURA” The Rotunda-Exchange Square –Central-Hong Kong

Agosto 12th, 2019
MOSTRA “UN VIAGGIO DALLA NATURA ALLA SCULTURA”27 agosto-14 settembre ...
0

La lizza incanta grandi e piccini La storia al monte

Agosto 12th, 2019
LA CARICA da 20 tonnellate inizia la sua lenta, ma inesorabile ...
0

Castello Malaspina Arte e condivisione con David Campbell

Agosto 03rd, 2019
Al Castello Malaspina da domani fino al 4 settembre è possibile ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

BATTAGLIA LEGALE L’IMPRENDITORE ED EX CONSIGLIERE COMUNALE SI ERA OPPOSTO AL SEQUESTRO PREVENTIVO DEL TRIBUNALE DI MASSA

LA CORTE di Cassazione ha accolto il ricorso su cava Vittoria di Campocecina proposto dall’imprenditore Lucio Boggi, ex consigliere comunale del Pd decretando l’annullamento del sequestro preventivo ordinato del tribunale di Massa nell’aprile del 2017. La vicenda riguarda appunto la cava Vittoria nel bacino estrattivo del Monte Sagro gestita dalla Aleph Escavazioni della quale è amministratore Lucio Boggi

«Il traffico pesante ormai passa tutto da qui: ci svegliamo all'alba e siamo sempre alle prese con rumori, polveri e un via vai di camion che ci rende la vita difficile».Alcuni residenti di Miseglia hanno chiamato il nostro giornale per lamentare il carico (secondo loro il sovraccarico) di traffico pesante che ogni giorno le strade del loro paese sono costrette a sopportare.

 Una fragranza talcata e angelica proprio come lei: la grande étoile Carla Fracci. Parliamo di "Calacatta" una delle essenze di lusso della maison apuana "I profumi del marmo". I profumi diventati famosi per gli originali tappi in marmo e studiati dal naso della casa profumiera a seconda del marmo utilizzato. Un regalo molto gradito dalla signora Fracci, che non appena ha sentito la fragranza ha alzato le mani al cielo per restituire a livello mimico la leggerezza olfattiva della fragranza.L'occasione della consegna è stata la prima edizione del "Premio ondina 2019" organizzato dalla Fondazione Carnevale, che ha voluto proprio la Fracci come madrina del primo corso del Carnevale e come prima premiata del concorso dedicato alle donne straordinarie. E' stata la stessa Fondazione Carnevale a chiedere alla maison profumiera apuana di omaggiare la grande étoile (accompagnata dal marito Giuseppe Menegatti) con una delle loro essenze di lusso.

«NON SI PUÒ essere felici di fronte ai contorcimenti istituzionali». E’ la critica del Movimento 5 Stelle al progetto di realizzazione dell’Oasi del Tritone a Cava Valsora presentato dalla ditta concessionaria del sito e approvato dal Parco delle Alpi Apuane. Il piano prevede però che la stessa azienda possa riprendere a scavare, seppur in galleria, a poca distanza dal laghetto dove si trova la colonia dei tritoni. «L’istituzione dell’Oasi era stata richiesta non contro qualcuno ma a favore della specie da proteggere e per il rilancio turistico e lavorativo che avrebbe potuto originarne, quindi per tutta la collettività – prosegue il Movimento - ma la bocciatura dell’atto che avevamo presentato in consiglio aveva già ampiamente spiegato che questi non sono i valori di riferimento di questa amministrazione e neanche della precedente che, nonostante avesse addirittura approvato una richiesta identica di istituzione, non ha mai dato seguito all’impegno».

NON SI PLACA la polemica intorno alle cave di marmo. In questo continuo e convulso botta e risposta, questa volta ad intervenire è il presidente degli industriali di MassaCarrara, Erich Lucchetti. E nel mirino del rappresentante di Confindustria c’è il segretario della Cgil di MassaCarrara, Paolo Gozzani. «Ci dispiace che il segretario della Camera del Lavoro, Paolo Gozzani, abbia interpretato male le nostre parole, perché in esse non c’era alcuna intenzione di escludere i sindacati dal tavolo con le istituzioni richiesto per affrontare le problematiche relative all’escavazione e alla lavorazione del marmo, ma l’esatto contrario.

«LE CAVE Michelangelo hanno un valore aggiunto unico e sicuramente vale la pena continuare a coltivarle«. Così Assindustria risponde a Legambiente che, nei giorni scorsi, si interrogava sull’opportunità di continuare a lavorare le cave di Franco Barattini perché, dati alla mano, produrrebbero pochi blocchi rispetto alle scaglie. «Si può obiettare - dicono gli industriali - che sia una posizione partigiana, ed è vero. Siamo di parte perché sul marmo si fonda gran parte dell’attività imprenditoriale dei nostri associati. Siamo degli imprenditori e come tali riteniamo sia giusto che chi investe e fa impresa rischiando i propri capitali, il proprio tempo, la propria forza lavoro debba ricavarne degli utili. E che il cattivo imprenditore sia colui che manda a gambe all’aria l’impresa e le famiglie dei lavoratori e dei fornitori che da quell’impresa dipendono. Quindi se l’accusa è che sia punito chi fa impresa allora è vero: siamo colpevoli. Speriamo che anche gli amici di Legambiente non lo pensino, anzi siamo certi che non vedano come un nemico chi ha una azienda, chi investe, chi rischia. Dunque, senza girarci troppo attorno, l’alternativa è se vogliamo chiudere le cave o governarne le lavorazioni.

La foto notizia

Le opportunità del digitale e i rischi del mancato utilizzo Un progetto della CCIAA Lucca in collaborazione con Cosmave
Le opportunità del digitale e i rischi del mancato utilizzo Un progetto della CCIAA Lucca in collaborazione con Cosmave

PID Punto Impresa Digitale è un progetto della Camera di Commercio di Lucca - in collaborazione con Cosmave - per incrementare il processo della digitalizzazione nelle imprese.

Non solo marmo

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree