patrocinio comune

0

I “Frammenti“ dello scultore Maggi nel docu-film di Tommaso Barbieri

Gennaio 15th, 2021
La Nazione Da oggi il cortometraggio è in anteprima su Vimeo Le ...
0

Rifiuti, marciapiedi rotti, bottiglie. Non è una discarica, è Marcognano

Gennaio 13th, 2021
La Nazione Pavimentazione scivolosa, rifiuti, vasi rotti e bottiglie ...
0

Brexit, prime difficoltà per le imprese

Gennaio 11th, 2021
COMUNICATO STAMPA DELL'11 GENNAIO 2021 La situazione non è ...
0

Pietrasanta sulle pagine di FORBES

Gennaio 07th, 2021
Grazie all'istituzione del "Parco Internazionale della scultura" la ...
0

Focus sicurezza sul numero di Dicembre del periodico di Cosmave

Dicembre 14th, 2020
In distribuzione il numero di Dicembre del periodico del consorzio ...
0

AGEVOLAZIONI Pubblicato il BANDO INAIL

Novembre 30th, 2020
Appena pubblicato l'attesissimo bando ISI INAIL, che dispone il 65% a ...
0

Obbligo di trasparenza sulle erogazioni pubbliche - Segnalazione di Cosmave

Marzo 09th, 2020
Ai sensi dell'art.35, decreto n. 34 del 30.04.19, si segnalano i ...

 

 


cosmave centro servizi

 

The Latest

«NOI SAREMO ancora più prudenti, ma voi sbrigatevi a fare almeno la strada provvisoria a La Piana».

CAVE: «la Regione aveva ragione». Il Tar ha respinto i ricorsi presentati da Assindustria contro Regione e Comune che lo scorso luglio, in base al famoso parere dell’avvocatura toscana, avevano chiuso le cave che sforavano dal perimetro di coltivazione. Da qui un animato dibattito cittadino seguito dalla pioggia di ricorsi delle aziende che chiedevano il ripristino della prassi comunale secondo cui bastava una variante e una sanzione per poter riprendere l’escavcazione. Ieri il Tar si è espresso, respingendo i ricorsi delle aziende che contenstavano l’interpretazione della legislazione regionale in materia di cave.

Il tribunale: «L'utilizzo del marmo non può avvenire in modo incontrollato». La Regione: giusta la nostra interpretazione
«Occorre ricordare che il marmo delle Alpi Apuane costituisce un "unicum" a livello internazionale e che, quindi, il suo utilizzo non può avvenire in modo incontrollato. Il marmo è una risorsa non riproducibile e, pertanto, il controllo sul suo corretto utilizzo non può che essere penetrante stante la sua importanza per l'economia della zona e, probabilmente, anche dell'intera Regione Toscana». Con queste parole il Tar entra nel merito dei ricorsi presentati dalle aziende apuane per quel che riguarda le sospensioni legate agli sforamenti superiori ai mille metri nei piani di coltivazione. E nella sentenza firmata dal presidente del tribunale amministrativo, Rosaria Trizzino respinge i ricorsi (si tratta del numero 68 e del numero 69).

Le aziende che avevano presentato istanza al giudice

Confindustria Livorno Massa Carrara, Escavazione Maggiore Società Consortile, Guglielmo Vennai, Fantiscritti Marmi, Escavazione Tagliata Alta E.T.A. Società Consortile, Successori Adolfo Corsi, Bettogli Marmi, Escavazione Marmi Fossaficola, Marmi Pregiati Carrara, C.M.M, Cave Amministrazione, Marmi Carrara Lorano, Società Apuana Marmi, Caro & Colombi, Escavazione Marmi Campanili, Escavazione Marmi Tecchione, Poggio Silvestro Marmi, Santucci Graniti, Alba Ventura, Tonelli Renato, Cave Lazzareschi di Vittorio Lazzareschi & C., Escavazione Marmi di Boccanaglia Alta, Calacata Crestola e Dante Conserva marmi, Cremomarmi, Tonini Cave Fantiscritti tutte rappresentate e difese dagli avvocati Giuseppe Morbidelli, Roberto Righi, Riccardo Diamanti e Sergio Menchini e Antonio Lattanzi. Il ricorso numero di registro generale 69 era proposto da: Coop Cavatori Gioia società, Coop Cavatori Canalgrande e Coop Cavatori Lorano tutte rappresentate dai legali Giuseppe Morbidelli, Roberto Righi, Riccardo Diamanti, Sergio Menchini e Antonio Lattanzi.


La Fita Cna: il problema è stato affrontato con superficialità, critiche anche dalla consigliera pd Crudeli. Arrivato il nulla osta, a breve i lavori.


VAGLI – Alle 12 in punto di martedì 9 aprile sono arrivati nel cuore delle cave di marmo i cavatori da tutti i siti di estrazione del bacino di Vagli. E con loro:; imprenditori, tecnici e forze dell’ordine per assistere al Consiglio Comunale Aperto voluto fortemente li proprio in mezzo alle cave dal sindaco Puglia poichè rappresentava forse l’atto ufficiale più importante di questi ultimi decenni.

http://www.giornaledibarga.it/2019/04/cave-di-marmo-approvati-i-piani-attuativi-a-vagli-318174/

 

I MUSEI comunali di Carrara resteranno chiusi nei pomeriggi di martedì 9, 16 e 23 e 30 aprile. Il provvedimento si è reso necessario per consentire al personale in servizio presso le tre strutture museali di partecipare a un corso di formazione. Il Cap Centro Arti Plastiche, il Carmi Museo Carrara e Michelangelo e il Museo Civico del Marmo in questi giorni saranno visitabili soltanto la mattina (ore 10-12.30).

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree