patrocinio comune

0

Cina, leadership indiscussa ma condivisa Ieri a Carrara i dati sull’andamento dei mercati mondiali

Novembre 16th, 2019
Informazioni utili per capire le dinamiche in atto e per adeguare ad ...
0

Cosmave dà voce al settore apuo-versiliese Il numero di Ottobre fra pochi giorni in distribuzione in tutta Italia

Ottobre 25th, 2019
In distribuzione fra pochi giorni il nuovo numero del periodico del ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

Frigido e Carrione sono quelli messi peggio. «Le lavorazioni hanno alterato l’ecosistema rendendolo sterile per molte forme di vita»
La salute dei corsi d’acqua ai piedi delle Apuane? In generale non se la passano benissimo, sia sul versante apuano sia su quello lucchese. Ma quelli messi peggio, ovviamente sotto il profilo ambientale, sono il Frigido e Carrione: l’inquinamento dovuto alle lavorazioni del lapideo, da monte a valle, ha alterato l’ecosistema locale rendendolo ‘sterile’ per molte forme di vita. In particolare ha distrutto il microhabitat di macroinvertebrati bentonici che rappresentano un elemento biologico necessario per la classificazione dello stato ecologico dei fiumi. Proprio come lo sono anche flora acquatica e fauna ittica. Arpat ha pubblicato nelle scorse ore i risultati del monitoraggio biologico sui corsi idrici delle Alpi Apuane, nell’ambito del Progetto Speciale Cave finanziato dalla Regione Toscana.

"Ambiente, giunta senza posizione"

«Sulle problematiche ambientali la posizione di questa amministrazione è chiara: non ha una posizione». Lo sostiene Rifondazione comunista che mette nel mirino il voto ‘disgiunto’ da parte dei rappresentanti della maggioranza in consiglio comunale

Interdetti Alberto Franchi e Andrea Rossi

Ordinanza del gip (un anno di sospensione al primo e 6 mesi all’altro) dopo indagine della finanza sull’acquisto di una cava da un fallimento

Fiumi salvi dalla polvere di marmo

Le acque dei fiumi dell'Alta Versilia non sono inquinate dalla marmettola. Positivi i risultati del monitoraggio ecologico attuato dall'ARPAT e ASL Toscana Nord nell'ambito del progetto speciale cave.

La mostra "Erratico" piace ai visitatori

Al S. Agostino protagoniste le fotografie di Herreman e le installazioni provocatorie di Cavenago.

Ecco la mostra antologica dei due artisti

L'esposizione E chi l'ha detto che non si può essere profeti in patria? A dimostrarlo due eccellenze fortemarmine, come il pittore Antonio Barberi e l'architetto biosistemico Tiziano Lera che fino al 16 novembre (finissage ore 17) impegneranno le sale del Fortino di piazza Garibaldi con una mostra antologica dal titolo suggestivo: "I Visionari - La magia di un incontro", un vero percorso a ritroso nel tempo che intende dar vita ad un percorso cronologico illustrando e soffermandosi sui variegati linguaggi con i quali da sempre si esprime attraverso l'arte, la creatività e la genialità di questi due artisti. Barberi e Lera sono legati da una solida amicizia che spesso si trasforma anche in collaborazione: li accomuna la passione condivisa per le componenti più irrazionali dell'animo umano, il gusto per una immaginazione che renda visibile la realtà invisibile, essendo entrambi guidati da una forte pulsione emotiva che li porta a vedere oltre.

Pagina 10 di 573

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree