patrocinio comune

0

Paolo Carli (Henraux) «Ci critica solo chi non ci conosce»

Novembre 30th, 2019
Il numero uno della società di Querceta «Le nostre cave ammirate dal ...
0

Il libro sulle collezioni dell'artista scultore Ciulla

Novembre 29th, 2019
Bocca di Magra. Oggi alle 18,30, evento d'arte da non perdere. Verrà ...
0

«Marmo: si apre una nuova epoca» Concessioni, prima gara nel 2029

Novembre 29th, 2019
Nel piano degli agri marmiferi del distretto lapideo saranno previsti ...
0

Le sculture di Park a Viareggio

Novembre 28th, 2019
La bellissima piazza affacciata sui viali a mare è pronta per essere ...
0

Dietro l'Obiettivo. Viaggio in b/n nelle gipsoteche dei laboratori di Pietrasanta

Novembre 26th, 2019
Sabato 30 novembre 2019 ore 17.00 incontro Dietro l'Obiettivo. ...
0

Cosmave dà voce al settore apuo-versiliese Il numero di Ottobre fra pochi giorni in distribuzione in tutta Italia

Ottobre 25th, 2019
In distribuzione fra pochi giorni il nuovo numero del periodico del ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

«Mentre in tutto il mondo emerge l’esigenza di tutelare l’ambiente e preservare il territorio, la giunta Persiani sceglie di andare in direzione opposta». Lo sostiene il Pd di Massa che commenta così quanto emerso nei giorni scorsi sui Piani attuativi dei bacini estrattivi che il Centro di GeoTecnologie di Siena ha realizzato per il Comune di Massa. Oltre alla volontà di riaprire 7 cave (già anticipato da La Nazione ad agosto, riportando le dichiarazioni del sindaco Persiani durante un dibattito a Casette), ora ci sono anche i nomi dei siti estrattivi da riaprire e, soprattutto, i dati dei volumi massimi autorizzabili per ogni sito, anche quelli già aperti, per un totale di 3 milioni e 355mila metri cubi in 10 anni e un totale di cave attive che dovrebbe salire a quota 25.

Il regista russo Andrei Khonchalovsky alla festa per la proiezione del «Peccato» dedicato a Michelangelo coi cavatori sul set
È il film della città: Carrara, la sua storia, la sua identità, il suo marmo e i suoi cavatori andranno in tutto il mondo con le immagini del film di Andrei Khonchalovsky «Il peccato». Al Garibaldi la prima proiezione, a cui lo stesso regista, l’attore Alberto Testone, che ha dato corpo a Michelangelo, la produzione sono stati presenti proprio per sottolineare che la grandezza del film era data da quel pool di cavatori che, vestiti i panni dei loro antenati, con i loro volti scavati dal vento, le rughe solcate dal sole, saranno ambasciatori nel mondo dell’anima vera della città.

Il consigliere Bottici incalza: ha ritirato la delibera che in campagna elettorale sosteneva arrecasse danno alle casse del Comune?
CARRARA «Sui beni estimati il sindaco ammetta che i proclami da campagna elettorale sono rimasti tali». Così il consigliere del Pd Cristiano Bottici commenta quanto accaduto durante l’ultima seduta quando si è parlato di marmo. Lo stesso Bottici ha presentato un’interrogazione circostanziata al primo cittadino in cui chiedeva, senza tanti giri di parole, che cosa avesse fatto l’amministrazione pentastellata in questi due anni e mezzo per sciogliere il nodo gordiano dei beni estimati. «Tra i vari annunci del ‘cosa farò appena eletto’ del sindaco De Pasquale - spiega Bottici - ho ritrovato anche quello dell’immediato ritiro della delibera inerente il pagamento di circa 3 milioni sui beni estimati.


Tra una decina di giorni verrà sfrattata, dal cimitero di Fossola, la "Pietà" realizzata in granito pepe e sale dallo scultore Giuliano Cecchinelli, la voce narrante di "The Stone River", film sull'epopea dei cavatori e scultori carraresi nell' America a cavallo tra '800 e'900. «Mi auguro che le autorità competenti, che hanno mostrato attenzione al problema, possano, insieme al ramo carrarese della famiglia Cecchinelli, trovare una collocazione all'opera dello scultore che emigrò da Carrara sessant'anni fa», sottolinea Maria Mattei, studiosa di emigrazione, di arte, di rapporti fra Italia e Stati Uniti.Realizzata a Barre in Vermont per la sepoltura di Alberto Cecchinelli, anch'egli scultore emigrato negli Usa, la Pietà raggiunse Carrara via mare nel 1995 ed è l'unica opera presente in città di Giuliano Cecchinelli. «Giuliano Cecchinelli siede nel Consiglio dell'Accademia delle Arti e delle Scienze del Vermont per i suoi meriti eccezionali nel campo della scultura e per lo straordinario contributo dato alle arti. Un ruolo di prestigio, quello del maestro Cecchinelli, all'interno di una istituzione che conta scienziati, artisti ed educatori che si sono distinti per l'influenza esercitata dal proprio lavoro negli Stati Uniti», aggiunge l'ex assessore Maria Mattei.

I sindacati tornano a chiedere chiarezza sulla Imm.«Già le segreterie di categorie competenti - si legge nella nota unitaria di Cgil, Cisl e Uil - sono intervenute per stigmatizzare il contesto economico finanziario di Imm (Carrarafiere) ma anche in merito ormai alla carenza di mission. Approvato il bilancio sociale dai soci pubblici proprietari di Imm con un debito stabile di circa 7/800mila euro, si guarda ora al futuro con una certa apprensione». «Il CdA di Imm - prosegue la nota - deve o dovrebbe a breve approvare il nuovo statuto, contenente i nuovi patti parasociali. La Regione Toscana e il Comune di Carrara dovrebbero contribuire per aggiustare un po'il contesto della liquidità. Conseguentemente dovrebbe essere eletto il nuovo CdA, la nuova presidenza (in proposito sono uscite dopo di mesi di voci anche indiscrezioni sul nome sulla stampa locale) e si dovrà porre mano anche alla governance tecnica».

Si parla di museo diffuso tra le strade che vanno da Via Santa Maria a via Finelli; la Porta del Bozzo... oppure quello di piazza d'rent poi meglio conosciuta come la piazza del Duomo con la Pieve Romanico Gotica i Gigante e lacasa dove soggiornò Michelangelo il Buonarrotti. Carrara Medievale Carrara Rinascimentale, la città dei mille portali di marmo che racconta nel silenzio sacro del suo abbandono tutta la meraviglia creativa dell'uomo. Oggi alle 17,15 va in scena al Caffè Albericus di via Loris Giorgi il quarto incontro lezione tenuto dallo storico Davide Lambruschi, docente di Storia dell'Arte.

Pagina 8 di 601

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree