patrocinio comune

0

Paolo Carli (Henraux) «Ci critica solo chi non ci conosce»

Novembre 30th, 2019
Il numero uno della società di Querceta «Le nostre cave ammirate dal ...
0

Il libro sulle collezioni dell'artista scultore Ciulla

Novembre 29th, 2019
Bocca di Magra. Oggi alle 18,30, evento d'arte da non perdere. Verrà ...
0

«Marmo: si apre una nuova epoca» Concessioni, prima gara nel 2029

Novembre 29th, 2019
Nel piano degli agri marmiferi del distretto lapideo saranno previsti ...
0

Le sculture di Park a Viareggio

Novembre 28th, 2019
La bellissima piazza affacciata sui viali a mare è pronta per essere ...
0

Dietro l'Obiettivo. Viaggio in b/n nelle gipsoteche dei laboratori di Pietrasanta

Novembre 26th, 2019
Sabato 30 novembre 2019 ore 17.00 incontro Dietro l'Obiettivo. ...
0

Cosmave dà voce al settore apuo-versiliese Il numero di Ottobre fra pochi giorni in distribuzione in tutta Italia

Ottobre 25th, 2019
In distribuzione fra pochi giorni il nuovo numero del periodico del ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

 Ma quale "matrimonio", si potrebbe dire. Sì, perché mentre va avanti l'alleanza giallo-rossa in parlamento, a Carrara, e non è una novità, lo scontro tra Pd e Movimento 5 Stelle non si placa. A far discutere ancora una volta l'annosa questione dei beni estimati che divide in commissione marmo e chiama in causa direttamente i "colleghi" romani dei rispettivi schieramenti. Nel tour de force per la bozza del regolamento degli agri marmiferi - di cui prosegue la discussione prima dell'approdo in consiglio comunale - tra una seduta fiume e l'altra, l'impasse sull'articolo 7 ("Disposizioni per la coltivazione di siti estrattivi in cui sono presenti beni appartenenti al patrimonio indisponibile del comune e altri beni") ha fatto tirare in ballo i vari deputati attualmente insieme nel parlamento per la proposta di legge sul tema che resta in attesa del vaglio della commissione numero dieci della Camera dei Deputati (attività produttive). «Nel regolamento ci atteniamo alla legge regionale.


Nuovo appuntamento giovedì alle 16 all’infopoint della Padula per gli incontri d’arte del Carmi. La rassegna, curata dal direttore del museo Marco Ciampolini (nella foto), questa settimana propone un intervento di Tamara Quirico che interverrà su ‘Il Giudizio Universale in Toscana, da Guido da Siena a Michelangelo’. In occasione delle conferenze è previsto l’ingresso gratuito al Carmi, dalle 15 alle 18. I giovedì del Carmi proseguiranno poi il 19 dicembre con Maria Luisa Passeggia che parlerà di ‘Pietro Fontana e la scuola canoviana’.

Eros Tetti: «Forse ci sarà la neve, ma bisogna fermare lo scempio delle montagne»
Riaprono le cave della Focolaccia, si mobilitano gli ambientalisti. Annunciando una "mobilitazione generale". «Dopo Salviamo il Pizzo d'Uccello, dopo Salviamo il Monte Sagro, dopo Salviamo il Procinto è giunto il momento di Salviamo la Focolaccia», dice Eros Tetti di Salviamo le Apuane. Dice l'ambientalista: «Si riaprono cave nel versante massese ma, soprattutto, cresce a vista d'occhio la cava nel versante della Garfagnana ( nel Comune di Minucciano). Da nord a sud la Focolaccia, 1.600 metri di altezza ben oltre quanto concesso dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio e nel Parco delle Apuane/Geoparco dell'Unesco, mostra visibilissimi a tutti gli effetti di una politica della Regione Toscana che concede di aggredire anche luoghi straordinariamente, meravigliosamente, eccezionalmente belli ed integri come questa parte della catena, Geoparco dell'Unesco, al cui centro ci sono una cava ed un ravaneto che cresce giorno dopo giorno».

 «L'amministrazione comunale da una parte si dichiara amica dell'ambiente, dall'altra favorisce la distruzione delle nostre montagne e di siti di interesse paesaggistico e naturale. La concessione di riapertura di sette cave dismesse e la trasformazione dello storico "Bivacco Aronte" da rifugio per escursionisti a struttura industriale contro ogni forma di buon senso, ne è la conferma». A sostenerlo è Bruno Giampaoli a nome di Italia Nostra, il quale ricorda che il bivacco, oltre i 1.200 metri di quota «ricade nel codice dei Beni Culturali e si trova all'interno del Parco e di conseguenza dovrebbe esser sotto stretta tutela.

Cave: il Piano del Parco riduce le aree

Le aree estrattive delle cave delle Apuane saranno ridotte ed il taglio dovrebbe aggirarsi sul 30%. Lo ha detto il Presidente del Parco Apuane, Alberto Putamorsi, illustrando il piano integrato del Parco in commissione ambiente del Consiglio Regionale.

«Cave, intervengano i nostri deputati»

Andrea Barotti (Alternativa civica) attacca Persiani sulle nuove escavazioni
«Il sindaco Persiani farebbe bene a spiegare i motivi per i quali intende consentire la ripresa delle escavazioni nonché un maggior sfruttamento delle montagne massesi viste anche le forti preoccupazioni che i dati delle analisi condotte da Arpat, sulla qualità delle acque dei nostri fiumi, hanno generato. La buona politica, in via precauzionale, farebbe un passo indietro e non consentirebbe la riattivazione di cave abbandonate». Lo sostiene il consigliere di Alternativa Civica, Andrea Barotti

Pagina 7 di 601

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree