patrocinio comune

0

La nautica continua a sorridere Marmo ed edilizia ancora male

Dicembre 10th, 2019
I dati di Confindustria: Viareggio resta leader mondiale per gli ...
0

Apuo-versilia, un distretto produttivo e industriale, non minerario

Dicembre 09th, 2019
Un 2019 denso di avvenimenti, non tutti però positivi per il mondo ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

Danneggiato da un furgone il "Marble Magique"

L'albero in marmo è stato donato dalla Cooperativa ed è stato spaccato. Forse un furgone l'ha urtato, non ci sono testimoni. L'albero di Natale è stato regalato dalla Cooperativa Scultori Carrara ai primi di Dicembre, alto 3 metri e composto da due facce di marmo statuario, incastrate tra loro e sagomate da abete grazie alle abili mani dei ragazzi della Cooperativa, con materiale donato dalla ditta Professional Marmi.

Bottici replica a Ferri sul 58bis

58 bis, Laura Bottici contro Cosimo Ferri: «Legge fatta dal tuo partito»

«L'appello di Cosimo Maria Ferri per garantire sicurezza e posti di lavoro alle cave è assolutamente condivisibile. Peccato che l'onorevole del Pd, nel commentare gli effetti del 58 bis, ometta di ricordare che quella legge è stata scritta dall'amministrazione della Regione Toscana, guidata proprio dal Partito Democratico».Laura Bottici, senatrice del Movimento 5 Stelle, replica al deputato Ferri. «Forse - continua la Bottici - l'onorevole Ferri dimentica che quell'articolo è stato scritto proprio dal Pd che è il partito di maggioranza in Regione Toscana. L'amministrazione del sindaco Francesco De Pasquale, nella delicata fase di trattativa precedente la stesura del testo definitivo, aveva proposto altre soluzioni, una delle quali prevedeva come sanzione il fermo della sola area difforme. Esattamente quello che sostiene adesso il parlamentare del Pd. Peccato, l'intervento di Ferri arriva con tre mesi di ritardo».«In tutta questa vicenda l'amministrazione di Francesco De Pasquale è sempre stata in prima fila a difesa dei lavoratori e per il rispetto della legge".

 

 

Successo del mercatino del Tacca

Grande successo per il mercato di Natale organizzato dagli studenti e dagli insegnanti del ‘Tacca’; esposti e messi in vendita oggetti di artigianato in marmo realizzati dagli studenti durante le lezioni e i laboratori, come posacenere, mortai, piccole sculture. Il ricavato dell'iniziativa sarà utilizzato per finanziare l’istituto e sostenere le numerose iniziative per le attività didattiche che la scuola organizza per gli studenti durante l’anno scolastico. 

 

«Bettogli, prevale il buonsenso» Soddisfazione di Legambiente, «Il ricatto occupazionale è stato respinto», per il responso, non ancora ufficiale, della conferenza dei servizi che avrebbe respinto per motivi paesaggistici il progetto della cava Calocara A. «Il progetto – dicono in Legambiente – prevedeva di “rosicchiare” dal retro e dai fianchi la cima, per riprendere l’escavazione a gradoni. Alla ditta sarebbe stato chiesto di scavare in galleria».

 

 

 

Altro progetto di messa in sicurezza di un’altra delle cave chiuse. Dopo la numero 22 ‘Lorano’, anche la 64 ‘La Madonna’, a Torano, ha presentato in Comune tutti gli elaborati per ottenere il via libera alla ripresa della coltivazione. Ora la palla passa nelle mani dei tecnici comunali che hanno a disposizione 60 giorni per valutare il progetto ed esprimere un parere. Da parte sua palazzo civico ha assicurato la massima collaborazione per accelerare i tempi per il rilascio delle autorizzazioni e diminuire al minimo i disagi per i lavoratori. 

I guardiaparco trovano la lo sversamento di marmettola e blocchi di marmo utilizzati «come barriera intorno alla frattura» ma, si legge nel verbale, «in alcuni punti erano separati e consentivano l'ingresso di acqua e fanghiglia proveniente dal piazzale di cave». Per questo il Parco delle Alpi Apuane, con un'ordinanza firmata dal suo presidente Alberto Putamorsi, ha sospeso l'attività di cava Piastramarina, della Focolaccia srl, una delle cave sopra i 1.200 metri salvaguardate dal piano paesaggistico regionale. 

 

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree