patrocinio comune

0

Confindustria Massa Carrara: "Perché Legambiente sbaglia"

Agosto 06th, 2020
Il Piano regionale cave prende atto della realtà, nessuna cessione a ...
0

Analisi chimiche dei rifiuti da conferire per gli associati

Agosto 06th, 2020
Ilaria Paolicchi, responsabile del laboratorio di Chemical Controls ...
0

Verona scegli Cosmave per presentare la fiera alle aziende toscane

Agosto 06th, 2020
Marmomac, la fiera di Verona, sceglie Cosmave e il MuSa per ...
0

FASE 3 Cosa ci lascia di positivo l'emergenza COVID-19?

Giugno 12th, 2020
Dopo l’esperienza storica ed inedita del lockdown, le aziende cercano ...
0

Obbligo di trasparenza sulle erogazioni pubbliche - Segnalazione di Cosmave

Marzo 09th, 2020
Ai sensi dell'art.35, decreto n. 34 del 30.04.19, si segnalano i ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

Nello storico locale una galleria e un centro culturale
VOTRE, spazi contemporanei. Uno spazio ‘vostro’, nostro, di tutta la cittadinanza quello che sabato alle 18 verrà inaugurato con la mostra di Roberto Chiabrera, in Piazza Alberica, là dove furono i Salotti. L’associazione è presieduta da Nicola Ricci che, dopo il Blu Corner, dalla parte opposta della piazza, cambia posto ma non intenti. Votre è uno spazio composto da ben 4 stanze barocche e un ampio spazio più recente dove per anni ebbe sede l’Inter club. L’associazione di Ricci desidera portare in questo spazio importante eventi importanti. Mostre, in primo luogo, ma anche incontri culturali e, perché no, feste e matrimoni. «In città – sottolinea Ricci – manca la professionalità, con gallerie improvvisate e street food nella piazza più bella. Privati e amministrazione non riescono ad alzare il livello.


Un faccia a faccia franco e costruttivo che mette fine alle polemiche di questi giorni fra sindacati e cavatori delle cooperative. Questo il risultato dell'incontro di venerdì pomeriggio a Carrara presso la sede della Cooperativa fra Cavatori di Gioia fra i rappresentanti dei lavoratori e i cavatori delle cooperative. PUBBLICITÀ All'incontro hanno partecipato per la Uil e Feneal Uil : Franco Borghini, Francesco Fulignani, Giuseppe Marsili e Andrea Arrighi; per la Fillea-Cgil : Leonardo Quadrelli, Pierluigi Ceccopieri, Daniele Baglini, Camillo Ricci e Marco Antonioli; per la Lega dei Cavatori : Mirco Biggi e Emanuele Zaccagna; per la Cooperativa Gioia: Anselmo Ricci, Laura Ricci, Manuel Guadagni e Raimondo Cossu; per la Cooperativa Canalgrande: Giulio Pegollo, Massimo Seni e Giuseppe Usai; per la Cooperativa Lorano : Carlo Piccioli.

Leggi questo articolo su: https://www.gonews.it/2019/03/23/marmo-cavatori-sindacati-le-cave-non-devono-chiuse/

Le borse di marmo realizzate a Campi Bisenzio conquistano le passerelle di Milano e Parigi. La creatività e la voglia di innovarsi unita a una lunga esperienza hanno infatti dato vita a un’applicazione decisamente inedita di un materiale pregiato come il marmo che ha conquistato importanti stilisti italiani e stranieri.
A dare vita a questa innovazione è Manuela Falorni con la sua 53.0, appena rientrata dalla Settimana della moda di Milano dove le sue creazioni hanno conquistato anche le pagine di importanti riviste del settore.

https://firenzesettegiorni.it/attualita/borse-di-marmo-campigiane-conquistano-il-mondo/

INIZIATIVA ISTITUTO DEL MARMO «TACCA»


UN CORSO di scultura per non vedenti. Verrà presentato domani alle 11,30 alla scuola del marmo. Sono 14 gli allievi non vedenti dalla nascita che stanno partecipando allo stage di scultura. Dopo le lezioni teoriche che si sono svolte all’Istituto per ciechi Cavazza di Bologna adesso il tutto si sposta in città, nei laboratori dell’istituto «Tacca». Il progetto nasce dalla collaborazione tra la sezione territoriale dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti provinciale, Irifor nazionale, Ipiam Tacca e, appunto, l’istituto bolognese Cavazza col museo Anteros.

ALLESTIMENTO «LA NAZIONE» NELLA SCULTURA

LA NAZIONE diventa un’opera d’arte. Il nostro giornale protagonista della realizzazione artistica di Francesco Siani, noto artista locale. Una scultura posizionata sul muro della redazione. Siani ha lanciato un’altra delle sue provocazioni culturali: la volontà di far rialzare questo nostro Paese, alle prese con nuovi e vecchi problemi, che affondano le radici fin dalla nascita dello stato italiano. IERI pomeriggio si è tenuta la presentazione di «Italia riposta» nella redazione in galleria. L’artista ha spiegato il significato della sua ultima realizzazione: «L’Italia, in gomma nera – spiega –, colore che racchiude in sé tutti gli altri in modo che ciascuno possa scegliere quello che per lui meglio rappresenta la nazione, è appesa ad una gruccia. Proprio così è entrata nella redazione del quotidiano ‘La Nazione’.

L’INCONTRO SUL FUTURO DEL LAPIDEO

«LE CAVE non devono essere chiuse" dicono cavatori e sindacati. E' quanto emerso dall’incontro di venerdì alla Cooperativa fra cavatori di Gioia, rappresentanti dei lavoratori e altri cavatori delle cooperative. «Un settore – spiegano- che rischia grave ricadute sia occupazionali che di investimenti a causa della perdurante incertezza normativa che lascia spazio a interpretazioni contraddittorie gravemente lesive del lavoro in cava. È ovvio che al settore serva certezza – aggiungono –, perché è la certezza che rende sicuro il lavoro e il lavoratore e che consente di programmare gli investimenti. La situazione attuale invece ha già spinto molte aziende a fermare i piani di sviluppo per il futuro con l’immediata conseguenza che parecchi ordini già concordati con le imprese di fornitura sono stati bloccati il che rischia di produrre pesanti conseguenze occupazionali sia dirette che indirette». Il nostro comune obiettivo – precisano – è di contribuire alla crescita e allo sviluppo sostenibile che, ponendo sempre più attenzione alla sicurezza e ai diritti dei lavoratori e alla salvaguardia ambientale, garantiscano una crescita occupazionale sia nell’escavazione che nella lavorazione del marmo.

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree